Vezzo

Membri
  • Numero post

    386
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Numero di giorni vittoriosi

    5

Su Vezzo

  • Rango
    Sergente del Jandùr
  • Compleanno 17/07/1995

Informazioni Profilo

  • Genere
    Male
  • Città
    Romano di Lombardia, BG

Accounts

  • Steam
    VezzoXCV
  • Minecraft
    Vezzo

Visite recenti

554 visite al profilo
  1. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  2. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  3. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MODERNISTA, visti gli articoli 41 e 42 della Costituzione, Titolo II, sezione Poteri dello Stato e vista la non violazione della Costituzione, della legge e dei Principi Modernisti promulga il seguente emendamento, approvato con Seduta VIII dell'Assemblea del Partito Modernista in data 24 Staildur 2982: Thortuga, 24 Staildur 2982
  4. Il neo-Presidente Hernanvez sta assistendo a tutto questo, lasciando parlare e discutere Morazon e Corvus. E due dubbi lo attanagliano. Il primo, è per cosa stia la D di William D. Corvus, mentre il secondo è come sia possibile che un tesserato rispettabile come Morazon possa dubitare della potente intelligence del Partito. Avendo timore dell'aura oscura sprigionata da Corvus, si avvicina quindi al fratellastro di Carrera per risolvere il secondo suo dubbio. Mio caro Rafael, mi permetto di darti del tu, come tu potrai fare con me. Nella storia, le diverse Unioni Moderniste che si sono succedute nelle diverse ere, una cosa non è mai mancata. Un'agenzia, un'intelligence, formata da uomini al servizio del governo. Questi uomini sono stati capaci, tramite la loro rete informativa, di proteggere la nostra nazione evitando numerosi conflitti armati. Un tempo, il Direttorio Informativo dava forza e sicurezza all'Unione delle Repubbliche Minerarie Moderniste, senza che i soldati della leggendaria Armata Rossa alzassero una spada. Oggi questo compito tocca al D2. Ora, per permettere a questa entità di agire nella maniera più efficiente e sicura possibile, è necessario che il maggior numero possibile di persone resti all'oscuro delle meccaniche vigenti all'interno del D2. Io stesso so a malapena della sua esistenza. Invito te, e tutti i membri di questa assemblea a prendere una scelta. I documenti li avete visti. I fatti li sapete. Ora, votate. Successivamente il Presidente, iniziando a sudare freddo, ma facendosi coraggio, si girò verso William, e gli pose la domanda fatidica: William D. Corvus. La D sta per...?
  5. Dopo la proclamazione del vincitore delle elezioni, Emilio si alzò, con dei foglietti in mano, e si diresse verso il governo, invitandoli a sedere insieme all'assemblea, con lo scopo semplice di non dar loro le spalle durante le parole che stava per dire. Segretario e relativi sottosegretari sedettero in prima fila, dopodiché, iniziò il suo discoro: Un pescatore arriva al fiume, prepara la sua attrezzatura, impugna la canna e lancia la sua lenza. Quindi il pescatore aspetta. Aspetta. Aspetta. Aspetta. Aspetta. Aspetta. Aspetta. Aspetta. Aspetta fino a quando qualcosa inizia a tirare la lenza. È in quel momento che il pescatore deve cominciare a tirare a sua volta. E quando, usando la sua forza, avrà vinto lo scontro e tirato su la lenza, potrà vedere i frutti del suo lavoro, e gli si apriranno due scenari: Nel primo scenario, il pescatore tira su un bel salmone, di quelli ben cresciuti, mentre nel secondo scenario appeso alla lenza si trova uno stivale. Ma anche se pescasse lo stivale, può comunque rigettare la lenza e riprovarci. Questa metafora, rappresenta un po’ il Partito, che costituisce il cuore di questa nazione. Esso compie scelte, decisioni. Può effettuare una scelta, la quale si può dimostrare corretta e sensata; Può effettuare un’altra scelta, che però stavolta si dimostra quasi catastrofica. Ma sapete cosa distingue il Partito da qualsiasi altra entità, umana e non? Il Partito, quando cade, si rialza. Sempre. Anche dopo mille anni. Ma si rialza. Checché se ne dica, la nostra nazione sta vivendo un periodo di splendore. Siamo in pace, niente e nessuno minaccia e minaccerà la prosperità di questo stato. Lacerarsi un dito mentre si taglia un panino per infilarci dentro una braciola di Ocelot non vuol dire ferirsi, sia chiaro. Se qualcuno si scoraggia per così poco, allora, forse, è meglio che lasci qui la sua Tessera e lasci questa Duma. Adesso. Per concludere, ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto in questa elezione. Ma soprattutto, ringrazio coloro che non mi hanno scelto come loro ideale di Presidente. Perché questa è la Forza del Modernismo. La Forza di poter decidere, fare una scelta e non doversi pentire di averla fatta. Nessuno di quelli tra voi che ha votato De la Bresa o Gravela finirà a Vorkuta. La Forza della Libertà, signori miei. Grazie.
  6. Modulo 32/b Nome candidato: Emilio Horacio Hernanvez Discorso: Ci sono tanti uomini che hanno simboleggiato e simboleggiano tutt'ora il Modernismo. Uomini che hanno lo spirito rosso al posto del sangue. Uomini che hanno dato la vita per realizzare tutto questo. Il Presidente Stardel è uno di questi. Fra qualche anno, i nostri figli studieranno la sua biografia a scuola. Ma dobbiamo pensare al presente. Il Presidente non c'è più, e dobbiamo decidere chi prenderà il suo posto. In questa assemblea ci sono tantissimi uomini altrettanto validi a ricoprire questo buco, e che possono svolgere un ottimo lavoro. In questa assemblea ci sono tantissimi uomini che vorrebbero finire sui libri di storia di domani. Sono una persona ambiziosa, penso oramai lo sapete. Alle scorse elezioni tentai la scalata al ruolo di Segretario. Questa volta tento la via Presidenziale. Voglio il mio nome scritto su quei libri. E' un pensiero egoista? Probabilmente sì. E' l'egoismo di chi ha speso una vita a compiere piccoli gesti che rendono grande questa nazione. E' l'egoismo di chi è nato da persone che hanno fatto altrettanto. Juan Pablo Hernanvez ha passato una vita in miniera a cercare oro e diamanti con il solo scopo di costruire questa città. Suo figlio Alvaro ha passato la vita disboscando la giungla di quest'isola. Suo figlio Emilio sta passando una vita a pescare pesce per nutrire questa nazione. Ma Emilio non è soddisfatto. Emilio vuole di più. Emilio vuole guidare questa nazione, ed ha bisogno di voi. Tutti insieme, per il futuro di Thortuga.
  7. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  8. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password