Search the Community

Showing results for tags 'staff'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • News
  • Minecraft
    • Karaldur
    • Jet
    • Laboratories
    • Pixelmon
    • Mirias
    • Eseldur
  • Giochi
  • Eventi
  • Prova

Forums

  • Forgotten World
    • Annunci
    • Presentazioni
    • Piazza pubblica
    • GDR
    • Parla con lo staff
  • Server Minecraft Forgotten World
    • Settima Era
    • Forgotten Mirias
  • Gioco di ruolo
    • La Locanda
    • Organizzazione campagne e Gdr Off
  • Community videoludiche
    • Paradox
    • Star Citizen
    • Altri giochi
  • Archivio
    • Archivio generico
    • Archivio dei Server Minecraft
    • Archivio GDR

Found 43 results

  1. Salve Forgottiani, Con questo breve topic volevo informarvi che sono tornato a far parte dello staff di questa bella community. Il motivo che mi ha spinto a prendere questa decisione è da ricercarsi nel voler dare a Forgotten World una nuova vitalità, cercando di renderlo nuovamente una community attrattiva per i nuovi utenti e i "veterani". Mi occuperò della parte "web" di FW, quindi principalmente Forum e Wiki. Sono disponibile a ricevere proposte e critiche costruttive. Per qualsiasi cosa, aprite un ticket o scrivetemi un messaggio privato! Un saluto, MayuriK
  2. Salve utenti di Forgotten World, Con questo topic lo staff vuole comunicare a tutti voi che l'archivio del forum ha finalmente subito una riorganizzazione. Ciò si è reso necessario poichè l'archivio era ormai disorganizzato e con molte sezioni inaccessibili a voi utenti. Scorrendo nella sezione apposita in fondo al forum, noterete come le sezioni siano cambiate, ora troverete: Archivio Generico: Qui troverete topic e sezioni di vecchi progetti del circuito di FW. Archivio dei Server Minecraft: Tutte le vecchie sezioni dei server sono state catalogate e raggruppate qui dentro. Per la gioia dei nostalgici, sono state rese nuovamente accessibili le sezioni di molte ere passate dei server Jandùr (dalla quarta in poi), nonchè sezioni dei server Lab, Dersia-Jet e Pixelmon. Archivio GDR: Lo scopo di questa sezione è contenere le sezioni e topic che riguardano vecchi progetti di gioco di ruolo. La sezione inoltre contiene la vecchia Biblioteca Supernica, nel caso qualche vecchio utente volesse farci un giro. Speriamo che questa operazione renda più fruibile e ordinato il forum, per qualsiasi considerazione, rispondete pure al topic! Lo Staff
  3. Buongiorno a tutti Forgotten, sono lieto di annunciarvi delle piccole modifiche all'attuale gestione dei ruoli dello staff! Il sistema attuale ben descritto da Mayurik in questa News aveva rivoluzionato il vecchio sistema gerarchico introducendo la figura del supervisore, capo reparto con il dovere di assistere e coordinare lo staff dei singoli gruppi di lavoro. Lo scopo della frammentazione dello staff in piccoli gruppi di lavoro era molto semplice: aumentare la produttività del singolo gruppo ed avere la chiarezza nell'assegnazione dei lavori. Tuttavia dopo alcuni mesi di rodaggio, sono insorti alcuni problemi, primo fra tutti la mancanza di collaborazione tra i vari gruppi e la conseguente perdita nella produttività generale del corpo staff! Per ovviare a questo problema, abbiamo deciso di introdurre un'ulteriore modifica all'organigramma, che, pur mantenendo la distinzione dei gruppi di lavoro, assegnando delle mansioni più o meno specifiche al singolo staffer, permetta di raggruppare e di conseguenza far cooperare, gruppi con simile campo di azione! Per questo, oltre ad adottare un nuovo sistema di comunicazione tra staffer che comprende i membri di questi macrogruppi, sono state inserite due figure di mega-supervisore (nome puramente illustrativo), con il compito di supervisionare e coordinare il lavoro tra più gruppi! I macrogruppi creati sono rispettivamente Community: che contiene tutti i settori pubblici di Forgotten World, come Forum, Wiki, GDR, D&D e Social Giochi di Community: che contiene i gruppi di gioco della community come Minecraft, EU4 e CS:GO Tecnico: che contiene i settori tecnici come la programmazione, la gestione del dedicato e del TS I primi macrogruppi due avranno assegnato un mega-supervisore, mentre il terzo sarà coordinato da entrambi i mega, data la sua utilità negli altri due macrogruppi. Come qualcuno ha già potuto constatare, questo sistema, attivo da una settimana, ha già iniziato a dare i primi frutti, sopratutto nel macrogruppo Community nell'animazione del nostro Forum, ma anche nel macrogruppo Giochi grazie ad una nuova collaborazione di cui presto avrete notizie più dettagliate! Terrò questo topic aggiornato per le modifiche al corpo staff! Grazie per l'attenzione! Aco
  4. Buongiorno a tutti Forgotten, sono lieto di annunciarvi delle piccole modifiche all'attuale gestione dei ruoli dello staff! Il sistema attuale ben descritto da Mayurik in questa News aveva rivoluzionato il vecchio sistema gerarchico introducendo la figura del supervisore, capo reparto con il dovere di assistere e coordinare lo staff dei singoli gruppi di lavoro. Lo scopo della frammentazione dello staff in piccoli gruppi di lavoro era molto semplice: aumentare la produttività del singolo gruppo ed avere la chiarezza nell'assegnazione dei lavori. Tuttavia dopo alcuni mesi di rodaggio, sono insorti alcuni problemi, primo fra tutti la mancanza di collaborazione tra i vari gruppi e la conseguente perdita nella produttività generale del corpo staff! Per ovviare a questo problema, abbiamo deciso di introdurre un'ulteriore modifica all'organigramma, che, pur mantenendo la distinzione dei gruppi di lavoro, assegnando delle mansioni più o meno specifiche al singolo staffer, permetta di raggruppare e di conseguenza far cooperare, gruppi con simile campo di azione! Per questo, oltre ad adottare un nuovo sistema di comunicazione tra staffer che comprende i membri di questi macrogruppi, sono state inserite due figure di mega-supervisore (nome puramente illustrativo), con il compito di supervisionare e coordinare il lavoro tra più gruppi! I macrogruppi creati sono rispettivamente Community: che contiene tutti i settori pubblici di Forgotten World, come Forum, Wiki, GDR, D&D e Social Giochi di Community: che contiene i gruppi di gioco della community come Minecraft, EU4 e CS:GO Tecnico: che contiene i settori tecnici come la programmazione, la gestione del dedicato e del TS I primi macrogruppi due avranno assegnato un mega-supervisore, mentre il terzo sarà coordinato da entrambi i mega, data la sua utilità negli altri due macrogruppi. Come qualcuno ha già potuto constatare, questo sistema, attivo da una settimana, ha già iniziato a dare i primi frutti, sopratutto nel macrogruppo Community nell'animazione del nostro Forum, ma anche nel macrogruppo Giochi grazie ad una nuova collaborazione di cui presto avrete notizie più dettagliate! Terrò questo topic aggiornato per le modifiche al corpo staff! Grazie per l'attenzione! Aco Visualizza tutto articolo
