Classifiche


Contenuti popolari

Mostra il contenuto più piaciuto dal 28/06/2017 in tutti i contenuti

  1. 11 mi piace
    Buongiorno a tutti, come promesso in questo post, ecco a voi il bilancio aggiornato di Forgotten World! Luglio 2017 Entrate Data Donatore Donazione Effettivo Giugno 2017 Utile Rimanente 41.19 € 03/07/2017 Staffer 1 10 € 10 € 07/07/2017 @Akonitàs 41.71 € 40 € 08/07/2017 Utente 1* 10 $ 08/07/2017 @Stardel* 3 $ 08/07/2017 @Master* 11.65 $ 08/07/2017 @fioz* 3 $ 08/07/2017 @Shinychar* 3 $ 08/07/2017 @Kolisch* 5 $ 08/07/2017 @Maròk* 5 $ 08/07/2017 Utente 2* 3 $ 08/07/2017 @Rorschach85* 3 $ 08/07/2017 Totale Patreon* 46.65 $ 40.56 $ = 33.87 € 10/07/2017 @AleCorna 15 € 14.14 € Totale Entrate 98.01 € Luglio 2017 Totale Utile 139.02 € Uscite Data Nuova Scadenza Servizio Spesa 07/07/2017 08/08/2017 Rinnovo Eve 67.10 € 07/07/2017 14/08/2017 Rinnovo Core 20.73 € Luglio 2017 Totale Uscite 87.83 € Utile Rimanente su Paypal a fine Mese: 51.37 € *: Patreon Mensile NB: i patreon visualizzati si riferiscono alle entrate dei patreon del mese precedente! Bilanci Mesi Precedenti Giugno 2017 Maggio 2017
  2. 10 mi piace
    Condivido la mia mappa politica di Karaldur, che aggiorno di tanto in tanto con i nuovi territori delle varie città del piano. L'avevo creata per scopi personali, quindi non badate alla dubbia fattura
  3. 8 mi piace
    Qui postero' tutti gli screenshots della citta' man mano che essa crescera'. Ecco un assaggio: I hope you will like it
  4. 8 mi piace
    ______________________________________________________________________________ SEGRETERIA DEL PARTITO MODERNISTA - UFFICIO DEL SEGRETARIO - COMUNICAZIONI _______________________________________________________________________________ E' con profondo dolore, con il lutto del cuore che noi tutti piangiamo il Tesserato Hugo Tozzifanev, impiegato dell'Ufficio Sinistri di Thortuga. La sua scomparsa lascerà un vuoto incolmabile in tutti noi, e la Segreteria di Partito ha deciso di omaggiarne la figura intitolandone il Viale Hugo Tozzifanev. Ci uniamo alla famiglia nel cordoglio e nel ricordo, augurano Sentite Condoglianze Il Segretario,
  5. 7 mi piace
    Le lande del Jagd erano fiocamente illuminate da un sole stanco e vecchio. Solomon Bendersnake era più in alto di quanto fosse mai stato essere umano, e poteva vedere l’intero Piano stendersi sotto di lui: da Parvi a Drenan, da Zarìa a Balbisia, da Sendai a Maahr. La distesa di pietra di Bopville rifletteva il chiarore rossastro dell’astro morente; la neve annerita dalle ciminiere intorno a Thoringrad era sovrastata dal traffico di aeronavi. E sotto di lui, poteva scorgere le isole volanti della sua Silthrim sferzate dal vento. Un brivido di gelo gli percorse il corpo quando il suo sguardo si posò su Dalmasca: il fuoco la avvolgeva, e l’incendio si stava espandendo con una rapidità innaturale nel paesaggio circostante. Fulmini gialli cominciarono a colpirla, e colpire tutte le città di Mirrodin. Un’aquila cercava di intercettare le saette, e ogni tanto strappava un edificio a Humine per farlo ricadere a terra come un topo morto; ma il fuoco si stava già estendendo lungo Mirrodin. A quel punto si accorse di non essere solo. Dei giganti d’ombra si stavano aggirando per il piano, con in mano dei lunghi pugnali: guardavano il terreno sotto di loro, in attesa di un segnale. Un monte esplose eruttando sangue, e i giganti cominciarono ad accoltellare il mondo, che a sua volta sanguinava come una creatura ferita. Il liquido cominciò ad affogare pianure, foreste, città e montagne; il suono di milioni di anime che urlavano riempì le orecchie di Solomon. Il sangue formò un maelstrom intorno a Spes: la città sacra era asciutta e intatta nell’occhio del ciclone. Una delle figure affondò il pugnale nella città, che si aprì come carne: tutti i giganti si raccolsero intorno alla ferita, afferrandone i lembi e tirandoli, ma riuscivano ad aprire solo una piccola fessura da cui filtrava un raggio di luce. All’ultimo tentativo, si sentì uno strappo e un lampo di luce sgorgò dalla ferita. Solomon balzò nel letto. Era soltanto un incubo. Era nella sua calda casetta di legno di Silthrim; le braci quasi spente del caminetto illuminavano appena la modesta camera da letto al primo piano della struttura. “Ancora quel sogno?” Sua moglie Katja lo guardava con un occhio aperto e metà faccia ancora affondata nel cuscino. “No, un altro… più strano, direi.” Rispose alzandosi. “Ma ormai immagino di averci fatto l’abitudine.” Era dalla notte con Saxton a Bahanas che non riusciva più a dormire senza incubi. Ora poteva capire l’ossessione di Saxton per il caffè e il tono perennemente sfibrato che poteva sorprendere chi lo sentiva parlare per la prima volta. “È ancora buio. Vieni a letto un altro po’.” Si sdraiò di nuovo affianco a Katja, e cominciò ad accarezzarle i riccioli castani. “Perché non chiedi a Lugaìd un periodo di riposo? Sono mesi che viaggi per l’Impero come un portalettere, e neppure l’attentato a Dalmasca ti ha fermato, anzi. Sei un Ministro e hai una faccia che spaventerebbe un becchino.” Aveva ragione, pensò Solomon. Negli ultimi mesi era dimagrito di dieci chili, aveva frequenti mal di testa e due enormi occhiaie si erano definitivamente domiciliate nelle sue arcate sub-orbitali. “Appena questa follia finirà mi dimetterò da Ministro. Ma sai benissimo che non posso andarmene ora.” “Non sono stupida, so che hai delle responsabilità. Ma da morto non sarai utile a nessuno, nemmeno all’Unione.” “Oggi non ho impegni fissi. Che ne dici se ci” Dei colpi al battente della porta interruppero Solomon. “I Superni mi odiano.” Dopo essersi infilato una vestaglia, scese al piano di sotto, dove si accedeva alla porta che dava sull’esterno. “Chi è?” “1° reggimento Gran Guardie di Alyon, Signore. Siamo venuti per scortarla a Corte. C’è un’emergenza.” “Dieci minuti e arrivo”. Calzoni larghi, stivali, camicia, cappotto, guanti, bacio d’arrivederci a Katja. Era pronto. Aprendo la porta, riuscì a notare soltanto due cose. La prima, il freddo intenso dell’alba Silthrimiana. La seconda, una manciata di soldati in armatura che l’avrebbe scortato fino all’Imperatore, gelati in un saluto mirrodiano. “Alyon o Minas?” “L’Imperatore riunisce tutto il Consiglio di Mida e gran parte delle autorità civili e militari al Palazzo Imperiale di Alyon. Non siamo stati autorizzati a sapere la motivazione. La preghiamo di seguirci.” “Se non fossi già intenzionato a seguirvi non avrei mosso il culo dal letto, non si preoccupi.” Solomon e la sua scorta si avviarono attraverso i ponti lastricati che collegavano le isole di Silthrim. L’aurora cominciava a tingere la città il cielo di rame, e il vento soffiava spazzando il nevischio. La città era praticamente vuota, ma la caserma era già in attività e il traffico delle aeronavi era insolito. A lui invece era toccato un treno blindato, dove si riuniva anche qualche generale. Gli era stata riservata una cabina privata, dove poté leggere un giornale riservato ai membri del governo. A quanto pare, nulla di nuovo rispetto al giorno precedente. Dalmasca era ancora nel caos, dopo il furto di 167.000 zenar da parte di uno dei consoli, Gustav Migius, per farsi proclamare Re di Dalmasca e superare l’inattività di governo. I cittadini si erano presto divisi arrivando a scatenare violenze, e un gruppo di profughi si era insediato a Zarìa. All’estero, nessuna particolare novità; movimenti militari di quasi tutte le potenze su quasi tutti i confini, lodi del Senato dell’Unione al sindaco di Bopville Langaiden (più del solito, forse), e le polemiche moderniste per l’abbattimento della Torre di Sylvarant, che consideravano un loro simbolo culturale, si erano ormai sopite da tempo. “Signore, siamo arrivati.” Si doveva essere addormentato, perché il treno si stava fermando ad Alyon. La città era avvolta in una luce ocra proveniente da sud, mentre a nord si accumulavano nuvole cariche di tempesta e mulinelli di vento alzavano polvere dai cantieri che stavano ricostruendo la città. Una carrozza corazzata li condusse al Palazzo Imperiale fuori dalle mura. Una manciata di piccole aeronavi lo pattugliava dall’esterno, mentre i migliori soldati dell’Impero circondavano il perimetro dell’edificio. Neppure la sua scorta e il suo noto volto poterono risparmiargli tre perquisizioni. “Ma chi si vede, Solomon.” Jil E. Saxton gli riservò uno dei suoi migliori sorrisi da lupo e gli batté una pacca sulla spalla. “Mi puoi dire cosa succede? Non mi piace essere buttato giù dal letto senza una buona motivazione, anche, e che rimanga tra noi, se è Snipperworm.” “Credo che l’attuale Imperatore non abbia mai avuto motivo migliore per riunirci. Ma sentirai tutto dalle sue labbra.” Salirono l’imponente scalinata che portava alla sala delle riunioni, ed entrarono. Davanti a loro si erano ormai riuniti tutti i membri del consiglio di Mida, più svariati generali, sovrintendenti e funzionari. Solomon cominciò a intuire che non c’era spazio per il sarcasmo. L’Imperatore di MiDa e Jarl di Silthrim Lugaìd Faust Snipperworm del Clan della Nutria era a capotavola, il suo volto era incupito. Quando furono tutti pronti, iniziò a parlare. “Signori, vi ho radunato qua per una, anzi due, questioni di massima importanza, che mettono a repentaglio l’esistenza del nostro secolare Impero. La prima è che oggi ho ricevuto questa missiva dal Ministero degli Esteri della Repubblica Oligarchica dell’Unione.” Si schiarì la gola prima di iniziare a leggere il contenuto di un foglio di carta che teneva davanti a sé da quando erano entrati. Un silenzio di tomba calò sugli astanti. “Prima di fare qualsiasi commento, devo accogliere in sala un altro ospite.” Ludwig Adegheiz entrò nella sala. Scoppiò il caos: urla e insulti volarono verso il modernista, specialmente dai generali e dal Ministro della Guerra Toretàn. Saxton, tranquillo, non fiatava. “SILENZIO!” urlò l’Imperatore, solitamente molto compassato. “IO HO INVITATO QUEST’UOMO, E LA MIA DECISIONE NON È SINDACABILE!”