Search the Community

Showing results for tags 'serie tv'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • News
  • Minecraft
    • Karaldur
    • Jet
    • Laboratories
    • Pixelmon
    • Mirias
    • Eseldur
  • Giochi
  • Eventi
  • Prova

Forums

  • Forgotten World
    • Annunci
    • Presentazioni
    • Piazza pubblica
    • GDR
    • Parla con lo staff
  • Server Minecraft Forgotten World
    • Forgotten Alinox
  • Gioco di ruolo
    • La Locanda
    • Organizzazione campagne e Gdr Off
  • Community videoludiche
    • Paradox
    • Star Citizen
    • Altri giochi
  • Archivio
    • Archivio generico
    • Archivio dei Server Minecraft
    • Archivio GDR

Found 24 results

  1. Salve forgottiani! Dopo aver creato il topic sulle opening ed ending degli anime e quello sulla musica epica, sono qui oggi con un'altra delle mie passioni per quanto riguarda la musica: le colonne sonore. Non nego che in molte circostanze preferisco di più ascoltarmi una bella colonna sonora rispetto ad una classica canzone. Le soundtracks spesso trasmettono più emozioni, e in giro se ne trovano di veramente belle, che siano di film (la maggior parte) o di videogame o ancora, di serie tv. Quando sento una colonna sonora che mi piace me la segno e vado poi a cercarmela su Youtube così da scaricarmela. Apro perciò questo topic per poter parlare di colonne sonore, ma soprattutto per darvi la possibilità di postare i video delle vostre preferite. Cercate di non postare più di 2 video alla volta ed evitare i doppi topic, in questo modo il topic rimarrà più longevo e più variegato. Inoltre cercate di postare i singoli brani delle colonne sonore, non quei video da un'ora con tutta la soundtrack del film etc. Spero che questo topic divenga frequentato e vivo, che aspetti a postare? Ne ho una caterba da postare, ma da qualche parte dovrò iniziare: L'epicità fatta a colonna sonora... Un grande classico intramontabile... MayuriK
  2. Salve! Abbiamo già discusso dell'arrivo di Netflix in italia qualche mese fa, è ora di condividere le nostre serie e i nostri film preferiti presenti sulla piattaforma. Personalmente non dedico moltissimo tempo alla visione delle serie, ma ho veramente apprezzato: Sherlock Orange is the new black Strange things (rilasciato solo pochi giorni fa, un piccolo capolavoro e il doppiaggio italiano non è niente male) Downton Abbey (fino alla quarta stagione, perché la successiva non è presente) Sense 8 (forse meno rispetto alle altre)
  3. Ieri Amazon ha rilasciato il primo teaser della serie che sta producendo tratta dal Silmarillon. Onestamente non mi aspettavo questa mole imponente e di altissimo livello di sceneggiatori, pero' quando hai 500M di $ credo tu possa fare quello che vuoi . Sulla carta c'e' tutto il potenziale per un capolavoro, dita incrociate!
  4. His Dark Materials Qualche giorno fa, al Comicon di San Diego HBO e BBC hanno svelato una nuova serie: His Dark Materials. La serie è tratta dalla celebre trilogia di libri fantasy di Philip Pullman, di cui anni fa fu trasporto come film il primo libro: La Bussola d'Oro. Personalmente ricordo che anni fa, quando uscì il film al cinema, trovai la storia e ambientazione molto interessante; i film però non ottennero il successo sperato e il secondo e terzo capitolo non videro mai la luce. Non ho letto i libri, ma questo annuncio mi fa molto felice e sono davvero molto interessato a questa nuova serie prodotta tra l'altro dalla HBO (che di solito non delude) e BBC. Voi che ne pensate? Siete curiosi di vedere questa serie? Qualcuno ha letto i libri? MayuriK
  5. Mettete insieme fantascienza, stili diversi di animazione, violenza, scene +18, tematiche interessanti e otterrete LOVE DEATH & ROBOTS. Questa serie prodotta da Netflix è infatti l'unione di 18 episodi (brevi, durano massimo 15 minuti) con ognuno una tematica e storia diversa (come Black Mirror per intenderci). Ma la cosa più bella di questa serie è in assoluto il comparto visivo: abbiamo molti stili differenti, che spaziano da animazione tradizionale, a CGI fotorealistica ad altra in stile Pixar, o più fumettosa (una si ispira a quella di Spiderman: un nuovo universo) o una in stile Borderlands. Non ho ancora finito la serie (sono circa a metà) ma ve la consiglio vivamente: se infatti alcuni episodi sono più belli di altri (qualcuno è davvero stupendo), tutti sono graficamente eccezionali, e quindi data la durata breve dei video, la trama passa in secondo piano. Guardatene qualche episodio e fatemi sapere! Se invece lo state già guardando, vi è piaciuto? MayuriK