  5. Caro staff io non riesco ad entrare forse sono io pero o bisogno di aiuto mando la foto di cosa succedefile:///C:/Users/Utente/Desktop/d.PNG file:///C:/Users/Utente/Desktop/bu.PNGfile:///C:/Users/Utente/Desktop/j.PNG
  6. Come ti chiami? Giacomo. Quanti anni hai? 24 Studi o lavori? Studio, lavorerò forse fra 10 anni più o meno. Ovviamente studio medicina. Che titolo di studio possiedi? Solo un diploma scientifico-tecnologico. Sopra c’è scritto perito, ma non sono perito di un c**** quindi non te lo so dire. Dove sei nato e dove vivi? Sono nato e vivo a Palermo, fantastica città quasi quanto Cuneo. Hai qualche hobby? Oltre ai videogiochi, sicuramente uno dei miei hobby preferiti è scrivere racconti, poesie, ma raramente pubblico. Anche D&D dal vivo e in generale i giochi da tavolo. Il tuo genere musicale preferito? Domanda difficile, ti risponderei “il genere buono”. Un buon gruppo è buono indipendentemente dal genere che fa. Ho sempre amato il metal sinfonico, in particolare i Nightwish, ma non sono schizzinoso e spazio moltissimo. La tua canzone preferita? Posso dirti il mio album, che è “Century Child” dei Nightwish. Il tuo film preferito? La leggenda del pianista sull’oceano, di Tornatore. E’ una vera opera d’arte. La tua serie TV preferita? Per le serie Tv direi Game of Thrones, potrei citarti anche Doctor Who. Per le serie animate Full Metal Alchemist Brotherhood. Hai fatto/fai qualche sport? No, sono abbastanza negato. Da ragazzo ho fatto nuoto per un po’ ed ero anche bravo, poi ho mollato. Pc o console? Io sono per le console portatili perché… sono portatili. Ma per le piattaforme fisse il computer, a lungo andare è molto versatile e con software più economico. Il tuo genere di videogiochi preferiti? Probabilmente i GDR, sia i classici JRPG puri sia i GDR più action come Skyrim e Zelda. Poi ovviamente i MOBA, perché DOTA 2 è DOTA 2. Il tuo videogioco preferito? Difficile, sicuramente un gioco di casa Nintendo. Sono indeciso fra The Legende of Zelda: the wind waker o Mario Galaxy. Però deve ancora uscire Breath of the wild… Il tuo primo videogioco? Avevo il Commodore 64, con molti giochi. Mi ricordo che ne avevo uno di Robocop, ma forse ho avuto prima lo SNES. Da dove viene il tuo nickname? E’ un mostro di Final Fantasy, in inglese è Death Gaze, ma è stato italianizzato così. Mi è sempre piaciuto e lo ho “rubato”. Come hai conosciuto minecraft? Andiamo nel 2011 credo. AI tempi iniziai a giocarci con alcuni amici, su dei server craccati. Mi ha spinto a comprarlo Goldr, e qui ho un aneddoto interessante. Goldr è un amico di vecchia data di mia sorella, ai tempi di The Lost Lands c’era la mania di Minecraft e mia sorella mi disse che Goldr rompeva un poco le scatole con il server su cui era admin. Mi feci dare tutte le informazioni e loggai su TLL. La parte divertente della storia è che Goldr non capì mai chi fossi io, nonostante io avessi fatto riferimenti diverse volte. Un giorno, mentre stava parlando con mia sorella su Skype, passai e lo salutai. Goldr allora capì e noi scoprimmo che non aveva mai compreso che io fossi Adegheiz. Perché ti piace minecraft? Perché è un gioco libero con elementi di RPG. La sua potenza è il sandbox, il fatto che abbia un modo di essere giocato che ai tempi dell’uscita era peculiare, oramai lo hanno copiato tutti. È stato una rivoluzione, era un bel gioco, aveva ed ha un grande potenziale e dimostrò che anche uno sviluppatore solitario poteva avere successo. Tutti i survival di oggi sono figli di minecraft, è un gioco creato con delle premesse geniali. Ovviamente ha contribuito molto la facilità di aprire server. Probabilmente mi piace molto proprio a causa del multiplayer. Come sei entrato nello staff? Ai tempi Eseldur era chiuso da circa sei mesi, ogni tanto entravo su ts e una volta entrai in un canale con Cinna e Master. Mi dissero che stavano sviluppando un progetto, che purtroppo non ha mai visto la luce, e decisi di partecipare, così entrai nello staff di FW. Nonostante una iniziale ostilità di Aconitasi, perché credeva che il progetto fosse una perdita di tempo, il tempo è passato, il progetto è fallito e io sono stato riassegnato prima alla wiki e poi alla sesta era. Cosa ci puoi dire della tua esperienza da staffer? Amo molto il modo in cui lo staff si approccia a Forgotten World. Tutti siamo motivati, seri e il nostro scopo è far divertire gli altri, renderli contenti. Non mi piace molto che certe volte ci si blocchi a casa di un eccesso di burocrazia. Preferisci il GDR o il PVP? Penso il GDR, però dare le mazzate ogni tanto non è male. Purtroppo ho avuto problemi con la connessione e il computer, ma uno dei ricordi più felici della Quinta Era sono i modernisti che si allenavano insieme a Flashex. Non hai mai bannato, ma ti piacerebbe? Bannare non è mai piacere, perché significa che hai fallito, soprattutto se fai un permaban. Un tuo motto? All’odio si risponde con l’amore. Quale marca di carta igienica usi? *va a controllare* Ho appena finito la carta igienica. Parlaci del tuo lato B. Secondo me è bello, mi dicono che sia tondo. Sono contento. Sei stitico? Purtroppo sì e ne soffro tanto. È una sofferenza e voglio fare un appello a tutti gli stitici: non siete soli. Sei bravo a cucinare? Sì, mi piace soprattutto fare dolci. Il tuo piatto preferito? Il risotto con i funghi. Come ti definiresti fisicamente? Sono un falso magro, sembro normale ma in realtà ho “la panza”. A che età hai avuto la tua prima cotta? Penso per una mia compagnetta alle medie, forse 11-12 anni. Qualche aneddoto sulla tua vita? Durante le lezioni di biochimica, tenute da un professore a me molto caro, spesso ero mezzo addormentato ed ero con la testa sul banco in catalessi. A queste lezioni partecipavano fra le 20 