. Adegheiz approfittò del breve sprazzo di calma per riferire quello che doveva riferire. “Vi parlo a nome dell’Unione delle Repubbliche Minerarie Moderniste e, con delega, degli Stati Uniti Nyani. La vostra intelligence e altre nostre fonti ci hanno reciprocamente avvertito dell’intenzione Unionista di conquistare l’intero Piano, e del loro disprezzo nei nostri confronti. Non mi piace dovermi alleare con voi, nostri antichi nemici imperialisti, ma non abbiamo scelta. Non lascerò che il sogno Modernista venga infranto dalla megalomania di una casta di oligarchi che pensa di poter imporre la propria volontà all’intera umanità, e nello stesso modo pensano i nostri alleati democratici di Nyan. Le nostre truppe difenderanno i vostri confini come se fossimo una cosa sola, e ci aspettiamo un reciproco trattamento. In gioco c’è il destino dell’umanità!” Il ministro Ser Cinci stava per alzare una mano, ma l’Imperatore dismise ogni domanda. “Questa alleanza non è sindacabile. Ora abbiamo una speranza di affrontare l’Unione alla pari. Proclamo lo Stato di Guerra e la Mobilitazione Generale, non aspetteremo la fine dell’ultimatum. Ci vediamo tra mezz’ora per organizzare i dettagli”. La maggioranza dei presenti si diresse di buona lena verso le rispettive sezioni dei Ministeri per informare la catena di comando. Bender raggiunse un sempre più distaccato Saxton sulla terrazza, intento a fumare. La natura morta dei cantieri di Alyon si stendeva davanti a loro, tinteggiata di ocra dalla poca luce che preannunciava tempesta. “È opera tua?” Saxton espirò un anello di fumo. “Ovviamente.” “Come fai a essere così tranquillo? Sai benissimo che non possiamo vincere neanche con Nyan e URMM.” “Ti ricordi quando ti ho detto di volere un pulsante che mi permettesse di distruggere ogni città unionista?” “Prima di massacrare quel villaggio? Purtroppo sì”. “Beh, un certo modernista potrebbe avercelo dato. Non Adegheiz, lui non sa nulla. Anzi, probabilmente verrà tolto di mezzo, troppo idealista. La via della distruzione coincide con l’alba della nuova vita.” “Non ti capisco.” “Ti ricordi il Virus Legione? Quella era una versione sperimentale.” [FINE]
  6. 6 mi piace
    Buongiorno a tutti, Apro questo post per raccontare i progressi in una campagnetta a due che stiamo facendo io e victor liberum, la quale, ambientata in Extended Timeline Mod, si ripropone attraverso la creazione di due custom "storicamente plausibili" per forma di governo ed idee, di stravolgere la storia dell'europa del 500. Prefazione. Italia: 500 Anno Domini Le invasioni barbariche stanno lentamente cancellando le orme della civiltà lasciate dalla grande Roma, spesso viene riposta speranza in ciò che resta dell'ormai tramontato Impero Romano, al fine che estirpi queste malattie barbariche dal suolo italico regalando alle popolazioni locali nuovi livelli di Civitas e di benessere nonchè di gloria. La Confederazione di germani nota come Ostrogoti, proveniente dall'estremo est, domina indisturbata da decenni la penisola italica, rafforzando i propri legami con il territorio e con i suoi abitanti, tuttavia, non pochi sono i motivi d'astio nei confronti di questa popolazione e ancor di più sono gli ardenti animi di chi vuole ritrovarsi a vivere ancora una volta, come i propri antenati, negli agi del più grande impero del mondo. Inosservati passano i sintomi di quello che potrebbe essere in futuro la fine del regno Ostrogoto, e forse ancora di più. Germania: 500 Anno Domini Oltre il reno, vicino al delta dell'elba, i signori locali si riuniscono nella città di westphalia, centro di uno degli stati più influenti del nord. La Sassonia, terra unita dalla fede germanica si ritrova, anche grazie alla sua posizione strategica, al centro delle migrazioni dei popoli germanici verso le più ricche e prospere lande di Gallia, Iberia et Italia, dormini oramai perduti del temuto Impero Romano. Popolo fiero e ricco di legami con i propri luoghi, sceglie di non seguire le orme delle popolazioni vicine e decide di intraprendere una politica atta all'unificazione di quelle genti germaniche senza un leader forte ed è decisa pertanto a rafforzare i propri domini nella terra dei Teutoni. Possano gli dei, vecchi e nuovi, vegliare sul sonno dei guerrieri d'europa poichè è sangue quello che nel loro futuro scorre. Roma: Finanziati dai Bizantini, una grande rivolta prende luogo, da quella che un tempo era stata la città più gloriosa del mondo giungono voci, si dice che la ribellione abbia assunto un tratto più definito, che non siano dei semplici ribelli e che utilizzino l'antico nome che tanto i barbari hanno per secoli temuto, si fanno chiamare Imperivm Romanvm. In pochi colpi di mano la ribellione antiostrogota si estende in tutte le regioni centroitaliche, la rappresaglia è immediata e nella battaglia di romei-ravenna del 500 le ostilità si arrestano tuttavia un nuovo stato è sorto, il cristianesimo viene da esso bandito e si ritorna ai riti pagani che un tempo rendevano gloriosa roma, i suoi eserciti sono disciplinati e presto i barbari avranno ancora una volta terrore nell'udire la parola Romano. Situazione di partenza dell'Imperivm Romanvm Westphalia, il concilio dei capi della nazione sassone decide di intraprendere una nuova politica, il termine sassone viene infatti abbandonato a favore di uno più ampio di significato "germano", nasce per la prima volta l'idea di germania e di grande nazione pan-germanica che possa includere tutte le popolazioni un tempo barbariche in un nuovo spaventoso regno situazione iniziale della nazione German Fatemi sapere che ne pensate di quest'idea e spero possiate divertirvi nel seguire questo arr. Alla prossima, Nedris
  7. 6 mi piace
    Ciao Ragazzi e Ragazze di ogni età, per farvela breve, vorrei ricordarvi, il giorno in cui avete dato "la vostra parola", o postato "il vostro progetto", a sostegno di questo server... ciò sta a significare, che qualcuno qui, non è una persona seria. So perfettamente, che ci sono altri giochi, migliori di MC; a tal punto da chiedere allo staff di ampliare o modificare il gameplay del server... ma tanto, anche se lo staff facesse quello che chiedete, voi vi comporterete nella stessa maniera attuale; dando solo dei fastidi ad esso, e facendogli perdere tempo prezioso. Se desiderate un gioco diverso da quello, che questo server vi propone; potete andare tranquillamente, in altri serve. Oppure, potete rimanere in questo, e mantenere "LA CAVOLO DI PAROLA CHE AVETE DATO!!". Io personalmente non ho dato nessuna parola, ma, a me danno fastidio, le persone che promettono, e poi non mantengono... vi faccio un esempio con qualche domanda: -Avete creato la nazione/città dichiarata nel vostro post? -Avete creato e finito tutti gli edifici della città? -Le vostre città/nazioni, sono completate? se non avete risposto, con un "si" a tali domande... allora fate una cosa; andate nei server che più vi aggradano e lasciate giocare e crescere, i "nuovi" giocatori di questa nuova era di forgotten. E sia chiaro, non è che se voi non volete giocare, ci impedite a noi di creare le "Nostre" città, nel periodo estivo,"chiudendo".. se è per un mantenimento del server, io ed altri giocatori come me, siamo sempre disposti a donare. "E sia chiaro a tutti; se questo server, si riprenderà, e farà divertire centinaia o persino migliaia di giocatori di MC, il merito sarà dello staff, e di chi lo ha sostenuto con la sua presenza giocando," e non di chi si dichiara "un vecchio player" della 1°,2°,3°,4° o 5° Era... se siete quello che dite di essere, Dimostratelo. Io sono Diwiman, un nuovo Player della VI Era, e vi aspetto in game. "XD mi piace provocare le persone ^^"
  8. 5 mi piace
    Repubblica Modernista di Thortuga - Modulo 64 Richiesta di cittadinanza Completare il modulo in tutte le sue parti per richiedere l'ingresso come cittadino nella Repubblica Modernista di Thortuga. La richiesta di cittadinanza verrà presa in considerazione dal Segretario del Partito Modernista, o facente vece, nel minor tempo possibile. Nota: con l'invio della richiesta potrete essere contattati da un funzionario del Partito per un colloquio vocale su Team Speak, è quindi fortemente consigliato il possesso di questo programma e di un microfono per facilitare le procedure.
