Search the Community

Showing results for tags 'Guerra'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • News
  • Minecraft
    • Karaldur
    • Jet
    • Laboratories
    • Pixelmon
    • Mirias
    • Eseldur
  • Giochi
  • Eventi
  • Prova

Forums

  • Forgotten World
    • Annunci
    • Presentazioni
    • Piazza pubblica
    • GDR
    • Parla con lo staff
  • Server Minecraft Forgotten World
    • Forgotten Alinox
  • Gioco di ruolo
    • La Locanda
    • Organizzazione campagne e Gdr Off
  • Community videoludiche
    • Paradox
    • Star Citizen
    • Altri giochi
  • Archivio
    • Archivio generico
    • Archivio dei Server Minecraft
    • Archivio GDR

Found 17 results

  1. Thortuga - 3056 d.F.: cominciano a girare per la città delle copie di un piccolo libello di provenienza sconosciuta. Poche le copie, notevoli le voci che cominciano a diffondersi. La sua comprensione diventa via via più difficile man mano che si prosegue nella lettura. Il significato è criptico, ma affascina molti letterati. Ma a sorprendere la gente comune è il simbolo che funge da preludio per il libello, un simbolo dimenticato da più di trent'anni, ma evidentemente ancora vivo nel cuore di chi lo ha pubblicato. Il libello rimane sulla bocca degli intellettuali thortughesi per qualche settimana, per poi finire dimenticato dai più. Non da tutti: le parole volano, ma rimangono scritte nero su bianco. Il destino della libertà Appunti di un deluso superstite e della distruzione dei suoi ideali 3019 d.F. - Thortuga: Oggi compio diciannove anni. È un grande giorno per me, e so come festeggiarlo: oggi mi iscriverò al Consorzio Nazionalmodernista per la Libertà. Perché lo faccio? Sento che è mio dovere farlo, dal momento che i miei ideali di giovane scapigliato modernista mi portano ad approvare ogni parola che proviene dalla bocca del suo fondatore, il Pulcianòv. Avevo sedici anni quando lo sentii per la prima volta: ci avevo capito poco, lo devo ammettere. Ma quel suo fascino, quel suo carisma invincibile, inconfutabile, era capace di qualsiasi cosa, e lo è tuttora. È una retorica onnipotente. *** Fatto: sono tesserato. Mi hanno dato la bandana, un simbolo che so bene essere stato fondamentale per la storia di questo movimento. Avevo pochi anni quando accadde la rivolta delle bandane, e in ogni caso poco conscio dell'influenza che questo movimento avrebbe avuto sul Modernismo e sulla nostra città in generale. Uscendo dalla sede del Consorzio ho avuto modo di ascoltare per qualche minuto le conversazioni dei miei nuovi colleghi. Non nascondo che li ho visti particolarmente preoccupati: non so per cosa, ma senza dubbio c'è di mezzo la tensione che si sta creando con le città nemiche che ostacolano la nostra libertà e la nostra invincibile ideologia. Io non ho dubbi: il Modernismo trionferà qualsiasi cosa accada, ed è per questo che so di essere tranquillo. 3019 d.F. - Thortuga: La mia prima riunione nel Consorzio me la aspettavo diversa, devo ammetterlo. Mi spiego meglio: naturalmente gli ambienti erano quelli, il solito salone congressuale, la bandiera modernista col simbolo del Connalib, tutto in regola. Ciò che mi aspettavo diverso sono stati i miei colleghi, i Nazionalmodernisti. Me ne ero già accorto l'altro giorno, quando mi sono tesserato. Tanta tensione, preoccupazione, in certi casi anche rassegnazione. Senza dubbio riconosco che il loro animo è in totale trepidazione. Questo è infatti il momento in cui il nostro cuore d'acciaio si prepara alla risoluzione, in cui, come si suol dire, tutti i nodi verranno al pettine. La lancia del modernismo spaccherà ogni cuore di pietra, ogni ostacolo, così come l'acciaio può scalfire ogni cosa. Una cosa mi ha sorpreso più di tutte: il Pulcianòv è assente da più di due settimane. Qualcuno dice per malattia, qualcuno dice perché ha qualcosa di grande in serbo per il Consorzio. Io spero nella seconda delle due possibilità, naturalmente, ma il suo scranno centrale rimane sempre vuoto, o