e 30 persone ed era impossibile non notare il mio stato. Una volta il professore disse, abbassando la voce, “Fate piano, non lo disturbate, secondo me sta dormendo”. Fu una figura un po’ brutta, ma era una persona meravigliosa. Sposato, fidanzato o single? Sono fidanzato, felicemente, da quasi due anni. Qualcuno di voi la conosce. Sei contro la droga? Io sono per liberalizzare tutto, penso che sia inutile tenere sostanze illegali, basta che non siano tossiche. È inutile dare un divieto, si deve lavorare sulla sensibilizzazione. Sono una persona che pensa che togliere una libertà a qualcun altro sia una cosa sbagliata, però si deve educare e spiegare alle persone che le cose non vanno fatte non perché illegali, ma perché dannose per la salute. Ti piacciono i bambini? Adoro i bambini, mi piacciono tanto e io di solito piaccio a loro. La tua paura più grande? Credo che sia laurearmi e poi morire improvvisamente. *risata* Probabilmente non essere più ascoltato e sentirmi ignorato. Il tuo desiderio più grande? Laurearmi, lavorare e mettere su famiglia. Il mio lavoro penso mi possa dare solo tante soddisfazioni. I tuoi ideali? Giustizia, verità e uguaglianza sociale. Penso che l’uguaglianza sia sbagliata, nessuno è uguale a nessun altro e non lo dovrebbe essere mai, ma ognuno deve avere le stesse opportunità di realizzarsi come meglio crede. Sei credente? Sono cattolico praticante. Come ti vedi fra 10 anni? Appena specializzato, forse con delle prospettive di lavoro. Una pazzia della giovinezza? mi volevo iscrivere al classico, fortunatamente me lo hanno impedito. Sarebbe stato l’errore della mia vita. Domande dell'utenza Raccontaci della tua passione per le zucche: Io sto spingendo per la rimozione delle zucche da Forgotten Karaldur. Viva la libertà, abbasso le zucche. Descriviti usando gli allineamenti di D&D: Probabilmente un Buono Neutrale. Quale è la cosa più imbarazzante che hai visto a medicina? Una volta un paziente aveva un catetere vescicale. Il catetere va cambiato regolarmente. Questo catetere era stato lasciato più del necessario, oppure il paziente aveva una leggera infiammazione, e non si riusciva a toglierlo. L’infermiere ha iniziato a tirarlo, cercando di fare con delicatezza. Improvvisamente il catetere è uscito fuori con schizzi di sangue e urina che sono andati tutti in faccia all’infermiere che stava assistendo. Quale è la cosa più rivoltante che hai visto a medicina? Può urtare la sensibilità del lettore. Cosa ne pensi dei consigli di vita cattolici? Penso che siano delle buone linee guida per vivere felici. Ovviamente alcuni possono vivere “in grazia di Dio” anche non seguendole punto per punto, ma sono comunque dei suggerimenti. Cosa pensi delle relazioni virtuali? Penso che possano nascere belle amicizie bei confronti. Mia sorella ha visto le sue migliori amicizie nascere online. Certe volte c’è bisogno di passare ad una interazione fisica, ma credo che dalla rete possano nascere ed essere coltivate grandi cose. Cosa significa per te Forgotten World? Sei fortunato a chiedermelo ora, se me lo avessi chiesto qualche anno fa avrei risposto molto diversamente. Penso che sia una bella community, un bel posto con belle persone. Tutti quelli che hanno contribuito, tranne qualcuno, sono convinto che abbiano avuto il mio stesso modo di vedere FW. FW può tirare fuori il meglio di noi. Quanto è grande la tua fede nei ceselli? Aiuto da casa? Praise the ceselli. I ceselli possono candidarsi a presidente dell’URMM? Beh, dimostrando validità di azione e pensiero e una conformità ai principi del partito, certo che possono essere candidati. Un cesello ci deve dimostrare di rispettar questi criteri. Dimostrandosi degno e vincendo le lezioni fra i suoi pari nell’Assemblea, allora sì ca*** che può diventare presidente dell’URMM. Un saluto in dialetto? Ni viriemu! I prossimi saranno Zampa e Master39, in una speciale intervista doppia, vota qui per scegliere i futuri intervistati:
  7. Come ti chiami? Fabio Z. Quanti anni hai? 25, quasi 26. In realtà sono di Luglio, quindi meglio 25. Studi o lavori? Eh (ridacchia). Domanda difficile. Ho lavorato, ho provato a studiare e ora sto riprendendo a lavorare perché ho capito che lo studio non fa per me. Che titolo di studio possiedi? Perito meccanico. Dove sei nato e dove vivi? Sono nato e vivo a Carpi, in provincia di Modena. Hai qualche hobby? Suono la chitarra, ascolto musica, leggo fumetti, kicko gente, insulto Pulcio. Il tuo genere musicale preferito? Una domanda difficile da rispondere. Vado a momenti, posso passare dal punk più estremo quando sono inc****to fino alla musica classica o all’ambient, tornando eventualmente alla musica elettronica o al metal. Quindi penso sia difficile anche dirci la tua canzone preferita, vero? Esatto, ci sono canzoni che mi fanno venire in mente più ricordi di altre, ma ora non saprei dirtene una. Il tuo film preferito? Grand Budapest Hotel, di Wes Anderson. Anche i film di Tarantino in generale, in particolar modo Pulp Fiction. La tua serie Tv preferita? Narcos mi è piaciuta molto, ma Breaking Bad è quella che mi ha coinvolto maggiormente. Hai fatto/Fai qualche sport? Il mio rapporto con lo sport è un po’ complicato, non sono mai stato troppo sportivo, anche se mi sarebbe piaciuto esserlo. In passato ho fatto un po’ di scherma, arti marziali, kung fu. Come quasi tutti i bimbi ho provato il calcio, ma ho capito che non faceva per me. Ora faccio dello skateboard ogni tanto, se non per sollazzarmi e farmi del male. Pc o Console? Pc master race! Il pc concede molta più libertà nella manipolazione del gioco, nelle mod, nella grafica e in tutte quelle cose che mi piace fare dove le console sono un po’ limitate. Il tuo genere di videogiochi preferito? Giochi di ruolo, RPG e Sparatutto FPS. Il tuo primo videogioco? È stato… il nome non lo ricordo bene, mi pare fosse “Wizards and warriors” per il NES. Un guerriero doveva ammazzare dei mostri e… non ricordo di preciso. Da dove viene il tuo nickname? Ah, il nickname! Viene da una canzone di David Bowie che si chiama Starman che stavo ascoltando nel lontano 2007 durante la creazione del mio personaggio di World of Warcraft. Mi serviva un nome e mi son detto, “proviamo Starman”. Ovviamente c’era molta altra gente con quel nome e allora lo ho modificato in vari modi, tutti occupati. Essendo il mio personaggio un elfo, ho “elfizzato” ed è venuto fuori, in un qualche modo, Stardel. Lo ho conservato nel tempo. Come hai conosciuto minecraft? Credo leggendo su riviste o navigando su internet. Perché ti piace? Offre abbastanza libertà in quel che si può fare, come quando si gioca con i lego, si possono seguire le regole o inventare cose dal nulla. Inoltre mi piace perché è il luogo dove c’è il modernismo. Come sei entrato nello staff? Inizialmente come Helper di Eseldur e collaboratore grafico, poi ho trascurato un po’ Eseldur perché faticavo a stargli dietro e mi sono concentrato sulla parte grafica, diventandone il supervisore attuale. Più altri mille incarichi che sono capitati nel mezzo. Cosa ci puoi dire della tua esperienza da staffer? È più impegnativo di quello che sembra da fuori, dalla parte dell’utente normale che vede solo la punta dell’enorme iceberg che in realtà è sottacqua. Preferisci il GDR o i PVP? GDR senza ombra di dubbio, anche se non schifo il PVP quando è necessario. Mi permette di essere qualcuno che in realtà non posso essere, inventare storie e fantasticare un po’ di più del semplice PVP, fine a sé stesso. Il ban che ti è rimasto più impresso? L’unico che ho fatto, quello di Casino. Flammava, spammava, faceva… casino. Ti piace bannare? Solo Casino. Un tuo motto: Il partito è tuo amico! Potrei anche dire una frase che ho attribuito a un mio personaggio, nella quale però mi ritrovo: Non dire più parole di quelle che servono. A volte si potrebbe essere molto più semplici e diretti. Quale marca di carta igienica usi? Carta camomilla. Parlaci del tuo lato b: Piccolo ma fa il suo lavoro. Sei bravo a cucinare? Assolutamente no, lascio fare tutto agli altri. Sono bravo a mangiare. Il tuo piatto preferito? gnocco fritto e lasagne, sono un tipico modenese fedele alla linea. A che età hai avuto la tua prima cotta? A sette anni. Qualche aneddoto? Ti dirò come mai la prima cotta risale a sette anni, età in cui uno pensa solo a giocare. Sono tornato a casa una volta da scuola elementare arrabbiato perché tutti avevano la morosa e io no. Con mia sorella ho fatto l’elenco di tutte le femmine nella mia classe e ne ho trovata una. Il giorno dopo le ho chiesto “Vuoi essere la mia morosa?” e lei “Boh, sì”. È successo tutto così, solo tipiche effusioni da bambini. Sposato, fidanzato o single? fidanzato è una parola grossa, diciamo che sono impegnato con una persona da un mese o poco più. Sei un tipo hard o soft? Questa mano po esse ferro o po esse piuma. Sei contro la droga? Dipende, sono contro la droga che rovina, contro le dipendenze. Se vogliamo fare il classico esempio di separazione fra droghe pesanti e leggere ti direi che liberalizzerei quelle leggere un poco di più. Non capisco tutta questa crociata contro la marijuana mentre alcool e tabacco sono liberamente disponibili. Sei stitico? No, vado molto fiero della mia rapidità nel bagno. Ti piacciono i bambini? MI piacciono i bambini che… non sono scaduti. La tua paura più grande? Essere dimenticato. Il tuo desiderio più grande? Potrei dire essere ricordato. Viaggiare il mondo, fare tante esperienze e poi un giorno tramandarle a qualcuno. I tuoi ideali? Anche qui andrò nello scontato, diciamo libertà, equità e giustizia. Sei credente? Non sono credente nel tipico pensiero cattolico. Non sono un tipico cristiano, ma in qualcosa credo. Come ti vedi fra dieci anni? Non so neanche cosa farò domani. Non lo so, spero bene. Domande dell'utenza! Quale è il colore delle tue mutande? Nere. Una pazzia della giovinezza? Una volta ho provato davvero a saltare un fosso per la lunga, e non è finita bene. Hai mai avuto dubbi sull’essere modernista? *alza la voce* No, assolutamente! Viva il partito! Un pregio e un difetto del modernismo? Pregio: diciamo che si può partire da zero e diventare il presidente, il capo di tutto. Difetti: *pausa* lo stesso discorso dei pregi, puoi partire da niente e diventare capo, ma prenderti la responsabilità delle tue azioni. I modernisti hanno un soprannome quando si rivolgono a te? Sono “El Presidente”. Ci fai uno spoiler del modernismo in sesta era? Plata o plomo? Che ne pensi del ritorno di Syne? Basta che non mi rompa le balle da presidente e può fare quello che vuole *ride*. Scherzo, è un ottimo elemento, padre del modernismo, possiamo solo esser contenti che sia tornato. Cosa ne pensi dell’assedio di Calais del 1558? Penso che sia stato un bellissimo assedio. Ma Giovanna D’Arco è stata bruciata in Francia o Inghilterra? È stata bruciata nella Francia inglese, ecco la mia riposta definitiva. Come immagini la tua vita senza il partito? Molto più triste di ora. Il partito è tuo amico? Sempre. Pensi che la partecipazione democratica di tutti gli utenti al GDR abbia ancora senso? No, la partecipazione democratica di tutti gli utenti non è sempre una cosa buona. CI devono essere dei paletti, qualcuno che decide. Spesso la gente fa confusione e dice che il modernismo è democratico, non è vero. Ci sono persone che decidono e ha anche una componente democratica interna ma non è democrazia. Un saluto in dialetto: Potrei essere volgare ma non lo farò, anzi sì. *parole incomprensibili* Dai, Salut! Migia può essere più d’aiuto nel modenese. Grazie dell'intervista @Stardel A tutti voi, grazie della lettura. Per votare il prossimo intervistato e leggere le interviste precedenti: http://forgottenworld.it/forum/topic/14951-fw-interview-chi-vorresti-intervistare/
  8. Lo Staff di Forgotten World continua i suoi lavori per offrire una esperienza di utilizzo del forum sempre migliore e più semplice, permettendo a tutti voi di poter godere appieno delle potenzialità di questo potente mezzo. Per questo, prima di tutto, abbiamo rimosso la necessità dell'approvazione del primo post di un nuovo utente, per garantirgli una presentazione migliore e più veloce, riuscendo a entrare nella nostra community in maniera notevolmente più semplice e ottimale. Inoltre, come avete cominciato a notare, l'editor ha subito delle trasformazioni niente male, con l'integrazione dei più importanti pulsanti che un'utente ha necessità di utilizzare, oltre ad aver fixato le icone, che ora presentano l'allineamento del testo in maniera corretta, abbiamo aggiunto la possibilità di impostare il rientro, aggiunto il pulsante cita, spoiler, taglia, copia e incolla e anche l'annulla e il ripristino! Eppure i lavori non cesseranno, visto che lo staff è al costante lavoro per migliorare questo editor, quindi non perdetevi le novità e aggiornatevi guardando le news di Forgotten World, ne vedrete delle belle Lo Staff di Forgotten World
