Search the Community

Showing results for tags 'Spoiler'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Forgotten World
    • Annunci
    • Presentazioni
    • Piazza pubblica
    • GDR
    • Parla con lo staff
  • Server Minecraft Forgotten World
    • Forgotten Alinox
  • Campagne e Play by Forum
    • La Locanda
    • Organizzazione campagne e Gdr Off
  • Community videoludiche
    • Star Citizen
    • Paradox
    • Altri giochi
  • Archivio
    • Archivio generico
    • Archivio dei Server Minecraft
    • Archivio GDR

Found 11 results

  1. Raccolta delle immagini spoiler della Settima Era Seguici sui nostri canali social per rimanere aggiornato sulle ultime novità sul nuovo server #Jandur!
  2. Buonasera utenti di Forgotten World, bentornati in un altro nuovo Leak di Karaldur, ciò significa che anche sotto questo topic avrete la possibilità di porci delle domande! Oggi andremo a vedere il Regolamento Politico ed Economico di Forgotten Karaldur buona lettura! Regolamento Politico ed Economico Premesse Territorio Il server Towny-gdr che ci si appresta a giocare si basa su quattro entità: La nazione; La città; La provincia; Il Piano. La nazione è l’entità politica che raccoglie dentro di sé una o più città. Ogni nazione è tenuta ad avere un nome ufficiale e un governo descritto nella scheda nazionale nella relativa sezione. La città è l’entità politica che si estende su uno specifico territorio (chiamato, da qui in avanti, territorio cittadino). Questo territorio si sviluppa su una o più province. La provincia è una parte del territorio di Karaldur nella quale una città, una volta acquistata la proprietà, può estendersi. Il Piano, chiamato “Karaldur”, è la mappa di gioco ed è divisa in province. Esso comprende i territori appartenenti a una nazione, allo staff e quelli senza proprietario. Zenar e punti influenza Nel server Towny di Forgotten World che vi state apprestando a giocare sono presenti due valute, le quali permetteranno diverse azioni e scelte. Esse sono: Zenar: il nome della moneta circolante per Karaldur, essa è necessaria per la fondazione di una nuova città, per l’acquisto di nuovo territorio cittadino e per il mantenimento di questi. Il metodo principale per guadagnare Zenar è convertire i diamanti a Spes dall’apposito NPC. 1 diamante permette di ottenere uno "Zenar di diamante" che ha un valore di 64 zenar. Sono presenti altre 4 tipologie di "Zenar", insieme a quella di diamante, che hanno un valore di 1, 8, 64, 512 e 4096 zenar. Eventuali altre forme di guadagno sono gli eventi, le quest e i contest. Si possono possedere un numero infinito di zenar. La conversione di zenar tra conto virtuale e monete fisiche sarà possibile, attraverso i comandi /deposita (deposita tutti i soldi sul conto virtuale) e /ritira "numerozenar", con cui prelevate il numero indicato di zenar, ritrovandoveli nell'inventario. Per vedere i soldi è necessario usare il comando /balance. Punti influenza (da ora chiamati PI): particolari punti posseduti dalle città e dalle nazioni che permettono l’acquisto delle province e di territorio cittadino ulteriore. Questi si guadagnano, settimanalmente in due modi: Numero degli abitanti: una città guadagna un punto influenza per ogni abitante posseduto. Tale assegnazione avviene ogni 7 giorni. Attraverso la costruzione e l’approvazione di particolari edifici-obiettivo. Le città e le nazioni hanno un limite massimo ai PI accumulabili in un dato momento. I punti influenza di una città possono essere dati alla nazione di appartenenza e viceversa. Piano Il Piano in cui ci si appresta a giocare prende il nome di “Karaldur”. Esso comprende 4 tipi di territori: Province appartenenti alle città: solo gli abitanti della città e autorizzati Possono interagire estensivamente con l'ambiente di superficie e disporne come vogliono, sempre evitando di deturpare il paesaggio. Province appartenenti alle nazioni: gli abitanti della nazione godono di speciali diritti e sono liberi di modificare l’ambiente come vogliono. Province libere: nessuno gode di particolari diritti, per poter compiere grosse modifiche all’ambiente di superficie è necessario ottenere l’autorizzazione dello staff tramite [[ticket]]. E’ autorizzata la costruzione di vie di collegamento, larghe massime 16 blocchi, senza necessità dell’autorizzazione. Province appartenenti allo staff: Lo staff può disporre liberamente dell'ambiente e delle costruzioni e strutture presenti su di esse . Province Premesse Karaldur è stata divisa in 212 province. Per comprendere appieno i confini territoriali e/o marittimi di una o più province è consigliata la visione qui (link). Acquisto Le province date a disposizione degli utenti possono essere acquistate in cambio di punti influenza ( i costi sono elencati successivamente). Esse possono appartenere a una di queste due tipologie: Cittadine: questo gruppo include la provincia in cui è stata fondata una città e le prime 4 acquistate da questa, le quali non possono essere conquistate. Queste sono acquistate a nome della città. La prima provincia è data gratuitamente alla fondazione della città. Le successive 4 sono acquistate tramite i punti influenza cittadini. Nazionali: sono le province acquistate oltre quelle cittadine. Queste sono acquistate a nome della nazione. Sono acquistate tramite i punti influenza nazionali e possono essere conquistate dalle altre nazioni. Le province acquistate da una città o una nazione devono essere necessariamente adiacente ad una provincia già posseduta dalla città o nazione in questione. È inoltre vietato acquistare province a ciambella (circondando una provincia libera con le proprie province), o creare nazioni e territori provinciali eccessivamente allungati in un solo asse (Longitudinale, latitudinale o obliquo)senza una motivazione valida e coerente sia in GdR On che in Off. Nel caso in cui ci siano dubbi se l'eventuale forma assunta dai propri territori sia accettabile, è caldamente consigliato di rivolgersi allo staff prima dell'acquisto. Le province adiacenti a un’altra nazione possono essere acquistate solo con autorizzazione di quest’ultima; nel caso l'autorizzazione fosse negata e si volesse continuare con l'acquisto, sarà necessario iniziare una guerra. Per aiutare nell'acquisto, scriviamo qui i limiti massimi iniziali delle città e delle nazioni insieme a quelli conseguenti la costruzione di tutti gli obiettivi: Città: 0/70 Nazione: 0/70 Perdita Le province cittadine sono perse una volta che la città a cui appartengono fallisce. Le province nazionali sono perse in seguito a una “guerra di conquista”, abbandono da parte della