  6. serie tv

    Salve a tutti, apro questa discussione per condividere con la nostra comunità le mie serie tv preferite, di cui non mi perderei mai nemmeno una puntata di replica. Scrivete qui, anche voi, le vostre Le serie tv che io non riesco mai a mancare, in nessun caso, e che sopratutto mi fanno godere lato intrattenimento sono le seguenti: ->Person of interest ->Downton Abbey ->Suits ->24 ->The Mentalist ->The Walking Dead
  7. Netflix

    Ormai chi non conosce questa serie tv? House of Cards è un'ottima serie tv creata da Netflix che parla di politica americana, con tanto di intrighi di potere, conflitti d'interessi e relazioni estere. E' la storia del protagonista Frank underwood, impersonato da Kevin Spaecy, affiancato da sua moglie Claire (Robin Wright), e della sua strada per il potere, che scopriremo non essere affatto semplice. Attualmente è terminata la terza stagione, e i fan sono tutti in attesa della quarta, che è stato da poco annunciato che uscirà a marzo 2016. Chi sta guardando questa serie tv? E chi sta aspettando la quarta stagione? MayuriK
  8. serie tv

    Salve utenti di Forgotten World, apro questo topic per cercare la discussione e commentare con i fan (che so ci sono, basta guardare qualche avatar ) di questa spettacolare serie TV. Un The Walking Dead che, giunto quasi al termine della quarta stagione, è su vette narrative a parer mio altissime, una serie che poco ci manca diventi quella "definitiva". Ho voluto aprire ora, e non prima questo topic, perchè l'ultimo episodio "Il Bosco" è stato a mio modesto parere il migliore di tutti, e chi ha visto, penso che sia di un opinione affine alla mia. Tanto per cominciare, evitiamo spoiler (o meglio usate il BBCODE degli spoiler per ciò che è stato creato almeno ), e voglio chiedere a voi un opinione anche generale sulla serie, sulla stagione in corso o anche sull'ultimo episodio andato in onda. Dopodichè desidero venire a conoscenza del vostro personaggio preferito con allegata motivazione. Il mio è abbastanza lampante, costruirò presto il mio perchè, ma sono innamorato di lui da quando si è alzato da quel letto di ospedale (anche se l'ultima Beth e Carol se la giocano devo dire). Potete anche esprimere un paio di preferenze, ma non di più, perchè so che ogni "vagante" (come altro potrei definirmi io che non resisto una settimana per vedere il nuovo episodio ) ha un posto nel cuore dedicato alla sua icona, al suo personaggio. Forza, bando alle ciance e dite la vostra.
  9. The man in the High Castle The man in the High Castle è una serie tv prodotta da Amazon Studios, andata in produzione nel 2015, ed ad ora sono state realizzate due stagioni ognuna composta da dieci episodi con una durata che va dai 50 minuti all'ora. Questa serie tv è basata sul romanzo ucronico "La svastica sul sole", già il titolo dice tutto; il mondo è controllato principalmente due potenze, il Terzo Reich e l'Impero Giapponese, oltre a potenze più piccole come l'Impero Italiano. La storia si svolge nel 1962, principalmente in America, dove gli Stati Uniti dopo aver perso la guerra vengono divisi come è successo con la Germania alla fine della Seconda Guerra Mondiale, trovando così ad est Il Grande Reich Nazista e ad ovest Gli Stati Giapponesi del Pacifico divisi dallo stato cuscinetto delle Montagne Rocciose. The Man in the High Castle vede come protagonisti, Juliana Crain, Frank Frink , Joe Blake, John Smith e Nobusuke Tagomi. Juliana Crain è una ragazza che vive negli Stati Giapponesi del Pacifico, più precisamente a San Francisco ormai cambiata drasticamente, causa l'enorme emigrazione di giapponesi. Lei dopo essersi ripresa da un brutto incidente, rincomincia la sua normale vita insieme al suo fidanzato Frank Frink, il quale ha origini semiti. Juliana in una normale giornata incontra sua sorella Trudy, che gli da una bobina chiamata "La cavalletta non si alzerà più" per poi scappare; appena tornata a casa Juliana guarda il film contenuto all'interno della bobina. Il mondo rappresentato nel film è totalmente diverso da quello in cui lei vive, gli alleati hanno vinto la guerra e le potenze dell'Asse hanno perso la guerra; così inizia il suo viaggio dove incontrerà la resistenza, mettendo in pericolo di conseguenza la vita del suo fidanzato Frank Frink, minacciato più volte dalla Kempeitai. Joe Blake giovane