• La nostra redazione

    Àlikos Resolàn

    Kbucpam.png

    MtjwQ1g.png

    "Tutta questa smania di rompere il ghiaccio, quando, invece, andrebbe fatto sciogliere. Con una Carrack che ti fa il filo, magari."

    Il CitizenCon di quest'anno è la dimostrazione palese e sfrontata che la Cloud Imperium Games sa esattamente cosa sta facendo. Dopo aver personalmente dissipato decine di migliaia di euro su questa boreale utopia che alimenta una sorta di puerile, e per questo purissimo, slancio dall'anno 2012 voi direte, a buona ragione, che la mia voce sia di parte. Forse si, forse no, forse, mentre frattali geometrie siderali sgorganti dall'atmosfera compromessa di un disastro di terraformazione sbattacchiavano sul visore del personaggio ho avuto un allucinazione. Forse ho intravisto le spettrali figure di un ambizione spropositata come tre pastorelli videro la Madonna, un secolo fa, a Fàtima. Forse ho semplicemente essicato i fatti, dietro la vivace, linda, presentazione che Chris Roberts ha imbastito per contentare noi, affamati, backer di vecchia data, e per meravigliare chi per la prima volta si affaccia al 'Verse.

    Forse. Ecco la chiave di volta del CitizenCon 2019. Il dubbio. La probabilità. L'approssimazione. L'attenuazione.

    Che sia, forse, il punto di svolta? Che dopo anni di ritardi, non ultimo lo smistamento delle navi previste per la 3.8, una al mese dopo l'uscita prevista della data Patch, in correttive 3.8.x, si passi ad avere così tante implementazioni da gestire, da inserire, che nemmeno loro, gli sviluppatori, sanno come fermare la macchina in moto, o perlomeno regolarla? Che dopo tre anni di nulla, un anno con tre lune, un anno con due pianeti, si passi, all'improvviso, dal 2020, ad avere un Sistema intero all'anno, con quel Pyro capofila, sipario finale della presentazione, origine della vetrina per il mondo, dedicata al primo, monumentale, viaggio interestellare di questa creatura da quasi trecento milioni di dollari? Che dopo anni in cui l'infrastruttura tecnica carente ha tarpato l'esperienza dei giocatori e l'ambizione di sviluppatori e artisti, si arrivi alla prima iterazione del Server Object Container Streaming questo Natale, con allegato il bocciolo di persistenza che spazzerà via i fastidiosi reset fra un'Alpha e l'altra, pietre angolari e genesi di una letterale fionda gravitazionale che ci trascinerà ai 1670 Km/h dell'equatore terrestre, finalmente, nel gioco definitivo?

    Forse.

    TdQo9kX.png

    Ma quando Hex e Quantum, i due strumenti, software, su cui è edificata l'economia dinamica, vengono apertamente mostrati, nel loro funzionamento e nel loro imbastire complessità con poche semplici variabili. Quando tali utensili, nelle mani competenti, invidiabili, di personaggi che stanno incidendo col loro sudore la scala universale del progetto, ti dimostrano di come 1000 NPC possono muovere l'economia di un sistema, un po' come un excel fa i conti in qualche fatiscente ufficio pubblico della nostra penisola, con ogni variabile potenzialmente immaginabile, dalla purezza della vena estratta, alla necessità, in SCU, per una fabbrica, di materiale per costruire quel dato componente, fino al pirata che interdice, distrugge e uccide, rendendoti tangibile il concetto e il basamento solido praticamente pronto all'immissione. Quando, pur non laureato in chissà quale sorta di diavoleria, in chissà quale prestigioso Campus, ti rendi conto che l'unico ostacolo per rendere fattibile tale dinamica è l'assenza di una struttura ancora priva della corretta conduzione delle risorse e della perfetta rifinitura a cui CIG ci ha abituato, a partire dall'inizio, capisci che quell'assenza verrà colmata a partire dalla prossima Alpha, questo Natale. Quando la neve di Microtech non è finta, immobile, ma ti fa sentire freddo alle ossa mentre sbarra la vista a qualche centimetro da un volto pronto a morire di freddo, se non fosse per un'armatura capace di preservarti il tempo per raggiungere un posto al chiuso.