nazione che le ha acquistate o divisione in seguito a guerra civile. Città Premessa Il territorio cittadino vede, come sua unità minima, il singolo blocco, che si estende, in verticale, dal limite superiore massimo fino a quello minimo di minecraft. Una città può fondare ed estendersi soltanto in province precedentemente acquistate. Nel territorio cittadino sarà possibile combattere gli altri utenti, salvo durante il periodo di protezione della città fondata. Fondazione La fondazione di una nuova città richiede dalle 500.000 a 800.000 zenar (il prezzo è ridotto quando si presentano, insieme ai 500.000 zenar anche 1728 unità di cibo) e almeno 10 utenti iscritti al forum che hanno acquistato Minecraft regolarmente. Una città non può essere fondata in una provincia adiacente a una già reclamata. Una città può essere fondata su/nel mare e può essere volante o anche sotterranea. Tali varianti inusuali o particolari vanno giustificate attentamente in GdR (es: coma fa la città a volare? Come fa a resistere una città subacquea alla pressione dell'acqua? Comeproduce il proprio cibo una città sotterranea?) Rispettati questi requisiti, è necessario: Aprire un topic nella [sezione gdr off] con il titolo [Nuova città] Nome della città. Dare nello stesso topic una spiegazione GDR coerente con la situazione e l'ambiente del piano di Karaldur. indicare il nome della nuova città, il nome della nazione che si vuole fondare o alla quale ci si vuole unire, il numero della provincia nella quale si vuole fondare, il tipo di governo e, nel caso di città sul mare o volanti, indicare brevemente quali lavori si vuole eseguire. Elencare i nickname di almeno 9 abitanti della futura città e quello del futuro capo della città. Far confermare agli utenti indicati nella lista la propria partecipazione nel topic. Lo staff, se non rileverà anomalie e/o problemi nel percorso indicato, provvederà a dare conferma dei dati immessi e darà l’autorizzazione alla fondazione. Diritti della città appena fondata Le città alla loro fondazione e per i successivi 15 giorni vedranno proibito il combattimento tra utenti nelle province cittadine, che verrà riattivato dopo lo scadere del tempo. È inoltre proibita qualsiasi azione di disturbo verso la città appena fondata. Questa proibizione cessa di esistere nel caso in cui un cittadino attaccherà qualcun altro con l'intento di danneggiarlo e/o ucciderlo. Tale eventualità verrà considerata sempre vera in caso di attacco con un'arma. Tale eventualità non si applica nel caso si risponda ad un attacco precedentemente subito da se o da un altro cittadino. Quest’ultima regola non può essere raggirata in alcun modo e le eventuali violazioni comporteranno la decadenza immediata della proibizione. Per meglio tutelare le città appena fondate verrà applicato il regolamento sull’accanimento con particolare attenzione. Territorio cittadino Regole I blocchi massimi reclamabili possono aumentare grazie all’obiettivo “Politico I” che, in cambio di 1 punto influenza, permette l’acquisto di 6400 blocchi. I blocchi che fanno già parte del territorio cittadino non verranno rimossi nel caso in cui il limite massimo di questi venga superato. Le città sono libere di reclamare il proprio territorio cittadino nelle modalità che preferiscono, con la proibizione, però, di lasciare zone non reclamate circondate da territorio cittadino. Quest’ultima regola non può essere raggirata in alcun modo e le eventuali violazioni comporteranno l’impossibilità di produrre e utilizzare PI influenza per un periodo di 30 giorni. Il blocco dove ci si teletrasporta dopo un /t spawn è possibile modificarlo con ticket qui. La modifica è possibile solo ogni 15 giorni dall'ultima richiesta, salvo prima richiesta. Spese La provincia cittadina, requisito essenziale per poter estendere il territorio cittadino e nazionale, ha un costo di 10 punti influenza. Ogni nuova provincia di una città vede il suo costo aumentare in progressione aritmetica (quindi 20, 30, 40 e 50). Le province cittadine che una città può possedere contemporanemente sono massimo 5. Es. : l’acquisto della terza provincia cittadina ha un costo di 3 (2 province già possedute, 1 da acquistare) x 10 punti influenza. Una nuova città vedrà il costo in punti influenza resettato rispetto alla precedente. Una città parte con un totale di 25600 blocchi(100 plot 16x16) disponibili. I singoli blocchi ottenibili per il territorio cittadino hanno sia un costo per poter essere reclamati, sia un costo per poter essere “mantenuti”. Il costo per espandere il limite massimo di blocchi è 1 PI per 6400 blocchi (25 plot). La città potrà essere espansa fino ad un totale di 512000 blocchi (2000 plot) Il costo per reclamarli è di 1 zenar a blocco (un plot 16x16, quindi, costerà 256 zenar). E' possibile reclamare un blocco (qui di seguito chiamati outpost) che non sia contiguo al territorio cittadino, il costo è di 4000 zenar. Il numero di outpost che si possono reclamare nelle proprie province cittadine è illimitato, mentre nelle province nazionali è limitato a massimo 2 per ogni città che compone la propria nazione. Il costo per poter essere mantenuti è di 0,03 zenar ogni blocco reclamato al giorno (Un plot, quindi, avrà un mantenimento di 7,68 zenar al giorno). Sarà possibile ottenere ulteriori sconti attraverso la costruzione di particolari obiettivi (vedere regolamento degli obiettivi per sapere quali). E' possibile reclamare un blocco (qui di seguito chiamati outpost) che non sia contiguo al territorio cittadino, il costo è di 4000 zenar. Il numero di outpost che si possono reclamare nelle proprie province cittadine è illimitato, mentre nelle province nazionali è limitato a massimo 2 per ogni città che compone la propria nazione. E' possibile dare il comando /t spawn, costa 64 zenar, il cui 50% verrà demandato alla città. Politica cittadina Cambio dirigenza Una città ha la possibilità di cambiare la dirigenza della propria città. Se la soluzione pacifica non è possibile, bisognerà inviare un ticket, con titolo [[cambio dirigenza]]”nome città” e con scritto: Nome della città; Nomi dei sindaci e/o degli assistenti che si vuole cambiare; Screenshoot della città indicante il giorno e l’ora dell’invio del ticket, lo stato della dirigenza cittadina e gli abitanti. Motivazioni gdr on del cambio dirigenza; Motivazioni gdr off del cambio dirigenza; Una volta fatto ciò, lo staff avvierà un sondaggio nella sezione cittadina, aperto a tutti i cittadini, per una settimana, in cui si potrà scegliere se cambiare dirigenza o no. I risultati potranno essere: Il sì per cambiare la dirigenza =>80%: il