Giank56

Supervisore D&D
  • Content count

    1103
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

About Giank56

  • Rank
    Re del Jandùr
  • Birthday 08/02/92

Recent Profile Visitors

2438 profile views

Mood

  • Soddisfatto
  • Currently Feeling Soddisfatto
  1. Visto la fedeltà ai libri speravo usassero i termini originali e non quelli del videogioco... Vabbeh non mi lamento, sembra abbiano mantenuto la fedeltà all'opera originale e a me questo basta, mi sono divertito a trovare riferimenti nel trailer ai racconti, senza dubbio mi divertirò di più a farlo con la serie completa.
  2. Marvel

    Film magnifico (se si considera il genere e la saga a cui è dedicato) che alterna perfettamente momenti di assoluta comicità (è il film marvel in cui ho riso di più) a momenti drammatici o di pura azione, condivido il pensiero che meglio di così la conclusione di questa fase del MCU è difficile che riuscissero a fare. Sono poche le cose che non mi sono piaciute e queste poche sono principalmente gusti personali, ma spiegati e giustificati a dovere nella storia del film, per il resto film di indubbia qualità.
  3. Io ho segnato lunedì e giovedì, ma se tutti gli altri sono disponibili, posso liberarmi i venerdì, off-limits invece tutti i prossimi week end.
  4. Di base sono disponibile tutte sere, escluso il martedì ed il mercoledì. Eccetto questo weekend sono disponibile pure di sabato e domenica, ma con largo preavviso.
  5. Dopo questa, mi tocca inchinarmi e trovare il tempo di farmi schiavizzare
  6. -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius-Slidekey: Ozzius Osbornius-Celebris: Quintus Trebellus -Lamorak: Garett Legallows-Ros: Ralf Fendituono Resoconto Ventottesima e ventinovesima Sessione (XX/05/2018): Il gruppo partecipa alla festa, e fa la conoscenza di Ralf che tra commenti e battute si fa odiare da Adrianus, e fa insospettire Quintus che cerca di ottenere alcune informazioni. La situazione degenera quando il Ghor e suo figlio prendono parola, proclamando la loro neutralità nella guerra e togliendo il supporto sia ai pebeani (che vengono catturati) che ai nani ribelli (che vengono allontanati), formalmente anche il supporto all'Impero viene negato, ma una volta liberata la stanza e svolti interrogatori singoli con i vari elementi del gruppo alviano, il Ghor rassicura che nonostante intenda mantenersi neutrale, non cesserà di supportare indirettamente l'Impero, lasciando libero accesso militare. In segno di buona fede una volta inviato il messaggio al campo imperiale, il Ghor promette che i prigionieri pebeani saranno consegnati alla legione alviana stanziata, una volta rattificato l'accordo con il delegato imperiale della provincia. Il gruppo fa così ritorno al campo per far rapporto...
  7. -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius-Slidekey: Ozzius Osbornius-Celebris: Quintus Trebellus -Lamorak: Garett Legallows-Ros: Ralf Fendituono Resoconto Ventisettesima Sessione (02/05/2018): Ralf viene invitato a partecipare alla festa per la maggiore età del figlio del Ghor, e quindi prende posto tra i suoi compratioti nanici. Il resto del gruppo invece uscito dalla stanza del pebeano si appresta a scendere per far rapporto, chiedono informazioni ad una serva per sapere dove trovare il Ghor, ma Ozzius con una battuta fa credere alla serva di voler assassinare il figlio del nano durante la sua festa, per impedirle di avvisare le guardie, prima la stordisce per poi nasconderla dietro ad un armadio, ma per non rischiare le spezza il collo tra lo stupore del gruppo. Sorvolando sull'accaduto il gruppo si riunisce e va a parlare col mago pebeano ancora bloccato in infermeria, dopo un breve scambio di battute con le guardie, si mettono a discutere col nemico, facendosi dare i suoi pantaloni per verificare la teoria di Quintus e vedere se sono sporchi di inchiostro. Effewttivamente una macchia nascosta magicamente è presente sui pantaloni, ma la notano solo Quintus e Ozzius, mentre Adrianus e Garett non la vedono, dubitando della sua esistenza. Ritornati dal Ghor fanno rapporto su quanto scoperto, riuscendo a convincerlo della loro buona fede, il nano decide quindi di far sorvegliare la casa del nano assassino, mandando anche Garett per assicurarsi che i soldati non contaminassero la scena del crimine. Nel frattempo il gruppo prende posto alla festa, qui notano un particolare clan di nani i "Lisongor" con simbolo un muro ed una spada, un famigerato clan ribelle.