occupato da uno dei suoi soci più vicini. Ho fiducia in lui. 3019 d.F. - Thortuga: È da un po' che non scrivo: tante cose sono successe, ed è arrivato il momento di parlarne con me stesso. Hanno dichiarato guerra. È successo. La disgrazia umana, rappresentata dalla criminale Asse dei Cieli, ha osato attaccare noi e i nostri alleati. A seguito dell'annuncio che è subito perpetrato per tutta la città, nel Consorzio è stata subito convocata una riunione di emergenza. Ma in tutto questo, ecco ciò che ho sentito: il mio cuore ha cominciato a battere forte, il desiderio che è sempre rimasto in un inevitabile sonno riflessivo si è finalmente risvegliato. È questa la parola chiave per comprendere ciò che sento: desiderio. Desiderio di vendetta, desiderio di vittoria, desiderio che il Modernismo trionfi in tutti i campi, in tutti i luoghi, in tutto l'universo. E questo è ciò che è stato espresso in maniera splendida, ma al contempo struggente, dalla nostra guida: il Pulcianòv. Egli è finalmente tornato proprio in quest'occasione, dopo settimane di assenza ingiustificata. Le sue condizioni di salute, a occhio, non mi sono sembrate per niente buone. Ma il suo spirito è sempre lo stesso, ed è ciò che ci vuole. Ho trascritto il suo discorso: lo copierò più volte e lo porterò con me sul campo di battaglia. 3020 d.F. - Piano di Karaldur: Sei mesi di vacuità riassunti in un documento. "Comunicato Eccezionale": un titolo come gli altri? Sì: un titolo come gli altri per annunciare ciò che ormai tutti ci aspettavamo. È morto Pulcianòv: una tragedia annunciata, tutto sommato. Chi l'ha più visto dopo quella struggente riunione straordinaria? Chi ha più saputo qualcosa sulla sua condizione di salute? Dov'era il suo carisma, la sua arte retorica, il complesso dei suoi ideali, quando noi giovani nazionalmodernisti partivamo per il Piano, mandati dagli alti burocrati del Consorzio, alla ricerca di risorse, consenso, forza fisica (e, oserei dire, anche ideologica)? Voleva "la guerra più totale". L'ha ottenuta, e ha inghiottito il veleno. È stato un grande dei nostri tempi: i suoi discorsi sono sempre nella mia borsa da viaggio, li porto sempre con me, e sempre saranno un punto di riferimento ideologico, morale, vitale. Ma ora bisogna andare avanti: la guerra è iniziata, il nemico si sta preparando. Viaggio in compagnia di altri sei compagni nazionalmodernisti per prepararmi all'azione del cuore d'acciaio. Non mancano i momenti di instabilità, i momenti in cui mi chiedo:"Ne vale davvero la pena?" 3023 d.F. - Adegun Orientale: Oggi compio ventitrè anni. È un grande giorno per me, ma non posso festeggiarlo. Sono passati quattro anni dal mio tesseramento, quasi tre dalla dichiarazione di guerra dell'Asse dei Cieli. La battaglia è ormai al termine: l'Asse ci ha sconfitti imprevedibilmente. Ho visto i miei compagni morire nel nome del Modernismo, nel nome del Consorzio, nel nome di Pulcianòv. Sono andato incontro a ciò che Pulcianòv chiamava "risoluzione", una parola che pochi di noi erano capaci di comprendere nei suoi discorsi esortativi. Ora tutti lo abbiamo capito: l'hanno capito quelli che sono morti, e ora se ne rendono conto quelli che, come me, sono sopravvissuti e sono scampati alla forza dirompente della morte. Ce ne andremo, prima o poi. Ne sono certo. Tutto è finito, non c'è più nulla da fare. Tutte le mie convinzioni, il mio credo, ciò che credevo impossibile da sconfiggere è stato annientato, e perfino in una maniera talmente idiota, sporca, ingiusta, che ora è il dubbio ad avere preso il posto dell'acciaio. Vedere tutti quei corpi che si gettavano al macello sventolando la bandana... mi ha distrutto. Ha distrutto lo struggimento, ha distrutto quel sentimento di altezza, di delirio che tutti avevamo provato nel giorno della dichiarazione di guerra. La morte di Pulcianòv, la guerra: hanno distrutto il Nazionalmodernismo, e con esso il Consorzio. Siamo rimasti in pochi: noi superstiti e gli alti burocrati. Sono già fuggiti da Thortuga dopo la notizia della sconfitta nella guerra. Gli ideali del nostro gruppo sono distrutti, ma rimangono ancora i suoi frammenti. L'anima non c'è più, ma la carne rimane, ed è da essa che bisognerà ripartire. *** Abbandono in questo anfratto questa cianfrusaglia di idee e pensieri che non serviranno a nulla. La guerra è finita e tornerò a Thortuga, o forse vagherò per il Piano alla ricerca del senso. A chi ritroverà questo inutile documento dico: considera queste parole come una testimonianza, niente di più. OFF:
