Maròk

Staff Karaldur
  • Numero post

    3.291
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Numero di giorni vittoriosi

    59

4 Seguaci

Su Maròk

  • Rango
    Figlio dei Superni
  • Compleanno 22/04/1997

Accounts

  • Wiki
    Casata Biranmun
  • Steam
    Marok22
  • Minecraft
    Marok22

Community

  • Forgotten Coins
    8

Visite recenti

2.958 visite al profilo

Stato d'animo

  • Felice
  • Mi sento Felice
  1. Ho segnato la transazione e ho rimosso 10 PR! Ne approfitto per segnalare un piccolo cambio: da ora i conti dei PR sono nazionali e non più cittadini. E' solamente una questione di comodità, per richiedere il mantenimento ridotto basta che venga effettuata la domanda da uno dei sindaci delle città della nazione.
  2. Sono stati aggiunti i PR per l'evento GdR free e per le risposte agli eventi cittadini!
  3. 17° giorno di Varpu, anno 3056 d.F. Nel mattino di una giornata particolarmente soleggiata, due lettere vennero recapitate allo Zenit di Yalven, che in quel momento stava sorseggiando del succo di patata. Allo Zenit di Yalven e al governo del Regno di Altabruma, sono Kalòs Feleku, Segretario del Concilio del Protettorato di Spes. In questa lettera eviterò vuoti formalismi e pomposi artifici retorici, mi appellerò semplicemente alla vostra storia secolare e ai valori che avete sempre difeso, prima a Lumvalos e ora a Yalven. Siamo venuti a conoscenza dell’esistenza di una associazione nota con il nome di “Alveare”, un gruppo di ribelli operanti del Nether che richiedono la secessione dell’avamposto, attualmente sotto il controllo della Nazione che rappresento. Spes non può piegarsi a queste richieste, al fine di garantire la neutralità e la prosperità del commercio abbiamo il dovere politico e morale di imporre, dove necessario, il nostro controllo. Le tecniche messe in atto dall’Alverare sono le più subdole, anche voi siete stati contattati dalle sue spie. Ad oggi non è giunta alcuna vostra comunicazione ufficiale, ecco perché richiedo che il Regno di Altabruma palesi davanti a Karaldur il proprio sostegno al Protettorato. Oltre ad una celere risposta, necessitiamo anche di sostegno militare per far fronte agli imminenti attacchi alle infrastrutture cittadine. In fede, Kalòs Feleku, Segretario del Concilio del Protettorato di Spes Allo Zenit di Yalven, questa lettera vi è stata recapitata perché i nostri informatori hanno saputo delle vostre intenzioni. Come voi, anche noi viviamo grazie ai prodotti minerari del Nether e lottiamo perché la nostra terra diventi un luogo libero dall’egemonia dittatoriale del governo centralizzato spesiano. L’Alveare non vi chiede opere plateali, sappiamo quanto delicato sia lo scacchiere internazionale in un periodo così turbolento, ma richiediamo che il vostro supporto alla Causa sia pubblico davanti agli occhi delle genti del Piano. Chiediamo umilmente i progetti delle vostre aeronavi, così da sviluppare un sistema di trasporto baglionoidale. I recenti studi mostrano che le limitazioni all’uso della bagliopietra incontrate nel mondo “di sopra” non sono presenti nel Nether, avere a disposizione il frutto della vostra ricerca ci permetterebbe di migliorare il trasporto minerario e di consentirebbe di organizzare una modesta aeroflotta per far fronte ad attacchi da Spes. Come ultima richiesta: l’invio di una equipe scientifica per dirigere i lavori di costruzione dei mezzi volanti. Ovviamente sarete ricompensati e come prima prova della nostra buona fede provvederemo ad inviare, in caso di risposta positiva, una ingente quantità di pietra del Nether. La Regina dell’Alveare La seconda parte è qui! Complimenti per la risposta alla prima parte dell'evento, nella settimana che è passata sono successi molti eventi interessanti e destinati a cambiare gli equilibri politici. Alla luce della vostra precedente missiva e di quanto accaduto al funerale di Aralia Leotred, siete chiamati a prendere decisioni sempre più influenti e definitive, lo scontro si sta avvicinando. Avete tempo fino al 29/4 alle 23:59 per rispondere. Vi abbiamo accreditato 10 PR sul conto cittadino, non dimenticate di usarli! Per questa parte dell'evento otterrete come premio un buono NPC!