cambio della dirigenza avviene automaticamente; Il sì per cambiare la dirigenza =>40%: Inizia una guerra civile, ed il cambio dirigenza avverrà solo in caso della vittoria della fazione ribelle. Il sì per cambiare la dirigenza <40%: il cambio della dirigenza fallisce. In questi 7 giorni è vietato il kick da parte della dirigenza cittadina di un qualsiasi cittadino. I nuovi cittadini entrati durante le votazioni per il cambio dirigenza non potranno votare. Abbandono della nazione Una città ha la possibilità di abbandonare la nazione alla quale appartiene, nel caso voglia unirsi in un’altra o fondarne una nuova. Per fare ciò è possibile adottare una soluzione pacifica, nel qual caso le diverse entità presenti all’interno di una nazione dovranno trovare un accordo su tutti gli elementi controversi della separazione, oppure iniziare una guerra civile (senza la votazione, solo con le battaglie). In tutti e due i casi è necessario inviare un ticket allo staff, con scritto [abbandono]nome città come titolo e il cui contenuto deve essere: quale nazione si intende abbandonare; le motivazioni gdr on e off dell’abbandono; l’obiettivo che si vuole conseguire, che può essere la creazione di una nuova nazione o l'unione ad un'altra. Una volta ottenuta l’autorizzazione dello staff, bisognerà pubblicare le motivazioni gdr on in un topic apposito nella sezione [gdr on] del forum e, finalmente, sarà possibile procedere alla separazione pacifica o alla guerra civile. Nel caso in cui la città ad abbandonare la nazione sia la Capitale, è necessario indicare una nuova capitale tra le città rimanenti. Fine della città Una città può vedere la sua vita terminare, per diversi motivi: per inattività, ossia il numero dei cittadini scende sotto i 10 per 15 giorni consecutivi. E’ bene ricordarsi che gli utenti che non si connettono da 60 giorni sono automaticamente espulsi dalla città di appartenenza. per motivo economico, cioè la città non ha abbastanza soldi per mantenere i blocchi che fanno parte del proprio territorio cittadino. La scomparsa della città come entità politica è immediata. Rifondazione Nei casi in cui una città non esista più, è possibile rifondarla. Per fare ciò è necessario avere 1/4 del costo di fondazione di una città in zenar. Per compierla è necessario inviare un ticket allo staff, con titolo [rifondazione] nome città. La richiesta di rifondazione deve avvenire "entro 72 ore dal disband della città. Nel ticket è necessario indicare: Le motivazioni gdr off e on della rifondazione; l’indicazione del nickname dell’ultimo “sindaco” o un’ “assistente” della città più di 9 utenti, rispettanti i requisiti già indicati per la fondazione di una città; dimostrare con qualche mezzo fisicootramite abbondante testimonianza dell'utenza e/o dello staff di essere stato sindaco o assistente; la conferma dei 9 utenti nel topic. Una volta che lo staff confermerà la possibilità di rifondazione, si dovrà pubblicare le motivazioni gdr on nella sezione [gdr on] del forum e, finalmente, si potrà provvedere alla rifondazione. Nel periodo che intercorre tra la fine della città e la sua rifondazione, I beni nelle casse saranno sprotetti e usufruibili da qualsiasi utente, con tutti i pericoli che ne conseguono. Lo staff non sarà responsabile di eventuali furti. Nel caso fallisse la città capitale di una nazione e, quest’ultima, contiene altre città, è necessario indicare una capitale tra le città rimanenti. Nazione Premessa La nazione è l’insieme di una o più città e il suo territorio è costituito dai diversi territori cittadini più il territorio nazionale reclamato con le province nazionali. Una nazione viene creata gratuitamente successivamente alla fondazione della prima città, che costituirà la capitale. Spesa E’ possibile l’acquisto di ulteriori province che apparterranno alla nazione, oltre a quelle cittadine. Il costo di queste province segue la progressione aritmetica indicata nelle spese per la provincia cittadina (quindi 60 e 70 PI). Una nazione può possedere contemporaneamente massimo 2 province nazionali. Le province nazionali possono essere convertite gratuitamente in cittadine in seguito alla fondazione di una nuova città e al relativo acquisto da parte di quest’ultima. Nel caso di conversione, il costo viene resettato a 60 PI. Unione di nazioni Oltre alle singole città, anche le nazioni possono unirsi tra di loro. Per fare ciò è necessario: Inviare un ticket allo staff con il titolo [Unione] nomi nazioni; Nel topic indicare le motivazioni off e on gdr dell’unificazione. Una volta che lo staff avrà approvata l’operazione, si dovrà provvedere alla pubblicazione delle motivazioni gdr on nella sezione del forum [GDR on], per poi, finalmente, procedere all’unificazione. Fine della nazione Una nazione fallisce quando tutte le città che la costituiscono non esistono più. 4
  3. [S P O I L E R N. 4 2] Province, città, PI e coupon (altresì dette “lettere di credito”) Spoiler, leaks, Anticipazioni... ormai Forgotten World è intenzionata a offrirvi il meglio possibile in preparazione per Karaldur e, per questo, oggi giunge un nuovo capitolo di notizie pronte per essere mangiate, digerite e analizzate dai vostri agenti preposti. Che cosa? Ci state dicendo che non avete nessuno che guarda ai Bug possibili e agli exploit di cui si potrà abusare in Sesta Era? Male! Comunque l’anticipazione di oggi è molto succosa, specie per chi, da anni, sta progettando città e nazioni dalla potenza inimmaginabile: prima di tutto, avete visto il leak dell’altra volta? Dunque avrete visto sicuramente questa immagine: Nonostante il rosso, nessun bambino è stato mangiato durante la produzione. *burp* Strani colori e strane forme, non credete? Ebbene, tutte quelle piccole zone rappresentano una provincia! Sappiamo già che vi starete chieDendo quante sono. Il numero preciso non ve lo saprei dire... non è facile contarle. Abbiamo affidato al R.C.P.I.* il conteggio, ma, ahimè, nemmeno loro sono riUsciti a giungere a una soluzione. Comunque sicuramente ci aggiriamo sulle 200. 