  9. 5 mi piace
    Ehi, si tu, utente che sta girando il forum, dico proprio a te, scommetto che sei uno di quelli che si lamenta della poca utenza del server, ho indovinato, vero? Vorresti tanto risolvere il problema ma tutte le soluzioni che ti vengono in mente e tutte quelle proposte sul forum non ti vanno a genio? Beh, ho io quello che fa per te, un bellissimo sito, poco menzionato ultimamente che, in passato, ha regalato molti nuovi utenti a questa vecchia community, sai dirmi qual è? No? Te lo dico io, minecraft-italia.it! Qui, votando quotidianamente il server di ForgottenWorld, potrai far salire la graduatoria di questo tra i molteplici server italiani rendendolo più visibile ai nuovi che magari non hanno voglia di cercare più approfonditamente un server fatto a posta per loro, scegliendo, al posto di FW, un banale server only minigames cracked. Come? Che dici? "E io cosa ci guadagno"? Ogni voto per FW può essere scambiato per una ricompensa, sperando che lo staff le metta anche su karaldur, che può agevolare, non troppo, la tua esperienza di gioco, donandoti degli item utili. Ora, visto che ti ho spiegato ben bene la questione ti lascio anche il link per votare, tiè https://www.minecraft-italia.it/lista-server-italiani/forgottenworld Cosa? Che vuoi ancora? Ti stai chiedendo perché io, alle 4 di notte stia facendo un topic simile? Beh, semplice, perché non ho niente da fare e perché mi fa pena vedere che, su mc-ita, FW sta sotto a dei server che non meritano nemmeno di esistere. Uh? Stai facendo due calcoli e hai notato che nemmeno tutto lo staff vota quotidianamente il server? Beh, tu vota e falli fare, sei meglio di loro Questo post è stato creato a puro fine costruttivo, se dovessi, in alcun modo, generare flame, non era quella l'intenzione; può avere effetti collaterali, anche gravi, tenere fuori dalla portata dello staff. Vota il server! Il Partito è tuo amico, obbedisci al Partito.
  10. 5 mi piace
    Fin dagli anni della Monarchia, Thortuga ha sempre attinto a piene mani dalle enormi foreste tropicali per il suo sostentamento e sviluppo. Se il mare poteva dargli cibo e commercio, anche il minimo pezzo di terra coltivabile doveva esser strappato dalla selvaggia giungla con il ferro delle asce e il sudore di molti lavoratori. Se vedete dei tronchi che vengono spostati lungo un sistema di cavi a Spes, dal porto verso le manifatture all'interno della città, potreste scommetterci che un tronco su due proviene da Thortuga! Infatti fin da subito l'esportazione di legni tropicali pregiati è stata una delle prime fonti di reddito tipiche dell'Isola. Oggi, con l'enorme sviluppo che sta conoscendo la città sotto la fiaccola del Modernismo, la città necessita nuovi campi coltivati per alimentarla, legno per i suoi edifici, spazio per i suoi abitanti e grandi opere! Dunque il SUGO ha finalmente dato il via libera ad una nuova campagna di deforestazione programmata ed oculata. Non più il selvaggio taglio indiscriminato dell'era Monarchica, ma invece un taglio selettivo e curato dell'immenso patrimonio forestale dell'isola. Con il nome di SJMP (Silo Jevabusoño Maderañas Poloño, campo di sfruttamento forestale nord) possiamo individuare un'area rurale situata a nord-ovest delle coste di Thortuga, lungo la nuova strada edificata appositamente, fuori dalle sue mura. Un avamposto di civiltà e progresso nella selvaggia foresta tropicale dell'arcipelago. Qui gli alberi, una volta abbattuti, subiscono una prima lavorazione e subito imbarcati dal molo del SJMP su chiatte alla volta di Thortuga per successive lavorazioni. Il SJMP, grazie al suo vivaio, è inoltre un centro di studi per la silvicoltura, la biodiversità della giungla e lo sfruttamento ottimale delle risorse (dal suolo alla ricerca e selezione delle migliori varietà di semenze e alberi da ripiantare e coltivare in loco). Inoltre il SJMP funge da apripista alle nuove coltivazioni che presto sorgeranno nei paraggi, nelle aree disboscate non atte a nuovi alberi ma più redditizie come campi coltivati. Il molo ospita perfino un molo da pesca "Trabocos", tipico Thortughese. Fin da subito il SUGO è stato sobissato di richieste per nuovi appezzamenti di terreno e abitazioni rurali presso il SJMP. Esso si prepara ed essere un grande volano per lo sviluppo e la prosperità cittadina, sotto la grande guida del Modernismo Reale! Alleghiamo materiale Fotografico
  11. 5 mi piace
    Carissimi concittadini, finalmente il tempo del salto tecnologico è giunto. L'amministrazione cittadina è felice d'inaugurare la SIEPI (Società d'Illuminazione ed Energia Pubblica Iphaeana)! Questo significa che da adesso potete richiedere l'allaccio alla rete energetica cittadina se siete cittadini di Iphae in maniera totalmente gratuita! Basta ai continui grattacapi di cui vi dovete occupare per mantenere la produzione, potete dire basta allo spreco di spazio che siete costretti a sopportare e togliervi di torno quegli ingombranti generatori e godervi comodamente a casa vostra i benefici dell'elettricità senza bisogno d'impegni. Chiaramente questo sarà un periodo di prova demo, che utilizzeremo per comprendere eventuali problematiche e come dovremo ampliare il nostro sistema produttivo in vista della creazione di una centrale elettrica principale dedicata, ma per il momento siamo fiduciosi delle nostre possibilità.
  12. 5 mi piace
    Questa discussione può tutto, ma Mayuri può cortesemente passarmi il fatto che ora, in questa risposta, mi lamento del fatto che lo Staff, oltre ad un "Lo Staff sta seriamente prendendo in considerazione questa discussione", che vale come la mia risposta diplomatica "Lo Stato con l'Esterno dell'Istituto è al momento chiuso, questo messaggio si ripeterà", è stato completamente assente? E' una discussione da 128 messaggi, alcuni sono inutili (come la sequela di questi), altri, molti altri, introducono idee/lamentele costruttive che oltre ad un "Visto eh", dello Staff, non hanno attirato praticamente alcun commento, appunto, dello Staff a livello generale o dello Staff Tecnico. Se ci fosse uno Staffer che ci aggiorni sulla situazione e le idee che sono state prese in considerazione e quelle invece scartate, si potrebbe partire con una base per una futura discussione, se no tutte le idee potrebbero essere semplicemente buttate nel cestino.
  13. 5 mi piace
    Da qui a una settimana fa ci sono stati 3 eventi (che io ne sappia almeno) : i funerali a ascalon,iphae e il decennale a denrak, non mi pare che fossero eventi organizzati dallo staff eppure una media di 10/15 persone ad evento c'erano. Non sto dicendo che il server può tirare avanti con solo questi micro-eventi organizzati dai giocatori, ma voglio dire che non sono obbligatori eventi/dungeon e affini organizzati dallo staff per diversi una serata insieme ad altri su ts.