  4. 14° giorno di Varpu, anno 3056 d.F., Unione Micelica Quel giorno le segreterie di Iphae furono molto impegnate nel gestire le missive giunte dal Protettorato di Spes e dall'Alvare, due fazioni contrapposte alla ricerca di supporto politico. Al Concilio Tribale dell’Unione Micelica, sono Kalòs Feleku e ho l’onore di rappresentare, in questo particolare momento storico, il Protettorato di Spes. La morte della Protettrice Aralia Leotred ha scatenato una crisi politica interna, che però, a causa della nascita di associazioni criminali e a causa delle irragionevoli pretese dell’ESPEDIL, si str trasformando in una crisi internazionale potenzialmente disastrosa. Insieme alle maggior potenze del Piano abbiamo l’opportunità di porre un freno a questi eventi per ristabilire l’ordine a assicurare che il governo dello Stato ritorni nelle mani dell’unico organi legittimato dalla legge e dalla protettrice Leotred stessa: il Concilio. Vi chiediamo di mostrare pubblicamente il vostro supporto ai nostri intenti politici e di agire concretamente inviando delle truppe per permetterci di sedare le rivolte nascenti. Quando l’ordine sarà restaurato dovremo mostrare riconoscimento verso i nostri alleati, meditate. Kalòs Feleku, Segretario del Concilio del Protettorato di Spes Alle illuminate menti dell’Unione Micelica, come capo dell’Alveare mi rivolgo direttamente alle menti più elevate della vostra nazione, conscia che la ragione ha eletto a sua dimora preferita la vostra terra natia. Il vostro supporto tecnologico potrebbe essere l’elemento fondamentale della lotta attualmente in atto contro la tirannia del Concilio e prima di essa contro la dittatura della Protettrice Aralia Leotred. Vi chiediamo di garantirci il vostro appoggio silenzioso, rimanendo nell’ombra e ingannando al contempo gli spesiani. Stiamo avviando le procedure che ci permetteranno di rendere autonomo il nostro avamposto, fra i molti passi necessari riteniamo fondamentale l’inizio di una coltura di funghi adatti a sopravvivere alle alte temperature del Nether e alle sue peculiari caratteristiche geologiche. Abbiamo ricevuto la risposta alla nostra prima missiva, vi ringraziamo della disponibilità. Attendiamo con ansia la vostra squadra scientifica. Iphae tornerà ad essere grande, non dubitate. La Regina dell’Alveare La seconda parte è qui! Complimenti per la risposta alla prima parte dell'evento, nella settimana che è passata sono successi molti eventi interessanti e destinati a cambiare gli equilibri politici. Alla luce della vostra precedente missiva e di quanto accaduto al funerale di Aralia Leotred, siete chiamati a prendere decisioni sempre più influenti e definitive, lo scontro si sta avvicinando. Avete tempo fino al 29/4 alle 23:59 per rispondere. Vi abbiamo accreditato 10 PR sul conto cittadino, non dimenticate di usarli! Per questa parte dell'evento otterrete come premio un buono NPC!
