• Annunci

    • goldr31

      Arene pvp pronte e utilizzabili!   25/11/2017

          Qui per leggere tutti i dettagli sulle arene pvp!
    • goldr31

      Come entrare a Karaldur senza problemi!   25/11/2017

      Leggete qui!
         
    • goldr31

      Contatti con lo staff Karaldur tramite messaggistica o social network   28/11/2017

      Salve utenti,
      si crea questo topic per avvertire di un fenomeno disdicevole e che, purtroppo, si sta diffondendo sempre più:
      contattare lo staff per problematiche del server attravero social network e applicazioni di messaggistica.
      Questo comportamento, portato all'estremo, porta lo staff a ricevere notifiche, anche in tarda ora, quando dovrebbe essere concessa la tranquillità che naturalmente spetta.
      Per questo siete tutti invitati, se non esplicitamente autorizzati dallo staff che state contattando (e ciò non significa che vi risponde e basta, ma che sarebbe gradito che chiedeste se potete contattarlo per faccende di server), a non contattare lo staff di Karaldur tramite canali di messaggistica o social network nei profili privati.
      Vi sono i ticket, vi sono i topic di supporto, gli mp del forum e la chat del server.
      Grazie.
    • goldr31

      Ispezioni e lag   08/12/2017

      Leggete qui, importante!  
    • goldr31

      Cambiamenti regolamento   09/12/2017

      Leggere qui, importante.