ragazzo che vive a New York è una spia nazista che lavora per l'Obergruppenführer John Smith, Joe entrato nella resistenza dell'est deve consegnare un carico nella zona Neutrale. Arrivato nella zona neutrale scopre che sotto il camion c'è un vano nascosto contenente un film chiamato "La cavalletta non si alzerà più". Nobusuke Tagomi è il ministro del commercio degli Stati Giapponesi del Pacifico, preoccupato per l'integrità della sua nazione è in contatto segretamente con un ufficiale nazista, il quale gli rivela che al momento la pace tra le due potenze è tutto un falso tenuta in piedi da Hitler perché non vuole vedere scoppiare un altra guerra. L'ufficiale inoltre gli rivela che al momento Hitler è malato gravemente, ed alla morte del Fuhrer il suo successore non si farà scrupoli a sganciare delle testate nucleari sugli Stati Giapponesi del Pacifico, portando così il modo sotto un unico vessilo. Perché guardare The man in the High Castle? Gli amanti del genere fantascientifico e ucronico troveranno pane per i loro denti. La storia svolgendosi in un futuro alternativo vede l'unione del genere fantapolitico, fantascientifico e ucronico assieme, dando alla serie tv una spinta in più rispetto a tutte le altre storie di questo genere. In "The man in the High Castle" si trovano momenti pieni di suspense e di terrificante impatto, porgendo talvolta allo spettatore momenti brutali e violenti quando meno te l'aspetti sconvolgendo tutto ciò che si pensava in precedenza, cosa che ben poche serie sanno fare. Rufus Sewell, che interpreta magistralmente lo spietato Obergruppenführer John Smith, pronto a far tutto per sgominare la resistenza, spietato, profondo calcolatore che non sembra mai dubitare del volere superiore. Ma anche l'uomo di maggior fiducia di Hitler ha un punto debole, che lo rende inaspettatamente umano. Chiunque guarderà la serie tv, rimarrà impressionato dalla figura dell'Obergruppenführer. L'ambientazione è unica, e non credo che ci sia qualche opera filmica che riesca a gareggiare con quella realizzata da Ridley Scott, ogni città in cui si svolge la serie, New York, San Francisco e Berlino, sono state cambiate perfettamente in base al contesto storico in cui si trovano. La colonna sonora, chi mai si aspetterebbe Edelwiess come main theme; questa canzone viene scritta negli anni 50 per rappresentare nel musical "The Sound of Music" la tristezza del capitano Georg Ludwig Ritter von Trapp nel lasciare l'Austria ai nazisti. Inoltre la scelta di non usare la versione originale ma la cover della cantante svedese Jeannette Olsson che con la sua voce quasi glaciale raggela il sangue dello spettatore, dando un valore aggiunto alle immagini mostrate, la statua della libertà, il monte Rushmore, le montagne rocciose, il Golden Gate Bridge.... Tutti luoghi a noi familiari ma enormemente cambiante dopo la vittoria dell'Asse a discapito degli alleati. Consiglio a tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento Amazon Prime di andare a vedere la serie su Amazon Prime Video perché questa piattaforma è compresa nell'abbonamento di Amazon Prime. Su Amazon Prime Video è possibile trovarla completamente tradotta e sottotitolata nei discorsi in giapponese e tedesco. Se foste interessati a leggerne altre, ecco i link alle altre recensioni Made in FW: -Orange is the new Black: http://forgottenworld.it/forum/topic/14459-orange-is-the-new-black/ -The Crown: http://forgottenworld.it/forum/topic/14539-the-crown-il-nuovo-gioiello-di-netflix/ -Stranger Things: http://forgottenworld.it/forum/topic/14913-stranger-things-il-capolavoro-di-netflix/ -Your Name: https://forgottenworld.it/forum/topic/15170-your-name-il-successo-di-makoto-shinkai/
  10. Stranger Things Salve community di Forgotten World, ci ritroviamo in un'altra emozionante recensione di serie tv, anche stavolta marchiata Netflix: parliamo di Stranger Things! Spinto da alcuni commenti molto positivi nel topic "cosa state guardando" e da numerosi meme e immagini sui social network, e dal fatto che anche mio fratello lo ha visto e ne era rimasto molto soddisfatto, ho deciso di guardare la prima, e attualmente unica uscita, stagione di Stranger Things, la nuova serie da 8 episodi (45 minuti circa l'uno) prodotta dal gigante Netflix, che negli ultimi due anni ha osservato un aumento vertiginoso della popolarità e della sua diffusione in tutto il mondo (e ciò ha avuto un riscontro nella qualità dei prodotti originali). Introducendo