  14. 5 mi piace
    Proprio perchè il sottoscritto è entrato da poco a far parte della community tu non mi conosci e non puoi pensare di giudicarmi fino a questo punto. Proprio perchè sono nuovo qui dentro mi sono astenuto a farmi dei nemici o ad offendere qualcuno, ma dal momento che ti sei permesso fino a questo punto lascia che ti dica qualcosa io: dalle cose che ho visto fin'ora ho capito che tu sei il solito veterano di community che non si fa remore a infangare il lavoro e le idee altrui, non fai altro che lamentarti dei contenuti mancanti di Karaldur e che sulla questione "farsi odiare" potrei dire la stessa cosa di te. Te l'ho detto tempo fa e te lo ripeto ora, se pensi di volermi schernire per farti sentire apprezzato dagli altri qui dentro sappi che hai sbagliato persona. Ho frequentato molti server italiani e ormai di gradassi irriconoscenti come te ne ho già visti da bastarmi per anni. Se tu hai il diritto di esprimere le tue opinioni qua dentro ricordati che la cosa vale per tutti noi, sopratutto gli utenti nuovi come me che ormai si sono fatti l'idea che il vero grande problema di questa community deriva dalla vecchia utenza. Tu dici che mi sto facendo odiare da parecchi di voi? Questo conferma la natura del Vero problema qui dentro, ovvero voi. Con queste mie parole probabilmente attirerò le ire dei moderatori, ma mi sono davvero rotto di essere aggredito dopo ogni fottuto messaggio che puntualmente viene preso sul personale da te. Aggredendo me che cosa vuoi dimostrare? Di essere il solito vecchio famoso pronto a mettersi in mostra dai soliti replicanti che ti seguono? Non ti devi permettere di insultare me come chiunque altro nuovo utente che sta vedendo con i suoi occhi quali potrebbero essere davvero le cause della poca mobilità sul server, e penso di averle capite ormai. Che cosa credi? Che essere qui dentro da molto tempo ti autorizza ad accanirti deliberatamente verso gli altri? Impara a stare al tuo posto, ragazzino. E non provare di nuovo a darmi del lecchino. Di questo passo questa discussione potrebbero chiuderla per inutilità. Peccato, alcuni hanno scritte tante belle idee...
  15. 5 mi piace
    Discorso per la pace nel Karaldur Discorso sulla pace e la civile convivenza dei Popoli e delle Nazioni "L’occasione di questa ricorrenza ci vede riuniti in pace, ma sono ancora vivi nei nostri cuori i timori per una guerra globale fra importanti Nazioni del Karaldur, che hanno lacerato governi e popolazioni, causato vittime e crisi economiche, dolore e sofferenze tra i cittadini. Grazie al paziente sforzo diplomatico di coloro che hanno creduto nella pace, in questo frangente il rischio di sprofondare nell’abissale baratro di una guerra globale è stato scongiurato. Temiamo però, che il rischio del ripetersi di tali tragiche premesse non sia scongiurato per sempre. Esistono situazioni e contesti in cui le fiamme di nuovi conflitti si alimentano nascoste tra le braci sepolte sotto la cenere dei nostri focolari. Se questa tragica prospettiva dovesse realizzarsi siamo convinti che in caso di guerra la successiva pace imposta con la forza ai vinti conterebbe in sé gli elementi di un'altra guerra, con il conseguente rischio di trovarci nuovamente di fronte ad un conflitto globale permanente. Proponiamo per queste ragioni a Voi qui presenti, ed insieme a tutte le Nazioni ed i Popoli del Karaldur di promuovere la fondazione di un tavolo internazionale di confronto permanente, intorno al quale i rappresentanti di tutte le Nazioni aderenti possano risolvere le contese e ridurre il rischio di conflitti con gli strumenti della diplomazia, della giustizia e dell’equilibrio. Dovrà trattarsi di uno strumento di pace basato sull'eguaglianza delle Nazioni, sull'autogoverno dei Popoli, sulla libertà degli Uomini, dei commerci e della libera navigazione nei mari del piano, su una riduzione generalizzata degli armamenti. Questo organismo dovrebbe avere sede a Spes, come stato garante di neutralità, si dovrà dotare di un Regolamento liberamente dibattuto con spirito largo e assolutamente imparziale di tutte le rivendicazioni, fondato sulla stretta osservanza del principio che nel risolvere il problema della sovranità gli interessi delle popolazioni in causa abbiano lo stesso peso delle ragionevoli richieste dei governi, i cui titoli dovranno essere stabiliti dalle Nazioni aderenti. Con la speranza che questa ambiziosa proposta venga accolta e veda la luce diamo il benvenuto a Denrak a tutti Voi, salutiamo i vostri Popoli e dichiariamo aperta la cerimonia." Estratto dal discorso di apertura della cerimonia per il I decennale della fondazione del Regno Tenuto da Re Digres il il 1° Darbis di Viljan del 2979 d.F. OFF:
  16. 5 mi piace
    Erano le sette di sera ed il sole tramontava placidamente ad occidente delle Isole Marosul, tingendo di rosso le acque del mare del Pulkistar. Era l'ora del "Janpi" ed i thortughesi si riversavano nelle locande a bere rum ed a ballare fino notte fonda. Non tutti però erano così fortunati e spesso negli uffici del Pablov si continuava a lavorare fino alle prime luci dell'alba. Questo era il caso di Don Doroteo Brodèsko y Gravela, Sottosegretario SIAE. L'uomo era un paffuto e gioviale signore sulla cinquantina dalla pelle bronzea. Era chino su di un dossier della massima importanza quando all'improvviso la porta dell'ufficio si spalancò e sull'uscio apparve una figura dall'aspetto emaciato. Era il Sottosegretario SES Don Pedro Jéno, i suoi occhi erano dilatati dal terrore. <D-Don Brodèsko, c'è un uomo sul tetto dell'edifico! Sembra volersi gettare!!> Urlò allarmato con voce rotta, facendo trasalire Doroteo che si sfilò gli occhialetti tondi, ereditati dal bisnonno Evgeniy, dal grosso nasone. <Per il martello di Thor! Non c'è tempo per chiamare aiuto. Presto, mi porti da lui!> Rispose Doroteo, alzandosi e precipitandosi assieme al collega verso le scale. Nel mentre salivano verso il tetto intercettarono un terzo signore che stava chiudendo a chiave la porta degli Uffici SEPPIA. <Don Corvus, anche lei! Abbiamo bisogno di più mani possibili, ci segua!> Disse il Sottosegretario SIAE al biondo trentenne che, senza il minimo dubbio, si mise a seguirli immediatamente. Era già calata la sera quando i tre raggiunsero la sommità dell'immobile. Essi si adagiarono ai parapetti stremati dalla gran corsa, per poi guardarsi inquieti attorno. Subito videro un uomo sul limite estremo del tetto. Fissava la città dall'alto come un silenzioso guardiano mentre il vento gli scompigliava i corti capelli bruni. <Lo riconosco!> Esclamò sorpreso William D. Corvus, avvicinandosi prudentemente. <Don Jék, non lo faccia! Ha tanto per cui vivere!!> Supplicò il Sottosegretario del SEPPIA ma si immobilizzò immediatamente in un espressione di puro sgomento. Jèk si era voltato verso di loro mentre la luna piena gli illuminava gli occhi gialli senza palpebre. <Van gè stàil gùrepava , van Voidù gùrepava.> Sibilò minacciosamente, saltando poi in direzione di Don Corvus. Nel frattempo il corpo di Jèk si contorse orribilmente mentre cresceva in lunghezza e grandezza. La pelle si seccò, tramutandosi in scaglie smeraldine mentre, nelle fauci, enormi denti appuntiti crescevano a grande velocità. William estrasse senza esitazione il suo revolver, scaricando addosso alla bestia l'intero caricatore, mentre indietreggiava inorridito. <Ma che huevon è!?> Urlò Corvus, incespicando e cadendo a terra. Rapidamente Pedro lo prese sotto braccio, aiutandolo a ritornare in piedi e con un rapido movimento lo portò al sicuro fuori dalla portata della bestia. Nel frattempo l'arcana fiera si attorcigliava su se stessa dal dolore, gorgogliando antiche bestemmie sotto il cielo stellato. <Karaldur sangàrefa ràvisùl kròdum kanè eremtàl!> Quindi, si gettò oltre il parapetto, scomparendo nell'oscurità della notte. Pedro, William e Doroteo si catapultarono sul bordo, cercando segni della presenza della bestia ma tutto ciò che videro fu la salma di Jèk sfracellata sulla scalinata del Pablov. http://imgur.com/a/Lbf5f
  17. 5 mi piace
    Anno 2979 d.F., I settimana o 4° di Falam, giorno di Dakbis A Tyrion Tigirevìs, Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia. Il Presidente Pablo Ramiro Stardel, il Segretario Javier Gonzalo y Nyhon de la Bresa, i membri tutti del Partito Modernista e la cittadinanza intera di Thortuga accettano le vostre scuse ufficiali. Certi che il nuovo esecutivo eberiano non commetterà gli errori del passato, annuncio ufficialmente la riapertura dei canali diplomatici tra le nostre due nazioni dopo 11 anni di assenza. Ciononostante, è' mio obbligo morale ricordarvi che Thortuga perdona ma non dimentica i suoi morti. Distinti saluti. Doroteo Brodèsko y Gravela, Sottosegretario SIAE
  18. 5 mi piace