200 province? Goldr, ma cosa ce ne facciamo di così tante province? Questo è l'utente medio che ci fa domande, tra cui troviamo un certo Gola. Non posso dirlo nel dettagLio sennò vi anticiperei tutto quanto ma, sicuro, le province non saranno più come una volta legate a una sola città e inconquistabili, anzi, abbiamo pronto un sistema dinamico che permetterà, secondo noi, di equilibrare chi cercA il proprio scopo di vita nel PvP e chi invece lo cerca nel pacifismo più assoluto. Più danni e meno danni, tutto questo in un connubio che aiuterà voi e i vostri cittadini a sentirvi bene. E ora qualcosa di completamente diverso ma anche no: i sindaci sicuramente si staranno chiedendo come sarà La gestione della città: bisognerà penare con lo zenarjan? Bisognerà mangiarsi le dita per riuscire a mantenersi le città? Ma Towny come lo mettete a posto che ora il plugin non c’è più e… Calma, calma! Metà di queste cose le avete già avute spoilerate! Per i sindaci le preoccupazioni, almeno sul plugin Towny, non si devono porre: un nuovo plugin alternativo è già pronto e offre, finalmente, un sistema di misurazione diverso dal solito monotono “plot”: non vi eravate stancati anche voi di parlare a “plot”? ceci n’est pas un plot Ora il futuro è giunto anche a noi e, per questo, abbiamo il blocco! Il blocco, 1x1, strumento dell’innovazione e cHe non vi tedierà più sulla progettazione delle città, niente più strade obbligatoriamente “14x14”, niente più cAse che stanno in mezzo a due plot, niente più problemi di… Avete capito no? Eppure lo so, i blocchi potrebbero essere difficili da “reclamare” e sicuramente la noia potrebbe venire a chi deve compiere questo lavoro. Ma nessuna paura: gli strumenti che vi forniremo vi permetteranno di espandere la vostra città senZa troppi problemi, con la possibilità di usare un comando per poter reclamare un "plot" 16x16. La vita è bella eh? E dopo tesi e antitesi, ora tocca alla sintesi, no? Ebbene, qualcuno ci sarà già arrivato, ma sì, per fondaRe le proprie città bisognerà possedere una provincia, le quali si legheranno in maniera indissolubile non solo alle primE, ma anche alle nazioni. Province cittadine e nazionali, queste ultime conquistabili. Come?! Conquistabili!? Ma ci saranno le città sopra? Ma come faremo a sopravvivere? Staff zukkato**! Calma calma: anche qui lo staff ha pensato a tutto, permettenDovi di godere di una certa tranquillità insieme allo spirito combattivo che contraddistinguE molti utenti di questo server. Come? Non ci avete capito niente? Spieghiamo allora un po' più seriamente, con un "grado di umorismo" al 50% invece che 80%: Questo robot non Sarà presenTe in gioco I nostri prodi utenti, insieme al loro sindaco dovranno, per fondare una città, trovare una provincia che gli piaccia e che permetta loro di sentirsi bene con sé stessi e successivamente, dopo la raccolta di soldi (tanti soldi, infiniti soldi...) potranno finalmente giungere al loro obiettivo: aprire un b... Volevo dire, fondare una città! E qui iniziano le cose belle: lo staff, per non annoiarvi e tediarvi con obiettivi troppo specifici, ha deciso che questi saranno "diversi" per incontrare le più varie esigenze. Gli obiettivi non vi doteranno solo di "buff" o di effetti passivi, ma vi daranno modo di incontrare delle simpatiche persone. Queste simpatiche persone, facendosi pagare in PI°, vi permetTeranno non soltAnto di poter aumentare il limite di espansione della vostra città, ma vi consentiranno risparmi e viaggi più corti. Comodo no? Questi PI, però, non serviranno solo per gli acquisti, ma saranno necessari per poter espandere il proprio territorio attraverso le province e per compiere scorribande in allegria***. Quindi, riassumendo: scegliete una provincia di un colore specifico, fondate la vostra cittadina, fate gli obiettivi, accumulate PI, spendeteli per comprare province ed espandere la città, scatenate guerre, mangiate pane davanti al pc e ridete perché lo staff è pakato (E Adegheiz ke fa?!111one) E noi pakiamO!11one Finiscono QUa le anticipazioni. Sicuramente quello che posso dirvi è che, anche in questo topic, cI sono messaggi segreti e citazioni che, qualcuno, sicuramente avrà colto e che vi avranno permesso di capire qualcosa di più del futuro server. Ah giusto, mi stavo dimenticando una cosa: lo Zenar sarà dato in pasto a voi utenti come mamma l’ha fatto, basterà soltanto…*censored*§ Saluti dal vostro gol… staff e buona permanenza in Forgotten World! Notaio mr. Onranza Nej *. Se stai leggendo questa clausola, significa che hai capito che la sigla è importante. Bravo, però per sbloccare il significato la tua città dovrà pagare il "Season Pass" a 8,99 zenar **. Qualsiasi riferimento alle zucche è puramente casuale, lo staff di Forgotten World è composto da persone di tutti i tipi e che mangiano tutte le tipologie di verdure e frutta presenti nel Pianeta Terra, non volendo, quindi, discriminare niente e nessuno. ° P.I., per conoscere il significato della sigla è necessario pagare il "Winter Pass" a 6,99 zenar ***. Altresì dette "guerre" §. Per togliere le parti censurate è necessario acquistare, in separata sede, il dlc "Karaldur: il grido di libertà", disponibile a breve. P.S.S. c'è un piccolo spoiler non proprio chiarissimo in questo post, chi lo trova e mi esplica, in privato, il metodo, riceverà un piccolo premio : D Il premio non verrà dato a chi, invece, ricorrerà alla forza bruta o non seguirà tutti i passaggi : 3 <3
  4. -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- DISCLAIMER: PER COMODITÀ E PER AMORE DELLA SUSPENSE, LE IMMAGINI SONO SOTTO SPOILER. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Ancora salve a tutta l'utenza di Forgottenworld da parte dello Staff Sesta Era, è Araton che vi parla oggi, portandovi interessanti novità! Siamo di nuovo qui per rendervi partecipi del lavoro che lo staff sta svolgendo e per rispondere ancora a domande e dubbi inerenti a questo Spoiler. Come si poteva intuire dal titolo (no, non è vero, non si intuisce per niente, ma diversa gente nello staff voleva citare Star Wars ), oggi parleremo di Spes, lo spawn del server, il Centro del Mondo, il Fulcro della Civiltà, e l'inizio della vostra avventura. Ma non pensate che sia finita qui: oscure forze si muovono per i 5 continenti, e terribili presenze infestano il nuovo mondo. Serviranno coraggio, forza e un buon equipaggiamento per affrontare i pericoli del nuovo piano: banditi e criminali, potenti Bakreantu e animali selvaggi sono solo alcuni degli ostacoli che potreste incontrare nei Dungeon. E chissà quali premi aspettano gli avventurieri che riusciranno nell'impresa di esplorarli e tornare indietro per raccontarlo. La Città di Spes La nuova città di Spes, tenendo fede al suo ruolo di rifugio ultimo dell'umanità e di garante della sopravvivenza della civiltà, si trova costruita in una vasta conca circondata da alte montagne. Queste barriere naturali rendono la città virtualmente impenetrabile, e lasciano il mare come principale via di comunicazione con il resto del mondo. I bisogni energetici della città sono soddisfatti dalle numerose centrali idroelettriche che sfruttano la forza di altrettanti fiumi sotterranei nella zona