  9. Supervisore Lab @Akonitàs Forgotten Fallout Mod: @Araton_10 @Pulcio @JackSpera --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Forgotten Galaxy Admin: @Akún Milàn --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Forgotten Games Admin: @Cinna_95 Sviluppatore: @master39 Sviluppatore: @Adegheiz --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Shadow of Survival Admin: @Bonjo99 Mod: @Araton_10 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Forgotten Vanilla 1.9 Admin: @Pulcio Helper: @fioz
  10. Supervisore Sky Akún Milàn Mod: JackSpera2001 Mod: Araton_10 Helper: Tydron16 Helper:TheGameHydraIT Helper:Delu990221 Helper:D4rkqualle_
  11. COMMUNITY

    AAA Cercasi Collaboratori - Astenersi perditempo! Cosa stiamo cercando? GraficiReporter videoTexturizzatoriWeb designer (ipb)Pubblicizzatore del serverArticolisti sul forumProgrammatoriQuali conoscenze devi avere? Il prerequisito fondamentale è la voglia di fare e un po' di tempo libero. L'altra cosa fondamentale per noi di ForgottenWorld è avere collaboratori che conoscano bene la modalità di gioco del server e le sue dinamiche. Per questo, è richiesta una partecipazione alla vita del server per un tempo minimo. Ultima ma non per importanza, una conoscenza approfondita del campo in cui si vuole collaborare. Reporter: Poter registrare video ed editarli. Texturizzatori: Molta fantasia e capacità di creare texture. Magari saper usare un programma di modellazione 3D. Grafici: Creazione di loghi e icone per forum e server. Web designer: Saper usare HTML5 CSS3 e utilizzare invision power come piattaforma. Programmatori Capacità di programmare plugin ed altro in Java. Pubblicizzatore del server Abbiamo bisogno di espanderci in nuovi frangenti. Quindi il requisito è saper "spammare" il giusto in vari forum, siti, pagine FB etc per rendere più capillare la pubblicità di FW. Articolisti sul forum Forgotten World ha un forum che non tratta solamente di Minecraft. Cerchiamo quindi degli articolisti con una buona capacità di scrittura e molte idee per creare sempre nuove discussioni. - Età consigliata: Dai 16 in su - Modalità del Server: Bukkit, Towny, Pixelmon, FTB - Contattateci nella sezione collaborazioni (In questa sezione il post verrà visto da voi stessi, dai mod e dagli admin soltanto)
  12. Dopo gli ultimi avvenimenti dovuta alla creazione di argomenti difficili da trattare e moderare, lo staff ha deciso di creare una sezione apposita sperando di riportare serenità e ordine nella community. La sezione è visibile e fruibile solo per coloro che hanno raggiunto i 1000 messaggi. Non che il numero di messaggi possa garantire educazione o cultura elevata e aperta ma si spera che la lunga permanenza sul forum abbia permesso all'utente in questione di apprendere e capire il regolamento. Tale sezione tollera i pensieri e le credenze di tutti, ciò non implica un linguaggio volgare nei confronti di altri utenti o terzi che siano bianchi, neri, gialli o viola. E' stato introdotto un regolamento aggiuntivo per avvertire voi e agevolare il lavoro dello staff. Tante, troppe, lamentele sono arrivate da persone che si sono ritenute "ferite" da commenti altrui. Non è solo compito e obbligo di riflettere prima di commentare, anche un normale lettore dev'essere conscio di ciò che potrebbe leggere. Non siamo, ancora, per vietare questi genere argomenti sul forum. Il confronto è un giusto mezzo per crescere come persona ma va fatto nel giusto modo. Lo staff.
  13. Amministratori Vekkia Volpe Akún Milàn Moderatori Bonjo99 Helper Tydron16 Per qualsiasi segnalazione riguardante uno Staffer o Helper aprire un ticket o inviare un pm a un amministratore
  14. Cambiamenti in arrivo nel 2016, gerarchia e organigramma obsoleti Lo Staff di Forgotten World La seguente gerarchia rappresenta l'organigramma della community e non dei singoli server, per questo motivo le cariche potranno essere differenti nei rispettivi server di gioco. Lo staff di EseldurLo staff di JetLo staff dei LabAmministratori Moderatori globali translayton Moderatori zampa00 Vekkia Volpe Piergino Leotred Giank56 Aiutomoderatori Stardel truffoli master39 Akún Milàn Helper: Crona, , Bonjo99, limit1one, , muccamucca, . Collaboratori: AleCorna, , Bonjo99, Tecnology, . Per comprendere le cariche del circuito Forgotten Wolrd leggere i T&C.
  15. Lo staff di videogamezone.eu sfida lo staff di Forgotten World ad una partita amichevole su Dota 2 in una partita riservata ai soli membri dello staff di ambo le community. Tale partita verrebbe svolta nella modalità Captain Mode e si terrebbe da lunedì sera in poi, a seconda della data concordata tra le due comunità, ovviamente i membri della comunità sono invitati ad assistere alle performance del proprio staff :3 La risposta di FW è...?
  16. Apro questo post per suggerire una cosa semplice ma efficace per chi lavora con le api. Come già detto nel post del reset dei mondi, sappiamo tutti cos'è capitato all'End dopo poche ore dall'apertura del server..Drago ucciso e bla bla bla. (questo non mi interessa granchè di base). Quello che mi ha dato leggermente fastidio è che qualche player, credendosi estremamente """furbo""", ha depredato l'end da TUTTI gli Hive che erano presenti. Questo porta al fatto che molti player non possano usufruire delle api di tale mondo e non possono nemmeno creare determinati tipi di oggetti e molto altro. Prima che si creino polemiche sul fatto che non ce ne sono abbastanza e cavolate varie, nell'end di quegli Hive ne spawnano almeno 7/8 senza contare che con la Genetics (data tanto per poco OP rispetto alla Gendustry ma ci si può craftare le stesse cose con dispendio di materiali praticamente zero rispetto alla sua controparte e solo aspettando tempi immensi) si possono ricreare/copiare TUTTI i geni delle api...senza contare che si possono ricreare/copiare Geni di alberi e Farfalle. Detto ciò propongo una cosa, mettere in vendita allo Shop Admin, Drone e Princess dell'End dando modo ai giocatori che non hanno potuto recuperarne almeno una coppia. Io sarei disposto a comprarle senza troppe remore, suppongo anche altri player presenti nel server, aspetto notizie a riguardo.