    Scheda della città di Ascalon, capitale della Repubblica Federale di Eberia Cotta d'armi della Repubblica Cotta d'armi della città Regione Adegun Orientale, Golfo del Goluder, provincia 63. La città sorge sopra l'isola Eiku e l'omonima provincia. Governo Repubblica Federale Presidenziale Per un approfondimento sui vari ruoli fare riferimento alla wiki. Governatore: Ha il potere esecutivo all'interno dello stato federato -Ratis Araton - @Araton10 Sottosegretario alla Difesa difesa: gestisce i reparti armati e garantisce la sicurezza della città - Phidel Turf - @_Turf_ Sottosegretario agli Interni: ha pieno potere su tutto cio' che accade all'interno del territorio cittadino - Tyrion Tigirevis - @tigierrei Sottosegretario di Stato: si occupa dei rapporti esteri, funzione di ambasciatore - Tyrion Tigirevis - @tigierrei Sottosegretario al Lavoro: supervisiona i cantieri in corso ed assegna nuovi incarichi. E' sotto le dipendenze del Sottosegretario agli Interni - Geyel Kònvuèndu - @TheDarkDragonkz Sottosegretario al Tesoro: monitora e coordina l'economia di Ascalon - Samivùl Màserjosùl - @SuperSoSammy Sottosegretario all'Energia: sviluppa e implementa la tecnologia cittadina. Sotto le dipendenze del ministro degli interni - Aluik ArDelu - @Delu990221 Vice Procuratore Generale: capo della magistratura dello stato federato - ### - @UrTerror Sottosegretario all'Agricoltura: supervisore della produzione agricola cittadina - ### - @dragongun90 Religione Ad Ascalon sono presenti due religioni di ampia diffusione: il Culto di Uhle ed il Culto dei Quattro Lancieri Architettura Citta' edificata lungo il mare in stile barocco. Gli edifici amministrativa si trovano sull'isola che domina la baia mentre i quartieri abitativi si trovano sulla penisola che la circonda. Per vedere degli screen visitare questo topic -> clicca Famiglie nobiliari riconosciute: Casa Tigirevìs -> Titolari del Ducato di Eiku Casa Terufèn -> Titolari del Ducato di Artmaìnuske Casa Araton -> Titolari del Principato di Ascalon e del Regno di Skemirùl
  19. 5 mi piace
    Lebis 10 Mos, 2972 Carissimi colleghi dell'Università di Spes, le mie ricerche hanno finalmente portato i loro frutti. Come alcuni di voi di certo sapranno ho lasciato la città molti anni fa, insieme a Solarut per unirmi alla sua spedizione di pionieri verso la città di Iphae. Inizialmente il mio scopo era soltanto quello di trovare un posto dove dar libero sfogo alla mia creatività e inventiva per creare nuove soluzioni e nuove tecnologie per quella che difatti era una popolazione quasi del tutto priva di tecnologia. Un fine molto egoista lo ammetto. Non ero molto interessato alla cultura degli Ipheani o a cose di questo genere, ma certamente il mio atteggiamento è cambiato negli anni avvenire... Come di certo vi sarà pervenuta notizia sono ormai diversi anni che ricopro la carica di Artefice. La mia affinità al dominio di Akonitàs, le mie abilità e le mie conoscenze tecniche mi hanno permesso di creare moltissimi artefatti, che ormai sono alla base della vita cittadina. Ho contribuito al diffondersi dell'uso dell'Elettricità tra i locali e la creazioni di molteplici sistemi automatici, che sfruttano al massimo le potenzialità della Pietra Rossa, alcuni dei quali sono certo ormai vi sarà giunta voce anche a Spes, ma mai ero riuscito in qualcosa che appagasse completamente il mio ingegno come quello che vi voglio presentare... Sono riuscito nel creare la vita artificiale! Perdonatemi il romanticismo, in realtà si tratta nient'altro che di un Golem, una macchina umanoide in grado di svolgere semplici compiti. Nei libri si fa sporadicamente riferimento a questo tipo di marchingegni, ma la conoscenza delle tecniche necessarie alla loro creazione pare essere perduta da Ere e capisco anche il perchè... Probabilmente se non mi fossi interessato tanto alla botanica per via della mia carica ad Iphae non avrei mai scoperto l'esistenza di una particolare specie di Funghi delle Zucche. Questi funghi sembrerebbero avere la capacità di generare deboli cariche elettriche se esposti a particolari condizioni. Ci vuole parecchia abilità, ma è possibile sfruttare questa loro capacità per creare dei complessi sistemi d'ingranaggi e leve, che permettono la creazione dei Golem. L'alimentazione come ho accennato avviene grazie a questi funghi, che reagiscono alla differenza di temperatura tra l'interno del corpo di metallo e l'esterno per contribuire alla creazione d'energia, che comunque però necessita di un aiuto esterno con un sistema di batterie per compiti più impegnativi. In ogni caso è necessario che la parte vegetale della macchina possa avvilupparsi all'esterno e la creazione di un nucleo di vuoto interno, così da poter sfruttare il processo al massimo. Inutile dirvi che creare e mantenere il vuoto con le attuali tecnologie risulta estremamente difficile ed è il punto di fallimento maggiore in genere di tutto il meccanismo. Ovviamente questo non è l'unico accorgimento di cui si ha bisogno per garantire un innesto efficace del fungo, che va trattato con particolari tecniche e strumentazioni elettriche, ma comunque fornisce un buon incipit alla vostra comunità scientifica. Sfortunatamente non sono ancora riuscito a rendere il processo di creazione industrializzabile, dato che c'è bisogno di una discreta manualità per la creazione delle varie componenti e costante manutenzione. Al momento sono riuscito a realizzare soltanto un prototipo e lo uso come guardia del corpo personale, così che possa effettuare anche una costante manutenzione durante la giornata, ma confido di riuscire a fare di meglio nel prossimo futuro. Per come sia riuscito a "programmarne" l'automa e assegnargli questo compito al momento non saprei dirvi... In verità penso sia dovuto al fungo, che in qualche modo riesce a manovrare il corpo metallico manipolando i flussi elettrici... e generalmente non fa molto di più che mantenersi attivo, spostandosi in modo da riscaldare la superficie della corazza con il sole, ma ho avuto modo di notare che reagisce alla presenza dei Bakreantu, attaccandoli. È molto curioso, ma del resto il fungo in se pare avere già in parte questo tipo di caratteristica e forse questa fusione forzata con il corpo di metallo gli permette di reagire soltanto più vistosamente. Per forzarlo a seguirmi comunque è sufficiente l'uso di una fonte di calore come una torcia o qualcosa del genere, che spinge il fungo a manovrare il corpo nella mia direzione. Ho bisogno di effettuare nuovi studi in merito prima di rendere pubbliche le mie ricerche e capire se è effettivamente possibile manipolare questa creazione per usi pratici... In allegato vi sono alcuni dei miei appunti in merito, la documentazione scientifica su esperimenti e osservazioni fatte, così che possiate aiutarmi nelle ricerche. Robert Opucís Walnut GdR OFF
  20. 5 mi piace
    Numero provincia: 85 Nome Città: Denrak Nome Nazione: Regno di Denrak Forma di governo: Monarchia Feudale Monarchia { nationMinisterTitle=Magister nationPresidentTitle=Protettore del Regno nationTitle="Regno di" townMinisterTitle=Principe Elettore townPresidentTitle=Principe Protettore } Capo di stato (Nome utente a cui verrà dato il controllo della città al momento della fondazione): Rinnalf Stile architettonico: Rinascimentale steampunk Lista fondatori: GdR off: L’organizzazione politico amministrativa Denrak è una monarchia costituzionale su base feudale, guidata da un Re Protettore coadiuvato dal Consiglio dei Nobili; II Consiglio dei Nobili è composto dai Principi Elettori, i notabili del regno che governano i vari feudi, si può divenire Principi Elettori (Vassalli) solo acquisendo i diritti su un feudo per Regio Consenso (OFF: cioè comprando attraverso una tassa i relativi territori) ratificato da almeno la metà del Consiglio. Il Consiglio ogni tre anni si riunisce in Seduta Plenaria Elettiva ed incorona il Re “Protettore del Regno di Denrak e Sommo Magister”. Il Consiglio si riunisce inoltre ogni qualvolta le vicende del regno lo richiedano su richiesta del Re o della metà dei Principi Elettori, comunque almeno una volta l’anno in forma Solenne in occasione della festa della fondazione, per ratificare il Regio Consenso concesso ad eventuali nuovi Principi Elettori. Il Principe Protettore del Regno (Re), è comandante in capo dell’esercito, garante della sicurezza del Regno, titolare ultimo della politica estera, dell’amministrazione della giustizia, della politica economica, del decoro e dello sviluppo del Regno. In questi ruoli è coadiuvato dai Magister, che sono da lui nominati in base ai meriti acquisiti e riconosciuti. I Magister possono partecipare alle riunioni del Consiglio, ma sono privi di diritto di voto. Il Consiglio può votare la decadenza dell’incarico al Magister con voto a maggioranza. CRONOLOGIA: GdR di fondazione (GdR on):