ovest della città, risultando in un diffuso uso della neo-scoperta energia elettrica sul suolo cittadino. Grazie all'elettricità Spes è una città viva, produttiva e luminosa. A causa del tenore di vita relativamente alto e del poco spazio, spesso le case di Spes si trovano molto vicine tra di loro; questo fenomeno è particolarmente evidente nel quartiere povero, a nord dell'orologio, dove numerose vie e viuzze tortuose si snodano attraverso una miriade di casupole colorate. Proprio per sopperire alla difficoltà nell'orientarsi le Guardie Cittadine sono diventate famose per la propria disponibilità con i viaggiatori: non è infatti inusuale che le guardie diano indicazioni a viaggiatori e visitatori, oltre a condividere aneddoti ed informazioni sulla vita Spesiana e sui luoghi di interesse cittadini. Il Mercato Il mercato di Spes è, dopo l’interno della torre dell’orologio, il luogo più rumoroso della città: è infatti animato dalle voci allenate di pescivendoli, ciabattini, venditori d’armi e macellai, senza dimenticare la anziana signora Fileàn, la più famosa sarta del quartiere povero. Le numerose postazioni, la cui assegnazione è decisa dal Protettore stesso, creano un mosaico colorato di stoffe variopinte e variegate, ed è piacevole, per il visitatore, perdersi tra i mille profumi e i mille suoni della piazza. Oltre che luogo di compravendita per un gran numero di merci, il mercato è anche luogo di passaggio, che collega la torre dell’orologio e il quartiere povero al Rione del Faggio, delizioso nei pomeriggi estivi, poiché la fresca brezza oceanica ne rinfresca le vie, donandogli il delicato profumo di salsedine che fa sognare gli anziani marinai. Una volta a settimana, o il Kasbis o il Dakbis, il mercato ospita i mercanti delle terre di tutto il piano, ampliando notevolmente la quantità di prodotti etnici disponibili a Spes. Un gran numero di cittadini si recano settimanalmente nella piazza, in occasione dell’evento, per fare incetta di spezie, carni, stoffe e utensili altrimenti introvabili, ma che possono essere acquisiti, per un modico prezzo, da un qualsiasi mercante d’oltre mare. Ma il Mercato di Spes offre molto di più: merci introvabili in tutte le terre vengono messe a disposizione dalla amministrazione della città, per permettere ai governi di tutto il Piano, e anche ai singoli imprenditori, di acquistare grandi quantità di armature, armi e materiali da costruzione. La Casa del Protettore La casa della famiglia del Protettore è sicuramente la villa più grande e maestosa della città: avvolta nelle piante rampicanti che caratterizzano il golfo di Spes, si staglia a ridosso delle montagne e gode di una vista mozzafiato sul mare. Oltre ad essere la dimora stabile dei Leotred, la villa è anche centro operativo della amministrazione cittadina, che bisettimanalmente vi si riunisce per discutere sul governo delle Terre del Protettorato. La villa si struttura su tre piani: Il terzo è interamente occupato dalla labirintica biblioteca, contenete i più importanti libri delle ere passate, insieme a ogni tipo di legge, documento politico, poesia, componimento e romanzo pubblicati. Il secondo piano ospita il cuore della dimora, con la stanza da letto, finemente arredata e decorata con un imponente letto a baldacchino, e il salotto; qui il Protettore è solito ritirarsi ogni sera dopo cena, per osservare il fuoco scoppiettante del camino, che, dice, gli concilia la riflessioni circa i più importanti problemi della città di Spes. Una nota di merito è dedicata alla serra della villa, spesso aperta anche a studenti che, insieme ai loro professori, possono qui studiare e osservare piante rare ed esotiche. Il Porto Il porto di Spes presenta tre grandi moli che permettono alle imbarcazioni, che siano enormi vascelli o che siano piccoli pescherecci, di attraccare e trovare riposo in un luogo sicuro come la capitale neutrale del Piano, concedendo ristoro ai marinai e permettendo la vendita dei tesori recuperati nel viaggio. Uno dei luoghi favoriti dai lupi di mare è la locanda del “Timone spezzato”, dove sono venduti alcolici, cibo caldo e letti confortevoli (che appaiono come il materasso in piume del Protettore Leotred agli uomini abituati al legno della stiva) il tutto a pochi zenar. I moli sono costruiti con legno reso impermeabile dal lavoro instancabile degli artigiani spesiani e resistono anche alle forti onde dei giorni di tempesta, che rendono solo un antico ricordo i porti distrutti della Quinta Era. Sul porto affacciano inoltre numerosi uffici, compreso quello responsabile della comunicazione e della gestione degli avamposti, ed importanti magazzini pieni di ogni tipo di merce. Non è insolito incontrare mercanti lungo i moli, pronti a trattare per l'acquisto o il trasporto di risorse strategiche, soprattutto minerarie. L'Antico Portale Narra così una antica opera bopiana, composta ai piedi dell’Antico Portale del piano di Hu, nella seconda era: “Fulgidi e scintillanti, i figli del tuono/ ascoltate o sommi la mia ode,/ per voi canto al bagliore della pietra/ che rende grande la prima città dell’uomo. Cosa scalfirà questa pietra gloriosa?/ Cosa renderà immortale la fama di questi mattoni?/Nulla è pari al Portale Antico/che compare negli occhi grandi dei nostri padri/ e testimonia, con grandezza, la nostra memoria immortale.” Questa ode ben si addice all'Antico Portale, che domina la città di Spes dall’alto delle montagne, affacciandosi nell’omonimo golfo. L'Uscita Est La galleria Est, che costituisce uno degli ingressi più maestosi dell’intera città, fu costruita prima del grande orologio e fu poi modificata per permettere una più facile costruzione della monumentale torre. La galleria presenta un motivo semplice e ripetitivo, che sembra incantare il visitatore, che stanco arriva a Spes. Più di una volta le guardie hanno trovato nomadi e avventurieri addormentati ai lati della galleria, storditi dal motivo geometrico e stroncati nel loro essere esausti. Ciò che più colpisce di questo ingresso è però l’uscita, dove due enormi statue, accompagnate da altrettanti bracieri sempre accesi, vegliano sui territori intorno a Spes, proteggendoli dalle paure più grandi che tormentavano le menti degli antichi fondatori. L'Uscita Nord Situata in cima alle montagne, l’uscita Nord domina il quartiere povero della città. Per tale motivo, è spesso usata dalla gioventù spesiana meno abietta per effettuare gare sportive e goliardiche, in un estenuante “chi arriva prima” che non raramente termina con qualche scivolata e conseguenti ossa rotte. Nessun valico è stato ordinato dai Protettori Leotred, che hanno