  17. Utenti di Forgotten, siamo lieti di annunciarvi che da questo momento è nata la nuova società Forgotten Scommesse che permetterà ad ogni utente di scommettere zenar durante i principali eventi che si terranno su Eseldur. Dall'Evento PvP del 9 aprile 2015 sarà infatti possibile scommettere sull'esito degli incontri rispettando i seguenti punti: È possibile puntare una somma 1000 di zenar come massimo, a patto che la somma delle puntate sulle singole battaglie sia almeno di 10 zenar. Sulle singole battaglie non è possibile puntare una quantitativo di zenar con cifre decimali (es: non è possibile puntare 5,30z ma solo 5z o 6z) o comunque minore di 1z (non è possibile puntare 0,6z, ma 1z sì). La raccolta scommesse chiuderà 30 minuti prima che l'evento abbia inizio. Dopo la chiusura i soldi puntati verranno raccolti automaticamente dai responsabili della società. Se al momento della raccolta i soldi nel vostro conto non saranno sufficienti, la scommessa verrà annullata. Il modulo per la scommessa e le quote verranno pubblicate al momento della pubblicazione degli incontri da parte dello staff.Il modulo delle scommesse dovrà essere inviato per messaggio privato sul forum a Valmontino o ad Aadeg.In caso di vittoria un addetto vi contatterà dandovi i soldi che vi spettano.Le transazioni di zenar sono sotto il patrocinio dello staff di Forgotten World.Nel caso in cui il match non venga disputato, la scommessa verrà annullata e verranno restituiti i soldi puntati su quella battaglia.Non si può scommettere su se stessi. N.B. Il servizio inizierà non appena verranno pubblicati i tabelloni del Torneo PvP del 9 aprile. Buona fortuna!
  18. Dunque, mi è venuta voglia di fare un giro tra forum e server per salutare un po' di gente, quindi ringrazio Google Chrome per avermi tenuto la password salvata per mesi Detto ciò, non posso certo entrare così con non chalance (perdonatemi se l'ho scritto male), specie dopo il malo modo in cui quittai il server verso luglio/agosto (e chi se lo ricorda?) Detto ciò, vorrei ufficialmente chiedere scusa allo staff del server e ai suoi utenti per il comportamento da BM ottenne che ho avuto all'epoca. Chiedo anche di poter rientrare nel server. Tra parentesi, se ero stato bannato tralasciate la seconda richiesta, ma le scuse rimangono valide; vorrà dire che faccio un giro sul forum e bon, chi si è visto s'è visto. Nel frattempo, adios amigos. P.S: I Modernisti hanno già perso tutto quello che c'è da perdere vero ?
  19. Ciao a tutti, volevo segnalare i problemi che ho riscontrato cambiando il Nick MC in Idrocarburo da The_Microwave94 nel server Dersia 1) necessità di Whitelistarsi nuovamente 2) Residence ignora completamente quanto accaduto. la mia vecchia casa è ancora posseduta da "The_Microwave94" e non mi fa interagire con essa. Scusa Volpe se oggi ti ho rotto un sacco le scatole ma mi dovresti aiutare di nuovo perdonami
  20. Iniziamo subito con questa intervista a Ghosttank80. Ho diviso le domande in tre categorie: personali, domande normali su di te, non scendiamo ancora nello scandaloso; Forgotten World & Minecraft; speciali, le domande più scabrose che l’utenza ti vuole porre. Iniziamo subito con le domande Personali! Intervista a GhostTank80! Come ti chiami? Armando. Quanti anni hai? Ho 34 anni. Studi o lavori? Lavoro come soldato e sono un carrista, quindi mi occupo dei carri armati. Hai qualche hobby? Non ho un hobby predefinito, mi piace lavorare sulle macchine e scasinarci. Il tuo genere musicale preferito? Rock e Metal. Il tuo gruppo musicale preferito? Ne ho tanti, ma i miei preferiti in assoluto sono gli AC/DC e gli Aerosmith. La tua canzone preferita? “Jaded” degli Aeromith e “Thunderstruck” degli AC/DC. Fai/Hai fatto qualche sport? No, tranne giocare a calcetto non ho mai fatto nessuno sport in particolare. Preferisci il PC o la console? Per un po’ ho preferito la console, ma adesso che mi sto dedicando di più a Minecraft preferisco il PC. Oramai la console mi ha stufato e la ho abbandonata. Il tuo videogioco preferito? Tutta la serie di Super Mario. Questo gioco può anche sembrare banale, vecchio e superato ma rimane comunque Super Mario. E poi mi è piaciuto molto “Metal Gear Solid”, il primo per Play Station. Qual è il tuo libro preferito? Non leggo, ho letto pochi libri, principalmente leggo fumetti e il mio preferito è “Dylan Dog”. Il tuo film preferito? La “Trilogia del Signore degli Anelli”, i film di guerra in generale ma in particolare “Salvate il soldato Ryan”. Ora passiamo alle domande su Forgotten World & Minecraft! Come hai conosciuto Minecraft? Lo ho conosciuto ai tempi dell’Alpha, quando Capobastone faceva i video sul griefing. Cercando video di giochi su Youtube trovai MInecraft e vidi dei video. Perché ti piace Minecraft? Perché mi ricorda i Lego e puoi fare quello che vuoi, l’unico limite che hai è la tua fantasia. Da dove viene il tuo nickname? Il mio nickname risale al 2005. All’inizio il mio nick era un altro, non dico quello vecchio per una questione privata. Giocavo tutte le sere all’XBox e nel 2005 si giocava molto a Call of Duty 3. Feci l’abbonamento al Live per poter giocare online. Conobbi degli italiani che facevano dei tornei per i clan, quando entrai a far parte di questo clan , i Natural Born Killers (NBK), decidemmo di mettere la tag davanti al nickname. Tutti si scelsero anche un nome di battaglia e il capoclan, visto che io ero indeciso, disse che mancava un nick che iniziasse con “ghost”, pensando che fosse banale lo unii al mio lavoro “tank” ( dall’inglese, carro armato), il nick piacque a tutti e ho quest. Come hai conosciuto Forgotten World? Lo ho conosciuto perché cercai un server multiplayer, all’inizio giocavo solo server stranieri, un giorno trovai il server italiano di The Lost Lands e iniziai a giocarci. Cosa ci puoi dire della tua esperienza da staffer? La mia è stata ed è una bella esperienza e ci sono state molte soddisfazioni. E’ bello stare nello staff, creare eventi ecc. Dà soddisfazione ricevere feedback positivi dall’utenza. Come sei entrato nello staff? All’epoca di The Lost Lands, Draith William aprì