  21. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  22. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  23. 4 mi piace
    ______________________________________________________________________________ SEGRETERIA DEL PARTITO MODERNISTA - UFFICIO DEL SEGRETARIO - COMUNICAZIONI _______________________________________________________________________________ per aver partecipato con assiduità e dedizione ai lavori d'assemblea durante il mandato del Governo de la Bresa 2976-2986 d.F., nella piena facoltà dei miei poteri attribuisco ai tesserati Stardel, Brodsko, Nihonde, Fr3nky94, Piergino, Marok, Voidraven, Maneege l'ordine di Bresajevski - V Classe MedagliaMostrina per Wiki o firma forum e sempre per aver partecipato con assiduità e dedizione ai lavori d'assemblea durante il mandato del Governo de la Bresa 2976-2986 d.F., nella piena facoltà dei miei poteri attribuisco ai tesserati Vezzo, Geko l'ordine di Bresajevski - VI Classe MedagliaMostrina per Wiki o firma forum Il Segretario,
  24. 4 mi piace
    __________________________________________________________________ E ogni anno rinnoviamo il nostro impegno verso la città e i nostri Padri Fondatori. Rinnoviamo il nostro impegno col sacrificio e rendendo grazie. Mirate, se i Padri Fondatori avessero abbattuto i nostri nemici a Thortuga sarebbe bastato. Se Padri Fondatori si fossero scagliati contro l'altruismo perverso delle altre città, sarebbe bastato. Ma i Padri Fondatori hanno voluto condurci in questa terra miracolosa, che nessuno di noi, nemmeno il più visionario, avrebbe mai creduto potesse esistere in questo piano. __________________________________________________________________ Niuop è la terra delle opportunità individuali, è una terra benedetta dal sudore della fronte degli uomini e dal santissimo diritto di possedere ciò per cui si lavora: è un sogno, un paradiso di autodeterminazione e autogestione, dove chiunque, lavorando, può arrivare al massimo della felicità. Ma questo grandioso sogno, partorito nella mente dei Superni e reso vivo e palpitante dalle mani dei Padri Fondatori è ancora al suo stato embrionale. La città non è che un insieme di cantieri, con moltissimi progetti necessari che aspettano ancora sotto il torrido solo delle province sud-orientali. Ma i Padri Fondatori hanno un radioso futuro in mente, e vogliono che ciascuno tenga nel suo cuore il progetto per la propria abitazione, proprietà e attività, perché presto esso sarà realizzato da quelle stesse mani che lo hanno messo su carta molti anni prima. Tuttavia urge al più presto la costruzione di tre dei punti nevralgici della nostra amata città: La Banca di Deposito Statale Il Municipio La Piazza dei Padri Fondatori Chiunque presterà le proprie mani alla costruzione di questi edifici sarà naturalmente ricompensato, perché non è insensato altruismo che vogliamo chiedere, ma un'onesta prestazione lavorativa, degna di un'onesta retribuzione monetaria. __________________________________________________________________ Qual è la creatura più ammirabile sulla piano? È l'ape! Avete mai visto un'ape in vacanza? Avete mai visto un'ape prendersi un giorno di malattia? Beh. Amici miei... la risposta è no! Così vi dico: siate api! siate api! __________________________________________________________________
  25. 4 mi piace
    Salve utenti di Karaldur! Visto il cambio senza preavviso della politica sul limite massimo di voti di Minecraft-Italia, che impedisce de facto il voto a molti dei nostri utenti storici, lo staff di Karaldur ha deciso di mettere a disposizioni i blocchi da costruzione di Forgotten World in cambio di voti sulla suddetta piattaforma. Tale scambio sarà possibile dal prossimo riavvio del server, ad un rapporto di 1 voto per 8 blocchi. La decisione è stata presa dopo aver esaminato numerose proposte (tra cui anche molte dell'utenza) ed averne dovuto scartare la maggior parte a causa di incompatibilità con il regolamento sui voti di Minecraft-Italia. Speriamo per questo che la soluzione adottata sia di vostro gradimento, e comunque vi permetta di provare qualche blocco da costruzione gratuitamente (che ricordo, sono liberamente in vendita allo spawn). Ricordo quindi che è possibili votare per il nostro server e la nostra community a questo link: https://www.minecraft-italia.it/lista-server-italiani/forgottenworld Buona domenica e buon gioco a tutti! P.S. la regola introdotta da minecraft-italia è:
  26. 4 mi piace
    "Vuole il prezzo che è stato pagato per queste informazioni? Presto fatto..." Con voluta lentezza, William Corvus prese un foglio di carta dalla sua valigia, ci diede un occhio veloce, e lo lanciò in aria. Uno dei presenti lo prese al volo, e lo lesse incuriosito. "Ma... Ma... è un foglio bianco!?" disse dubbioso ad alta voce, per poi alzare lo sguardo interrogativo verso il Sottosegretario, che sorrise. "Nessun errore. Non è stato speso uno zenar dei soldi pubblici per ottenere quelle informazioni; se non mi crede, si senta libero di guardare i bilanci. Come ho già detto, suo fratellastro ha avuto la grazia di un Superno ubriaco nel fare le sue trame. Si aspettava veramente che nessuno lo notasse?" Gran parte dei presenti annuì soddisfatta. "Inoltre, voi volete sapere qualcosa? O lei vuole saperla? La differenza è sostanziale. Qui dentro lei è l'unico a non fidarsi dei nostri dati, e a quanto pare l'unico abbastanza... ingenuo da non capire che le fonti vanno protette, per il bene loro e del Modernismo. Evidentemente lei ha la stessa comprensione dell'intrigo del suo fratellastro." Una risata corale risuonò per la stanza. "Le sue accuse, poi, sono divertenti, nel migliore dei casi, e al limite del ridicolo nel peggiore. L'unica persona che sicuramente non aveva a cuore il benessere dei cittadini di Thortuga è il suo fratellastro, che ha messo a rischio le nostre vite, le vite dei nostri figli e perfino il nostro stesso modo di pensare, vendendo a potenze estere informazioni private. Se non fosse per la D2, avremmo potuto discutere del tradimento solo dopo la manifestazione dei danni, quando ormai sarebbe stato impossibile prevenirli." William D. Corvus, una volta terminato, si girò verso il Presidente Hernanvez e rispose, con un tono evidentemente ironico "Lei fa domande pericolose, signor Presidente, ma avrà la risposta sulla sua scrivania per stasera."
  27. 4 mi piace
    Finora ho giocato pochi giorni, ma elenco qualche cosuccia Un problema di cui nessuno ha parlato è la wiki. Le importantissime pagine "Guida al Gameplay di Karaldur" e quella della geografia sono praticamente nascoste, in certi casi mancano i collegamenti alla sesta era https://wiki.forgottenworld.it/mc/Categoria:Universo_del_Jandur, so che ci sono i collegamenti qua sopra ma la wiki dovrebbe essere comunque un po' sistemata ed essere autosufficiente. Carina la Immersive Engineering, ma.. Mi sembra un po' fine a se stessa. Quali oggetti di uso comune aggiunge? Casse, tank, revolver (serve veramente, quest'ultimo, in PvP?)... il resto della mod è una corsa a fare macchinari che servono alla mod stessa per fare altri macchinari che servono alla mod stessa e infine avere tanta elettricità per accendere i lampioni che posso fare con la Glowstone. Il PvP È una delle anime del server, e lo dico da assoluto non Pvpparo. Provate a togliere alla cronologia delle Ere tutti gli eventi legati al PvP e vediamo cosa ne resta. Sì, anche i raid: alcuni degli eventi più importanti e ricordati della terza era erano raid contro gente nuda. Ma bisogna avere la volontà di trasformarlo in altro, magari una guerra (serve una bella e lunga guerra in questo momento). Io abbasserei i requisiti per le guerre. Come faccio a commerciare senza chest/mercato internazionale (quello della terza era, si chiamava così) con 15 persone online? È un po' un circolo vizioso.
  28. 4 mi piace
    Ciao a tutti. Con l'ultima modifica, Minecraft Italia ha aggiunto un limite al numero di voti accumulabili, impedendo a coloro che lo superano di continuare a votare un server. Una volta raggiunto il limite, sarà necessario scambiare e ritirare in game dei premi per poter tornare a votare il server. Con questo annuncio volevamo solamente dire che tale aggiunta non è stata da noi voluta e ad oggi non abbiamo alcun strumento per disattivare questo limite. Stiamo lavorando con lo staff dei server Minecraft per trovare un rimedio rapido a questo inconveniente, sperando in futuri aggiornamenti di MinecraftItalia per rendere più flessibile questo limite. Dato le ultime accese discussioni, colgo l'occasione per ricordare che lo staff di ForgottenWorld ritiene che ognuno sia libero di votare o meno il server su minecraftitalia dunque tale scelta non influenzerà l'esperienza di gioco sui nostri server. A breve per i prossimi aggiornamenti.