    Quando il primo Jump Point sfavilla, finale, delle sfume e dei colori caldi del caos e della distruzione di un crepato e desolato Sistema di reietti ai confini dell'Impero, allora, quel forse ha un accezione piena, positiva, di chi chiosa col potenziale di un'idea, di un aspirazione, di un progetto, piuttosto che con gli ostacoli contro cui perennemente va a sbattere per il semplice fatto di voler aprire la via.

    Non ho visto la smania, l'inverosimile, la truffa, a Manchester. Ho visto dell'obiettivo proposito. Ho visto della sana coscienza nei mezzi e nel talento che Chris Roberts ha imbrigliato in anni di fatiche. Ho visto una Anvil Carrack attraversare un Jump Point. Ho visto una tempesta di neve a -112° su Microtech, capace di ostacolare una missione di hackeraggio e sabotaggio. Ho visto scattare gli allarmi, e ho visto il nostro avatar girare il collo a un NPC per scappare, senza essere visto, rischiando di morire congelato. Ho visto il nostro avatar indossare abiti fisicalizzati. Ho visto Hitman, Assassin's Creed, Mass Effect, Elite Dangerous, Anno, tutti in un'ora di demo, in un unico gioco. Ove le ambientazioni non sono istanze, mappe, scenari, ma pianeti, e ora Sistemi.

    Picasso diceva: L'arte è una professione da cieco, uno non dipinge, non scolpisce, non compone ciò che vede, ma ciò che sente.

    Oggi, in questa meravigliosa Domenica di Novembre, sono fiero di essere uno dei tanti ciechi che trascinano un'industria fuori dal pantano.

    Di seguito la demo completa dell'evento, divisa in due parti. La prima principalmente su Microtech e le nuove ambientazioni, oltre ovviamente all'esordio della Carrack e del C8 Pisces. La seconda su una missione di infiltrazione, il tempo atmosferico, le nuove meccaniche legate alle temperature e naturalmente il Jump Point, Pyro e il primo viaggio interestellare su Star Citizen:

     

    This content is sponsored by Solaris™

    Robert Space Industries

    My RSI Handle

    Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto.
    ...See you in the Verse!
    Àlikos Resolàn

    WnMbEVA.png

    NWX4U63.png

    Con il Giorno del CitizenCon, Sabato 23 Novembre (si, proprio domani) letteralmente alle porte, la Cloud Imperium Games ha rilasciato sul sito ufficiale il manifesto di programmazione dei Panel Produttori che si avvicenderanno, fra 24 Novembre e 1 Dicembre, fra i locali del Bevic Convention Center di Area 18, su ArcCorp. Ogni giorno, oltre all'aprire alla possibilità di acquistare dal Pledge Store del Sito RSI qualsiasi Nave del dato Produttore, fino alla fine dell'evento, saranno messi a disposizioni dei giocatori e degli avventori tutti gli scafi della data Manifattura, da provare per ventiquattro ore, prima di eventualmente decidere di acquistarle. L'Anniversary Sale è infatti l'unica opportunità, ogni anno, per operare il Pledge su tutte le Navi annunciate, oltre 140, sia a livello di Standalone Ship sia a livello di Cross Chassis Upgrade, con un assicurazione proporzionale all'anno di sviluppo (per il 2019 ogni nave arriverà con 84 mesi di assicurazione).

    Fra le sorprese di questo annuncio spicca la presenza delle Crusader Industries durante il quarto giorno di esposizione. Per la prima volta, infatti, dopo l'assenza dell'anno scorso, la polivalente corporazione, di base sull'omonimo gigante gassoso del Sistema Stanton, apparirà in gioco, probabilmente, con un modello esterno e non accessibile del Mercury Star Runner o della Serie Hercules, un po' come accadde con la Aegis Idris-M presso Lorville, oltre trecentocinquanta giorni fa. 

    Apparso inoltre il chiacchierato LTI Token, che da tradizione accompagna ogni Anniversary Sale, che quest'anno, come lo scorso, arriva proprio dalla Anvil Aerospace, sponsor generale della manifestazione e prossima a lanciare sul mercato la Carrack 2950, questo Natale. L'Anvil Pisces approderà nel 'Verse in due versioni, una come Snub Ship di supporto alle operazioni della versatile Multi-Ruolo di punta della Casa di Terra, e una seconda, dotata invece di QD, e tre posti, come vascello di piccole dimensioni per l'esplorazione locale. Nessuna speculazione sul prezzo, anche se visto lo scafo in oggetto, sarà con ogni probabilità fra i 70 e i 100 dollari, più IVA.