  2. Nazioni coinvolte: Schieramento 1: Regno di Apolisia, Provincia Libera di Niuop, Regno di Kolos Schieramento 2: Repubblica Presidenziale di Eberia, Thortuga, Denrak, Nocturna, Iphae Città o provincia nazionale bersaglio: Ascalon Motivazioni GDR ON Motivazioni GDR Off Screen indicanti cittadini, punti influenza e zenar delle nazioni coinvolte: Persone autorizzate a compiere il pagamento dei costi di guerra: Diego30090
  3. Venti di Guerra Evento globale Cari utenti, come avrete già notato dai contest appena rilasciati, abbiamo deciso di terminare l'estate con un grande evento globale incentrato sulla guerra in ogni sua sfaccettatura. Avrete l'occasione di rafforzare le alleanze costruendo ambasciate, rendere leggendarie le gesta dei vostri eroi grazie a ballate e racconti, ma avrete anche l'occasione di combattere per la supremazia o la difesa della vostra nazione. L'intero evento è articolato su più fronti, che andiamo ora ad esporre: Tempo di prepararsi: affrontando i boss di tutti i dungeon potrete ricevere uno speciale item come premio, il Medaglione del guerriero, l'utente che ne avrà accumulato il maggior numero riceverà come premio esclusivo un'armor meteorica enchantata, un'armor colorata (o di spes) incantata andrà al secondo e un'armor colorata (o di spes) non incantata al terzo. Storie di Guerra: l'Università di Spes premierà i migliori scrittori che tratteranno temi di guerra con un'elytra e altri piccoli riconoscimenti. I Signori della Guerra: sfruttate le vostre alleanze per costruire ambasciate in nazioni estere e ospitate voi stessi la sede dei diplomatici amici! Venti di Guerra: la prima dichiarazione di guerra pubblicata entro il 15 Settembre garantirà uno sconto del 50% sui costi per la città attaccante. Tutti gli eventi descritti sono attivi dal 21 Agosto al 15 Settembre a mezzanotte. Sfrutta al massimo gli eventi proposti: Non è finita qui, è infatti possibile attivare delle "combo" che permettono una ulteriore diminuzione dei costi: Se il primo premio del contest viene portato in guerra e messo quindi in palio ai vincitori garantirà un premio al portatore pari al 20% dei costi della guerra in corso, a prescindere dal ruolo (attacante o difensore) o dal risultato della guerra. Se il GDR proposto per il contest è anche la dichiarazione o la giustificazione di una guerra dichiarata si ha diritto ad un ulteriore 20% di sconto sulla guerra stessa, 30% se la guerra dichiarata è una guerra di conquista. Una battaglia aperta a tutti per divertirsi e sperimentare Abbiamo inoltre intenzione di sperimentare le meccaniche della guerra campale offrendovi una serata-evento in cui potrete testare le armi nell'apposita arena che è stata allestita. Il giorno X (che verrà reso noto nel prossimo futuro con un topic apposito) verranno creati due schieramenti, una buona occasione per divertirsi e mettere alla prova le proprie abilità militari. Buon gioco a tutti! Per seguire e commentare questo evento, vai al topic ufficiale