voluto far rimanere intatta la cinta muraria naturale della città, in previsione di eventuali attacchi e altre calamità. Sulle cime di queste montagne trovano posto numerosi rifugi, che offrono un letto e una bevanda calda agli appassionati dell’escursionismo, ai quali sono offerti numerosi percorsi, facili e difficili. Tra i ragazzini che frequentano i luoghi è inoltre diffusa la voce che, sulle cime di Spes, sia presente una camera segreta usata dalle popolazioni indigene come prigione e camera delle torture. L'Ingresso al Nether “Il Pozzo”, come viene spesso chiamato l’ingresso alle caverne del Nether, in denai Neteru, è un insieme di gallerie che portano sino alle viscere del piano, dove giaciono minerali incredibili e rarissimi. Purtroppo però numerosi Bakreantu , ovvero creature mostruose e ostili, proliferano notte e giorno in una terra dove il sole non può arrivare. Gli enormi costi per scavare fino a giungere nel Nether ed i costi per mantenere aperto il profondo tunnel sono solo stati solo in parte abbattuti dalle nuove tecnologie, ma sono ampiamente ripagati dalle risorse rese accessibili. Inoltre un presidio di guardie protegge costantemente le gallerie, prevenendo la risalita degli abomini che popolano il sottosuolo fino al mondo civilizzato, e permettendo sonni tranquilli alle anziane signore che abitano il Rione del Faggio. Anche se tuttavia, talvolta, qualcuna di esse giura di sentire strani gorgoglii provenire dalla fenditura. Il Grande Orologio Nonostante le critiche di un ristretto numero di borghesi spesiani, il Grande Orologio affascina da anni centinaia di bambini, che sognano i giganteschi ingranaggi muoversi e creare intricate architetture ingegneristiche. Le lancette, che si dice pesino più di tre quintali ciascuna, si muovono incessantemente e scandiscono le attività più basilari della città, suonando ogni giorno a mezzodì, con un suono che le vecchie comari amano chiamare “il tintinnitred”, per commemorare e, allo stesso, coprire di imprechi, il Protettore Leotred che ha finanziato la costruzione e il progetto della torre. In ogni caso l'orologio è diventato ben presto uno dei simboli della città e delle straordinarie capacità meccaniche sviluppate dal popolo Spesiano, ed è visibile (ed udibile) da tutta Spes. I Dungeon Luoghi di grande interesse, ma anche grande pericolo, i dungeon sono sparsi per tutto il Piano e rappresentano una grande opportunità per tutti coloro che desiderano ricchezze e fama. I dungeon saranno diversi ed avranno diversi scopi: alcuni saranno una sfida al vostro ingegno, altri alla vostra abilità con le armi, mentre altri ancora richiederanno abilità fisica e prontezza. Altri ancora avranno più prove ed una difficoltà che aumenta man mano che ci si addentra al loro interno. Ognuna di queste prove avrà un premio commisurato alla sua difficoltà: per alcune di esse, la sola esperienza ottenuta dai mostri che li infestano sarà sufficiente a giustificare il basso rischio, ma ricordate che più aumentano i premi, più aumenta la difficoltà. E si dice che nel profondo di alcuni dungeon, negli anfratti più oscuri e dimenticati dai Superni, temibili bestie dal potere enorme si nascondono. I seguenti 5 dungeon sono un assaggio di ciò che vi aspetta, ed ognuno di questi 5 sarà associato ad un avamposto, nei pressi dei quali sarà possibile accedere ad essi. Ovviamente altri dungeon avranno accessi in altri luoghi. E chissà, alcuni di questi potrebbero persino essere scoperti da qualche intrepido esploratore... Rovine perdute delle isole Marosul: i templi di Sankal Nella fitta selva tropicale che abbraccia l’arcipelago Marosul vennero ritrovate, sin dai primi modesti tentativi degli Spesiani di esplorare il Piano, numerose rovine e resti di antiche civiltà. Fra le molte costruzioni abbandonate quella conservata maggiormente è il complesso di templi noto con il nome di Sankal (contrazione di Sankaleàns, Serpente), situato in una zona particolarmente impervia e impossibile da raggiungere senza un’attrezzatura adeguata. L’accesso all’importante sito archeologico è regolamento dall’avamposto di Erelos, base scientifica nell’Aramain che organizza spedizioni periodiche verso le isole tropicali. Chiuso in una piccola valle, il complesso Sankal conta due strutture piramidali, una più piccola, senza stanze interne, e una più imponente, da cui si accede al vasto sistema di stanze sotterranee. Le gallerie, un tempo presumibilmente luogo di culto per i fedeli di antiche religioni, sono in ottimo stato di conservazione, ma questo è tutto quello che si sa ad ora: infatti i freddi cunicoli hanno riservato macabre sorprese agli archeologi, e molte sono state le morti nel corso delle esplorazioni. L’accesso è consentito unicamente partendo con le spedizioni organizzate dai ricercatori di Erelos, poiché avventurarvisi da soli potrebbe risultare estremamente rischioso. L’intero complesso sembra essere infestato da bakreantu, sebbene le informazioni a riguardo siano poche. Fra le creature che popolano gli oscuri anfratti di Sankal, alcune voci confermano la presenza di scheletri, che secondo alcune dicerie sarebbero i resti di cultisti risalenti a tempi dimenticati. Osservando i glifi incisi sulle pareti, che narrano di culti oramai abbandonati, si è compreso che la popolazione di bakreantu è sempre stata presente, seppur non presentasse un serio pericolo. I nativi infatti, con l’intenzione di placare le forze naturali e salvaguardarsi dagli attacchi dei mostri, elevarono al rango di semidio il capobranco, temendo che avrebbe potuto attaccare i piccoli villaggi di autoctoni dell’arcipelago. Riserva di caccia di Birvilner: il lago ghiacciato del Fivosen Non lontano dall’avamposto Birvilner, la più settentrionale delle basi spesiane, vennero localizzate delle gallerie naturali, ora parte di una grande riserva naturale e di caccia. Una di queste conduce a un grande lago ghiacciato in alta quota, ospitato in una valle naturale dal notevole interesse scientifico e speleologico. I geologi ne apprezzano le formazioni ghiacciate e la presenza di minerali rari, i naturalisti lo splendido scenario innevato e la fauna particolare, i botanici la flora locale (che conta ben 43 specie di licheni), ma sicuramente i cacciatori penetrano fra le montagne ghiacciate del Fivosen unicamente per tentare di uccidere il leggendario orso bianco del lago ghiacciato, la cui pelliccia si dice abbia un valore inestimabile. La quasi totale assenza di rifugi naturali che permettano ai tiratori di colpire il grande animale e la nutrita popolazione di pipistrelli vampiro che vivono nelle grotte rendono la