    Forgotten World seguirà, commenterà e vivrà l'occasione, apice di ogni anno di sviluppo di Star Citizen, da Domenica 24 a Venerdì 30 Novembre , ogni sera dalle ore 21.00, sui miei Canali Twitch o YouTube, con Giveaway di Navi, anche con LTI, Flair e Cross Chassis Upgrade dedicati sia a Membri e Affiliati della Solaris™, sia, in parte, ad esterni non inquadrati.

    Apri l'Articolo per vedere il Programma Completo


    Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto.
    ...See you in the Verse!
    This content is sponsored by Solaris™
    Robert Space Industries
    My RSI Handle
    Àlikos Resolàn

    SBHe8rd.png

    X5fdkyC.png

    Ha chiuso, virtualmente, l’estate, il rilascio in Live (3180042) dell’Alpha 3.7, un paio di settimane fa, fresca di recentissimo Bugfix con l'Alpha 3.7.1 rilasciata questo Martedì, densa di contenuti letteralmente dissestati dal nuovo concetto di sviluppo semestrale, raccontato nel Pillar Talk relativo allo Staggered Development, e decisamente meno corposa delle previsioni operate agli albori dell’anno. Terza Major Patch dell’anno, poggiante su una sequela di meccaniche ausiliarie alla giocabilità effettiva, fra le quali spiccano la Condivisione delle Missioni col party, l’Estrazione Mineraria in Prima Persona, con la prima iterazione funzionale della Modularità del Multi-Tool, la protasi letterale di una prima implementazione di Cave e Caverne su Lune e Pianeti, a devolvere un senso alla nozione, ancora artigianale, di esplorazione, la possibilità, attesissima, di Noleggiare in gioco ogni Nave del’ ‘Verse per uno, tre giorni o per un mese intero e l’asportazione dal codice di gestione fisica della controversa Hover-Mode, in favore di un leggero IFCS. Alla collezione di Navi Flight Ready, inoltre, si aggregano le varianti da Guerra Elettronica e da Bombardamento dell’Aegis Vanguard, rispettivamente Sentinel e Harbinger, e la tanto procastinata Banu Defender, caccia medio di punta del primo, storico, alleato dell’Impero, che recapita fra gli asset di gioco lo stile e il metodo di funzionalità di una quarta razza aliena in gioco, anticipando quello che sarà l’imponente e ambito Banu Merchantman. Infine, la Mantis, rivelata, in Concept Sale (a 164 dollari), con un evidente rigenerazione espressiva del consueto approccio della RSI alla costruzione navale, è pronta al volo, e porta con se, per la prima volta da Kickstarter, una nuova meccanica per il Sistema Stanton, quell’Interdizione Quantica che permetterà di evacuare e bloccare le Navi sulle rotte QT, per la gioia, o il terrore, del gioco pirata. Raccolta di flora, per la consumazione o la vendità, miglioramenti al Pirate Swarm dell’Arena Commander, una nuova mappa di Star Marine, una Good Doctor evocativa di ambienti e sfondi del Public Universe del futuro, nuovi Accessori per le Armi, fra i quali torce, puntatori laser, compensatori e silenziatori, l’Hebedy Salvo Frag Pistol, il Cannone Laser Kroneg FL-33, una prima iterazione di Inventario Fisico per le Risorse, la Versione 2 del Combattimento dell’IA in FPS e Dogfight, la Ruckstack Core, armatura dedicata ai minatori, e la Versione 2 del Personalizzatore dell’Avatar compiono quella che è a tutti gli effetti una Patch di Gameplay e implementazione QoL. Fra le aggiunte e correzioni in background, inoltre, è doveroso citare un ottimizzazione grafica importante, che ha fatto guadagnare una media di 10 FPS su ogni client di gioco, lavorando sui dettagli e la portata delle texture e delle mesh. Soliti ritocchi e rifiniture, infine, all’interfaccia grafica, al SFX e all’illuminazione, per avvicinare alla perfetta fedeltà visiva un gioco che ambisce a demolire tutti gli altri da ogni prospettiva.

