digreG

Membri
  • Numero post

    1.044
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Numero di giorni vittoriosi

    7

Su digreG

  • Rango
    Re del Jandùr

Informazioni Profilo

  • Genere
    Not Telling

Accounts

  • Wiki
    http://wiki.forgottenworld.it/Digres
  1. Credo che il miglior modo di fugare questo timore sia andare avanti con chi c'è. Cercando di stimolare la produzione dii contenuti interattivi e se si riesce motivanti, anche per altri gruppi di gioco (nazioni/città/eremiti). Nel mese di luglio ho notato un rinnovato interesse, si è tornati ad una media di venticinque e più presenze online contemporanee, il GdR internazionale sembra si stia un minimo ridestando, aspetto agosto con ottimismo. Poi a settembre si vedrà. Certo che un po di pepe dallo staff renderebbe il tutto più gustoso, speriamo. Su una cosa però sono pessimista : la classifica server in minecraft-italia! Non è possibile che la comunity raccolga meno della metà dei voti di quanti siano gli Admin/staffer/helper che la gestiscono. Probabilmente non conta molto, ma certo galleggiare intorno al 20° posto non aiuta ad avvicinare nuovi player.
  2. Discorso per la pace nel Karaldur Discorso sulla pace e la civile convivenza dei Popoli e delle Nazioni "L’occasione di questa ricorrenza ci vede riuniti in pace, ma sono ancora vivi nei nostri cuori i timori per una guerra globale fra importanti Nazioni del Karaldur, che hanno lacerato governi e popolazioni, causato vittime e crisi economiche, dolore e sofferenze tra i cittadini. Grazie al paziente sforzo diplomatico di coloro che hanno creduto nella pace, in questo frangente il rischio di sprofondare nell’abissale baratro di una guerra globale è stato scongiurato. Temiamo però, che il rischio del ripetersi di tali tragiche premesse non sia scongiurato per sempre. Esistono situazioni e contesti in cui le fiamme di nuovi conflitti si alimentano nascoste tra le braci sepolte sotto la cenere dei nostri focolari. Se questa tragica prospettiva dovesse realizzarsi siamo convinti che in caso di guerra la successiva pace imposta con la forza ai vinti conterebbe in sé gli elementi di un'altra guerra, con il conseguente rischio di trovarci nuovamente di fronte ad un conflitto globale permanente. Proponiamo per queste ragioni a Voi qui presenti, ed insieme a tutte le Nazioni ed i Popoli del Karaldur di promuovere la fondazione di un tavolo internazionale di confronto permanente, intorno al quale i rappresentanti di tutte le Nazioni aderenti possano risolvere le contese e ridurre il rischio di conflitti con gli strumenti della diplomazia, della giustizia e dell’equilibrio. Dovrà trattarsi di uno strumento di pace basato sull'eguaglianza delle Nazioni, sull'autogoverno dei Popoli, sulla libertà degli Uomini, dei commerci e della libera navigazione nei mari del piano, su una riduzione generalizzata degli armamenti. Questo organismo dovrebbe avere sede a Spes, come stato garante di neutralità, si dovrà dotare di un Regolamento liberamente dibattuto con spirito largo e assolutamente imparziale di tutte le rivendicazioni, fondato sulla stretta osservanza del principio che nel risolvere il problema della sovranità gli interessi delle popolazioni in causa abbiano lo stesso peso delle ragionevoli richieste dei governi, i cui titoli dovranno essere stabiliti dalle Nazioni aderenti. Con la speranza che questa ambiziosa proposta venga accolta e veda la luce diamo il benvenuto a Denrak a tutti Voi, salutiamo i vostri Popoli e dichiariamo aperta la cerimonia." Estratto dal discorso di apertura della cerimonia per il I decennale della fondazione del Regno Tenuto da Re Digres il il 1° Darbis di Viljan del 2979 d.F. OFF:
  3. Estratto dal libro commemorativo Il Popolo del Regno Denrak, libera unione di libere genti, celebra oggi il decennale della fondazione del Regno. Fu la necessità, allora, a far nascere quell’unione sotto la spada di Re Rinnalfu. Oggi, quella pianta nata dal seme della ricerca della sicurezza, è un albero fiorente e vigoroso. I suoi rami si stagliano verso il cielo speranzosi e curiosi alla ricerca di nuovi orizzonti di nuove scoperte. Alla sua ombra le donne, gli uomini e le genti di Denrak godono la libertà ed il rispetto delle loro idee e dei loro sogni. Le sue radici si alimentano del lavoro volontario e spontaneo di ognuno secondo le proprie capacità ed interessi. Oggi Denrak è una città prospera e felice, aperta nel segno della pace alle nazioni, alle genti ed a tutti gli uomini del Karaldur. Fermo bastione contro l’ingiustizia e l’oppressione dei deboli e degli sfruttati. Nel ricordo di questo giorno e nella speranza di giorni ancora migliori, a nome di tutti i cittadini del Regno, Vi accolgo graditi Ospiti. Estratto dal discorso di apertura della cerimonia per il I decennale della fondazione del Regno Tenuto da Re Digres il il 1° Darbis di Viljan del 2979 d.F.
  4. Farò in tempo per la festa di stasera a Denrak, è per le 21,00 ....devo correre

     

  5. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  6. Questo messaggio non può essere visualizzato perché si trova in un forum protetto da password. Inserisci Password
  7. L'aria fumosa e densa della Locanda era impregnata degli odori variegati delle differenti pietanze. I commensali ai vari tavoli chiacchieravano tra loro, le loro voci si fondevano in un brusio indistinto, rotto ogni tanto da una risata fragorosa o da una esclamazione che esplodeva troppo su di tono per effetto dell'alcol. <Si mangia divinamente, ma che fastidio questo chiacchiericcio, non ho capito cosa stai dicendo> Si lamentò Lentor portando la mano all'orecchio come a voler isolare le parole dell'amico di fronte. Adamelk ripose il cucchiaio nella fumante zuppa spessiana, e dopo aver sorseggiato con soddisfazione del magnifico Rosso delle Valli del Den, ripetè a voce più alta: <Ti stavo dicendo che tra il 1° Darbis ed il 10° Lebis di Viljan a Denrak è prevista festa grande, celebrano il decennale della fondazione del regno. Si dice che sarà una cosa grandiosa: cerimonie, spettacoli, feste e banchetti.... Vogliamo andare anche noi?> <Ottima idea, sai è da tempo che penso comprare un paio di botti di questo nettare, potrei farlo direttamente dal produttore, qui lo fanno pagare a peso d'oro.> rispose Lentor. Adamelk alzò il calice e disse: < E sia, se troveremo un buon affare ne prenderò una botte anch'io. .. Poi ho sentito dire che le denrake siano donne affascinanti e raffinate, chissà se oltre la botte piena ci ritroviamo tra le braccia anche una Denraka ubriaca... > ed esplose in una fragorosa risata. Le parole fra i due amici, quasi fossero animate di una vita propria passarano di tavolo in tavolo, alimentando battute e discussioni. Fatto sta che quella sera la notizia aveva fatto il giro di tutta Spes e non solo. OFF: