Brodsko

GDR e Contesto
  • Numero post

    1.506
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Numero di giorni vittoriosi

    17

1 Seguace

Su Brodsko

  • Rango
    Imperatore Dio del Jandùr
  • Compleanno 19/08/1994

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Città
    Vicenza

Accounts

  • Wiki
    Brodsko
  • Steam
    Brodesco
  • PSN
    brodesco
  • Minecraft
    Brodsko

Community

  • Forgotten Coins
    10

Visite recenti

5.983 visite al profilo
  1. Riviera Napalm è stata una lettura ostica per lo stile tuttavia non insormontabile anche perché non è un tomo tanto spesso. Ora sto leggendo questo: Dieci storie di altrettanti sopravvissuti raccontano i terribili avvenimenti di un'epoca oscura in cui l'Europa cadde nella morsa della mortifera pestilenza in grado di far rialzare i morti. Tre donne e sette uomini narrano le vicende loro e della compagnia in cui militano, in modo da lasciare un ricordo di quei terribili giorni, e perché la loro esperienza possa essere di aiuto alle generazioni future.
  2. Bentornato! Causa sessione invernale è da un po' che non entro sul Server di Mirias ma ti consiglio di farci un salto. Sai mai cosa trovi.
  3. Dopo il Crollo, l’estate dura sei mesi e in Emilia Romagna vigono i decreti anti-mutagene. Gli inquisitori di Bonificato I, papa morto tre volte e risorto due, premono sulla Linea Gotica, difesa da falangi di culturisti ultrà. Albanesi bionici pirateggiano l’Adriatico, brodo di scorie e orrori radioattivi che gli intrepidi Vigili del Fuoco irrorano di Napalm. I cellulari non prendono quasi mai, le cedrate costano un rene e il luppolo è uno dei monopoli a marchio Koop. Dalle Due Torri al Cocoricò, dall’autodromo di Santa Monica alle Valli di Comacchio, tra Bagnini-sceriffi, robo-cassiere e predoni della VR46, l’ultimo dei Bolognesi e il mutante più sborone di Riccione battono gli asfalti e le sabbie della Riviera al ritmo snuff-glamour dell’unico network, Radio Attiva. Il Cinno e il Gasato picchiano duro e non accettano compromessi: nemmeno di fronte all’Apocalisse.
  4. Ok, continuiamo ad usare il mezzo forum. Quali sono le proposte delle diverse città? GDR off per cortesia.
  5. Io stasera sarò presente, non ho ricevuto alcuna risposta.
  6. Propongo riunione TS per Lunedì 22 alle 21.
  7. Appena a casa stilo un breve recap. Serve però che ci troviamo a discutere prima dei contenuti del testo che sulle date degli accordi. Il topic riassuntivo esiste già ed è il seguente: Ora dobbiamo solo far collimare le proposte. La mia l'avete già letta e la riassumo in pochi semplici punti: Creazione di un organismo internazionale atto al mantenimento e il perseguimento della pace. L'Alveare ottiene l'indipendenza in cambio di un riscatto rateizzato da definire. Inoltre concederà il libero transito da e verso il Nether. Spes si dota di un organizzazione statale in grado di equilibrare le forze popolari ed oligarchiche. Una divisione internazionale ha il compito di vigilare a Spes e nell'Alveare il mantenimento degli accordi presi.
  8. Off Ho apprezzato fino in fondo questa piccola ma fondamentale testimonianza. Riesci a salvarla nella Wiki?
  9. Non ringraziare che poi appari troppo foca e non va bene

  10. Bboni, ttate bboni. Lo staff non prenderà in considerazione alcuna candidatura non seria.
  11. Direi che, per il bene del GDR, sia indicata una ristretta di personaggi GDR\Utenti i quali dovranno al loro meglio gestire la conferenza. Ci dovrà essere minimo un rappresentante per fazione (Alveare, ESPEDI, ESPEDIL) più il moderatore proveniente da Niuop. La supervisione dello Staff GDR è necessaria allo stesso modo. Il mio consiglio è che come moderatore niuoppiano si scelga @Acciaio95 e come supervisore dello Staff qualcuno con grande esperienza nel GDR. Tra le fazioni, invece, bisogna che ognuno scelga il proprio retore tenendo conto che non verranno accettate candidature poco serie.
  12. Allora.. King: Presidente Pablo Ramiro Stardel (Stardel)Mayor: Segretario Aleandro Ramirez y Frenkovìc (Fr3nky94)Democratico: Eremrem Digres (DigreS)Farmer: FiozAntipuccio: Sky_TntBrontolone: AcciaioSimpatico: AcciaioOdiato: _JollyX_Supporter: MoradonxNazione: Repubblica Modernista di Sant'ElioCittà: ThorvilDinastia: Famiglia BrodskoOpera Culturale: "L'arte della guerra" di Richard PotterberryNome: Miluna Chiedo scusa se ho scritto male qualche nome, probabilmente aggiungerò altre candidature in futuro.
  13. Benvenuto MrMortis! Sei arrivato un attimo tardi dato che il nostro server GDR di punta ha chiuso i battenti meno di un mese fa ma non ti disperare, prossimamente lo Staff vi presenterà delle valide alternative nelle prossime settimane. Nel frattempo, se vuoi, siamo ben aperti ad ogni buon consiglio per una futura settima era che, al momento, è solo sulla carta. Buona permanenza!
  14. Proposta del Lungo Periodo Sulla Wiki di Thortuga ho fatto risalire la crisi demografica al conflitto legato alla Battaglia dell'Adegun Orientale. ( http://wiki.forgottenworld.it/mc/Battaglia_dell'Adegun_Orientale ) In pratica descrivo che il così nominato "Secondo grande crollo demografico" è stato provocato dallo stato di guerra il quale è causa di devastazioni, contrazione del commercio internazionale, crisi alimentari, pandemie, riconversione economica da beni di consumo a materiale bellico e sfiducia generale nei mercati. La mia proposta è di legare in un unico grande continuum vecchia crisi con la nuova, nel 3056 d.F. ( appena 17 anni dalla conclusione del conflitto) una nuova guerra getta nella disperazione il piano e ne causa una continuata decrescita demografica. Proposta della pace negoziata Il secondo punto è ora decidere cosa accade durante la Guerra Civile di Spes. Nel 3056 d.F. siamo ad un passo sul baratro dopo una serie di attentati, recriminazioni e colpi di mano. La naturale prosecuzione dell'evento sarebbe stata la guerra ma io sono un inguaribile ottimista e quindi propongo che le fazioni si trovino nell'unica città neutrale, Niuop, e che attraverso un bel GDR comunitario si trovi un accordo tra le parti. Magari l'Alveare avrà la sua indipendenza dopo tot anni e in cambio di un tributo da versare a Spes. Spes allarghi il suffragio ad universale ma mantenga qualche ordine costituzionale oligarchico o chissà cos'altro. L'importante è che, per una volta, sia la penna a vincere sulla spada.