questa serie, la trama si presenta inizialmente in una chiave già vista e nota: quattro bambini (Mike, Lucas, Will e Dustin), migliori amici e appassionati giocatori di Dungeons&Dragons vivono nella cittadina di Hawkins, in America, apparentemente tranquilla e serena. La calma del paese viene tuttavia bruscamente e tragicamente distrutta dalla misteriosa scomparsa di Will Byers, membro del gruppetto già citato e figlio di Joyce Byers, interpretata meravigliosamente da Winona Ryder, donna divorziata, con pesanti problemi economici e madre di un ragazzo più grande: Jonathan. L'intera città inizia a mobilitarsi per cercare il bambino scomparso ma nulla sembra aiutare il capo della polizia Hopper e Joyce nella affannata ricerca. La storia assume tuttavia una piega notevolmente diversa e chiaramente "spielberghiana" quando si iniziano a rendere chiari i legami tra la scomparsa di Will e degli esperimenti effettuati nel vicino Dipartimento dell'Energia. La comparsa di una misteriosa bambina, chiamata Eleven Undici renderà la storia ancora più avvincente e coinvolgente. Dopo aver spiegato a grandi linee l'introduzione alla storia, analizziamo come sempre i punti a favore e i punti a sfavore, stavolta davvero pochi ma presenti. Perchè guardare Stranger Things? Stranger Things è, sopra ogni cosa, un capolavoro. La serie è stata accolta in modo eccezionale dalla critica e dal pubblico, raggiungendo delle recensioni molto alte su tutti i maggiori siti di recensione (Netflix non offre il servizio di conteggio delle visualizzazioni, ma il successo è straordinario). I fratelli Duffer, ideatori della serie, hanno svolto e prodotto un lavoro superbo, in cui i vari pezzi e le differenti linee all'interno della storia, procedono parallelamente ma incrociandosi spesso, convergendo infine, negli ultimi due episodi, con un climax che fa restare senza fiato per un'ora e mezza, verso un finale comune che coinvolge tutti i personaggi della serie. Sin dai primi quarantacinque minuti, Stranger Things è in grado di catturare l'attenzione dello spettatore, che intuisce ma non conosce e che vorrebbe rivelare ai personaggi ciò che ha scoperto, lasciandolo impotente, sulla sedia o sul divano, a osservare i fili della cittadina di Hawkins che si muovono lentamente vero obiettivi comuni e distanti tra di loro. Una nota di merito va al cast, eccezionale in praticamente tutti i suoi componenti, con un elogio particolare a Winona Ryder, che emerge in tutta la sua esperienza da attrice. La Ryder, che vedete nell'immagine poco sopra (un fotogramma particolarmente condiviso sui social), interpreta alla perfezione una madre disperata per la scomparsa del figlio e che, coraggiosamente, non vuole arrendersi ed è pronta a sacrificare sè stessa pur di riottenere vivo suo figlio. Instabile, determinata, nervosa e forte sono gli aggettivi che meglio descrivono Joyce, il personaggio in questione, e la rendono sicuramente uno dei protagonisti più apprezzati della prima stagione. Meravigliosa anche Milly Bobby Brown, che interpreta Eleven, la bambina co-protagonista dal passato oscuro e pericoloso. Ma il vero eroe, in Stranger Things, è sicuramente Mike, interpretato da Finn Wolfhard. Insieme ai suoi amici Lucas e Dustin, lotta per ritrovare Will insieme a Eleven e in lui gli atteggiamenti fanciulleschi di un bambino coesistono con un coraggio e una determinazione di chi ha perso un amico e vuole dare tutto sé stesso per ritrovarlo. Gli appassionati del gioco di Ruolo D&D troveranno inoltre pane per i loro denti, in quanto i quattro bambini sono fan del gioco e la serie stessa inizia con una sessione della loro campagna, durante la quale il saggio mago di Will viene ucciso dal temibile Demogorgone, un particolare che tornerà più volte all'interno degli episodi successivi. Altro punto a favore è l'ambientazione, curata non solamente nei vestiti e negli arredi (la serie è ambientata nel 1983), ma anche e soprattutto nelle musiche, che richiamano sia l'atmosfera fantascientifica del Dipartimento dell'Energia, sia le hit degli anni ottanta, come la celebre "Should I stay or should I go" dei Clash che ricorre più volte all'interno della serie. E i punti a sfavore? Quali sono? La serie in sé è davvero meravigliosa e i punti a sfavore, o meglio, i punti a sfavore, che presento hanno un loro peso sicuramente, ma non vanno a intaccare nel suo complesso la bellezza di Stranger Things e le sensazioni che riesce a