  5. 10° giorno di Varpu, anno 3056 d.F. Una prima missiva giunse al mattino, contenuta in una busta nera e sigillata con ceralacca rossa riportante un'ape. Alla popolazione delle Terre di Tanatos, l’Alveare apprezza il vostro astio nei confronti del Protettorato, unire le forze contro un alleato comune ci permetterà di raggiungere più velocemente i nostri traguardi. Apprezziamo molto il furto del Ghast, volutamente non nominato in alcune comunicazione ufficiale, ma pensiamo sia giunto il momento di fare un passo avanti. Per indebolire Spes dovremo agire su due fronti, noi provvederemo a tagliare l’invio di risorse dal Nether, neutralizzando i plotoni militari stanziati nell’avamposto, ma voi dovrete intervenire direttamente sul suolo della città. Il vostro compito sarà infatti quello di organizzare azioni di guerriglia contro il Protettorato, similmente a quanto accaduto per il furto già citato. Potremo così dividere le attenzioni del governo spesiano e indebolirlo, sfruttando questa delicata fase di incertezza politica. I nostri strateghi hanno anche ideato un piano più sofisticato, ma siamo consapevoli della sua grande difficoltà: penetrare nella zecca di Spes e rubare le matrici di stampa della moneta. Questo ci permetterà di iniziare a coniare Zenar e acquisire così il giusto peso nella scena politica. Per ragioni di sicurezza non inserisco altre informazioni, mandate una missiva e consegnatela personalmente a un membro dell’Alveare, riceverete maggiori informazioni. La Regina dell’Alveare La seconda lettera arrivò poco dopo il tramonto, in una busta bianco avorio e ornata di ghirigori blu. Al triumvirato di Tanatos, Spes è consapevole del grave gesto che avete osato compiere all’interno dei nostri confini, ma riteniamo che la vostra intelligenza vi spinga comunque a compiere la scelta migliore. Non supportate l’Alveare, scatenereste una crisi economica senza precedenti, che finirebbe per travolgere le modeste finanze della neonata nazione che governate. I crimini vi saranno perdonati se supporterete il Concilio, l’unica “fazione” realmente legittima. Kalòs Feleku, Segretario del Concilio del Protettorato di Spes La seconda parte è qui! Complimenti per la risposta alla prima parte dell'evento, nella settimana che è passata sono successi molti eventi interessanti e destinati a cambiare gli equilibri politici. Alla luce della vostra precedente missiva e di quanto accaduto al funerale di Aralia Leotred, siete chiamati a prendere decisioni sempre più influenti e definitive, lo scontro si sta avvicinando. Avete tempo fino al 29/4 alle 23:59 per rispondere. Vi abbiamo accreditato 10 PR sul conto cittadino, non dimenticate di usarli! Per questa parte dell'evento otterrete come premio un buono NPC!
  6. Cronologia degli eventi: Dakbis, quarto giorno di Bakal, anno 3055 d.F: a tutte le città del Piano arriva una lettera dall'Alveare una organizzazione che mira all'ottenimento dell'indipendenza per l'avamposto spesiano nel Nether. Nella missiva viene richiesto l'aiuto di tutte le maggiori potenze di Karaldur. 20° giorno del mese di Venes dell'anno 3056 d.F.: muore la Protettrice Aralia Leotred, avvelenata da sostanze del Nether all'interno del suo tè. 1° giorno di Falam, anno 3056 d.F.: durante il funerale della Protettrice irrompe nella chiesa supernica un gruppo di terroristi che, addormentando i presenti con un gas soporofero, ruba la salma di Aralia Leotred. L'ESPEDIL attacca numerosi manifesti per le vie cittadine, invitando gli spesiani alla ribellione contro le forze governative.