  4. Primo Lebis di Mos 2990 d.F., Boschi dell’Adegun centrale “Qui dovrebbe andare bene” Il piccolo gruppo di guardie spesiane si fermò non appena giunse in una radura. “Dannata umidità, con tutta questa armatura mi faranno male le ossa per cinque giorni. Hey tu, accendi il fuoco e porta le lanterne elettriche, non possiamo cenare al buio.” Un uomo si girò verso la recluta più giovane del gruppo, che prontamente annuì intimorita e iniziò ad eseguire gli ordini del superiore. “Spero proprio che questi straordinari ci vengano pagati, con tutto quello che stiamo passando è il minimo. Ah, porta anche le razioni, aprile e riscalda le zuppe.” Il fuoco già iniziava a scoppiettare e a creare strani giochi di ombre sugli alberi circostanti. “Questo dannato lavoro! Mi sono arruolato ammaliato da tutte quelle canzoni e ora mi ritrovo a vagare per boschi fangosi. Kadiàn, prendi il flauto, Masèr, cantaci qualcosa. Almeno riusciamo a dimenticare tutto questo.” Una donna estrasse dal suo zaino una custodia di legno, la aprì e prese un sottile flauto argentato, impreziosito dai riflessi rossi e gialli delle fiamme guizzanti. Sulle dolci note di una popolare melodia spesiana il giovane iniziò a cantare. La storia oscura di quegli eventi Del nero sovrano immortale che voleva annientare le genti passato da bruto l’antico portale! Levate le spade, le voci in coro i buhhuiti son qui per restar! Ma chi li potrà infine fermare? Non ci possiamo arrendere a loro! Da Spes solo tetre parole: giungono qui i messaggeri cantan di guerrieri neri e di spade che tranciano gole! Letorian è stata annientata? Qualcuno già grida pietà! Uniti, insieme per la civiltà contro Drarth e la sua armata! Ricordo una giovane donna colma di ardore, speranza e rispetto ora ella una lancia ha nel petto nessuno più la piangerà! Levate le spade, le voci in coro i buhhuiti son qui per restar! Ma chi li potrà infine fermare? Non ci possiamo arrendere a loro! GdR storico: Cosa dovete fare... Abili scrittori di Karaldur! L’università di Spes richiede il vostro ingegno per una nuova sfida a colpi di penna. Dovrete scrivere un testo che abbia come tema centrale la guerra, scegliendo da quale punto di vista osservarla. Scriverete un tenero diario dagli occhi di un orfano, le lettere inviate dalla giovane moglie al marito soldato, una ballata sulle gloriose gesta di un abile condottiero oppure un trattato sulle strategie e le tecniche militari? In caso dovesse essere dichiarata una guerra nel periodo del contest è possibile usare il testo della dichiarazione come opera in gara. La scelta spetta a voi, avete tempo dal 21 Agosto al 15 Settembre a mezzanotte per pubblicare nella sezione “Corte di Spes” il vostro lavoro. Nel titolo del topic deve essere anteposta al nome dell’opera la dicitura [Storie di Guerra], per facilitare l’individuazione delle opere proposte. Lo staff GdR è ovviamente sempre reperibile attraverso i canali ufficiali (ticket GdR) per chiarimenti e/o domande. Se il GDR proposto per il contest é anche la dichiarazione o la giustificazione di una guerra dichiarata si ha diritto ad un ulteriore 20% di sconto sulla guerra stessa, 30% se la guerra dichiarata é una guerra di conquista. ...per vincere il premio! Il premio per il primo vincitore sarà un'elytra, 7000 zenar e l'assegnazione del nome del proprio personaggio a una piazza di Spes. Per i primi tre classificati un piccolo premio comune, la pubblicazione dell'opera in gioco, ottenibile gratuitamente nella libreria di Spes vicino alla Chiesa Supernica. E una piccola novità! Con questo contest abbiamo deciso infatti di rendere operativo* un nuovo servizio utile ai nuovi arrivati,una libreria in-game che fornirà testi che spieghino alcuni dei cardini fondamentali del nostro lore. In allegato troverete una mappa per individuare facilmente il luogo. *il servizio verrà reso fruibile nei prossimi giorni Buona fortuna a tutti i partecipanti! N.B. Per richiedere il premio sarà necessario aver inserito in wiki il testo prodotto, così da non perdere tutti questi ottimi scritti.
  5. Alici ha lanciato un "Guerra Rossa" sulla wiki, mi rendo conto che questo termine potrebbe apparire un po' di parte, per cui suggerirei di fare un bellissimo brainstorming tra tutti i gdrristi per trovare un bel nome. Secondo me è una buona idea collegare due caratteristiche delle città avversarie, come per esempio "Guerra del Teschio Rosso" o "Guerra del mare ghiacciato". A voi la parola.