portare nello spettatore. Tuttavia, per onor del vero, se devo trovare un difetto, lo ho trovato nella fine della prima stagione, anche se non è un vero e proprio difetto quanto piuttosto un'osservazione personale. La metto sotto spoiler: ATTENZIONE! SPOILER! E la seconda stagione? Una seconda stagione, di cui sono già stati resi noti i titoli degli episodi, uscirà nel 2017, probabilmente in estate! Quindi non disperiamo, altri episodi sono vicini! Vi ringrazio come sempre per aver letto questa mia recensione, scrivetemi cosa ve ne pare della serie, se vi è piaciuta, se volete vederla e qualsiasi cosa! Grazie, Kolisch POTETE LEGGERE QUI LE MIE ALTRE RECENSIONI: -Orange is the new Black: http://forgottenworld.it/forum/topic/14459-orange-is-the-new-black/-The Crown: http://forgottenworld.it/forum/topic/14539-the-crown-il-nuovo-gioiello-di-netflix/ -your name: http://forgottenworld.it/forum/topic/15170-your-name-il-successo-di-makoto-shinkai/
  11. The Crown The Crown must win, must always win (La Corona deve vincere, deve sempre vincere) - Regina Madre Mary (Episodio 1) Salve reale popolo di Forgotten world! Sono qui ancora una volta per presentare un gioiello spuntato da poco nella vetrina di Netflix, parliamo di "The Crown". The Crown, che significa ovviamente "la corona", è una serie resa disponibile per lo streaming dal famoso portale a partire dal 4 Novembre e, attualmente, solamente la prima stagione (composta da 10 episodi, di circa un'ora l'uno) è stata rilasciata, ma altre 5 stagioni sono state confermate. Inutile dire che Netflix ha anche stavolta centrato il bersaglio e la serie ha ottenuto degli indici di gradimento altissimi (che hanno come media 9/10), merito questo del prodotto di alta qualità, frutto naturalmente di un grande investimento di denaro: The Crown detiene attualmente il record di Budget mai speso da Netflix per una sua prduzione originale: 100 milioni di sterline. La serie, come suggerisce il titolo, tratta del regno di Elisabetta II, dal matrimonio con Filippo Mountbatten nel 1947 e dalla morte del padre Giorgo VI nel 1952, sino, così si suppone, ai giorni nostri:ogni stagione dovrebbe infatti trattare le vicende avvenute in circa una decade dell'era elisabettiana. Sin dal primo episodio lo spettatore viene catapultato all'interno della difficile vita della famiglia reale, gli Windsor, che sono tenuti a seguire una rigida etichetta e a sottostare a ritmi ferrei e serrati, la cui conseguenza è una crisi degli stessi membri della Royal House. Il fardello della corona, che porta alla morte il padre della ingenua e inesperta Elizabeth, ricade poi esattamente sulla sua testa e la costringerà, in favore o contro alla sua volontà, a crescere e a maturare, come anche il leggendario Winston Churchill, salito nuovamente al governo a capo del partito conservatore, le riconoscerà. Perchè guardare "The Crown"? I punti a favore di questa serie televisiva sono moltissimi e, come è stato accennato nell'introduzione, uno degli aspetti che maggiormente colpisce lo spettatore è il modo con cui le vicende personali della regina e dei suoi familiari sono narrate. The Crown, infatti, concentra la sua attenzione non tanto sulle mosse politiche, che pure vengono descritte e animate, quanto piuttosto sul duello che Elizabeth Windsor affronta con Elisabetta II del Regno Unito, che la porterà talvolta a schierarsi contro il suo stesso governo e contro i segretari di palazzo, talvolta contro i suoi stessi parenti, tra i quali spiccano la madre e la sorella Margaret, la quale possiede una personalità completamente differente da quella della sorella e che pesantemente risente dell'ombra di "Lilibeth", che sembra a momenti travolgerla e inghiottirla. Molto ben realizzati sono i costumi e le ambientazioni, che rispettano fedelmente gli originali e spesso richiamano in ogni singolo dettaglio quelli utilizzati nei momenti celebri del regno di Elisabetta come è possibile osservarli in registrazioni dell'epoca. Ogni abito e ogni accessorio riprodotto è stato realmente indossato dalla regina e una nota di merito va alla attrice protagonista: Claire Foy, già nota al pubblico anglosassone grazie a produzioni della BBC. La Foy non solamente sembra vestire alla perfezione i panni della regina, ma perfino nei tratti è perfettamente somigliante alla reale (scusate il gioco di parole) Elisabetta, vi lascio una immagine alla fine di questo paragrafo a testimonianza delle mie parole. Inoltre, anche