Farumir

Membri
  • Numero post

    27
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Farumir

  • Rango
    Colono del Jandùr

Visite recenti

419 visite al profilo

Stato d'animo

  • Spento
  • Mi sento Spento
  1. Come detto, non ci sono problemi se questo è garantibile.
  2. Magari, questa è la mia speranza e il mio obiettivo.
  3. Certo. Spariscono mura, strade, edifici secondari (????????????????????) ma rimane un palazzo intero. Sensato. L'unica via con cui sarebbe rimasta la città per intero era garantire che non venisse riplottata, ma non c'è stata.
  4. Allora questa frase E' totalmente stupida E' lo staff, a mio parere a dover naturalizzare le città "Esplose". (Cosa che a occhio e croce non faranno, oppure lo faranno fra "Svariati mesi") Sono disposto ad assumermi la responsabilità per la tua retina. E comunque, ripeto, è per questo che lo staff dovrebbe naturalizzare la zona come si deve.
  5. Abbiamo cercato di evitare in qualsiasi modo di prendere una decisione del genere, ma dopo aver parlato con lo staff si è giunto a questa conclusione. La preoccupazione per il gdr non è necessaria. Un rollback a prima del grief? Non esiste. Non esiste perché così non è stato fatto con le città che hanno preso la nostra stessa strada. Non esiste perché la città appartiene ai giocatori di Ardetia e non al Server. Insomma, la Padania ai Padani, Ardetia agli Ardetiani. ^ Questa riflessione risponde più o meno a tutto.
  6. Per rispondere agli acuti osservatori della Dynmap, non è un bug grafico.
  7. Ieri si è tenuta la seduta pubblica straordinaria del Concilio della Parìa riguardante la “Ribellione del Deserto” e la diplomazia generale. A questa seduta hanno partecipato come spettatori tutti i membri del Concilio Minore, alcuni giornalisti e pochi invitati da un membro della Parìa. La seduta è stata aperta con l’annuncio del Lord Primo Ministro dell’ordine del giorno ed è stata caratterizzata immediatamente da una vivace discussione tra i Nobili. Il primo argomento affrontato trattato è stato la “Ribellione del Deserto”. I pareri erano in larga parte favorevoli ad un aiuto economico ed ad una tutela militare al neonato Regno fino a quando esso non sarà in grado di proteggersi in modo autonomo, ma non sono mancati pareri avversi. In minoranza in seduta erano i neutrali, cappeggiati da Lord Alois, sostenitori dell’idea che La ribellione è un affare interno allo Shogunato e perciò debba essere risolto dallo Shogunato stesso senza intereventi esteri e che al massimo il Regno potesse condere aiuti di tipo economico ai ribelli. Molto pochi sono stati i nobili contrari; essi erano cappeggiati dal nuovo nobile Lord Wander B. Kaine, considerato dai più come voce della alta borghesia ardetiana all’interno del Concilio della Parìa, e sostenevano che il Regno dovesse essere superiore a queste questioni estere e puntare la propria attenzione al rafforzamento della flotta militare per tutelare autonomamente i propri interessi nei mari. Il vertice della discussione è stato raggiunto con un accesso discorso del Lord Primo Ministro, Friedrich Conrad Tìvon, pienamente a favore degli aiuti economici. Ne riportiamo i passi più significativi: “Come possiamo noi ritenere che gli affari dello Shogunato non ci tocchino? La provincia di Lephion confina direttamente con noi e l’instabilità in quella regione non può che nuocerci. Se un governo centrale non si afferma bande di briganti fioriranno per tutto il territorio e i briganti non conoscono confini.” “Le finanze di Ardetia sono più che in grado di concedere un prestito di media-lunga durata al Regno di Lephion. L’investimento di questi soldi sarebbe direttamente controllato da emissari del Ministero dell’Economia affinchè essi non vengano usati per attività a noi contrarie o per qualsivolgia attività dannosa.” Al termine del discorso alcuni membri del Concilio Minore presenti hanno applaudito al, rompendo l’etichetta, ma questo strappo alla regola è stato tollerato. La successiva votazione ha decretato la vittoria degli interventisti e l’ufficiale impegno del Regno di Ardetia a sostegno del Regno di Lephion. Successivamente è stata annuciato al Concilio la linea diplomatica decisa dall’A.C.P.S.M. verso le altre nazioni. L’Alto Consiglio si è espresso in favore della rivoluzione di Volgard e ha deciso per un tentativo di riavvicinamento diplomatico, ma esso è reso difficile dalla confusione che regna ancora nell’Inquisizione poichè non è ancora chiaro chi