kiaj997

Membri
  • Numero post

    134
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su kiaj997

Informazioni Profilo

  • Genere
    Male

Accounts

  • Steam
    KIAJ

Visite recenti

629 visite al profilo
  1. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  2. Bop se ne stava tranquillo sulla sua scrivania a curare i dettagli della sua ultima creazione, il progetto era rivoluzionario, eppure c'era sempre qualcosa che non andava. Mentre aveva la testa china e l'espressione crucciata entrò la segretaria, una donna minuta dalla voce praticamente inesistente. < Il sottosegretario Richtofen ha mandato un'altra missiva, riguarda la pratica 001 > La donna appoggiò una cartelletta sulla scrivania e guardò preoccupata il magnate. Bop non alzo nemmeno lo sguardo, prese la cartella e inizio a leggere i capi d'accusa contro la sua società << Ottimo, prenda carta e penna gli detto subito la risposta, mi raccomando non la spedisca finché anche Morris non l'avrà letta >> << In realtà il signor Tankson ha già spedito una risposta agli uffici della SIAE>> Bop alzò lo sguardo, l'espressione sul suo volto esprimeva chiaramente la sua rabbia. << Senza prima consultarmi!?>> La segretaria a quel punto porse una copia della lettera di Tankson sulla scrivania e fece qualche passo indietro conscia di quella che sarebbe stata la reazione del magnate. Bop leggendo la lettera stava diventando sempre più rosso in viso, fino a che non lesse qualcosa che fece esplodere definitivamente la sua rabbia. << "Siccome noi della TanKiaj Industries teniamo molto alla nostra immagine, io stesso mi sono occupato di organizzare la consegna delle spoglie del vostro terrorista", ma è impazzito!? Cosa c'entra la nostra società con tutto questo, ho negato qualsiasi coinvolgimento e lui rimette in gioco tutto! Vuoi vedere che vuole usare il buon nome della società per pararsi il cu...>> Bop si fermò vedendo la segretaria chiaramente spaventata, capì che stava avendo una reazione troppo scomposta. <<perdonate la mia reazione... mi verrebbe quasi voglia di costringerlo a vendere il 50%, questa è una chiara violazione dell'art.11, ma alla fin fine non ha fatto alcun danno... Il modernismo è la morte del mercato, è inutile intrattenere rapporti con loro... oltretutto i loro comportamenti saccenti, mi irritano più delle manie di protagonismo del mio socio>> Bop scaraventò al lato della scrivania la lettera di Morris e riprese a scrutare i suoi progetti ritornando all'espressione crucciata di prima. << Dica al signor Tankson che è libero di sbrigarla come meglio crede, per me oramai questa pratica è chiusa, non voglio più sentir parlare di modernisti, tanto meno voglio sentire un modernista parlare.>> La segretaria fece un cenno con il capo e con passo svelto uscì dall'ufficio.
  3. Al sottosegretario della SIAE Edward Richtofen Vi scrivo dopo aver letto la missiva consegnatami d'urgenza da voi stesso. Quale Magnate della camera alta e amministratore delegato della TanKiaj Industries S.p.a. nego qualsiasi coinvolgimento della TanKiaj con l'uccisione del vostro concittadino. Nella missiva è stato scritto che la morte è stata provocata da un funzionario della TanKiaj, ma il nostro beneamato sceriffo Pietro Alex non è in nessun modo correlato con la TanKiaj Industries S.p.a. Tengo inoltre a specificare che una volta che il prodotto è stato venduto non ci assumiamo nessuna responsabilità per i danni provocati nel suo utilizzo, tanto meno se il prodotto in questione è un proiettile, riteniamo che la richiesta sia alquanto assurda, come è assurda l'accusa di aver provocato la morte del vostro compatriota giusto per farci pubblicità. Se pur è vero che il mio socio in affari, Morris Tankson, era presente al momento dell'accaduto, non è correlabile con l'industria, non agendo per conto della società. Porgiamo tutta la nostra vicinanza alla famiglia della vittima, avevamo deciso di mandare un piccolo aiuto ai familiari del defunto, ma ci siamo resi conto dell'inutilità di questo gesto, Thortuga avrà sicuramente un sistema di previdenza sociale avanzatissimo essendo il baluardo del Modernismo. Con tutto il vostro rammarico non posso accontentare le vostre richieste e chiedo che il nome della TanKiaj Industries S.p.a. non venga più associato a quel triste avvenimento. Vi porgo i mie saluti e spero che non vi facciate più sentire. Bop Kiaj Magnate della camera alta.