     
     
     
     
    Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto.
    ...See you in the Verse!
    This "On The Fly Spectrum Dispatch" is sponsored by Solaris™
    Robert Space Industries
    My RSI Handle
    Àlikos Resolàn

     

    oIDtAZzsJ1gdzkEITAj4oWANExkL75OY4jB_2Pb4a7xu5ZrGefj-xU6bhADJvY9HsPJDlldc-Q40sQtzlk9GIX3GZ2jjBYPtJV77wrMTJBUZHg_olDAWJam3N_gF6MWyeqlLo3RP

    Fuori il sole martella feroce, le cicale ti stordiscono con il frinire incessante, i cespugli del giardino aspettano stremati il refrigerio della sera. In casa l’aria condizionata mitiga l’eccesso di calura ma non ce la fa a vincerla del tutto, si entra e si esce dalla doccia con il sollievo che si oblia repentino, evapora come qualsiasi potente intento, dedizione. No, non sto parlando delle cocenti e arroventate distese di Stanton I ma di una giornata tipo sotto quella cappa di melma che incorona la nostra amata, odiata, Pianura Padana, un quadro, una circostanza, che mi ha imposto della programmazione per quella che d'ora in poi chiamerò Stagione 2, relativamente a Star Citizen qui sul Portale di Forgotten World. La Stagione 1, conclusa, ovvero quel dispersivo seriale di scritti, traduzioni, sintesi ed elaborazioni che hanno accompagnato l'interesse, ancora di nicchia, riguardo la Visione di Chris Roberts nell'orbita di questo storico angolo di rete, ha sfogato una foggia, sin da subito, piuttosto svagata, sintomatica, in primis, della mia particolare situazione personale al crepuscolo dello scorso anno, scheggiata da un grave lutto, sulla quale non mi avvito. Con questo secondo ciclo ho deciso di impormi un impostazione e un palinsesto squisitamente aderenti alla mia, non più recente, inedita, routine, così da garantirvi, insieme con le dense, prosaiche, vicende d'opinione sulle meccaniche, sulla Lore, sullo sviluppo, sugli asset della bestiola della Cloud Imperium Games, una certa, agile, perseveranza nella genesi di contenuti perlomeno mensile. 

    E' innegabile. Forgotten World non è un cenobio virtuale con la vocazione per il 'Verse e dunque non sgorgano come nulla fosse, fra queste decine di migliaia di pagine, le risorse dei grandi portali italiani e stranieri asserviti ad un informazione, alla formazione di un'idea, sulla ventura pietra miliare dell'Universo Videoludico, tuttavia intavolare l'intento di portare temi, sostanza, prospettiva, può già essere la scintilla per definire solide fondamenta, l'armatura in acciaio di un'impresa, magistrale, non dissimile da tanti altri avvincenti approcci del passato, in questo mondo dimenticato. 

    In sostanza. Dal 1° Settembre 2019 partirà, sicuramente, una singola, condensata, rassegna settimanale di aggiornamento inclusiva dei progressi settimanali sullo sviluppo del gioco, sui temi, le meccaniche e gli asset trattati dall'Inside Star Citizen, dallo Star Citizen Live, che, tempo permettendo, proverò a traslare anche mediatica, con Video per il Canale Youtube di Forgotten World. Parliamo, naturalmente, di un approccio più sobrio e meno impegnato alla vicenda, per snellire il carico entro il mero diporto che la dedizione a un gioco vale e procaccia. Naturalmente non cesserò, come detto, gli occasionali, corposi, concorsi scritti sulle nuove meccaniche, sulla Lore, sulle Navi e sui Componenti, a cercare di diradare la nebbia sul progresso della CIG.

    Per quanto concerne celia e dissipazione attive, il gioco effettivo, invece, oltre alla rifinitura del Marchio dell’ORG, che festeggia i venti membri proprio sullo smontare di questa estiva arsura, onorando proposito e progetto di una buona rilevanza all’interno della risibile e frammentaria realtà italiana legata al ‘Verse, partiamo con l’istituzione di due Serate di Gioco settimanali fisse, il Lunedì e il Mercoledì dalle ore 21, infatti, gli operatori della Compagnia disponibili si riuniranno per baloccarsi e dilapidare un po’ di stress attorno al Sistema Stanton, anche su Twitch, in evenienze e attività il più possibile differenti, pensate con un breve anticipo e adattate alla mole d’adesione eventuale. Continueranno gli Eventi, ORG e Multi-ORG, organizzati, e, per compattare il gruppo e frondare conoscenza delle altre realtà, Hardcore e Casual, del microcosmo italiano su Star Citizen, parteciperemo come Squadre e Squadroni a Eventi organizzati dalla rigida Compagnia Stellare Galileo e dalla massiva, e più occasionale Alleanza Astrale, contingenze le quali mi premurerò di segnalare sia qui che sui Canali Ufficiali della Compagnia (Discord, Telegram, Facebook).