  6. Dal testamento di Ieanson Ippokkus, medico e veterano di guerra La guerra è finita! E quando voi leggerete questi fogli la mia vita avrà fatto la stessa fine , non mi dilungherò sulle mie poche ricchezze, che saranno spartite secondo la legislazione vigente, ma mi soffermerò su quello che ho visto, su quello che voglio che voi rivediate e su quello che non voglio venga mai più rivisto, nella mia vita ho visto molte cose, ho visto la gioia e ho visto il dolore, ho visto nascite e ho visto morti, ho visto critiche e ho visto apprezzamenti, ho visto la pace e ho visto la guerra, ho visto la ricchezza e ho visto la povertà, ho visto città un tempo prospere rischiare il fallimento, ho visto l'amore e ho visto l'odio, ho visto alcuni odiare chi dovrebbero amare e altri amare chi dovrebbero odiare, ma non solo ho visto, ho anche fatto, ho salvato vite ma a volte non ci sono riuscito, ho aiutato gli altri, ho sostenuto il Modernismo e, a differenza di molti altri, ho festeggiato alla fine della guerra, avremmo potuto vincere quella guerra? Sì, ma migliaia di persone sarebbero morte da entrambi i lati, e chi non sarebbe morto non sarebbe mai tornato alla vita prima della guerra, troppe persone erano morte e troppi avevano subito soprusi e angherie da parte degli eserciti e dei governi. La guerra doveva finire ma questa, purtroppo, non sarà l'ultima ed è nostro dovere impegnarci per aiutare le vittime di questi conflitti, al tempo stesso dobbiamo impegnarci per ridurre i danni provocati da questi eventi e tutti coloro che sono su questo piano devono unirsi per farlo, quindi chiedo ai potenti a ai non potenti di Eseldur di impegnarsi per evitare che uomini e donne di tutto il piano debbano soffrire. Lascio a mia figlia, Zhdana Ippokus, il compito di farsi portavoce delle mie parole e di ricordare al mondo intero quanto sia importante l'altro. Nella speranza che il mondo sappia affrontare le sfide che gli si pongono Ieanson Ippokus
  7. =SIAE= Sottosegretario all'Immagine ed agli Affari Esteri Al Re dei Mari Esteban Rekuvem, al Re di Quadri ed alla popolazione della Repubblica Pirata di Dalagon tutta. Per anni il sangue dei figli di entrambe le repubbliche ha macchiato le innevate lande meridionali, liquido carminio risaltante sulla candida neve. L'ultima battaglia che ci ha visto vincitori ha fatto affondare le Vostre speranze di una facile e rapida vittoria. La Marina Modernista, in collaborazione con i suoi fedeli alleati occidentali, si è eretta a difendere la sua patria e con ardore ha trionfato, seppur scossa nel perdere altri valorosi soldati. E' con questo sentimento misto d'orgoglio e cordoglio che veniamo oggi a proporVi una resa condizionata con i seguenti termini: La Repubblica Pirata di Dalagon e l'Unione delle Repubbliche Minerarie Moderniste s'impegnano a non dichiararsi guerra per i prossimi 17 anni (2 mesi GDROFF) dalla firma dell'armistizio.Avremmo potuto richiedere egoisticamente molto di più ma, consci dell'onorevole testardaggine della Vostra gente, sapevamo in cuor nostro che mai avreste accettato condizioni tanto umilianti. Non di meno, Vi promettiamo sulla nostra rossa bandiera, sulle nostre madri, mogli e figli, che se codesto conflitto dovesse continuare, giammai ci ritireremo dal combatterVi nel mare, in terra o aria fintanto che anche l'ultimo dei nostri respiri ancora. Sottosegretario SIAE Evgeniy Borisovic Brodsko
  8. This post cannot be displayed because it is in a password protected forum. Enter Password
  9. Salve Forgotten players, questa sera alle ore 21 si terrà la prima battaglia navale della guerra, sul Server Eseldur. A differenza della prima battaglia, e in seguito alla messa in pari generale della guerra rispetto a chiusura e vacanze natalizie, il periodo preso in considerazione per controllare e riportare l'effettiva attività che abilita i giocatori a combattere la battaglia riguarda le ultime due settimane (dalla riapertura ufficiale). La Battaglia Navale, per il persistente problema alla mappa guerra vera e propria, si svolgerà in una mappa superflat con un'arena appositamente allestita. Avrà