  29. 4 mi piace
  30. 4 mi piace
    10 Staildur 2981 La Presidenza della Repubblica Modernista di Sant'Elio, con profonda commozione e rammarico, annuncia la scomparsa del Presidente Pablo Ramiro Stardel Gaviria la cerimonia funebre si terrà in maniera privata secondo le volontà del defunto Presidente e dei suoi famigliari.
  31. 4 mi piace
    Mayu, Potterberry ha espresso il suo parere in maniera consona. Tu non è la prima volta che giudichi un commento che puó tranquillamente stare in Forum con modi e parole poco consoni, attento la prossima volta.
  32. 4 mi piace
    ______________________________________________________________________________ SEGRETERIA DEL PARTITO MODERNISTA - UFFICIO DEL SEGRETARIO - COMUNICAZIONI _______________________________________________________________________________ Per gli eccellenti servizi svolti in ambito diplomatico come Sottosegretario all'Immagine ed Affari Esteri, per un impegno costante e duraturo nel tempo e mai scontato, in piena rappresentanza dei miei poteri affido al compagno Doroteo Brodèsko y Gravela la medaglia delll'Ordine della Gloria e del Lavoro, MedagliaMostrina per Wiki o firma forum Il Segretario,
  33. 4 mi piace
    Ovviamente, se vista da fuori, la varietà di stili può sembrare un'accozzaglia. Ma di fatto tutte le città hanno una loro storia che le integra nella Lore del server in maniera quantomeno decorosa, considerando che hanno passato l'approvazione dello staff Gdr. Le diverse "culture" che portano ai diversi stili cittadini offrono un'ottima varietà sul piano, fornendo città per quasi tutti i gusti al nuovo utente che dovesse entrare sul server. Penso sia la prima volta che vedo criticato questo aspetto. I cibi geolocalizzati sono stati, in definitiva, una porcheria. Banalmente erano macchinosi e non eseguivano appieno il loro dovere (forzare il commercio). I fortini erano interessanti, ma come ogni cosa legata al PvP sono dovuti andare incontro ad un bilanciamento infinito e mai soddisfacente, per cui non biasimo lo staff se ha scelto di non rinnovarli.
  34. 4 mi piace
    Al Re di Denrak di casa Rinalfu, 5° Kasbis di Vannus, anno 2977 d.F. Come portavoce del Presidente Ratis Araton, rappresentante del Popopolo Eberiano, con l'approvazione della Camera dei Rappresentanti presieduta da Thaddeus Lumvaldenès e del Gabinetto di Stato, ho l'onere di recapitarvi l'emanazione di un embargo nei confronti del Regno di Denrak. Codesto embargo scaturisce dalla scoperta da parte dei Servizi Segreti Eberiani di tentati sotterfugi Denrakiani allo scopo di rivendicare i territori erolesi, ed ha come obiettivo quello di dissuadere il governo di Denrak a continuare a perseguire i propri scopi bellici. Con la seguente missiva dichiaro inoltre che qualsiasi cittadino del Regno di Denrak che verrà identificato all'interno del nostro suolo patrio verrà immediatamente giustiziato. Se volete la pace, preparatevi alla guerra, Tyrion Tigirevìs, Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia
  35. 4 mi piace
    L'aria fumosa e densa della Locanda era impregnata degli odori variegati delle differenti pietanze. I commensali ai vari tavoli chiacchieravano tra loro, le loro voci si fondevano in un brusio indistinto, rotto ogni tanto da una risata fragorosa o da una esclamazione che esplodeva troppo su di tono per effetto dell'alcol. <Si mangia divinamente, ma che fastidio questo chiacchiericcio, non ho capito cosa stai dicendo> Si lamentò Lentor portando la mano all'orecchio come a voler isolare le parole dell'amico di fronte. Adamelk ripose il cucchiaio nella fumante zuppa spessiana, e dopo aver sorseggiato con soddisfazione del magnifico Rosso delle Valli del Den, ripetè a voce più alta: <Ti stavo dicendo che tra il 1° Darbis ed il 10° Lebis di Viljan a Denrak è prevista festa grande, celebrano il decennale della fondazione del regno. Si dice che sarà una cosa grandiosa: cerimonie, spettacoli, feste e banchetti.... Vogliamo andare anche noi?> <Ottima idea, sai è da tempo che penso comprare un paio di botti di questo nettare, potrei farlo direttamente dal produttore, qui lo fanno pagare a peso d'oro.> rispose Lentor. Adamelk alzò il calice e disse: < E sia, se troveremo un buon affare ne prenderò una botte anch'io. .. Poi ho sentito dire che le denrake siano donne affascinanti e raffinate, chissà se oltre la botte piena ci ritroviamo tra le braccia anche una Denraka ubriaca... > ed esplose in una fragorosa risata. Le parole fra i due amici, quasi fossero animate di una vita propria passarano di tavolo in tavolo, alimentando battute e discussioni. Fatto sta che quella sera la notizia aveva fatto il giro di tutta Spes e non solo. OFF:
  36. 4 mi piace
    A Mikhul Kentor Re di Tytania, 4° Dakbis di Varpu , 2979 d.F. Il Regno di Denrak celebra quest'anno il I Decennale dalla sua fondazione, l'evento avviene in tempi in cui assistiamo ad una ripresa positiva delle relazioni diplomatiche fra le Nazioni del Kalandur. Nella convinzione che la via della convivenza pacifica fra i popoli sia garanzia e presupposto per il raggiungimento, nella libertà di ogni individuo, del benessere delle nostre Nazioni il Re di Denrak ed il suo governo nel nome di tutte le Genti di Denrak è lieto di invitare una vostra rappresentanza ufficiale alla cerimonia per le celebrazioni previste in occasione del decennale della Fondazione del Regno di Denrak. Auspichiamo che questa occasione solenne offra l'opportunità di migliorare i rapporti fra le nostre nazioni, salutando il nobile Popolo della Regno dei Titani. La cerimonia si terrà a Denrak tra il 1° Darbis ed il 10° Lebis di Viljan del 2979 d.F. Re Garul Digres Principe Protettore di Denrak
  37. 4 mi piace
    Al Re di Tytania di casa Jolly, 5° Kasbis di Vannus, anno 2977 d.F. Come portavoce del Presidente Ratis Araton, rappresentante del Popopolo Eberiano, con l'approvazione della Camera dei Rappresentanti presieduta da Thaddeus Lumvaldenès e del Gabinetto di Stato, ho l'onere di recapitarvi l'emanazione di un embargo nei confronti del Regno di Tytania. Codesto embargo scaturisce dalla scoperta dei furti effettuati da un alcuni traditori della patria rifugiatisi presso la vostra capitale. I nostri Servizi Segreti hanno svelato che i furti sono stati manovrati dal vostro governo per tanto, dopo aver esposto la realtà dei fatti, dichiarò aperte le ostilità fra i nostri paesi. Non appena la tregua sancita in passato con tutte le nazioni del Piano terminerà, le nostre milizie faranno stragi fra i vostri contadini, riducendovi alla fame. Come avrete notato dalla missiva inviata al Regno di Denrak, la nostra amata Repubblica non tollera oltraggi. Siamo pronti a difendere i nostri ideali e i nostri interessi con qualunque mezzo necessario. Per concludere, spero che Uhle e i Superni puniscano la vostra sfrontatezza, Tyrion Tigirevìs, Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia
  38. 4 mi piace
    Trattato di Miju - Marosul Dakbis 9, Daudar 2978 Il Presidente del Partito Modernista Pablo Ramiro Stardel e l'Anziano del Concilio Tribale dell'isola di Iphae Marlok Aretu, animati dal desiderio di accrescere le garanzie della pace generale e di assicurare il mantenimento dell'ordine sociale e politico nei loro rispettivi Stati, si sono accordati di concludere un trattato che, per la sua natura essenzialmente conservatrice e difensiva, non persegue che lo scopo di premunirli contro i pericoli che potrebbero minacciare la sicurezza dei loro Stati e la tranquillità di Karaldur. · Art. 1. Le Alte Parti contraenti si promettono pace ed amicizia e non entreranno in nessuna alleanza o impegno diretto contro alcuno dei loro Stati. Esse s'impegnano a venire ad uno scambio di idee sulle questioni politiche ed economiche di indole generale che potessero presentarsi, e si promettono inoltre il loro mutuo appoggio nel limite dei loro propri interessi. . Art. 2. *Secretato* · Art. 3. Le Alte Parti contraenti si supporteranno militarmente nel caso una potenza terza le attacchi o tenti di espandersi nelle "Aree di Espansione Esclusiva". Tale documento cessa di avere validità nel momento in cui una delle Alte Parti attacchi per prima una terza parte. Tale clausola non ha validità se si sta tentando di acquisire un'AEE. · Art. 4. Il presente trattato resterà in vigore durante lo spazio di quindici anni, a datare dal giorno dello scambio delle ratifiche. · Art. 5. Il presente trattato verrà automaticamente rinnovato. La corretta procedura di blocco del rinnovo si attua mediante la presentazione di un documento firmato in cui si da notizia di tale decisione. Tale procedura per avere validità deve essere presentata prima del decimo anno dalla data di rinnovo. Firmato Doroteo Brodèsko y Gravela, Sottosegretario SIAE