un topic nel quale cercava degli staffer (all’epoca semimod). Io giocavo a Nyan e tra gli assistenti ci stavano anche Nobisio e suo fratello Genmassimo E tutti e due erano moderatori. Eravamo molto affiatati e mi consigliarono di propormi come semimod, Mi hanno giudicato e sono entrato nello staff. Preferisci il Gdr o il PvP? Preferisco il PvP ma non preferisco né l’uno né l’altro in fondo. Preferisco costruire. Un ban che ti è rimasto impresso? Ne ho fatti molti di ban… Però mi è rimasto impresso il ban di Quotogamer che aveva fondato facendo fallire Nyan. Subito dopo aver fatto fallire Nyan, loro stavano in chat a sbeffeggiare gli ex-nyani . Mi è rimasto impresso perché alla fine ho bannato 7 persone in un giorno per 7 giorni perché avevano bugabusato, riuscendo a rubare i kit dall’arena eventi. Ora le ultime due domande e poi si passa alle domande speciali! Hai un motto? Non ho mai avuto un motto, ma mi rappresenta la frase: “Che cazz’ me ne fott’ a me?” Descriviti in una parola? Testardo, ma anche Iracondo e voglio avere sempre ragione. Ora si passa alle domande speciali! Quale marca di carta igienica usi? Quella che mi capita a tiro, di solito quella che costa di meno al Supermercato. Parlaci del tuo lato B. Comune, è un culo. Bevi o sei astemio? Bevo, non esageratamente ma n quando sono in compagnia. 10/15 anni bevevo tanto ma ora ho diminuito. La tua marca di birra preferita? La Weiss in generale, ma in particolare la Franziskaner. A che età hai avuto la tua prima cotta? A 16 anni, per una ragazza del mio paese. Dove vivi? Sono nato a Carapelle (Foggia) ma per lavoro a Pordenone. Quanto sei puccio da 1 a 10? (silenzio)… Tu che hai fatto questa domanda, ci tieni alla vita? Lo sai che sei tanto puccio? Mi sa che a voi non piace vivere. Sei bello? Sono un ragazzo normale. Hai l’orecchino? Sì, all’orecchio sinistro. Me lo metto quando non sto in caserma. Descrivi la pucciosità. La pucciosità è come la torta, non esiste. Qual è la cosa più pucciosa che esiste? Ti dico la cosa meno pucciosa: la faccia di quello che fa queste domande dopo che lo avrò preso. Sei fiero di essere l’Antipuccio dei Creeper Awards? Tantissimo. Come è nato il tuo odio per i pucciosi? Odio la parola “puccio” e anche la faccina stupida. L’unica volta che ho fatto la faccina puccia in chat sta nella mia firma. Quante volte vai al bagno? Quante sono le volte di chi non si fa i caz… Sono regolare, 2/3 volte al giorno. Preferisci le caramelle o le patatine? Le patatine, ne mangio a quintali. Il tuo gusto di gelato preferito? Bacio, cioccolato alla nocciola. Il tuo colore preferito? Il giallo. Se fossi costretto a lasciare l’Italia, in quale paese andresti? Sicuramente negli USA. Qual è il più grande obiettivo che vorresti raggiungere nella tua vita? Non mi sono mai posto obiettivi. L’unico obiettivo è quello di stare bene e non farmi mancare nulla. Non sono ambizioso. Ho mancato l’obiettivo di diventare un pilota di auto da corsa. Professi una religione? No, sono ateo ma sono cattolico solo per il battesimo, ho una idea mia su Dio. Ti sta simpatico marco2297? Mi sta simpatico quanto un gatto attaccato con le unghie alle parti intime. Cosa pensi della serietà di Kazuya? E’ un ragazzo serio, lavora bene e fa sempre tutto. Mi piace come persona. Mi piace più di tutti come staffer. A quale utente/i faresti una visita con il tuo carro armato? Phirez, ma nulla di personale. Ne ho odiate tante di persone, ma odio le testoline di *Kata ti vede*. Avrei fatto ragionare molte persone con il carro armato. E’ vero che la tua auto ha i cingoli? Se li potessi avere li metterei. Quanti carri armati riesci a sollevare con una mano sola? 1, il mio. Compreresti queste ciabatte? Sono anni che le cerco, le avevo fatte vedere a mia sorella l’anno scorso sottolineando che sarebbe stato un bel regalo per il mio compleanno. Il tuo cibo preferito? Quello che cucina mia madre, tutto. Forse le lasagne. Qual è la tua più grande paura? Psicologicamente penso sia rimanere da solo. E poi mi fanno schifo i ragni, sono aracnofobico. In Afghanistan mi sono ritrovato faccia a faccia con un ragno cammello. L’intervista finisce qui, spero tu ti sia divertito e così il nostro pubblico! Un saluto da Kolisch a da Ghosttank80 ci vediamo alla prossima intervista! INTERVISTA AD ALICIRESOLAH <------ INTERVISTA A NAKY89 <------ INTERVISTA A MIGIA <------ INTERVISTA A ALEPAZZO7 <------
  21. COMMUNITY

    Progetto, iniziato nel lontano Febbraio 2013, continua ad apportare aggiunte alla community per il raggiungimento di uno scopo ben preciso. Se un anno fa ci potevamo definire un server di gioco basato su Minecraft, ora possiamo pensare di aver raggiunto il concetto di community. Siamo arrivati al trattare più giochi e più generi di argomenti. Qualora notassimo partecipazione attiva da parte vostra vedremo di investirci ulteriore tempo. Lo staff nel tempo è notevolmente aumentato di numero, questo non per regalare piccoli riconoscimenti ma per avere i mezzi per una continua crescita della community. Sono state introdotte anche le categoria collaboratori per dar modo a persone, con poco tempo o con poca voglia di responsabilità, di aiutarci in questo enorme lavoro. Oltre alla possibilità di crescere futuri staffer nel caso di provato merito. In oltre un anno abbiamo cambiato 3 macchine, acquistato il forum ed altro. Questo dovrebbe farvi comprendere quanto ci crediamo in questo progetto. Abbiamo tentato una fusione con scarsi risultati mentre un'altra è riuscita portando beneficio allo staff e a voi. Questo per dirvi che non ci vogliamo idolatrare ma siamo sempre aperti a discorsi che possano promuovere e migliorare la situazione attuale. Il tempo di lettura di queste poche righe speriamo serva a farvi capire il nostro impegno e la nostra dedizione con conseguente rispetto, da parte di tutti, nei servizi offerti. L'amministrazione di FW ci tiene a ringraziare staff, collaboratori ed utenti che in questo periodo hanno sacrificato il proprio tempo per aiutarci. Speriamo vivamente continui così. La domanda posta da Naky è giusta. Cosa vuole diventare Forgotten World? La