  8. -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius-Slidekey: Ozzius Osbornius-Celebris: Quintus Trebellus-Lamorak: Garett Legallows Resoconto Ventitreesima Sessione (20/03/2018): All'indomani il gruppo viene condotto nell'interrato dove ad attenderli c'è l'#Sindaco. Qui Quintus viene chiamato per essere interrogato, il quale cerca di convincere il nano dell'innocenza del gruppo alviano per quanto successo durante l'attentato, il tempestivo intervento di Adrianus nel salvare il mago pebeano è stato fondamentale per il nano a convincerlo a dare al gruppo 24 ore di tempo per trovare le prove che testimonino il complotto pebeano e quindi l'innocenza di Alvia. Il gruppo viene quindi informato da Quintus della nuova missione, ma prima di ciò vengono condotti dinnanzi al nano disertore che il giorno prima ha pugnalato inutilmente il mago, il quale cita cose ovvie e prive di utilità pratiche tranne la descrizione fisica del misterioro alviano che pare avergli dato il pugnale (rivelatosi quello di Garret rubato durante la sua prigionia), appena ottenuta la descrizione, il prode Adrianus e il piccolo Garett si incamminano, scortati da un soldato nanico, verso la locanda dove l'hafling era stato curato e vestito. Sebbene l'idea non convinca molto Adrianus, accetta di seguirlo nella speranza che l'amicizia paventata col locandiere potesse effettivamente essere utile, ovviamente no... Qui dopo che Garett si fa regalare 3 monete d'oro, non riesce ad ottenere alcuna informazione utile se non il nome e la locanda dove effettivamente si è svolto l'incontro, Adrianus prende quindi la decisione di andare direttamente li e scoprire il più possibile. Alla locanda trova il locandiere che dopo avergli dato 2 monete d'oro riesce a farsi indicare un gruppo di avventori abituali che potrebbero avere le informazioni necessarie, Adrianus quindi fa convertire quelle 2 monete d'oro in birra e presentandosi come "fratello di birra" ai nani, i quali dopo qualche sorso raccontano di come abbiano visto il misterioso alviano parlare con un sospettoso nano e di averli sentiti confabulare di una losca casa in cui avrebbero continuato la discussione. Dopo una breve giocata coi dadi, Adrianus, Garett e il soldato nanico si ricongiungono col resto del gruppo ed assieme si dirigono di fronte alla casa sospetta, pronti per assaltarla... #sindaco = sindaco della città nanica
  9. Avventurieri: -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius -Slidekey: Ozzius Osbornius -Celebris: Quintus Trebellus -Lamorak: Garett Legallows Resoconto Ventunesima Sessione (04/01/2018): Il gruppo si risveglia nelle rispettive stanze, il castello è chiuso a causa della rivolta dei cittadini, che sono venuti a conoscenza di alcuni accordi segreti in merito alla cittadinanza imperiale per i nani. L'unico del gruppo rimasto fuori dalle mura è Garett, salvatosi dai suoi persecutori, gli altri vedendolo saliti sulle mura e vedendolo tra la folla si organizzano per raggiungerlo, grazie anche al gufo di Adrianus riescono a mettersi d'accordo sul far andare Garett alla locanda mentre il resto del gruppo si organizza, vanno dal capo clan per valutare come sta evolvendo la situazione, riuscendo ancora uan volta a convincerlo che la fuga di notizie sia da imputare ai ribelli ed agli emissari pebeani gli viene comunque negata la possibilità di uscire dal castello. Dopo alcuni