WorldBorder (e un margine di un plot di void, per evitare bug o cose simili) e un muro di bedrock che verrà rimosso con Voxel dopo le fasi iniziali di preparazione. Non è dato rivelare le posizioni delle navi sullo scacchiere in anticipo, pertanto scoprirete la disposizione in tempo reale. Nell'arena saranno presenti lastre di ghiaccio di piccole dimensioni, in piccola quantità, atte a simulare l'ambiente semiartico del contesto di battaglia. Riporto, da regolamento, la Battaglia Navale, con tempistiche e scopi: Battaglia navale La terza delle tre possibilità date alla nazione con iniziativa che sceglie la mossa attacco, prima di giungere all'assedio, è la Battaglia Navale. La Battaglia Navale è uno scontro fra due fazioni che avviene in una mappa marittima, con 2 cubi di acqua e sotto il Void, che vede opposte le nazioni e i relativi alleati coinvolti nella fase del conflitto. Se la nazione che detiene l'iniziativa sceglie la battaglia navale, lo scontro avverrà fra due navi affiancate, su un oceano con sotto il void. La fazione con l'iniziativa che decide di muovere un attacco navale deve accertarsi di aver conseguito l'Obiettivo Porto (ramo porti e veliporti livello X), l'attacco non sarà altrimenti possibile. Nella battaglia navale sarà possibile schierare una nave di dimensioni massime 32x64 cubi (2x4 plot) personalizzata, che dovrà essere costruita sul Server Eseldur, attraccata o nei pressi del Porto. Qualora una delle due fazioni non abbia un nave personalizzata da schierare, che soddisfi i requisiti, Spes ne fornirà una standard. Non è consentito in battaglia navale l’utilizzo di secchi o fonti di lava, inoltre i due schieramenti sono tenuti a portarsi gli equipaggiamenti da sè, lo Staff non fornirà alcun tipo di supporto. La zona di combattimento sarà delimitata con World Border. La battaglia è per annientamento, vince la fazione che distrugge completamente l'avversario uccidendone tutti i giocatori o la maggior parte o la relativa imbarcazione. Modalità: Vittoria per annientamento dell'avversario o maggior numero di kill o completa distruzione della nave avversaria.Durata massima: 90 minuti Di seguito vi lascio le liste dei giocatori abili a combattere questo scontro navale. Le liste, come già detto con la campale, non tengono conto di cambi di nomi, pertanto sarebbe utile segnalare coloro che hanno cambiato nome (senza giochini strani, sappiamo con certezza chi è chi). Dalagon RequiemSlpTranslaytonGillo94McSeedSoadserytMarkusMinatoreSupremoTeaineSettembre2012Crona (L3onidas)Tatsumi (LOLZHD1926)Bitt3rlemonpretoriano199AlepasSpyHunter111_SarahLuna_KindlokJollyzblacksniper28Fl4sh3xDiego30090ArisFinnerty_ZyhroGiacomaidenkr4sicxMattia1610Unione Modernista AdegheizFr3nky94Solid1413VestinusBrodskoHankrecordsIppokoFiozKonrad_CurzeZoot1337BetaCasinoRStardelPierginoalexappleKillnapGekoAliciresolahPulcioNihondeTh3Doct0r_11thPrimalITAbysmal_KnightGugli00LordFyrosPairoWildfire70Scorpione3Ejitel Lucy1312Bad_WarriorFoxg83Gianpyxbigcross99nokkibloksimox66ReijeixDragoKillerClownLumvalos Leotred_Kolisch_Toranaga78MoradonxzMerakMarok22andyniaNOTA: invito Skerak a far presente l'eventuale lista dei mercenari che vorranno far partecipare. (nei confronti con le liste delle ultime settimana hanno leftato un po', che sono comunque abili al combattimento, col pagamento). Per qualsiasi domanda, osservazione o chiarimento riguardo la battaglia replicate pure al topic. Invito qui, dato che sono al lavoro e non ho il TS, Requiem e Stardel a segnalare eventuali mancanze e/o incoerenze come con la prima battaglia. In fede, Lo Staff di Forgotten World.
  10. This post cannot be displayed because it is in a password protected forum. Enter Password
  11. This post cannot be displayed because it is in a password protected forum. Enter Password
  12. E mi son detto, ma sì anche se perdo qualche fps la registro questa ;D http://youtu.be/F3ZACXfqr4A Complimenti a tutti per la battaglia, è stata divertente e impegnativa, ad un certo punto noi di Skerak ci siamo ritirati sulle colline per sistemarci l'inventario e scambiarci le pozioni, poi siamo tornati alla carica.
