rundas98

Membri
  • Numero post

    281
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Numero di giorni vittoriosi

    2

Su rundas98

  • Rango
    Soldato del Jandùr
  • Compleanno 23/05/1998

Informazioni Profilo

  • Genere

Accounts

  • Steam
    Forcox
  • PSN
    Darknestshadow
  • Skype
    the-qmzp1
  • Minecraft
    Gastr3a
  • League of Legends
    RETOX98

Visite recenti

1.012 visite al profilo

Stato d'animo

  • Vertiginoso
  • Mi sento Vertiginoso
  1. "Aspetta un secondo, Progetto C? Di che diavolo si tratta? Non hai mai accennato nulla su di esso!" Chiese Vàpor incuriosito. In un'altra situazione avrebbe reagito quasi ringhiando quella domanda ma ormai il Direttorio non era più cosa sua e si limitò a chiedere informazioni
  2. Ghor deglutì, non si era mai sentito così sotto pressione. Alzandosi iniziò a parlare "Credo che per alcuni la notizia delle mie dimissioni siano fonte di gioia e sollievo e non mi aspetto un caloroso addio da parte vostra." Fece una pausa per poi proseguire "Come alcuni di voi avranno notato il mio comportamento negli anni ha subito un cambiamento, a causa delle esperienze e della vecchiaia il motivo che mi convinceva a mantenere il mio posto di Direttore è andato via via scemando, non mi ritengo più idoneo per questo ruolo a causa di una serie di motivazioni che preferirei mantenere private, vi basti sapere che non sarei più efficiente come un tempo. Desidero trascorrere gli ultimi anni della mia vita in pensione" Fece un'altra pausa "Ho ragionato a lungo su chi sarebbe potuto essere il mio successore e l'ho individuato in Marshall Sìpor, il suo mix di curiosità, grinta e anche il suo pensiero alternativo lo rendono idoneo, a mio avviso, per la carica di Direttore del reparto di Sistemi Avanzati" "È stato un onore servire l'istituto al vostro fianco" aggiunse esitando e si sedette
  3. "Favorevole" disse Vàpor guardando il vuoto davanti a lui
  4. Ghor si trovava nel suo ufficio, erano ormai 40 anni che era nato l'istituto, lui, uno dei padri fondatori si trovava davanti a un problema che nemmeno L'Istituto stesso poteva risolvere, nemmeno con tutta la sua tecnologia: la vecchiaia. Ghor ormai aveva raggiunto la veneranda età di 81 anni, e il peso del tempo gravava su di lui. La sua mente spaziava nel passato, al giorno in cui l'istituto è stato chiuso, lo scandalo del Rettore Potterberry, l'Indipendentismo e infine il morbo; tutti gli eventi che aveva vissuto lo avevano cambiato gradualmente, dal cinico direttore di Biotecnologie che se ne infischiava della vita dei suoi sottoposti al chiuso direttore di Sistemi Avanzati che tendeva la mano al suo rivale e non considerava totali idioti i suoi sottoposti. Era cambiato a tal punto da stimare un altro Direttore e ad accettare il fatto che forse aprire l'istituto, epidemia a parte, fosse stata una buona idea, sentiva che tutti questi cambiamenti non erano un bene per lui e per il suo ruolo di direttore, l'unica cosa che desiderava al momento era ritirarsi alla sua vita, non avere più montagne di scartoffie da compilare e esperimenti da condurre. Un'altra cosa che lo aveva stupito era il fatto che era riuscito ad individuare un suo successore: Marshall Sìpor, quell'uomo era l'unico che era riuscito a far cambiare la sua impressione al primo incontro e ciò lo aveva colpito non poco, aggiungendo anche che senza il suo aiuto con i microscopi l'Istituto non sarebbe arrivato fino a questo punto nelle ricerche sul morbo e non. Erano ormai settimane che non si faceva vedere in giro per il reparto, i ricercatori raccontavano che passava le giornate nel suo ufficio a osservare il vuoto e a leggere, il giorno in cui lo videro uscire dal suo ufficio fu anche l'ultimo in cui lo videro rientrare per recuperare le sue cose. Quel giorno Ghor aveva preso la sua decisione, sarebbe andato a parlare con Richard per dare le dimissioni. Bussò alla porta del rettore. "Avanti" disse Potterberry mentre leggeva un documento "Ciao Richard..." "Ah, ciao Vàpor, cosa ti porta nel mio ufficio? sono settimane che non si hanno tue notizie" "Dovevo pensare, e sono venuto a parlartene" disse, seguì un lungo silenzio Potterberry spazientito ruppe quel silenzio "Hai intenzione di parlare o vuoi solo farmi perdere tempo?" "Do le dimissioni" "Puoi ripetere?" "Do le dimissioni, Richard" "Bene, suppongo che tu abbia già pensato a lungo riguardo a questa decisione" "Sì, e sono venuto a notificarti chi ho deciso che sarà il mio successore: Marshall Sìpor"
  5. RACCOLTA ESPERIMENTI INGMAT-LEG In questa raccolta sono raggruppati tutti gli esperimenti di tipo LEG (Da LEG01 a LEG11). Questi esperimenti riguardano studi e sperimentazione su diverse tipi di leghe metalliche sperimentali e materiali ancora incompresi. Supervisore: Marshall Sipor Esecutori: Equipe del reparto di Ingegneria dei materiali Esperimento INGMAT-LEG01 Soggetto dell’esperimento: Cristalli di Bagliopietra Parte 1: I cristalli di bagliopietra vengono osservati a occhio nudo e di conseguenza al microscopio per studiarne la conformazione fisica e le proprietà. Risultati: Parte 2: I cristalli di bagliopietra vengono portati a temperature progressivamente più alte fino a una loro reazione, di fusione o altro. Risultati: Esperimento INGMAT-LEG02 Soggetto dell’esperimento: Polvere di pietra rossa Parte 1: La polvere di pietra rossa viene osservata a occhio nudo e di conseguenza al microscopio per studiarne la conformazione fisica e le proprietà Risultati: Parte 2: La polvere di pietra rossa viene portata a temperature progressivamente più alte fino a che non avviene una reazione, di fusione o altro. Risultati: Esperimento INGMAT-LEG03 Soggetto dell’esperimento: Lega Ferro-Pietra rossa Del ferro viene portato a temperatura di fusione, di conseguenza si procede ad aggiungere polvere di pietra rossa al metallo fuso. Una volta plasmato e raffreddato il materiale risultante viene sottoposto a diverse serie di test per verificarne le proprietà fisiche. Risultati: -Resistenza alla trazione: -Resistenza alla pressione: -Malleabilità: -Conduzione di elettricità: [Nulla, scarsa, buona, ottima, perfetta] -Conduzione di impulso di pietra rossa: -Temperatura di fusione: -Durezza: -Peculiarità: Esperimento INGMAT-LEG04 Soggetto dell’esperimento: Lega Ferro-Bagliopietra Del ferro viene portato a temperatura di fusione, di conseguenza si procede ad aggiungere polvere di bagliopietra al metallo fuso. Una volta plasmato e raffreddato il materiale risultante viene sottoposto a diverse serie di test per verificarne le proprietà fisiche. Risultati: -Resistenza alla trazione: -Resistenza alla pressione: -Malleabilità: -Conduzione di elettricità: [Nulla, scarsa, buona, ottima, perfetta] -Conduzione di impulso di pietra rossa: -Temperatura di fusione: -Durezza: -Peculiarità: Esperimento INGMAT-LEG05 Soggetto dell’esperimento: Lega Oro-Pietra rossa Dell'oro viene portato a temperatura di fusione, di conseguenza si procede ad aggiungere polvere di pietra rossa al metallo fuso. Una volta plasmato e raffreddato il materiale risultante viene sottoposto a diverse serie di test per verificarne le proprietà fisiche. Risultati: -Resistenza alla trazione: -Resistenza alla pressione: -Malleabilità: -Conduzione di elettricità: [Nulla, scarsa, buona, ottima, perfetta] -Conduzione di impulso di pietra rossa: -Temperatura di fusione: -Durezza: -Peculiarità: Esperimento INGMAT-LEG06 Soggetto dell’esperimento: Diamante Un diamante viene osservato al microscopio per determinarne composizione e struttura fisica. Risultati: Esperimento INGMAT-LEG07 Soggetto dell’esperimento: Carbone e carbonella Del carbone e della carbonella vengono osservati al microscopio per determinarne composizione, struttura fisica e differenze. Risultati: Esperimento INGMAT-LEG08 Soggetto dell’esperimento: Risultati: Esperimento INGMAT-LEG09 Soggetto dell’esperimento: Lega Rame-Pietra rossa Dell'rame viene portato a temperatura di fusione, di conseguenza si procede ad aggiungere polvere di pietra rossa al metallo fuso. Una volta plasmato e raffreddato il materiale risultante viene sottoposto a diverse serie di test per verificarne le proprietà fisiche. Risultati: -Resistenza alla trazione: -Resistenza alla pressione: -Malleabilità: -Conduzione di elettricità: [Nulla, scarsa, buona, ottima, perfetta] -Conduzione di impulso di pietra rossa: -Temperatura di fusione: -Durezza: -Peculiarità: Esperimento INGMAT-LEG10 Soggetto dell’esperimento: Lega Bronzo-Pietra rossa Del bronzo viene portato a temperatura di fusione, di conseguenza si procede ad aggiungere polvere di pietra rossa al metallo fuso. Una volta plasmato e raffreddato il materiale risultante viene sottoposto a diverse serie di test per verificarne le proprietà fisiche. Risultati: -Resistenza alla trazione: -Resistenza alla pressione: -Malleabilità: -Conduzione di elettricità: [Nulla, scarsa, buona, ottima, perfetta] -Conduzione di impulso di pietra rossa: -Temperatura di fusione: -Durezza: -Peculiarità: Esperimento INGMAT-LEG11 Soggetto dell’esperimento: Lega Ferro-Piombo Del ferro e del piombo vengono portati a temperatura di fusione, di conseguenza si procede a miscelarli. Una volta plasmato e raffreddato il materiale risultante viene sottoposto a diverse serie di test per verificarne le proprietà fisiche. Risultati: -Resistenza alla trazione: -Resistenza alla pressione: -Malleabilità: -Conduzione di elettricità: [Nulla, scarsa, buona, ottima, perfetta] -Conduzione di impulso di pietra rossa: -Temperatura di fusione: -Durezza: -Peculiarità:
  6. RACCOLTA ESPERIMENTI XENTEC-END In questa raccolta sono raggruppati tutti gli esperimenti di tipo END (Da END01 a END05). Questi esperimenti riguardano il tentativo di comprensione delle meccaniche e delle tecnologie utilizzate dalla specie Omois Xenidae. Supervisore: Marshall Sìpor Esecutori: Equipe del reparto di Xenotecnologie Esperimento XENTEC-END01 Soggetto dell’esperimento: Perla dell'end L'oggetto viene osservato al microscopio per determinarne la composizione. Risultati: La composizione è simile a quella del vetro. Inclusioni e impurezze che determinano il colore scuro. Esperimento XENTEC-END02 Soggetto dell’esperimento: Perla dell'end L'oggetto viene colpito violentemente per simularne un lancio Risultati:L'oggetto si rompe come se fosse vetro. Esperimento XENTEC-END03 Soggetto dell’esperimento: Perla dell'end Parte 1: La perla viene posta in un forno e la temperatura aumenta progressivamente fino a che la perla non reagisce, sciogliendosi o avendo reazioni particolari. Viene presa nota delle temperature a cui accade qualcosa di interessante. Risultati:La palla si scioglie alla stessa temperatura, approssimativamente, del vetro. Parte 2: La perla viene sottoposta a un test di pressione per determinare la resistenza del materiale di cui è composta. Si prende