l'accento dell'attrice è curato per essere quanto più simile a quello della regina e a prova di ciò basta confrontare una puntata della serie con uno dei tanti discorsi che Sua Maestà tiene ogni anno. Eccezionale nel suo ruolo anche il navigato Matt Smith, noto ai più per il suo ruolo in "Doctor Who", che interpreta il principe Filippo. Anch'egli dovrà affrontare le difficoltà dell'aver sposato la donna più potente del mondo e questo lo porterà a una evoluzione straordinaria. Sinceramente, almeno in questa prima stagione non ho trovato punti a sfavore che mi porterebbero a non consigliare la serie, che è stata realizzata con una precisione certosina e lodevole. La veridicità dei fatti raccontati è ovviamente in parte accertata e in parte romanzata, poichè gli aspetti più intimi delle relazioni tra i familiari della casa regnante sono ignoti a tutti noi e anche al regista! Consiglio, come sempre, la visione della serie in lingua originale, per gustare della bellezza dell'accento british in tutta la sua eleganza e raffinatezza, e per ovviamente assaporare lo splendido accento di Claire Foy! Buona Visione! Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate, se avete visto qualche episodio o se siete interessati e iniziarla! Grazie, Kolisch. P.S. Per chiunque se lo stesse chiedendo: la autentica Famiglia Reale è ovviamente al corrente della produzione della serie, ma, almeno per il momento, non si è ancora espressa in merito. Il regista, Peter Morgan, ha affermato che la famiglia è "al corrente, molto al corrente" della produzione... chissà cosa accadrà in futuro! Per leggere le mie altre recensioni: -Orange is the new Black: http://forgottenworld.it/forum/topic/14459-orange-is-the-new-black/-Stranger Things: http://forgottenworld.it/forum/topic/14913-stranger-things-il-capolavoro-di-netflix/ - your name: http://forgottenworld.it/forum/topic/15170-your-name-il-successo-di-makoto-shinkai/
  12. E' innegabile che, nel corso del tempo, lo spazio abbia cominciato ad attrarre gli umani come non mai, tra utopie che cancellino il brutto del pianeta Terra fino a distopie tra le più raccapriccianti che abbiamo mai potuto vedere. Lo spazio, quindi, è stato ed è un'ispirazione continua per moltissime persone, le quali ambientano storie e non in questo "spazio" di cui si sa poco o nulla. Voi che rapporto avete con la fantascienza ambientata nello spazio? La amate? O preferite la realtà di oggi? Io posso dire di essere sempre attratto dalla fantascienza, anche se devo ammettere che tendo a privilegiare racconti alla Asimov, dove il pessimismo è sostituito, seppur con certe cautele, con un certo ottimismo, non disdegno comunque Dick, adoro "Dune" e ho visto un discreto numero di film come The Martian , Interstellar o Solaris. Non dimentichiamoci i videogiochi, come Mass Effect, saga che adoro e di cui, se potessi, vorrei conoscere tutti i segreti
  13. Difficile dire a chi non conosce Scrubs come mai questa serie, durata 9 stagioni (seppur i produttori ritengono che sia terminata all'8°) sia diventata così speciale e importante per chi l'ha vista. Divertimento, unito a un pizzico di follia, insieme a casi sanitari, contrapposti a drammi, riflessioni e prese di coscienza hanno accompagnato tutti coloro che l'hanno vista, chi prima, durante le dirette su MTV, chi dopo, su "siti" o comprando i dvd. Per chi non la conoscesse, basti solo capire che esso racconta le "avventure" di John Michael "J.D." Dorian al primo giorno di tirocinio in ospedale, dove, insieme al suo amico Christopher Turk affronterà la vita giornaliera degli ospedali, con le ormai indimenticabili fantasie che danno vita a situazioni al limite dell'assurdo, alle antipatie e scherzi dell'inserviente, all'incontro con chi diventerà fondamentale nella sua vita e nei pazienti, alcuni che lasceranno un segno in J.D. e altri, invece, che saranno co-protagonisti di vicende buffe e al limite del paradossale. Mai banale, Scrubs ha dato modo di mischiare il genere comico con quello ben più serio del drama, lasciando a tutti noi momenti di riflessione, emozione, divertimento e, qualche volta, anche di tristezza. Una vera perla, da vedere e da recuperare, quanto prima, se non lo avete fatto. Chi l'ha vista? Chi ne è rimasto folgorato? Come la ritenete? Io, personalmente, l'ho amata e la sto riamando, visto che la sto rivedendo e la trovo geniale e fantastica , tra risate e momenti tristi che mi hanno fatto emozionare.