caccia all’orso del Fivosen un’impresa ardua per il più esperto degli esploratori. Molti hanno perso la vita nel tentativo di acquisire la gloria, e si vocifera che il tanto temuto animale abbia sviluppato una certa predilezione per la carne umana. Città sotterranea di Kurus: una casa per i banditi di Jalkos Le antiche popolazioni antecedenti l’arrivo dei profughi Eselduriani, oramai ridotte a piccoli gruppi nomadi, un tempo avevano costituito una fiorente civiltà estesa su tutti i continenti e probabilmente molto evoluta (o almeno così pare dallo studio dei pochi reperti analizzati). Una delle testimonianze più interessanti del passaggio di queste genti è l’insieme di templi e città sotterranee nelle montagne dell’Adegun Orientale. Molte di esse sono oramai irraggiungibili, celate per sempre da frane e secoli di paziente lavoro degli agenti atmosferici. L’unica città fino ad ora ritrovata è situata nell’Adegun orientale, in prossimità dell’avamposto di Jalkos, con il quale è strettamente connessa. Essendo uno snodo commerciale, Jalkos ha da sempre attirato le mire di briganti, pirati e altri criminali. Una delle più famose bande organizzate, “I figli della paura” (in Denai Beri Kurusul), si dice abbia scelto come propria base proprio le rovine prima citate, conosciute per questo motivo con il nome di “Città sotterranea di Kurus”. Le milizie spesiane non osano entrare nel quartier generale da quando un plotone di quindici uomini non venne completamente massacrato dai criminali. Tre giorni dopo la partenza delle guardie, i loro resti vennero ritrovati appesi al ponte di Jalkos. Da quel momento ogni operazione è stata sospesa. Il nome “Beri Kurusul” è diventato, nella regione dell’Adegun, simbolo stesso della paura e spesso usato per indicare simbolicamente l’essenza stessa della paura e della malvagità. Nel paradiso naturale del Makudos: la villa del sig. Boloku Il Makudos, fra i fiumi, i fiordi e le insenature, nasconde un piccolo gioiello: alcune valli scavate nella roccia dal lento scorrere dell’acqua. In queste cavità, le particolari condizioni naturali hanno contribuito alla formazione di ecosistemi propri e autosufficienti, proprio come grandi terrari plasmati dalle forze della terra. In una delle imponenti grotte, Jonèl Boleku, commerciante arricchitosi nell’avamposto di Vannoras, riuscì a edificare la sua villa estiva. Non sono chiare le modalità con le quali Boloku riuscì a ottenere l’autorizzazione per privatizzare un territorio del Makudos, ma è certo che in pochi mesi decine di operai spesiani completarono la costruzione della magione. Dopo soli due anni un gruppo di eremiti, discendenti della antiche popolazioni autoctone del piano, penetrarono nella grotta e vandalizzarono la casa, uccidendo tutto il personale di servizio presente e risparmiando solo una cuoca, affinché tornasse a Vannoras per avvisare Boloku di quanto accaduto. Da allora la villa è occupata dal gruppo di nativi, che risultano estremamente aggressivi con chiunque si avvicini. Canyon del Pulkistar: l’arena naturale di Uror L’unica zona del piano nel quale è presente il deserto di terra rossa e mese è il Pulkistar. L’intera area, situata nella parte orientale dell’isola, è spesso decritta come un vero e proprio libro di storia a cielo aperto, i geologi possono infatti studiare l’evoluzione del piano osservando l’alternarsi di strati di diversi materiali, visibili sulle ripide pareti delle formazioni rocciose. Come nel resto dei continenti, anche il Pulkistar presentava un tempo delle popolazioni locali, seppur meno evolute rispetto a quelle osservate nelle poco distanti isole Marosul. Dal punto di vista archeologico e antropologico sono rilevanti le pitture rupestri che affrescano le pareti rocciose. È presente, dopo una lunga grotta, una vera e propria “arena” naturale, racchiusa in un anello di alte e ripide formazioni di argilla compattata e arenaria. Nella lingua dei nativi è chiamata “Uror”, forse il termine che anticamente indicava la “paura del giudizio divino”. L’arena era infatti utilizzata per compiere sanguinari sacrifici umani con belve e bakreantu: centinaia di vittime, per la maggior parte schiavi e prigionieri, si pensa vennero brutalmente immolati in quel luogo. Secondo quando affermato da alcuni testimoni spesiani, nelle notti di luna crescente piccole tribù di nomadi si riuniscono per intonare canti a idoli dipinti di nero e dalle forme selvagge, antiche divinità dall’aspetto feroce e brutale. Fra gli schiamazzi e il battere di bastoni sulla pietra, bambini, donne e uomini vengono portati in processione e infine uccisi. Il sangue viene versato nel fiume vicino, che si tinge di rosso, e le carni date in pasto a bakreantu. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- MA NON FINISCE QUI! (ANCORA UNA VOLTA ) --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Un Gioco Interessante... Ebbene si, forse qualcuno di voi più attento lo avrà già notato, ma c'è una piccola sorpresina ogni tanto nei vari screen. Una sorpresina a forma di admin, presente in diverse immagini nelle più svariate posizioni Ma no, non parlo di me, ma dell'altro admin @Adegheiz, che ha deciso di prestarsi a questo gioco. Quindi la cosa è semplice: il primo che riesce ad individuare con esattezza e precisione tutte le apparizioni di Adegheiz (questo include anche che non vanno indicati posti in cui in realtà non è presente) riceverà un piccolo premio speciale da parte dello staff. Ma per aggiungere un po' di pepe, ci sono due regole bislacche, ovvero che la risposta va data all'interno questo topic, ed ogni utente ha un solo tentativo! Quindi siate sicuri di aver trovato tutti gli Adegheiz, altrimenti non solo non potrete ritentare, ma rivelerete preziose informazioni che potrebbero permettere di far vincere un altro utente... Ecco inoltre per voi una foto della skin, per agevolarvi nell'impresa: E per essere chiari: Ade non appare in tutti gli screen, ma solo in alcuni di essi. ...Ed un Piccolo Extra! C'è un piccolo spoiler nascosto in questo spoiler (spoilerception ), che vi permetterà di ottenere una informazione interessante sul nuovo server. E non è nemmeno così difficile da trovare, quindi fatevi sotto! Inoltre chi per primo troverà questo easter egg, dimostrandolo con uno screen o descrivendo accuratamente come e dove lo ha scovato (postandolo in questo topic, ovviamente), riceverà anch'esso un piccolo premio a sorpresa. Buona Caccia Ragazzi, non siate timidi! E come sempre se avete domande o avete bisogno di chiarezza su cose inerenti allo spoiler, siete liberi di farle: lo staff risponderà, se possibile.