nota della pressione che riescono a sopportare. Risultati:La palla si infrange some se fosse vetro. Esperimento XENTEC-END04 Soggetto dell’esperimento: Perla dell'end Parte 1: La perla viene collegata a un circuito di pietra rossa in modo che l'impulso le scorra attraverso. Si annotano le reazioni della perla Risultati:isolante redstone. Parte 2: La perla viene collegata a un circuito elettrico in modo che l'energia le scorra attraverso. Si annotano le reazioni della perla. Risultati:isolante elettrico. Esperimento XENTEC-END05 Soggetto dell’esperimento: Perla dell'end La perla viene accuratamente incisa e tagliata in due metà, si osserva l'interno di essa e la si studia. Risultati:Due metà simmetriche, l'interno è omogeneo e presenta le stesse impurezze osservate dall'analisi esterna.
  7. Vàpor non era troppo contento della decisione del Rettore riguardo al suo trasferimento, oltretutto la reazione che Sorin aveva avuto alla riunione aveva peggiorato il modo in cui Ghor vedeva il Direttore di scienze umanistiche, un tarlo però gli rodeva in testa: perchè Sorin lo aveva votato? perchè proprio lui dopo tanti anni di antagonismo? e perchè tale reazione nel momento in cui votò Lividaìn? Questi pensieri continuavano a tormentarlo, decise quindi di mettere da parte l'orgoglio e iniziò a scrivere << [All'attenzione di Peter Nicholas Sorin, Direttore del reparto di Scienze Umanistiche] Peter, non riesco a comprendere le tue azioni, perchè votarmi? siamo sempre stati contrapposti, davvero avresti voluto che il tuo rivale salisse al Rettorato? Mi duole doverlo ammettere, ma i nostri conflitti non giovano all'Istituto, soprattutto in questo periodo dove la nostra città ha bisogno di unità tra i suoi primi cittadini, ti scrivo questa lettera in fede che i nostri contrasti si possano accantonare (momentaneamente) per il bene dell'Istituto. Ghor Vàpor, Direttore di Sistemi Avanzati.>> Ghor imbustò la lettera e la mise nella tasca del camice, uscì per spedire la lettera personalmente, facendola passare sotto la porta dell'ufficio di Sorin. Mentre si avviava verso l'uscita del suo reparto si imbattè in un singolare individuo, aveva il camice del reparto di Sistemi Avanzati, sorrideva fissando il Direttore "Direttore Vàpor, è un onore conoscerla di persona!" Disse l'uomo tendendogli la mano Vàpor gli strinse la mano riluttante, poi, leggendo la targhetta sul camice cambiò completamente atteggiamento, la targhetta diceva <<Marshall Sipor>> "Ah, tu sei Sipor" "In carne ed ossa, Direttore!" rispose mantenendo il sorriso l'uomo. "Ottimo lavoro con il microscopio, ci ha permesso di identificare il morbo con più precisione" disse Ghor lasciando la mano di Marshall. "Fiero di aver aiutato l'Istituto, se mi permette, l'ho sempre pensata come lei sulla questione dell'apertura" rispose l'uomo estraendo prontamente la tessera del partito indipendentista. Il Direttore non rispose ma abbozzò un sorriso, cosa che non faceva spesso. "Immagino che sia occupato, scusi se l'ho disturbata" continuò Sipor e si incamminò verso il laboratorio. Ghor stava seriamente rivalutando quell'uomo, non era l'idiota che si era immaginato, sì, era un personaggio caratteristico, però aveva del talento da vendere. Circa mezz'ora dopo il Direttore aveva raggiunto la porta di Sorin, guardò la lettera ed esitò un attimo prima di infilarla sotto la porta dell'ufficio. Ripensando al fatto che qualche anno prima non avrebbe mai fatto una cosa del genere disse tra se e se "Sto veramente invecchiando."
  8. "Richard, Rettore, pensi sia una buona idea che vada a sentire le motivazioni di questo gesto?"