  7. Il Segretario Kalòs si svegliò, confuso e spaventato. Accanto a lui la dirigente dell'ESPEDI si stava faticosamente rialzando, appoggiandosi alla panca più vicina. "Ma che diamine è successo?" Controllando i colpi di tosse, l'uomo si avvicinò brancolando verso Delwin. Vide il Sacerdote ancora a terra, ma vivo, dietro di lui una sacerdotessa giaceva in una pozza di sangue. Quasi cadde nuovamente a terra quando vide che mancava il corpo di Aralia, rubato dal gruppo di terroristi. Il panico lo colse, iniziò a respirare sempre più velocemente e a sudare, si aggrappò alla giovane donna ( @Miluna). "Signorina, mi dia questa lettera, devo... devo leggerla!" Lesse velocemente le poche righe, ma dovette ripercorrere le parole numerose volte per capire il significato di quelle frasi. Intanto, la maggior parte delle persone si era svegliata e molti si stavano avvicinando all'altare, guardando Kalòs con speranza e timore. Sapeva di dover agire, si avvicinò all'altare. "Concittadini, abitanti di Karaldur! Sono scosso quanto voi, atterrito dalla violenza e dalla mancanza di umanità che oggi abbiamo visto con i nostri occhi. Questo attacco non è solo un attacco al Protettorato, ma un attacco ai principi sui quali si regge questo intero Piano! Il corpo della nostra Aralia è stato trafugato, rubato da empi criminali corrotti. La lettera che tengo in mano è stata lasciata da quegli individui, riporta chiaramente le tracce dell'Alveare, dell'associazione rivoltosa che vuole rovesciare la autorità del Concilio di Spes. Per farci svenire è stato usato del gas la cui origine è chiara! Quel mondo oscuro e infernale li ha deviati, ha piegato i loro animi alla malvagità! Il funerale è sospeso! Fino a quando la salma non verrà recuperata le esequie non si terranno. Guardie! Aprite le porte e scortate le delegazioni nelle loro ambasciate!" L'EVENTO GDR-FREE TERMINERA' DOMANI, 20/4, ALLE ORE 23:59 P.S. ho aggiunto i 5 PR ai partecipanti, ma siete ancora in tempo per scrivere la vostra risposta e guadagnare anche voi!
  8. Il sacerdote guardò con attenzione l'eterogenea folla all'interno della cattedrale, giudicando silenziosamente chiunque gli apparisse troppo rumoroso per la Chiesa. Con il braccio sinistro prese una bacchetta di legno e poi anche con il destro, iniziò quindi a batterle con forza su un grande tamburo posto dietro all'altare. Sentì che in pochi secondi anche i sacerdoti all'esterno lo imitarono, i cupi colpi rimbombavano all'interno del Tempio. Il ritmo aumentò di velocità, poi si interruppe improvvisamente, lasciando tutti con un senso di incompiutezza. "Draith William, Padre di tutti i Superni! Invochiamo oggi la tua sacra presenza per accompagnare nel mondo dei defunti questa anima indifesa. Accogli la richiesta dei tuoi fedeli! Mostra la tua terribile clemenza e concedici di pronunciare queste meschine parole dinnanzi al tuo simulacro mortale!" Otto sacerdotesse entrarono lentamente nella sala da una porta laterale, ognuna portava un piatto d'argento nel quale bruciava un fuoco alimentato da tizzoni ardenti. Deposero quattro offerte ai piedi di Draith e quattro ai piedi di Kaskemas. Una di loro, dando le spalle al pubblico, fece una smorfia di disgusto e con la coda dell'occhio guardò le compagne. Tutte avevano il volto contratto, cercando di nascondere la reazione a uno strano odore che si stava diffondendo. Quando dalla folla iniziarono a venire dei sussurri, delle parole di sorpresa e quindi della grida, anche le otto ancelle si voltarono. Un gruppo di uomini mascherati aveva aperto delle sacche che, come bocche infernali, riversavano un fumo scuro e denso. Molti partecipanti alla funzione, soprattutto i più anziani e i bambini, erano a terra privi di sensi. Il sacerdote era stato colpito alla nuca e giaceva a terra in una pozza di sangue. La ancella più anziana salì in piedi sull'altare, cercando di vedere meglio la scena. Le porte erano state chiuse, coloro che non erano svenuti cercavano riparo fra i banchi. "Per i Superni! Chi osa fare questo nel cuore sacro di Sp..."Un colpo di pistola impedì alla donna di terminare la frase. All'esterno... "Ma certo che firmo questo libro! Jadu è sempre disponibile con i suoi fan" come se stesse recitando, il cantante lasciò la sua firma sulla seconda di copertina, poi sorrise mostrano i suoi denti bianchissimi. "Oh, stanno iniziando!" Quasi emozionato, Jadu guardò verso i sacerdoti che avevano preso le bacchette. Il suono dei tamburi riempì la piazza. Le porte della chiesa si chiusero.