  5. Lo Staff Wiki è orgoglioso di presentare, in collaborazione con lo staff VI° era, il primo contest Wiki! Il contest che vi state appropinquando a leggere permetterà, a chiunquepartecipi, di ottenere il proprio nome utilizzato come indicazione di un elemento geografico e, perciò, non parteciperete solo alla VI° era, ma sarebbe, seppur un pezzo, della 6° era! Inoltre a chi vincerà arriverà uno speciale premio, sempre legato alla VI° era, di cui, però, ora non dico di più, per non rovinare la sorpresa :3 Per far ciò è necessario due piccole cose: 1)curare una pagina wiki a ora carente o comunque mancante di molti elementi; 2)Integrarla in maniera tale che possa essere una delle pagine migliori della wiki. Per questo compito non è necessario creare nuovo gdr dal nulla, ma ritrovare le fonti, scovare nella wiki e nei forum le informazioni giuste, riportarle nella pagina wiki in maniera corretta e coerente e creare, così, qualcosa di bello e piacevole da leggere! Bisognerà quindi scovare le fonti, cercare qui e in altri posti trovare testimonianze, chiedere agli utenti, se ancora presenti informazioni e mettere tutto sulla pagina wiki! Il compito di curare una pagina è aperto a tutti e non è necessario avere grandi doti di "linguaggio" wiki, tabelle e altre cose specifiche possono essere chieste a noi staff wiki. Per poter partecipare vi sono due modi: 1)avete già partecipato all'iniziativa "adotta una pagina wiki" e state lavorando a una: in questo caso i contributi passati verranno contati e vi basterà indicare quale pagina volete curare; 2)non avete ancora partecipato all'iniziativa "adotta una pagina wiki": vi basterà o scegliere una delle pagine che vi proponiamo oppure potrete prendere contatti con me, in privato, per proporre quello che, secondo voi, è una pagina da curare e da mettere a posto. Individuata la pagina vi basterà un piccolo post dove indicate il vostro nick su wiki e la pagina che state curando. Se ritenete che possiate creare una nuova pagina, sempre per scoprire e illustrare qualcosa che in Wiki non c'è ancora, basta mandare un mp a me per ottenere l'autorizzazione. Non potete scegliere pagine di Superni ed eventi canonici, se avete dubbi se potete o no, mandatemi un mp Durante l'esecuzione sarebbe molto gradito che apriste un topic in biblioteca Supernica, nella quale possiamo tenere conto dei vostri progressi! Quando editate la pagina, poi, ricordatevi, a ogni modifica, di scrivere brevemente cosa avete fatto Per questo compito non è necessario (ma può essere gradito) creare nuovo gdr dal nulla, ma ritrovare le fonti, scovare nella wiki le informazioni giuste, riportarle nella pagina wiki in maniera corretta e coerente e creare, così, qualcosa di bello e piacevole da leggere! Se avete dubbi, problemi o volete creare gdr dal nulla, mandate un mp a me! Il contest durerà due settimane, fino al 28/01/2017 e il giudice che valuterà i vostri lavori sarò io Non abbiate paura di partecipare, inoltre ricordate che i contributi di chi non vince non verranno eliminati, ma rimarranno nella wiki! Buona fortuna e che vinca il migliore! Pagine possibili (lista esemplificativa) di cui prendersi cura https://wiki.forgottenworld.it/mc/Zarìa https://wiki.forgottenworld.it/mc/Volgard https://wiki.forgottenworld.it/mc/Alyon https://wiki.forgottenworld.it/mc/Sangardar https://wiki.forgottenworld.it/mc/Drenan https://wiki.forgottenworld.it/mc/Lelem https://wiki.forgottenworld.it/mc/Repubblica_oligarchica_di_Arcadia https://wiki.forgottenworld.it/mc/Alandir https://wiki.forgottenworld.it/mc/Impero_Federale_di_Mida https://wiki.forgottenworld.it/mc/Nuova_Eos https://wiki.forgottenworld.it/mc/Ardetia https://wiki.forgottenworld.it/mc/Balbisia https://wiki.forgottenworld.it/mc/Speciale:PaginePiùCorte (una tra queste a vostra scelta :D ) Scrivete qua sotto la vostra partecipazione e la pagina di cui volete prendervi cura (o di cui vi state prendendo cura).
  6. Buongiorno a tutti Forgottens,grazie di cuore a chi ha partecipato all'evento del salvataggio del piano di Jet! Come tutti sappiamo tuttavia, il computer di bordo del Vascello, dopo ore di lunghi calcoli, ha preso una decisione inaspettata: "Dopo qualche ora il computer terminò la simulazione 34598723456729 e identificò una possibilità incredibile. Fermò le simulazioni e iniziò a elaborare i dati, macinandoli a velocità quasi luminali... Se il piano fosse stato distrutto seguendo una logica, si sarebbe venuto a creare un nuovo sistema abitabile...Il computer calcolò i rischi di un salto interdimensionale e stimò un 97,29999991 % di probabilità di totale riuscita dell' operazione, garantendo la salvezza delle persone a bordo dell' astronave.Rimase nel silenzio dei suoi calcoli per una ora lunghissima, prima di trarre una efficacie soluzione....Salvò i dati, iniziando i preparativi per la partenza, senza comunicare nulla all' equipaggio delle simulazioni fatte...dopotutto il codice di autorizzazione utilizzato per dettare quegli ordini era stato quello del Direttore Akonitàs, e nessuno aveva autorizzazioni più alte delle sue." Le probabilità di salvataggio della popolazione erano leggermente maggiori se il piano fosse stato distrutto secondo una logica, così il Vascello ha puntato la sua arma più potente verso il suolo e ha sferrato il suo attacco! Allo stato attuale, il piano di Jet è tornato stabile. Tuttavia il territorio ha subito danni ingenti e si presenta alla vista più o meno in questo modo Cosa succederà al piano di Jet? Tra quanto tempo gli abitanti potranno iniziare una nuova colonizzazione? In pochi giorni le risposte saranno svelate... Restate in attesa... Lo staff di Jet
  7. Salve Volevo proporre un topic da bestemmia, un topic che solo ad aprirlo ti fa diventare più arrabbiato di un mastino, più vendicativo di Light Yagami, ma anche più curioso che mai. Sto parlando di un topic sugli spoiler. Già, bella idea della ciofeca direte voi; ma più che un brainstorming riguardante agli spoiler, preferirei una lista di spoiler su una determinata serie che va dal meno grave: ( ) al più grave: ( ) Allora per partecipare basta colmare il semplice template: ------------------------------------------------------------------- [NOME SERIE-ANIME-FILM] [spoiler piccolo] [spoilerone] I due devono essere nel BBcode Speciale spoiler ------------------------------------------------------------------ Sotto con gli spoiler!
  8. Buongiorno Forgottens! Fonti non accertate mi comunicano notizie frammentate e non verificate di novità in arrivo! State sintonizzati! Il vostro Aco!
  9. Salve ragazzi, In vista della chiusura del server avevamo pensato di tenervi aggiornati frequentemente attraverso la nostra pagina Facebook, dove come sempre, potrete trovare notizie riguardo novità di sviluppo e del lavoro dello staff. Questo topic vuole avere principalmente la funzione di avvisare che, da oggi, la nostra pagina facebook, oltre che avere una funzione che ha fin'ora ricoperto, di tanto in tanto sarà utilizzata per rilasciare alcuni spoiler che anticiparanno delle news ufficiali dello staff. Siccome la cosa ci costa, come del tutto del resto, del lavoro, se il sistema vi piace, spolliciate e condividete le anticipazioni che verranno fatte, in maniera che tale lavoro di notifica non perda la priorità e non cessi di esistere. Per il resto non posso far altro che augurarvi una buona estate a tutti quanti e che gli spoiler stimolino la vostra curiosità! Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook! Nokkiblock e i collaboratori social
  10. Salve gente, Oggi sono qui per darvi un piccolo spoiler: Io, MayuriK e LordFyros abbiamo intenzione nella prossima era, che è ormai incombente, di fondare una città giapponese tradizionale, non vogliamo darvi per ora molte informazioni, sappiate solo che sarà una città che in cui daremo spazio a tutto: Gdr, Costruzione e PvP, ovviamente tutto sarà basato sulla cultura tradizionale giapponese. La città non vuole prendere nessuno schieramento delle esistenti fazioni, infatti io sono un Silvendariano e amo costuire e fare gdr, mentre Fyros è un Helyoniano e ama il gdr e il pvp: tutti sono i benvenuti! Abbiamo fatto il post ufficiale: Lo trovate qui! Eccovi uno screen del castello da me progettato con la cerchia muraria (non è detto che la cerchia sarà così, è solo per darvi un idea! ) Che ve ne pare dell'idea? Aspettiamo pareri! Grazie, MayuriK