Celtius

Membri
  • Numero post

    208
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Numero di giorni vittoriosi

    1

Su Celtius

  • Rango
    Guerriero del Jandùr

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Città
    Perugia

Community

  • Forgotten Coins
    22

Visite recenti

234 visite al profilo
  1. Adran era appena tornato dalla missione svolta a Lita. A quanto sembrava anche questa volta c'era stato un disguido nell'intervento, ma almeno in questa occasione erano arrivati due ore prima del previsto. Così aveva fatto anche un giro per il mercato della città, ache se inutilmente. Un lato positivo nell'esperienza c'era stato: il conte Bran, erede di Ilistrad, aveva detto che non c'erano stati ritardi nell'invio della famosa richiesta di Waterfall: non appena il capo villaggio Lidia era arrivata in città era stata subito inviata alla sede della corporazione. Per cui il mistero restava, ma il conte aveva promesso che avrebbe mobilitato le cose per ottenere informazioni, o almeno per trovare i superstiti del villaggio. La cosa avrebbe richiesto tempo, ci voleva un mese a cavallo per raggiungere la città di Ilistrad partendo da Lita. Benzo aveva suggerito al conte di chiedere ad un mago esperto di indagare su possibili interferenze nei viaggi planari, ed Adran sperava che il mago fosse in grado anche di contattare la sede di Ilistrad in modo più celere di un messaggero a cavallo. Quella missione, però aveva risvegliato in lui una sensazione di turbamento. Il banchetto era stato assalito da dei mannari. Dei cinghiali mannari che avevano avvelenato il cibo, e poi avevano fatto irruzione nella sala, accompagnati da altri cinghiali. Adran aveva attaccato e combattuto. Non era la prima volta che gli capitava di affrontare dei cinghiali, e sapeva bene che è difficile ragionare con loro quando sono infuriati. Inoltre questi erano guidati dai mannari, per cui l'unica alternativa era combattere. Ciò che lo aveva turbato era avvenuto dopo la battaglia. I mannari si erano rivelati essere Elfi, degli elfi dei boschi come lui, e gli era stato rivelato dal conte che in origine il territorio su cui era sorta la città apparteneva a loro. Aveva combattuto e ucciso delle creature che lottavano per la loro terra. E lo aveva fatto perché gli era stato affidato il compito di proteggere un uomo. Era quello che lo turbava? Sentiva di aver tradito il suo dovere, forse avrebbe dovuto aiutare gli attaccanti invece di ostacolarli, ma la cosa l'aveva scoperta troppo tardi, per cui non poteva rimediare. No, non era quello che lo turbava, la lotta e la morte erano parte del suo credo. E questa volta lui era stato il più forte ed era sopravvissuto. Ciò che lo turbava era il fatto di aver ucciso un altro elfo. In tutte le volte che aveva combattuto, questa era la prima in cui uccideva uno della sua stessa razza. Laurus ne aveva addirittura scuoiato uno, e lo aveva fatto a pezzi per nutrire il suo mastino. La cosa lo aveva infastidito, ma non poteva fagliene una colpa. Aveva sfruttato il cadavere in modo che nulla andasse sprecato, era un nobile gesto. Per la prima volta, però Adran si sentiva in dovere di fare qualcosa per rispettare la memoria dell'elfo, morto per difendere i suoi valori. E non voleva che facesse la stessa fine degli altri: ridotto in cibo per cani o nella borsa del viscido tipo che raccoglieva cadaveri. Così lo aveva preso e lo aveva riportato. Lo avrebbe sepolto lì, sul piano della corporazione, secondo