    Nell'arco di undici mesi, la nostra organizzazione è cresciuta da una mia visione personale, in un gruppo composto da una ventina di membri provenienti da diversi percorsi di vita e luoghi intorno ai settemilacinquecento chilometri di coste del nostro Bel Paese, e anche oltre. Alcuni di noi sono affiliati, alcuni di noi stanno ancora testando il moto ondoso e l’altalena di giocabilità che è il gioco in se, ma molti di noi sono diventati buoni compagni d’armi nel corso dell'anno, aggiungendo un livello di soddisfazione di cui non potrei, davvero, essere più felice.

    Per il momento, il futuro è bello. Lo sviluppo di Star Citizen e Squadron 42, sebbene ritardato di ben tre mesi per questo ciclo solare, sta cercando di essere riempito con nuove ed entusiasmanti funzionalità ad ogni rilascio di Patch, durante tutto l'anno, e cercherò, cercheremo, di sfruttare e godere di tutte queste nuove funzionalità man mano che si mettono online.

    Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto.
    ...See you in the Verse!
    Solaris™
    Robert Space Industries
    My RSI Handle
    Àlikos Resolàn

    f2Ropok.png

    Z1yqWcs.png

    Nella piena nottata di oggi, 20 Luglio, è andata in Live (2247930) la seconda Major Patch di questo denso 2019, quell'agognata e difficoltosa Alpha 3.6 marcante la comparsa, di spessore, del Nuovo Sistema di Legge e Giurisdizione con il 'Verse che si appresta a risaltare decisamente più frenetico per quei giocatori che vivono in fuga, grazie ad un Sistema Legislativo riattrezzato (con ben ottanta tipi di Crimini differenti e tre Gradi di Gravità) che inchioda la genesi di una, finalmente, adeguata Risposta della Sicurezza e un'escalation eventuale basata su specifiche giurisdizioni, alle volte locali, alle volte globali, e sui loro regolamenti. Al Nuovo Sistema di Legge si accoda l'Economia del Mercato Nero, nella sua prima iterazione, che paga profumatamente il rischio elevato, con nuove Missioni di Consegna Illegali e opportunità più sfumate per la Gestione del Crimestat, attraverso un revisionato e ampliato Sistema di Hacking.  Nuovo, accattivante, Stile per le Stazioni Spaziali, che passano alla Genesi Procedurale anche nella loro dimensione più sconfinata. Chioschi per l'Acquisto di Navi, finalmente oltre Novanta Navi Flight Ready sono disponibili per l'acquisto con aUEC presso i terminali speciali in tutto il 'Verse (Astro Armada, New Deal, Levski). Miglioramenti di FoIP e VoIP con il nuovo Freelook ulteriormente ampliato e la tecnologia Face e Voice Over IP aggiunta alle Comunicazioni Nave-Nave (qualcuno ha detto l'Hailing di Star Trek?) con prossimità globale abilitata di default, il tutto a favorire maniere più coinvolgenti per connetterti, comunicare, fare squadra a vantaggio dell'immersione, cardine e orizzonte di ogni peculiare dettaglio di gioco. Rework Aegis Vanguard Warden, variante Caccia Pesante, e Aegis Vanguard Hopilite, variante Dropship, Rework del Kruger Intergalactic P-52 Merlin e introduzione del Kruger Intergalactic P-72 Archimedes, e, come ciliegina sulla torta, un Concept Sale Straight-To-Flight-Ready, quell'Anvil Ballista piattaforma d'artiglieria personalizzata in grado di sparare oltre i duemila metri dotata di una minuscola firma elettromagnetica, capace di cancellare praticamente qualsiasi bersaglio terrestre o aereo prima di sapere cosa l'ha colpito. Nuovo Sistema di Scudi, Implementazioni ai Sistemi di Gioco relativi all'Estrazione Mineraria, due nuove armi e un primo rudimento di OCS Server-Side chiudono in bellezza la consistenza di questa Patch Estiva.

    Di seguito le Note di Patch complete per il Public Universe (esclusi Arena Commander e Star Marine), tradotte:

    https://forgottenworld.it/index.html/

  • Minecraft Network

    Server Minecraft Banner

    Powered by:

    Multicraft Logo TeamSpeak Logo