  14. Orange is the new Black Salve a tutti, apro questo topic per discutere insieme a voi di una serie tv prodotta da Netflix a partire dal 2013 e, per il momento, confermata fino alla settima stagione. Per chi non conoscesse la serie, spiegherò in breve di cosa si tratta, evitando spoiler e altro. Piper Chapman,una giovane donna che sembra non poter avere nulla a che fare con il crimine e gli istituti penitenziari, viene arrestata e condatta a 15 mesi di carcere per aver commesso reati relativi al contrabbando e spaccio di droga a livello internazionale. Piper viene quindi catapultata nel mondo dell'Istituto di Correzione femminile di Litchfield, dove incontra non solamente le altre detenute, ma anche la sé stessa del passato, in una storia che, vi assicuro, è capace di coinvolgere nonostante il tema originale e poco trattato. La storia, come una rapida ricerca su internet insegna, è ripresa da un libro, Orange is the new Black per l'appunto, scritto da Piper Kerman, donna alla quale la figura di Chapman è ispirata. Quali sono i punti di forza di questa serie? Penso che siano numerosi ed evidenti per tutti coloro che hanno visto almeno qualche episodio della prima stagione. Orange is the new Black unisce al suo interno, come molte serie recentemente, elementi tipici della commedia, quali fraintendimenti, brutte figure e frasi dette al momento sbagliato (senza dimenticare dei personaggi che contribuiscono al carattere allegro di molte scene), a elementi che invece confluiscono in una drammaticità spiazzante, che irrita lo spettatore per le angherie e azioni crudeli alle quali è obbligato ad assistere impotente. La serie fa ragionare quindi su quali siano le condizioni degli istituti di detenzione, e ciò risulta ancora più accentuato a causa della ispirazione a una storia vera della serie televisiva: molte delle scene che vediamo nelle puntate sono ispirate a fatti realmente accaduti alla Kerman! Almeno nel mio caso, alcune scene mi hanno dato fastidio per la violenza gratuita o per il sadismo di molti dei personaggi, che sembrano agire solamente per il proprio tornaconto personale, ma esattamente queste scene acquistano nuovo valore se osservate attraverso la lente della situazione drammatica delle carceri. Trovo inoltre molto interessante la ambientazione all'interno di una prigione, ambiente (per fortuna!) da noi non esplorato. Tutti i romanzi, i film, le serie ambientate nello stesso ambiente chiuso, che sia una casa, un treno, un ospedale, riescono a far sentire il lettore come un abitante di quei luoghi per quello che mi riguarda: si iniziano a riconoscere le varie stanze, gli ambienti della prigione, gli studi delle varie guardie, la cucina e tutti gli altri spazi, creano un senso di familiarità che non può che contribuire positivamente al coinvolgimento emotivo dello spettatore. Interessante è inoltre notare la metamorfosi della protagonista Piper, che da ingenua (viene quasi da sorridere pensando al suo primo giorno in cella) si trasforma, a partire dalla fine della prima stagione in un personaggio completamente nuovo ma psicologicamente coerente con la sua storia all'interno del penitenziario. Varrebbe la pena ora citare anche gli altri personaggi, ciascuno con le proprie caratteristiche: la cuoca russa Red, la fanatica Pennsatucky, il sorvegliante Mendez e la direttrice Figueroa. A proposito degli altri personaggi: la serie propone spesso degli spezzoni della vita delle detenute grazie a dei flashback, mostrandoci quindi il perchè della loro detenzione e quindi i reati da loro commessi (e spesso le motivazioni che hanno portato le donne a compiere tali reati). Si scopriranno quindi verità e menzogne raccontate dalle detenute, e ciò aiuterò nel comprendere la psicologia dei singoli personaggi. Quali sono invece i punti a sfavore? Nonostante aiutino a creare l'atmosfera del carcere, caratterizzato dalla totale assenza di privacy e di sicurezza per sè stessi, ho trovato e trovo spesso eccessive le scene di nudo, che in molti caso, credo, si potrebbero evitare benissimo.Tuttavia immagino che la serie debba rispondere anche alle esigenze del mercato e mi auguro che con le prossime stagioni che mi accingo a guardare Netflix abbia cambiato la propria politica in merito, similmente a quanto successo con Game of Thrones, con il quale la HBO decise di diminuire notevolmente le scene esplicite. Caratteristiche tecniche: Senza soffermarci molto: ogni stagione dura circa per 12 episodi, della durata di 60 minuti l'uno, poco più o poco meno. Consiglio la visione e l'ascolto della serie in LINGUA ORIGINALE, per poter gustare la varietà degli accenti, e della loro variazione dal ghetto della nere, al quartiere delle latinas, dalle blancas borghesi all'accento russo di Red e ovviamente i vari e numerosi giochi di parole. Sono ovviamente disponibili i sottotitoli in lingua italiana! Grazie per aver letto questa mia recensione! Cosa ne pensate della serie? La guardate? Si? No? Perchè? Fatemi sapere! Le mie altre recensioni: -The Crown: http://forgottenworld.it/forum/topic/14539-the-crown-il-nuovo-gioiello-di-netflix/-Stranger Things: http://forgottenworld.it/forum/topic/14913-stranger-things-il-capolavoro-di-netflix/ - your name: http://forgottenworld.it/forum/topic/15170-your-name-il-successo-di-makoto-shinkai/
  15. Serie TV

    Salve a tutti, apro questo topic per cercare la discussione e commentare insieme a voi la serie Spin-Off di The Walking Dead sui morti viventi, pensato e prodotto sempre da AMC, popolare TV via cavo americana. Il pilot, andato in onda su AMC Domenica 23 è il più visto nella Storia della TV via cavo, con ben 10 milioni di spettatori sintonizzati. Il successo di pubblico era, quasi, scontato, visto le vette di popolarità che raggiungono le vicende attorno ai sopravvissuti più conosciuti del mondo nella serie principale che si avvia alla sesta stagione e non da alcun segnale di cedimento. Come al solito evitiamo spoiler o riportiamoli sotto al BBCODE relativo. La serie non è ancora giunta in Italia, doveva infatti essere trasmessa il lunedì da HorrorChannel, che però ha chiuso perchè Sky non gli ha rinnovato il contratto e ora sta aggrappandosi agli utenti che attendevano l'evento con grande foga, un po' come Tsipras col referendum greco, per avere la forza di decine di migliaia di voci alle spalle. Avete comunque avuto modo di vedere il Pilot in lingua originale? Commenti e Spoiler su FTWD 1x01 Lascio allegato il trailer della serie: Sono prontissimo per Domenica prossima, e il bello è che la serie finisce esattamente quando ricomincia The Walking Dead.