sarà la futura guida degli Inquisitori. L’A.C.P.S.M. ha deciso per un totale disconoscimento del nuovo ordine politico all’interno di Zerdur e un conseguente disconoscimento dell’Impero sostenendo che solo un popolo di barbari senza i rudimenti dell’organizzazione umana potesse concepire un sistema del genere. Nei confronti della città di Ejitel la Regina, coadiuvata dalla due massime cariche del Regno, ha deciso di non intrattenere rapporti diplomatici, ma anche di preparare l’esercito ad interventi immediati nella zona. Al termine della seduta gli Ardetionalisti radunati fuori dal Palazzo del Concilio hanno applaudito alla decisione del Concilio. Il filosofo dell’ardetionalismo David Venn si è detto “rallegrato e sollevato dalla votazione favorevole” ed ha sostenuto che finalmente il Lord Primo Ministro ha ammesso di essere un ardetionalista, come alcuni altri nobili in segreto. Questa ultima affermazione è stata pienamente sconfessata dalla segreteria del Primo Ministro del Regno.
  8. Ad Alentras Eremtòr, Primo Re di Lephion Leggo tra le Vostre righe la sofferenza che un Sovrano porta quando vede il proprio popolo reso soggetto. Le Vostre parole hanno toccato l'interesse del Concilio e l'animo gentile della nostra Regina. Tuttavia, più di tutto ci ha colpiti l'atteggiamento disonorevole dello Shogunato di Kushima e dello Shogun stesso, che al contrario dovrebbe rappresentare l'incarnazione dell'onore. E' inaccettabile che questi sia pronto a rinunciare all'indipendenza propria pur di non cedervi la libertà, sottomettendosi per giunta all'uomo più deplorevole di questo Piano, che fu solo causa di male per le nazioni che lo ospitarono in tempi non tanto lontani. Prendendo atto di ciò, del Vostro puro desio di libertà e con la speranza che Voi non ripetiate gli errori di quelli che poco tempo fa furono Vostri padroni, il Concilio e la benevolenza della nostra Regina hanno decretato in favore della Vostra richiesta, in termini diplomatici ed eventualmente economici. In fede che siate un sovrano per il popolo, Albert Alois, Alto Cancelliere del Regno, f.f. di Ministro degli Esteri.
  9. La sera stava calando su Ardetia. Le persone si stavano ritirando i banchetti per poi rincasare. Poche carrozze procedevano per la via principale della città. "È adorabile tutta questa calma. Magari tutte le nazioni fossero come questa strada: ordinata e pulita; si avrebbero molti meno rompicapo". La carrozza, scortata da due guardie, passò davanti ad un gruppo di ragazzi che alla vista di essa si portarono la mano al cuore e fecero un profondo inchino. "Ecco altri Ardetionalisti. Non sono molti, ma bastano per far sentire la loro voce. Sono persone strane: vogliono che Ardetia partecipi ad ogni conflitto per affermare la superiorità del Regno, ma non osano manifestare siccome per loro il potere costitutivo è sacrosanto; per loro la Regina è sacra e non sono degni di guardarla; salutano in questo strano modo ogni nobile del Regno. Dovrei leggere l'opera fondamentale del movimento: Il destino manifesto di David Venn". La carrozza si fermò. "Siamo arrivati a destinazione". Una guardia aprì la porta mentre l'altra si metteva sull'attenti. All'uscio della dimora c'era uno dei cittadini più influenti di Ardetia. "Hans Valid. Si sarà comprato quel vesito con i proventi delle sue coltivazioni. Da piccolo coltivatore di patate a voce più influente del Concilio Minore. Ne ha fatta di strada". Valid fece un inchino. -E' un piacere ricevervi nella mia umile dimora Lord Primo Ministro.- -E' tutto fuorchè umile la vostra residenza- Valid sorrise. -Lasciate che vi accompagni nella libreria- I due si incamminarono. "Strana moda quella dei salotti politici. Utile, ma lo stesso strana. La politica non dovrebbe essere fatta in una libreria, ma solo ed esclusivamente al Concilio". La sala era sfarzosa oltre modo: volte elaborate, migliaia di libri nei vari scaffali, numerose poltrone e tavolini con elaborate gambe. "Probabilmente in questa stanza sono riuniti alcuni dei più influenti uomini della nazioni tra nobili e ricchi borghesi. Ecco il neo ministro dell'economia: Lord Thomas Sirfall con la consorte e il nuovo membro della Parìa Lord Wander B. Kaine. Quanto erano belli i tempi in cui i nobili stavano con i nobili e i borghesi con i borghesi; c'era più chiarezza con i poteri". -Lord Tìvon!- squillò una voce femminille -è sempre un piacere vedervi!