  39. 4 mi piace
    Anno 2977 d.F. Terminata la guerra civile e instaurato il nuovo governo con le relative istituzioni, il Presidente Ratis Araton, accompagnato dal Segretario di Stato Tyrion Tigirevìs, si è recato a Lethial per incontrare il Presidente della Repubblica Presidenziale di Erolan. L’obiettivo principale era quello di ripristinare gli accordi diplomatici stabiliti con la vecchia monarchia e sancirne di nuovi per aiutare entrambe le nazioni a riprendersi dal grosso calo demografico. Skemirùl si stava riprendendo rapidamente dopo la fine della guerra civile, e lo stesso si poteva dire per Erolan, che era stata flagellata di recente da un’epidemia di staileiki, prontamente arginata ed estinta. Tuttavia le trattative si trasformarono presto in una discussione sul futuro del Piano, della sua instabilità politica causata dalla nascita di nuove monarchie e sulla vulnerabilità delle due Repubbliche. Le pressioni politiche perseguite dalla Repubblica Modernista, seguite dalla veloce espansione del Regno di Apolisia e dall’ambigua politica condotta dalle altre città stato preoccuparono entrambi i capi di stato, i quali forti del consenso popolare ed adottando la stessa forma di governo sancirono un trattato che proclamò la nascita di una nazione comune, la Repubblica Federale di Eberia. Tale trattato prende il nome dalla neonata nazione ed è trascritto qui di seguito: Trattato di Eberia Il seguente trattato sancisce la nascita della Repubblica Federale di Eberia, nata dalla fusione tra la Repubblica Federale di Skemirùl e la Repubblica Presidenziale di Erolan. I seguenti punti getteranno le basi per la scrittura della futura costituzione della Repubblica: La forma di governo che verrà adottata sarà la repubblica federale presidenziale La capitale della Repubblica sarà Ascalon Il primo governo prevederà Ratis Araton come Presidente, Phidel Turf come Vice Presidente, Thaddeus Lumvaldenès come Presidente della Camera e Tyrion Tigirevìs come Segretario di Stato I vari Dipartimenti di Stato verranno nominati di comune accordo fra il Presidente della Repubblica e il Presidente della Camera, con la partecipazione come consulenti del Vice Presidente e del Segretario di Stato La bandiera nazionale sarà la stessa utilizzata nell'introduzione del trattato stesso Gli eserciti delle due ex nazioni verranno fusi in un unico apparato militare amministrato dal Dipartimento della Difesa La data delle future elezioni verrà stabilita nella prima stesura della costituzione nazionale Le due ex nazioni manterranno i loro apparati legislativi che andranno riformati qualora andassero in conflitto con le leggi nazionali I trattati diplomatici delle due ex nazioni andranno rivisti con i rispettivi partecipanti per ristabilirne la validità Le due ex nazioni potranno esercitare nei limiti della costituzione solo le funzioni legislative, come espresso anche nel punto numero 8 Firmatari del Trattato Repubblica Federale di Skemirùl Repubblica Presidenziale di Erolan Ratis Araton Thaddeus Lumvaldenès Il Guardia Sigilli della Repubblica Federale di Eberia Tyrion Tigirevìs
  40. 4 mi piace
    RISPOSTA UFFICIALE STAFF GdR Prima di tutto mi scuso a nome di tutto lo staff per non aver dato una risposta in tempi celeri, ma siamo tutti sotto esami e/o impegnati con attività lavorative, e le discussioni richiedono necessariamente del tempo. Abbiamo deciso di non dare malus o effetti negativi in game, ma comunque è nostro compito farvi notare cosa non va bene nei testi che avete prodotto. L'iniziativa è lodevole, la creazione di gioco di ruolo e di nuovi testi è sempre incentivata, ma ciò che è stato sbagliato è la modalità. Retrodatare un evento tanto importante come una rivoluzione e pubblicarne poi gli esiti sul forum, senza che lo staff GdR abbia avuto la possibilità di intervenire e coordinare l'intero processo, è inopportuno e non in linea con ciò che vorremmo per il lore di Karaldur. Prima di pubblicare qualsivoglia testo relativo a fondazioni, alleanze, guerre, rivoluzioni, è opportuno contattare lo staff e richiedere preventivamente l'approvazione, confrontandosi per individuare i punti critici e migliorare il migliorabile. Non escludiamo che nell'immediato futuro arrivi una risposta ad hoc, che potrebbe farvi riflettere su alcuni particolati che sono stati tralasciati.
  41. 4 mi piace
    Chi è all'università ha gli esami. Chi è in quinta superiore ha la maturità. Degli altri, una buona fetta esce di casa, non sta a giocare a minecraft. Ecco perché "eh ma è estate".
  42. 3 mi piace
    Approfittando di quella breve pausa, il Capo della Polizia Gialla Jaco Dracurze fece udire la propria voce: "Quello che non è ammissibile qui è il comportamento dei due imputati, che non ci hanno degnato neppure di uno straccio di giustificazione per i loro atti illegali. Per anni la Repubblica Modernista è stata la loro casa , da tutti noi benvoluti ma questo a loro non è bastato. Quindi hanno trattato la nostra patria come una squallida meretrice , da usare per i propri perversi scopi e per poi abbandonarla senza neppure una parola di ringraziamento. Ma a questo punto è più probabile vedere un Superno entrare da quella porta in groppa a un mulo che i due imputati presentarsi da sé e giustificarsi. In fondo sono impegnati nella fondazione nella loro lurida nuova organizzazione privata, travestita da nuovo insediamento di questo Piano... "
  43. 3 mi piace
    A Tyrion Tigirevìs, Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia 9° Lebis di Vannu, 2979 d.F. In passato la vostra Repubblica Federale e il nostro regno non andavano perfettamente d'accordo. Un evento indimenticabile, il funerale del Re Arsil I Araton , ci permise di porre rimedio a quello che era successo in passato a causa di alcuni traditori che , a nostra insaputa , si erano rifugiati nelle nostre terre . Da quella cerimonia i nostri rapporti erano migliorati ma un invito di questo tipo non era da aspettarselo. In questi ultimi giorni , per discutere della questione , abbiamo organizzato numerose riunioni tra i vari consiglieri i quali si sono mostrati tutti favorevoli a codesta organizzazione. Io , in quanto re di Titanya , sono lieto di firmare e di annunciarvi l'adesione al Trattato dell'Unione del Solumain. Mikhul Kentor Re di Titanya
  44. 3 mi piace
    Ci sarà sempre qualcuno che si lamenterà per qualche cosa, anche se fosse tutto perfetto. E' sempre stato così e continuerà ad esserlo. Ed il fatto che stiano, pur lamentandosi, ancora giocando qui fa capire che comunque tengono alla community e non la vogliono abbandonare. Quindi cercherei di accogliere le critiche più costruttive e lavorarci su invece di far si che anche quel pubblico di "affezionati" si stanchi e vada a googlare server minecraft ne scelga uno a caso e ciao ciao FW. Staff e player sono due facce della stessa medaglia e dovrebbero, nei limiti del buonsenso e della logica, lavorare insieme l'uno gratificando l'altro. Tu staff ascolti le mie richieste, le valuti ed apporti migliorie e modifiche e novità come solo tu sai fare, io player te lo tengo attivo, lo abbellisco e ti porto anche nuova utenza. Mi sembra palese che non si possano accontentare tutti in quanto siamo diversi, ma magari con un colpo al cerchio e uno alla botte si riesce a raggiungere una via di mezzo che metta d'accordo tutti, pvpari e nerd scavatori, mod addicted e puristi del vanilla, gdristi e player della domenica, ecc..
  45. 3 mi piace
    Credo che il miglior modo di fugare questo timore sia andare avanti con chi c'è. Cercando di stimolare la produzione dii contenuti interattivi e se si riesce motivanti, anche per altri gruppi di gioco (nazioni/città/eremiti). Nel mese di luglio ho notato un rinnovato interesse, si è tornati ad una media di venticinque e più presenze online contemporanee, il GdR internazionale sembra si stia un minimo ridestando, aspetto agosto con ottimismo. Poi a settembre si vedrà. Certo che un po di pepe dallo staff renderebbe il tutto più gustoso, speriamo. Su una cosa però sono pessimista : la classifica server in minecraft-italia! Non è possibile che la comunity raccolga meno della metà dei voti di quanti siano gli Admin/staffer/helper che la gestiscono. Probabilmente non conta molto, ma certo galleggiare intorno al 20° posto non aiuta ad avvicinare nuovi player.
  46. 3 mi piace
    Mayuri92

    <