  9. Salve, come avete viso è iniziato da circa una settimana un nuovo evento GdR. Questa volte avrete a che fare con la più grande crisi politica che il Protettorato di Spes abbia mai sperimentato. Cosa è accaduto? Nel 20° giorno del mese di Venes dell'anno 3056 d.F. è morta la Protettrice Aralia Leotred. Nel suo governo, iniziato nel 3000 d.F. ha dovuto affrontare il Morbo di Gor-Lorach, ma la neutralità di fronte alla guerra ha fatto nascere il malcontento in alcune fasce della popolazione spesiana. Alla sua morte, sopraggiunta senza che ella potesse nominare un erede, emergono tutte le numerose controversie interne alla nazione. Le ricerche mostrano che Aralia è stata avvelenata con delle sostante provenienti dal Nether. Quali fazioni sono comparse? Per ora si sono schierate apertamente 3 fazioni: ESPEDI e Concilio: gli industriali (rappresentati dall'Ente SPEsiano Diritti Industriali) si sono alleati per formare una oligarchia. Nether: l'avamposto del Nether chiede indipendenza. ESPEDIL: Ente SPEsiano Diritti Lavoratori, vuole che il popolo salga al potere. Come si sono schierate le differenti città? CUS: https://forgottenworld.it/forum/topic/18073-evento-gdr-crisi-di-spes-atto-primo/#comment-240913 Unione micelica: https://forgottenworld.it/forum/topic/18070-evento-gdr-crisi-di-spes-atto-primo/#comment-240927 Regno di Altabruma: https://forgottenworld.it/forum/topic/18071-evento-gdr-crisi-di-spes-atto-primo/#comment-240920 Repubblica di Sant'Elio: https://forgottenworld.it/forum/topic/18075-evento-gdr-crisi-di-spes-atto-primo/#comment-240896 Terre di Tanatos: https://forgottenworld.it/forum/topic/18069-evento-gdr-crisi-di-spes-atto-primo/#comment-240918 Niuop: https://forgottenworld.it/forum/topic/18072-evento-gdr-crisi-di-spes-atto-primo/#comment-240921 Avete domande? Non esitate a porle qui sotto!
  10. bentornato! Sei tornato per giocare su Karaldur?
  11. La signorina Majian, così amava farsi chiamare, si svegliava ogni giorno alle sei in punto. Una fidata governante la destava dal sonno aprendo lentamente le finestre e porgendole poi un vassoio con una tazza di latte caldo e dei biscotti al cioccolato, unico vizio alimentare della giornata. Dopo esattamente un’ora doveva trovarsi alla sede dell’ESPEDI, firmare documenti, approvare richieste e negare finanziamenti. Nel fine settimana si concedeva un po’ di riposo al circolo, ma quella volta la attendeva un delicato comizio. “…certo, certo. Mia cara, non devi temere, lascia fare a me. Il consiglio direttivo mi deve dei favori, non faranno storie quando gli presenterò il tuo caso. La scorsa settimana hanno deciso di dare diecimila zenar a quel teppista dell’azienda di zucche, pura follia. Ora devo andare, ci vediamo!” L’anziana signora si congedò così dalla collega incontrata al Circolo Onorevoli Spesiani, un club riservato ai più ricchi e famosi personaggi del protettorato. Si diresse verso uno dei maggiordomi, guardò verso il palco che era stato preparato e l’uomo, come risposta, fece un leggero cenno del capo. Majian salì lentamente le scale di legno, si sistemò la spilla del Circolo e si avvicinò al leggio, mentre tutti gli ospiti si sedevano. “Membri del COS, cari amici! Essere la vostra