- Friedrich fece un leggero inchino come richiedevano le buone maniere. -Piacere mio Lady Sirfall- "Donna fuori dagli schemi. E' l'unica donna ad Ardetia senza potere che si permette di fare domande sul potere. Da ammirare il suo coraggio di rompere gli schemi". -Ho sentito che avete molto da fare ultimamente. Molti nazioni attraversano un fermento rivoluzionario. Buona parte della borghesia del Regno è in subbuglio per motivi economici e ideologici. Lo stesso Valid non cela le sue incertezze - abbassò la voce - certamente vi ha invitato qua per sentire le intenzioni del governo- -Non mi sorprenderebbe. Ogni azione di quel uomo ha dietro un fine- Passò un cameriere offrendo flute riempiti di spumante. Friderich ne afferò uno, Lady Sirfall imitò il gesto e così fece una terza persona. -Spero vi stiate godendo l'evento Lord Primo Ministro- -Il vostro spumante è sempre il migliore di Ardetia - "Su questo non mento" - Io e Lady Sirfall stavamo parlando di politica estera- -Argomento quantomai interessante e attuale al giorno d'oggi. Molti altri memebri del Concilio Minore aspettano con trepidazione il pronuciarsi del governo regio. Alcuni sostengono che Ardetia debba rimanere neutrale poichè i vari fermenti non toccano minimamente la nostra economia; altri invece, perlopiù Ardetionalisti, sostengono che questo sia il momento giusto per espandere la nostra influenza. Pur non essendo Ardetionalista condivido quest'ultima posizone- -Vi posso assicurare che la nostra econimia è in una botte di ferro. Il liberalismo economico che ha sempre contraddistino Ardetia ha reso la nostra economia forte più che mai. Le future decisioni avranno solo motivazioni diplomatiche- -Se mi posso permettere: l'A.C.P.S.M. ha già ideato una strategia diplomatica? Il tempo stringe- Fridrich sorrise. -Certo, ma lo saprete a tempo debito- "Continuo a sostenere che si stava meglio con una più netta divisione". [...] Era notte tarda, ma Friedrich non aveva tempo. Camminava frettolosamente verso il suo ufficio. "Hans Valid ha ragione: il tempo stringe" Il fuoco stranamente era acceso nel camino del suo ufficio. "Solo una persona può essere sveglia a quest'ora" Entrò nell'ufficio silenziosamente, chiuse la pesante porta e si sedette sulla poltrona libera. -Conrad ho parlato con l'Alto Cancelliere oggi per sentire il suo parere sulla situazione attuale- -Buonasera anche a te Alysian- La Regina ignorò il suo sarcasmo e continuò. -Albercht sostiene che dovremmo vedere di buon occhio la rivoluzione di Volgard; dovremmo dovremmo sondare le opinioni del nuovo governo. Facendo così potremmo parzialmente smilitarizzare il confine Sud per far convergere le truppe verso il confine Nord-Est.- -Ha pienamente ragione. Il punto più cruciale è la rivolta di Lephion.- -Siamo tutti preoccupati per lo sviluppo della rivolta. Dalagon ha dato il sostegno alla rivolta, Thorvil ha mandato equipaggiamento verso Lephion, ma Forgon Bopville non si è ancora espressa; sembra che la nazione modernista sia indecisa al suo interno. Il segretario del partito non si è ancora pronunciato. Noi non abbiamo ancora preso posizione.- -Il mio parere è il seguente: dobbiamo intervenire in modo diretto. All'inizio anche io ero per la neutralità. Le questioni di Kushima non ci hanno mai toccato molto. Ora è diverso: Eselvil sta attraversando una crisi politica e il suo ordinamento è stato sconvolto visto l'assenza di molti senatori. E' notizia recentissima che la riformata Eselvil come primo atto si è offerta di aiutare Kushima a sopprimere la rivolta a patto che alla fine della guerra lo Shogunato venga annesso a Zerdur. Questa annessione porterebbe ad un netto scompenso delle forze in campo e non possiamo permetterlo; lo status quo non deve essere alterato.- -Questo tuo discorso mi trova completamente d'accordo. Anche il Concilio nelle sue riunioni ha mostrato propensione verso questa politica.- -Perfetto. Non ci rimane che ufficializzare la posizione del Concilio e spedire le missive.- -Un'ultima cosa Alysian. Penso che questa dovrebbe essere la nostra ultima grossa decisione. Le cose sono cambiate e si evolvono. Noi siamo invecchiati, non so per il futuro avremmo ancora la forza.- -Cosa vuoi dire?- -Voglio lasciare il mio ruolo da Primo Ministro in favore di mio figlio. E' preparato, ha mantenuto fede alla tradizione dei Tìvon. Penso che tu debba abdicare in favore di tua figlia Sophie Ann.- -Ci rifletterò- La regina si alzò e si diresse verso i suoi appartamenti. "Argomento difficile. Meglio bere un bicchiere di vino ardetiano." Gdr offerto da Tione (Seguiranno altri GDR)