  13. Boris strappò la manica della divisa per fasciarsi il braccio che sanguinava copiosamente, mentre teneva a stento addosso l'armatura ormai ridotta quasi a pezzi. L'odore del sangue misto a fumo si spargeva acre nell'aria mentre i boschi bruciavano. Il tentativo di fermare i Pirati prima che raggiungessero Spes era fallito miseramente, e le forze Moderniste erano in rotta. Lui era perso tra gli alberi, trascinandosi disperatamente tra gli arbusti. Si passò una mano tra i capelli, ripensando all'elmo perduto a causa di un poderoso colpo di spada di uno skerako, che per poco non gli costò la vita. Sangue anche lì, ed era abbastanza sicuro fosse suo. Pessimo segno. All'inizio era andato tutto bene, l'esercito Modernista, con i rinforzi di Ejitel e Lumvalos e forte della sua superiorità numerica, aveva caricato l'orda pirata. Boris era in prima linea, e l'impatto fu durissimo ma efficace. Molti skeraki morirono e le perdite furono inizialmente contenute, nonostante la superiorità dell'addestramento dei pirati, e diverse ore trascorsero nella violenza e nel sangue. Fu allora che successe una cosa che nessuno nel fronte Alleato si aspettava: mentre le armature e le armi si logoravano, diamante contro diamante ed acciaio contro acciaio, gli Skeraki fecero l'impensabile, depredando durante la battaglia i cadaveri dei Modernisti ma anche dei loro stessi compagni, ed indossando le armature ancora relativamente intatte di chi aveva avuto la sfortuna di morire all'inizio della battaglia. Boris ripensò all'immagine, ormai per sempre scolpita nella sua mente, di un pirata sdentato che senza indugio mutilava il cadavere di un Compagno caduto, per poter rapidamente estrarre ed indossare le sue vesti diamantate approfittando della foga della battaglia. La situazione rapidamente si capovolse: quanti più ne morivano, tanto più gli Skeraki meglio addestrati potevano riarmarsi e continuare la loro opera distruttiva. I reparti speciali dell'Armata Rossa, nettamente inferiori in numero ai Leviathans, presto furono annientati una volta che l'equipaggiamento iniziò a cedere sotto i colpi delle armi dei pirati, protetti dalle armature dei caduti. Il plotone di Boris fu tra i primi a subire questa sorte, e presto lui si ritrovò isolato tra i boschi ed inseguito da un branco di pirati assetati di sangue. E fu mentre il suo sguardo si annebbiava sempre più che vide quello stesso pirata sdentato, con indosso la veste diamantata in uso a Thorvil, ghignare mentre si avvicinava rapidamente verso di lui. "Guarda guarda, altro botino per mi. Chissà che belli soldi ci arricavo!" Boris non aveva più la forza per fuggire. Si limità ad accasciarsi al suolo, pensando a sua moglie e sue figlio. Si rivolse al pirata con l'ultimo soffio del suo fiato: "Abbi almeno la decenza di assicurarti che io sia morto prima di farmi a pezzi..." "Oh, lo faccico, non ti preoccupare. Che poi anche noi pirati ci abbiamo un quore, lo sapete voialtri Moderni che non è niente di personale, solo dineri" Un fendente rapido e preciso staccò di netto la testa di Boris. E mentre il sangue ancora zampillava dal collo, il Pirata sdentato iniziò a spogliarlo dei suoi averi... EDIT:
  14. Ciao a tutti è brutto da dire ma non ho mai partecipato a combattimenti navali o aeronavali, ed ora sto progettando ina aeronave da guerra, fate voi! Mi servirebbero dei consigli sulle cose essenziali da inserirci all'interno e capire se esistono cannoni funzionanti utilizzati durante le battaglie e il loro schema costruttivo Grazie per l'aiuto, se non è la sezione giusta spostatemi tranquillante!
  15. This post cannot be displayed because it is in a password protected forum. Enter Password
  16. This post cannot be displayed because it is in a password protected forum. Enter Password
  17. Ciao gente! Come da titolo vorrei parlare con voi della questione di questi giorni sulla Crimea, penso che tutti sappiate bene la storia, cosa ne pensate di questa situazione? Secondo voi come si risolverà? Attendo risposte! ^^ MayuriK