comunicazioni tramite gufo, quest'ultimo viene ferito da una guardia armata di balestra che fa scoprire lo scambio di messaggi dai nani, colti dal panico idealizzano piani strampalati per abbattere le mura e fuggire, ma calmati da Adrianus si presentano ancora una volta di fronte al capo clan ed il gruppo riesce a convincerlo che i messaggi che venivano trasmessi non erano ai danni dei nani, ma semplici comunicazioni con un membro del gruppo rimasto fuori dal castello, (i messaggi erano cifrati e per guadagnarsi la fiducia del capo gli viene mostrata la lettera), al che il capo caln afferma che entro sera sarebbe stato recuperato senza però che nessuno del gruppo sapesse come. Così nella locanda appaiono 4 nani sospetti, che improvvisamente attaccano Garett che dopo una collutazione viene stordito dalla superiorità numerica dei nani, che dopo averlo nascosto in un tappeto, sfruttando un passaggio segreto portano il corpo svenuto di Garett dal gruppo, dove viene risvegliato e si fanno spiegare quanto è successo...
  10. Riassunto di: XXX Avventurieri: -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius -Slidekey: Ozzius Osbornius -Celebris: Quintus Trebellus -Lamorak: Garett Legallows Resoconto Ventesima Sessione (xx/11/2017): Riservato
  11. Avventurieri: -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius -Slidekey: Ozzius Osbornius -Celebris: Quintus Trebellus -Lamorak: Garett Legallows Resoconto Diciannovesima Sessione (15/11/2017): Il gruppo rimasto nel castello passa una notte tranquilla. Al mattino l'incontro si svolge in maniera civile e amichevole da entrambe le parti, il discorso di spinge su aspetti militari, politici ed economici, nello specifico il gruppo offre la cittananza alla popolazione nanica se questa si dimostrerà attiva nella risoluzione della crisi, il capo nanico invece pone le seguenti richieste: Sgravi fiscali sulle tassazioni e sul commercio, favoritismi nel commercio di metalli da parte di Alvia verso Bothor e la più pesante richiesta di controllo diretto della tassazione senza interferenze alviane. Finito l'incontro il gruppo riflette sul destino del nuovo membro della squadra che ancora non si è fatto vivo, si arriva a pensare ad una fuga col denaro o alla cattura, tutttavia per salvaguardarsi decidono di non andarlo a cercare attivamente per evitare di essere coinvolti con una possibile accusa di spionaggio. Quintus e Ozzius girano quindi in città per alimentare voci a favore di Alvia tra la popolazione umana, mentre Adrianus spedisce il rapporto dell'incontro al Legato. Nel frattempo Garrett si risveglia in un luogo buio, mentre cerca di slegarsi viene bloccato da uno dei carcerieri che gli lancia un pugno in faccia, subito dopo entra Eclivon ed inizia ad interrogarlo, mentre continua ad essere picchiato cerca di spacciarsi per un disertore, con scarsi risultati... I magri tentativi di Garrett di salvarsi falliscono ed Eclivon chiude con "lo vedi questo? (il distintivo) sai cosa posso farci? un casino!", fa entrare una nuova persona che si rivela essere il soldato mercenario torturato il giorno prima, sopravvissuto e pronto a torturare Garrett. Incomincia la tortura, ai continui rifiuti di parlare, a Garrett vengono amputate alcune dita delle mani, finchè inizia a parlare continuando a confondersi, nel magro tentativo di mentire, alla fine gli vengono tagliati il mignolo della mano sinistra e tutte le dita eccetto il pollice della mano destra finchè vittima del dolore sviene.