direttrice onoraria mi riempie ogni giorno di grande felicità e gioia, molti di voi sono miei colleghi anche all’ESPEDI e insieme cerchiamo di migliorare questa nostra grande nazione. Come abbiamo appreso ieri, la amata Protettrice Aralia Leotred è venuta a mancare.” Face una pausa, guardando con occhi tristi la sua platea. Molti annuirono, scambiandosi vicendevolmente espressioni malinconiche. “Cosa accadrà ora? La grande Aralia ha sempre anteposto l’amore per la sua città alla famiglia, per la seconda volta dalla sua fondazione Spes è senza un capo, un erede della famiglia al governo. Cosa possiamo fare? La risposta, amici miei, è la svolta oligarchica. Chi meglio di un Senato ristretto può comprendere la pluralità di genti che popola il Protettorato? Chi meglio di noi comprende la difficile economia del Piano, carica di embarghi, tasse, dazi e indecifrabili giochi di potere? Invito qui con me Kalòs Feleku, segretario del Concilio della Protettrice a attuale reggente della nazione.” Fece un passo indietro, lasciando libero il posto davanti al leggio. Un applauso accolse l’uomo, che con il braccio richiamò al silenzio. “Grazie Majian, grazie delle tue profonde parole. Ciò che è stato appena detto è vero, il Concilio è stato quasi unanime nel mostrare l’intenzione di prendere il controllo prima che sia troppo tardi, è l’unico modo per salvare Spes. Con il supporto dell’ESPEDI potremo compiere grandi cose, avviare la ricrescita economica della nazione e costruire un futuro radioso per le prossime generazioni. Qui lo affermo con decisione: a Spes serve un sano governo Oligarchico! I primi passi saranno duri, dovremo sedare i bollenti spiriti degli indipendentisti Netheriani e placare l’ESPEDIL, da fonti interne ho saputo che stanno progettando un vero colpo di stato. Non possiamo permettere che il potere venga volgarmente spartito con le classi meno istruite, fra gli ignoranti marinai e i minatori. Ogni classe ha una sua funzione, la nostra è quella di guide, abbiamo l’onere di reggere sulle nostre spalle l’impegno e la fatica del governo. ” Nei giorni successivi molti manifesti ricoprirono i muri dei quartieri più benestanti, invitando la popolazione a sospettare dell’ESPEDIL e del Nether doppiogiochista. Lentamente, tutte le fazioni in gioco stavano mostrando le loro intenzioni…
  12. Kalòs si risedette, facendo attenzione ad aprire i bottoni della giacca. "Devo proprio dimagrire" pensò. Accanto a lui si sedette poi una donna, circa sessanta anni, posò la sua borsetta di pelle rosa e si guardò intorno. "Kalòs, caro Kalòs! Ti ho visto, sai?" pronunciò quelle parole quassi sussurrando, per non farsi sentire da nessuno. "Oh, cara Majian, sei arrivata. Mi hai visto fare cosa?" il segretario di Spes fu sorpreso nel vede la donna. "Parlare con quelli, i Denrakiani e il loro seguito. Ti ho visto anche mentre parlavi con la delegazione di Tanatos, mi devo preoccupare? Sai bene con chi devi stare ora." "Tranquilla, l'ESPEDI avrà il mio supporto, quante volte te lo devo dire? Quello che è temo è il dannato Alveare, non voglio certo essere punto." "Sai bene cosa si fa con gli insetti fastidiosi, li si schiaccia. Al diavolo tutte le tue remore, manca quel cavolo di esercito" Agitò le mani, facendosi trasportare dal discorso. SI ricompose subito, sbirciando fra le file vicine. "Ogni cosa a suo tempo. Denrak comunque mi ha garantito l'appoggio, così come sembra voler fare Thortuga. Tutti gli altri... non posso dire lo stesso." Kalòs abbassò sempre di più il tono di voce. "Ma non è il momento, ho sentito che qualcuno stava cercando il dirigente dell'ESPEDI, forse quell'omone lì in fondo?" @Brodsko @Aphrodite2430 Jadu si