i rituali della sua congrega. Una volta a casa lo aveva portato nel suo alloggio, disteso a terra e chiuso la porta a chiave. Poi era andato al mercato, aveva acquistato dell'olio per lanterne, e tornando si era recato al fiume dove aveva preso un secchio d'acqua. Rientrato in casa aveva messo a scaldare l'acqua e nel frattempo aveva spogliato l'elfo di tutto ciò che indossava: un paio di braghe malconce, legate in vita da una corda, e un gilet lacero. Poi con una pezza e l'acqua calda lo aveva lavato del sangue e della sporcizia. Lo aveva rivestito dei suoi pochi stracci ed era uscito di nuovo, portandosi il cadavere avvolto in una coperta, e l'olio. Aveva cercato un luogo isolato nella foresta, dove nessuno lo avrebbe disturbato. Aveva tagliato via le zolle erbose, adagiandole li vicino, poi con i suoi poteri aveva scavato una buca: profonda 2 metri, larga altrettanto e lunga 3. Aveva raccolto legna nella foresta e costruito una sorta di palafitta all'interno della buca, sopra la palafitta aveva allestito una pira, in modo che il tutto fosse al livello col terreno. Aveva adagiato il cadavere sulla pira. E solo allora aveva cominciato il rito vero e proprio. Com'era usanza della sua gente tutte le frasi venivano pronunciate in druidico, così che gli spiriti della natura potessero sentire le invocazioni ed accogliere il morto. Sfoderò il suo falcetto dalla lama dorata e incise longitudinalmente i polsi del morto per far defluire il poco sangue rimasto nel cadavere. Cantilenando: "Il tuo sangue torni all'acqua da cui è fluito." Estratte alcune erbe dal suo astuccio le incendio, soffiandone il fumo sul naso e la bocca del morto: "Il respiro che ti ha sostenuto nella tua vita, torni all'aria che te lo ha donato" Poi cominciò ad ungere il corpo con l'olio versandone anche sulla pira: "Il tuo corpo torni alla terra che lo ha generato, la nutra e le restituisca ciò che ha preso" Stando in piedi davanti alla pira pronunciò le ultime parole: "L'ardore del tuo spirito si liberi e torni nel fuoco dal quale è venuto" Mentre faceva piccoli gesti nell'aria pronuncio altre parole: "ealain draoidh" (Druidcraft), una piccola lingua di fuoco divampò al centro della pira. "Dagli elementi nato, agli elementi tornato" - Adran si siede osservando le fiamme che divampano, ripete la cantilena all'infinito, senza sosta, mentre le fiamme si innalzano ed avvolgono il corpo. Il calore tremendo del fuoco espande l'aria rimasta nei polmoni della salma, facendola fuoriuscire con vigore, facendo vibrare le corde vocali ormai inermi. Il canto del morto, così lo chiamavano nella sua congrega. Adran non si ferma, continua a cantare, mentre la pira arde sempre più violentemente, poi con uno schianto improvviso la struttura collassa, precipita nella fossa, ma continua ad ardere. Il druido si ferma, osserva in silenzio, senza allontanarsi, fino a che le ultime fiamme si estinguono e il fumo si innalza in deboli spirali. Ci voglio alcune ore, ma lui resta vigile, attento. Solo quando non rimane altro che cenere e carbone richiude la buca, vi riposiziona le zolle erbose che aveva rimosso, e al centro posiziona una piccola pietra su cui incide in druidico: "Un Elfo".