  4. Eppure ce le comprano e anche parecchie.
  5. Invogliare il commercio è un buon modo per distruggerlo. Il commercio deve nascere dalle esigenze in game, non da forzature che rendono sterile e schematico il commercio. Sinceramente con le produzioni industriali che permette la mod sto producendo e commericando tanto, dal punto da non riuscire completamente a soddisfare la domanda, l'opportunità di commerciare c'è, il problema sta nei player che non entrano nell'ottica giusta. La gente cerca il miglior modo per creare monopoli, non per commerciare, avere un monopolio è la via più semplice e poco stimolante per commerciare, ma naturalmente la più reditizia. Vi ricordo che le soluzioni in 5° era hanno distrutto il commercio non incentivato. E' vero che in minecrat tutti possono craftare tutto, ma sta al player convincere l'altro a spendere zenar e non tempo per ottenere una risorsa, io ci sto riuscendo, non vedo perchè gli altri utenti non ci possano riuscire.
  6. Ritiro qualsiasi affermazione ho fatto in precedenza e chiedo scusa, non mi rendevo conto che c'erano tante persone affette da questo problema, sulle psiconevrosi non si può scherzare. Il mio commento in precedenza voleva essere ironico pensando che il pvp su minecraft dovesse essere solo divertimento, non credevo che per molti fosse una costante, un'ancora di appoggio nelle loro esistenze, una fonte di sicurezza. La Mojang ha già compiuto un atto orribile, andando ad intaccare molte vite, non assecondiamo questo vile gesto e rimettiamo immediatamente il combattimento in versione 1.7, pensiamo per una volta a chi ne ha veramente bisogno. Se ci tenete alla salute degli utenti del server rimettete immediatamente la 1.7
  7. Statuto Societario TanKiaj Industries S.p.a. TITOLO I Art-1: E' costituita una società per azioni dalla denominazione TanKiaj Industries S.p.a. Art-2: La societa TanKiaj Industries S.p.a. ha sede a Niuop Art-3: La TanKiaj Industries S.p.a. ha come oggetto l'attività di sviluppo industriale ed economico della città di Niuop, svolto alla costruzione di infrastrutture cittadine e incentivazione dell'industria cittadina. TITOLO II Art-4: Il capitale sociale è determinato in zenar 2500 corrispondente al valore dei Plot Societari, ogni socio è obbligato a pagare la quota di mantenimento dei plot societari, le quote sono calcolate mensilmente e ogni socio dovrà versare la quota nella cassa comune entro il termine del mese. - L'Amministratore ha il compito di pagare le tasse di mantenimento attingendo dal fondo comune. -Le quote di mantenimento hanno un tasso pari alle quote societarie dei soci. Art-5: Ogni socio è obbligato a partecipare al fabbisogno della società mediante versamenti effettuati sotto qualsiasi forma. Art-6: Il capitale sociale è diviso per il 50% a Kiaj e al 50% a Morris Tankson Art-7: Le quote societarie non possono essere vendute o comprate da un singolo socio senza il consenso unanime dei soci maggioritari, per la ripartizione delle quote è necessaria un consulto tra i soci maggioritari. TITOLO III Art-8: Ogni socio può recedere in qualsiasi momento, non ha però diritto a nessuna liquidazione e risarcimento dei capitali investiti nella TanKiaj Industries S.p.a. Art-9 Se un socio non adempie ai propri obblighi i soci maggioritari possono richiederne l'esclusione, la decisione sarà presa da un'autorità cittadina dopo aver esaminato i fatti. La città garantirà la tutela della proprietà privata della Società e delle quote dei soci. TITOLO IV Art-10 E' considerato Socio maggioritario chi possiede una quota superiore o equivalente al 20% delle quote societarie. Art-11 Ogni decisione di straordinaria amministrazione verrà presa dopo un consulto dei soci maggioritari. Per ogni decisione il voto deve essere unanime. TITOLO V Art-12 La società è amministrata da un Amministratore Unico scelto da un Consiglio di soci maggioritari composto da un minimo di due a un massimo di cinque soci. Art-13 L'Amministratore avrà il compito di supervisionare e gestire la produzione, oltre che incentivare tutte le attività di ordinaria amministrazione. L'Amministratore verrà incaricato di pagare le tasse di mantenimento dei plot societari attingendo dalla cassa comune.
  8. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password