  12. Riassunto di Lamorak: Avventurieri: -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius -Slidekey: Ozzius Osbornius -Celebris: Quintus Trebellus -Lamorak: Garret Resoconto Diciasettesima Sessione (30/10/2017) : Il gruppo viene chiamato dal Generale per presentare una nuova persona che farà parte del loro gruppo, Garret Leagallow, un membro dei servizi segreti dell'Impero che si è reso utile per la protezione di questo. Si scopre che in realtà Ozzius e Garret sono cugini e dopo un rapido saluto, il Generale in persona spiega al gruppo la situazione attuale. I pebeani infiltratisi stanno dirigendo verso Bothor per cercare di far schierare la città contro l'Impero, così al gruppo viene affidata una missione, ovvero cercare di arrivare il prima possibile per permettere di creare un dialogo fra la città e per l'appunto, l'Impero. Si parte verso Toselir e non appena ci si ferma per riposare, quelli che sembrano assomigliare a dei banditi umani, li attaccano senza un'apparente ragione ma vengono subito neutralizzati e due di loro, legati con cura per essere subito dopo interrogati. Dati i loro averi, sembra quasi che quegli umani siano dei mercenari.
  13. Riassunto di Zaubenor: Avventurieri: -Giank56: Adrianus Quintus Sidonius -giamma111: Selenia Ravidus Lannis -AleCorna: Arturius Ariminin -Slidekey: Ozzius Osbornius -Celebris: Quintus Trebellus Resoconto Sedicesima Sessione (09/09/2017) : Quintus, Adrianus e Artorius attendono con impazienza, prigionieri dei nani, il ritorno dei loro due compagni, Selenia e Ozzius, per sapere come l’esercito alviano risponderà alle richieste dell’avanguardia nanica. Passano i minuti e l’attesa si fa snervante, infine arrivano; Selenia informa i nani che se gli ufficiali Alviani non fossero stati rilasciati e loro non avessero deposto le armi gli alviani avrebbero attaccato l’accampamento senza ritegno. Purtroppo Selenia aveva male inteso le parole del generale e quello che gli alviani avrebbero attaccato sarebbero stati i civili accampati poco fuori le mura della città. Il generale dell’esercito nanico ovviamente questo non lo sa, e deve basarsi sulle parole della stregona, quindi confidente nelle capacità del suo esercito decide di giustiziare i tre ufficiali alviani e di mobilitare le truppe. Quintus reagisce prontamente all’azione e sfruttando le sue doti mistiche genera una cortina di buio che impedisce la visuale anche ai nani; grazie alla limitata forma di telepatia di cui dispone riesce a ricongiungersi con Adrianus e insieme fuggono dalla cortina d’ombra mentre ne sono ancora impegnati. Artorius, in un estremo atto di eroismo decide di rimanere per coprire la ritirata degli alleati insieme a Ozzius. Ben presto i due però vengono sopraffatti e entrambi si ritrovano a terra morenti; è a questo punto che Selenia decide di fare dietrofront, lei era a cavallo, e rientra nell accampamento di soldati nanici per tentare di salvare i suoi amici. Sfortunatamente Artorius muore per le ferite subite prima che le possa somministrare le prime cure, ma Ozzius riesce a salvarsi e a fuggire mentre i nani molto decisi si scagliano su Selenia, uccidendola. Ora Quintus e Adrianus sono rimasti soli e decidono di prendere la via più lunga ma più sicura per tornare verso l’accampamento alviano. Dopo qualche giorno si ricongiungono con il generale alviano e vengono a conoscenza così del vero obiettivo della missione e rimangono piuttosto scioccati dal modo in cui il generale li avesse impiegati in una inutile missione diplomatica. La battaglia intanto prosegue ma i due decidono di non prendervi parte preferendo andare alla ricerca dei loro compagni perduti. Trovano solo Ozzius che vagava moribondo e apprendono così del nefasto destino degli altri due commilitoni. Dopo qualche giorno si riuniscono nuovamente nella tenda del generale per capire cosa fare della città nanica e dei suoi abitanti. Sebbene Quintus e Adrianus preferiscano spingere per una presa meno sanguinosa del potere, instaurando un governo fantoccio e garatendo una certa misura di sicurezza ai nani superstiti, il generale preferirebbe sterminare tutti i nani e ripopolare la città con le famiglie dei soldati alviani impiegati nella campagna. Alla fine si riesce a ottenere un compromesso: si sarebbe istituito un governo fantoccio ma qualunque nano avesse mostrato intenzioni ribelli sarebbe stato deportato come schiavo.