  2. Una volta alla CdA tramite le prove di arcana, e grazie al fatto che li fai identificare, scopri le seguenti cose sugli oggetti ritrovati Chainmail Demoniaca: Si tratta di una comune Chainmail a cui sono state applicate le modifiche illustrate a pag. 142-143 del manuale del Dungeon Master, e cioè: Creata da un Fiend, Proprietà minore Beacon, Muttering Creata da un demone per un suo  servitore è fatta di un metallo nero, vi sono incastonate gemme grezze su cui sono incise delle rune, al tatto sembra calda. Una volta indossata si può pronunciare la parola di comando per far si che l'armatura si illumini di una luce rossa che diffonde luce vivida per 3m e luce soffusa per altri 3, chi la indossa la sente mormorare e brontolare. Le creature celestiali la trovano repellente. Amulet of Proof Against Detection and Location: Weight: 1 Rarity: Uncommon Requires Attunement While wearing this amulet, you are hidden from divination magic. You can't be targeted by such magic or perceived through magical scrying sensors. Source: Dungeon Master's Guide, page 150 Rod of the Pact Keeper, +1: Weight: 2 Rarity: Uncommon Requires Attunement by a Warlock While holding this rod, you gain a +1 bonus to spell attack rolls and to the saving throw DCs of your warlock spells. In addition, you can regain one warlock spell slot as an action while holding the rod. You can't use this property again until you finish a long rest. Source: Dungeon Master's Guide, page 197
  3. L'IDOLO DI THELCHAMAT Ricompensa: 75 MO Punti Esperienza: 1125 Exp FC:1 Ricompense Extra: zanna di ragno; zanna di serpente; cadavere Yuan-Ti Broodguard; 3 Vial vuote; pergamena vuota; Erbe varie (tra cui l'erba cipollina); Alambicco di rame (5 mo) barilotto da 1 gallone di birra (2 ma); frammenti di pelle di Yuan-Ti Pure Blood; 2 scodelle di legno; 3 mo; 8 ma; 60 mr Razioni di Yeti dati da Colbartas
  4. L'IDOLO DI THELCHAMAT Ricompensa: 75 MO Punti Esperienza: 1125 Exp FC:1 Ricompense Extra: 2 banded agate (10 mo l'una), 1 handaxe, 1 chainmail, 1 Citrine (50 mo) 3 mo; 23 ma; 60 mr
  5. L'IDOLO DI THELCHAMAT Ricompensa: 75 MO Punti Esperienza: 1125 Exp FC:1 Ricompense Extra: 3 eye agate (10 mo l'una); 10 lb di barre di rame (5 mo); 4 Chalcedony (50 gp, l'uno); 1 handaxe; Guanti di seta (25 mo); Collana d'argento con pendente (35 mo); 3 mo; 8 ma; 60 mr. Fiala misteriosa.
  6. L'IDOLO DI THELCHAMAT Ricompensa: 75 MO Punti Esperienza: 1125 Exp FC:1 Ricompense Extra: Chainmail demoniaca, stivali di pelle (25gp); 3gp; 21ma; 60mr; 1 pezzo di quarzo (50gp); 1 occhio di agata (10gp); Rod of the pact Keeper +1; Amulet of proof against Detection and Location; 1 spell scroll (mending); 2 potion of healing. Testa di Yuan-Ti Malison (tipo 1, Testa di serpente)
  7. L'IDOLO DI THELCHAMAT Ricompensa: 75 MO Punti Esperienza: 1125 Exp FC:1 Ricompense Extra: Ossa di elfo, Ossa di Yuan-ti Pure-blood, corpo bruciato di Yuan-ti Pure-blood, corpo bruciato di nano. 1 banded agate (10 gp); 3 mo, 8 ma; 60 cp.
  8. @rirehoji Per aggiungere un sesto devo modificare troppo, per cui gli iscritti sono i primi 5. Se qualcuno annulla prendi il suo posto.
  9. "Comunque R'hnot, se deciderai di tornare dalla tua tribù per questa confessione fammelo sapere. Sarò lieto di aiutarti, come ti ho detto sono in debito con te." "Ora vi lascio. Devo prepararmi per l'altra missione che hai visto in bacheca. Tra poche ore si parte e devo preparare il mio equipaggiamento." [Adran si alza e si allontana dal tavolo]
  10. Poiché ha rifatto l'iscrizione rispettando i tempi, la sua seconda iscrizione è valida. Per cui gli iscritti sono: Emy Llyr R'hnot Colbartas Elurin Se qualcuno annulla l'iscrizione sei dentro al posto suo. Adesso vedo anche se aumentare a 6 il numero di PG, visto che ci sono due livelli 3