  10. Alla Ierocrazia di Lumvalos nella persona del Venerabile Officiante Selthis Marok Biranmun Il Regno di Ardetia ha sempre cercato di mantenere relazioni di pace con tutti i popoli di Jedur. Per quello, Venerabile, sono felice dei Vostri ringraziamenti. Da parte nostra, non posso far altro che riconfermare il rapporto di neutralità tra le nostre Nazioni. Tuttavia, Venerabile, devo avvisarvi: Nel mio piccolo, sempre invano, sempre illuso, ho tentato di perseguire ideali di pace, ma fallisco. Esistono popoli, Venerabile, che per natura sono i primi ad arrecare offesa, e proseguono nei loro atti ostili, adducendo motivi di dubbia moralità. In fede, L'Alto Lord Cancelliere Albert Heinrich Alois, facente funzioni di Ministro degli Esteri.
  11. All'attenzione di Lord Kevin Brandon Vombas, Alto commissario agli Affari Esteri del Regno di Ardetia. Mi spiace che le mie parole siano state fraintese e per questo ci troviamo in questa situazione. Con neutralità si intende che la nostra nazione non si impegna a schierarsi in maniera ostile e organizzata ai danni della vostra con tentativi di occupazione del vostro territorio o attacchi alle vostre città. In virtù di questo non mi sento di riconoscere nelle battaglie per il controllo dei fortini alcuna violazione dei patti che precedentemente ci legavano, dato che non erano stati pattuiti nessun tipo di accordi in merito. Rifiuto quindi a nome di Zerdur il pagamento della cifra addebitataci e anzi vi invito a chiarire meglio in che modo si ha intenzione di spartirsi i successivi fortini al fine di evitare successive rappresaglie. Tinàn Opucìs Walnut All'attenzione del Ministro degli Esteri Tinàn Opucìs Walnut. In nome di S.A.R. Alysian Elendir e in nome del Concilio di Ardetia. Condivido il vostro dispiacere. Tuttavia, il concetto di neutralità che mi espletate giustifica solo la Vostra partecipazione al mero tentativo di conquista del fortino Moradon, ufficialmente, una volta, territorio conteso. Non vedo comunque come le vostre parole possano giustificare l'attacco, oggettivamente ostile ed organizzato al fortino Maser Pot, legittimo territorio del Regno di Ardetia. Per quanto riguarda la condivisione dei nostri piani militari, non riteniamo che sia più necessario né conveniente parlare di ciò, vista l'attuale condizione. In fede, l'Alto Lord Cancelliere Albert Heinrich Alois, facente funzioni del Ministro degli Esteri del Regno di Ardetia.
  12. Sistema di stazioni: Pro: // Contro: Il tempo per il No-PvP di cinque secondi; Per prendere un warp dopo averne già preso uno c'è un CD di 30 secondi. Sarebbe da ridurre a un secondo il No-PvP se non addirittura annullarlo. Il CD del warp sarebbe totalemente da annullare, visti i 10 secondi per fare il tp. Fasce climatiche, risorse localizzate e tempo di crescita: Pro: "Realismo"... Circa. Contro: Dovevano far si che aumentassero i commerci sul piano internazionale... ma ad aumentare è stato il baratto, perché è decisamente più conveniente. Talmente conveniente che per ora l'uso della moneta a quello scopo è molto limitato. Scadenza cibo: Pro: // Contro: // Pvp in towny: Pro: // Contro: Regentowny. Il Regentowny è il massacro del PvP stesso. Credo che il ragionamento dietro la sua introduzione sia radicata nel concetto che i difensori debbano essere avvantaggiati, ma a parer mio questo vantaggio è eccessivo: I difensori sono già avvantaggiati dal gioco stesso di per sé. Pvp in wild: Pro: // Contro: // Sistema di villaggi Exp e Boss: Pro: // Contro: Timer kill/respawn boss Mentre prima, una persona poteva attendere da un boss morto per far saltare il timing ad un gruppo avversario, adesso basta leggere in chat anche esattamente la persona che ha fatto la kill, e sa esattamente quando respawna. Se il boss fosse uno, la cosa sarebbe "Accettabile", ma mi sembra siano abbastanza. Mappa forgondur: Pro: // Contro: // Sistema monetario e bilanciamento economico: Pro: // Contro: Per via delle fasce climatiche sul piano internazionale non è funzionale, e per il piano nazionale per adesso l'ho visto solo per pagare le tasse o per tentare di vendere una "Città". Evidentemente il problema è derivante anche dal fatto che la moneta sia fisica, il che è un bell'impedimento. Introduzione Master GDR e progetto MARBM (Considerandola ancora come una beta): Pro: // Contro: Sono necessari più Aliciresolah; Inoltre dovevano arrivare dei malus più soggettivi in momenti precedenti a quello globale.