  16. Sono già passati 10 anni dalla messa in onda dalla nuova serie di Doctor Who e in questo periodo la serie ne ha passate di cotte e di crude, momenti memorabili e altri che è meglio dimenticare.Per dirla con le parole di Moffat solo il Dottore poteva festeggiare un anniversario per i 10 anni dopo quello per i 50...Voi che ne pensate? Quali sono state le vostre puntate preferite? Chi è stato il miglior interprete del Dottore? Quali i momenti peggiori?
  17. Serie TV

    Ecco il trailer, e questa è la notizia: http://www.wired.it/play/televisione/2014/11/21/trailer-better-call-saul-data-uscita/ Finalmenteeeee
  18. Benvenuti Whovians! In questo topic, che rimarrà costantemente aggiornato, saranno riportate tutte le ultime notizie sulla serie televisiva di maggior successo (è il Guinness World Record a dirlo) nel mondo. In caso vogliate proporre articoli che ritenete potrebbero essere adatti a questo topic, non esitate a contattarmi per messaggio privato o sul nostro server teamspeak. Prima di iniziare, ecco qualche informazione su questa serie, che proprio nel 2013 ha festeggiato i suoi 50 anni. "Doctor Who è una serie televisiva britannica di fantascienza prodotta dalla BBC a partire dal 1963. Ha per protagonista un Signore del Tempo (Time Lord), cioè un alieno viaggiatore del tempo, che si fa chiamare semplicemente Il Dottore. Il Dottore esplora l'universo a bordo del TARDIS, una macchina senziente capace di viaggiare nello spazio e nel tempo attraverso il cosiddetto vortice temporale (time vortex). L'aspetto esterno del TARDIS è quello di una cabina blu della polizia inglese, comunemente visibile in Gran Bretagna negli anni sessanta, quando la serie fu trasmessa per la prima volta. Il Dottore è quasi sempre accompagnato da un terrestre (spesso una donna) insieme al quale affronta nemici, salva intere civiltà e aiuta persone comuni." Tratto da Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Doctor_Who
  19. serie tv

    The Newsroom è una serie tv creata dalla HBO (stessa emittente televisiva che ci ha portato Game of Thrones e True Blood), segue le vicende dell'anchorman Will McAvoy (secondo presentatore più famoso d'America) e il suo folle tentativo di produrre un telegiornale imparziale e capace di informare l'elettorato. Può sembrare abbastanza noioso ma vi assicuro che la prima stagione mi ha regalato emozioni davvero intense, lo straconsiglio Qualcuno di voi ne ha mai sentito parlare? Vi lascio una clip (meno di 5 minuti, sub ita) del primo pezzo dell'episodio 1, enjoy http://www.youtube.com/watch?v=ec6lrU5iW0w
  20. Salve gente! Voi avete gadget nerdosi in casa vostra? Postate qui le foto! I gadget possono essere di qualsiasi cosa riguardi videogame e anime/manga ma anche serie tv e film! Ad esempio: poster, capi d'abbigliamento, statue/action figure, accessori vari... Ecco i miei! Poster..
  21. serie tv

    Say my name... Breaking Bad è una serie televisiva prodotta dalla AMC, il protagonista è Walter White: un professore di chimica delle superiori. La sua vita viene sconvolta quando gli viene diagnosticato un cancro incurabile ai polmoni, decide quindi di iniziare a cucinare metanfetamine con un suo vecchio studente, già "nel giro" della droga, per poter provvedere alla sua famiglia anche dopo la sua scomparsa. Dovrà nascondere tutto a sua moglie (incinta di una bambina), a suo figlio portatore di handicap ma soprattutto a suo cognato Hank Schrader, investigatore della DEA. È senza dubbio la serie che mi ha catturato di più, nonostante inizi abbastanza lentamente non riuscirete a staccarvi dallo schermo e rimarrete sbalorditi della trasformazione di Walter durante gli episodi e le serie. Come sempre vi consiglio di guardarlo in inglese con i sottotitoli in italiano, gli attori sono davvero bravi e il doppiaggio (nonostante quello italiano sia tra i migliori) secondo me rovina sempre un po' tutto. Non vi mostro una clip perchè non voglio spoilerare nulla