ritrovò, suo malgrado, nuovamente al centro dell'attenzione. Il monaco aveva iniziato nuovamente a parlare della sua religione, ma al gruppo di curiosi si era aggiunto un gigante che superava di venti centimetri il più altro fra la folla ( @Gabryel1278). Una bambina riconobbe il cantante e iniziò a tirare il vestito della madre per andare a vedere il suo idolo, Jadu era al contempo innervosito ed eccitato di aver quasi rubato la scena alla Protettrice morta. Sapeva cosa fare: cantare. Oh Aralia, sei come l'aria! O mia dama, la tua morte è grama! In questo nostro Protettorato, il tuo nome è dono grato! Batti le mani anche tu! Batti le mani anche tu! Per Aralia, per Araliaaa, per Aralia LEOTRED!
  13. Dopo aver firmato le mani di due ragazzine e averne allontanate altre cinque, Jadu accolse al volo l'invito dell'uomo. "Eccomi, eccomi! Ascoltate lui, troppo KI, lo ho sempre detto anche io! Siamo tutti più calmi, è pur sempre un funerale questo!" Il cantante si infilò nei pantaloni la camicia, una signora aveva provato a strapparne un pezzo. "Grazie mille, ho disturbato qualcosa?" Jadu bisbigliò.
  14. Kalòs cercò di riconoscere qualche volto noto nelle delegazioni estere che in quel momento stavano entrando nel tempio. Le mie parole sono state profetiche, pensò e sorrise. Davanti a lui si piazzò però una giovane donna. "Signorina Ambisart ( @Aphrodite2430) che piacere incontrare qualche delegato di Tanatos in un giorno così buio. Sono sorpreso di vedervi qui, dopo quello che è successo. Non vorrei risultare sgarbato, ma sappiate che Spes è ben consapevole di ciò che avete osato fare e una risposta diplomatica non tarderà ad arrivare." Il segretario si sistemò il panciotto, fece un breve inchino e superò la donna con ampi passi, soddisfatto di quanto detto. Non appena aveva scoperto dall'esistenza dell'Alveare aveva ricollegato il furto del Ghast a quella associazione criminale, il protettorato era pronto a reagire. "Presidente Digres, Lady Makuron! ( @digreG @Miluna)Che piacere è avervi qui, seppure per una occasione così mesta. Apprezziamo molto il supporto di Denrak in unmomento così difficile per l'intera città. So che potrò sembrare fuori luogo e forse anche un po' avventato, ma ho il dovere morale di avvisarvi. Nei prossimi mesi la situazione politica qui potrà degenerare, manca un erede e le ultime manifestazioni dei netheriani e dell'ESPEDIL non lasciano molte speranze riguardo una collaborazione pacifica. Dalla mia parte posso contare l'ESPEDI, almeno quegli industriali supporteranno l'ultimo rimasto con un un po' di buon senso!" Ridacchiò nervosamente, sperava che le sue parole riuscissero a colpire le personalità che aveva di fronte, il suo progetto politico richiedeva ingenti investimenti. Con la coda dell'occhio osservò la delegazione delle Terre di Tanatos, sperando che non avesse sentito quel breve scambio di informazioni. Intanto, fuori dal tempio la folla si agitava per avere il posto migliore e il vociare si faceva sempre più intenso. Nei giorni successivi alla morte di Aralia il dolore aveva lasciato il posto alla curiosità e molti erano lì solamente per tentare di ricavare qualche chiacchiericcio, qualche indiscrezione sulle celebrità cittadine. Il famoso cantante Jadu, apprezzato dia più giovani per i suoi brani in cui aveva riadattato la Pandai ai bisogni sociali di un'epoca moderna, era stato accerchiato da un'orda di bambine in lacrime, incredule della fortuna che avevano avuto. Poco distante un curioso banditore parlava di strane sillabe, attirando anch'egli una nutrita schiera di donne. Jadu lanciò un'occhiata disperata allo strambo sacerdote, cercando con lo sguardo un aiuto. @Stardel