prima risposta risulta ovvia, un entità eterna nel mondo di internet. Per questo motivo abbiamo creato una struttura economicamente sostenibile e che quindi possa essere tramandata nel tempo in mani giovani ma capaci. Una community, parola notevolmente usurata in Italia. Entità che nel tempo si possa evolvere in ciò che voglia o serva alla sua stessa comunità. Per questo motivo abbiamo rifiutato varie offerte economiche o di collaborazione, FW deve rimanere indipendente e continuare per la sua strada. Deve continuamente rinascere in se stessa per aprire le porte a nuovi movimenti ed occasioni di migliorie. Forgotten vuole diventare divertimento, svago e ritrovo. Non è un segreto che FW abbia comportamenti simili ad un associazione piuttosto che al tipico forum di gaming. Siamo fortemente convinti che oltre al giocare nel nostro circuito tutti insieme stiamo vivendo, condividendo e confrontando esperienze di vita che ci formeranno nel tempo. Dallo staffer che lavorando ad un server impara l'utilizzo di programmi utili ad un futuro lavorativo al normale utente che si becca un raid per parole usate male. Per ritrovo intendiamo confronti utili alla community per la sua continua crescita ma anche utili al singolo per cultura personale. Ora che conoscete le nostre intenzioni vedremo di spiegarvi cosa accadrà nel tempo a FW. Forgotten oltre ad essere un contenitore di giochi, di persone e di luoghi virtuali d'incontro diventerà lei stessa un gioco. Vogliamo puntare su Minecraft, sul gioco di ruolo, sui giochi for fun e sull'unione di tutti questi, ma per arrivarci occorrono una serie di implementazioni che continueremo nel tempo. Implementazioni iniziate ormai da un anno a questa parte. Nasceranno pagine utili al nuovo o al vecchio utente come introduzione nel singolo servizio: Nasceranno tool specifici per moltiplicare l'esperienza di gioco: Nasceranno raccoglitori di statistiche ed achievement inizialmente per Eseldur ma nel tempo collegati a forum e server trattati: Fino a quando non ci farete passare la voglia di lavorare a FW continueremo il nostro cammino. Utilizzeremo questo topic per raccogliere tutti gli upgrade della community con relative spiegazioni. Nonostante sia stata terminata la prima parte vedremo di fare un piccolo riassunto per gli ultimi arrivati e gli utenti distratti. Per domande o proposte non esitate ad usare la relativa sezione. Lo staff This post has been promoted to an article
  22. Mijènon Elivonùl era impegnanto a cancellare la lavagna e senza voltarsi continuava a tener lezione. "Così, in seguito a un violentissimo ariamoto, causato dall’instabilità e dal decadimento della bagliopietra, le isole volanti dell'Eremdur precipitarono in mare. Del mondo scoperto da Kornelu Kattuner non rimase nulla, se non qualche pietra e dei detriti in fondo all’oceano. Approfondiremo la distruzione di questo continente domani, nell'ora di geografia. Come sempre, la terza ora" In quel preciso momento una voce roca, rimbombando nei corridoi, annunciò la fine delle lezioni mattutine e l’apertura della mensa per il pranzo. Mijènon sospirò e rimase nella grande aula fino a quando l’ultimo "studente” buhhuita non rimase sull'uscio della porta. Il buhhuita, un soldato dal grado indecifrabile di nome Gealah, gli rivolse la parola. "Una lezione veramente interessante, maestro" disse "la geografia e la storia di questo piano sono decisamente ricche" Mijènon si meravigliò. Non era mai successo che un soldato buhhuita si complimentasse con lui. "Grazie" rispose "vedrà che le ore di domani non deluderanno queste aspettative" Il buhhuita annuì con la testa e si diresse verso il corridoio a sinistra. Mijènon lo seguì, dirigendosi entrambi verso le mense. Il luogo era totalmente privo di colori: le pareti grigie erano accompagnate da un soffitto bianco, le sedie di pietra, non particolarmente indicate per chi soffrisse di mal di schiena, rendevano ancora più freddo asettico l’intero ambiente. Tuttavia, Mijènon adorava quel posto: il cibo era buonissimo. Da quando i buhhuiti erano comparsi, la loro carne era stata una delle cose che più lo aveva convinto a rimanere nelle loro schiere: saporita, ottima alla griglia e consistente, il professore era sicuro che a Zampadur non sarebbe stato possibile reperirne di migliore: di certo i macellai di Spes non ne avevano mai venduta di così buona. Mentre assaporava con gusto una sottile bistecca, due reclute buhhuite presero posto davanti a lui, come sempre senza dar segno di accorgersi della presenza di Mijènon. Ormai ci era abituato, tuttavia l’aver avuto salva la vita e poter godere di una così buone posizione, rendevano l’intera situazione molto più sopportabile. "Ne hanno portati altri" disse uno dei due soldati. "Già, a quanto pare sono belli grossi. Sijjeloh si era lamentato parecchio della magrezza dello scorso carico. Evidentemente, le giuste lamentele dei sottotenenti hanno convinto gli ufficiali! L'Unico Dio non vorrebbe vederci nutrira male" e annuì con enfasi. L’altro allora rispose, dopo aver masticato lungo un pezzetto di carne: "Questa deve essere avaloniana... no, il retrogusto è diverso... etesbergana, sì. La riconosco. Strano, non è affatto facile trovarne ancora, dopo che l'abbiamo rasa al suolo" Mijènon non riuscì a stare zitto, a quel momento "manzo etesbergano, ecco perchè è così buono! Si dice che nutrissero i loro greggi con grano masìl, proveniente dall'estremo Langamain nord occidentale. Un costo non da poco, ma i risultati si vedono. Inoltre, l'aria fresca e ricca di ferro delle Montagne Lancia conferiscono a queste bistecche un sapore unico, probabilmente non ce ne sono di migliori in tutta Zampadur" I due soldati buhhuiti lo fissarono per qualche secondo, quasi scocciati dall'interruzione. "Manzo" disse uno di loro "manzo etesbergano? Che cosa stai dicendo, letoriano?" L'altro buhhuita invece ingoiò un altro boccone e senza troppi convenevoli, tornò a chiacchierare con il commensale, stavolta di un raid da compiere in territorio avaloniano nel pomeriggio. Mijènon sbiancò, pensando di aver fatto davvero una follia. Come posso credere d'intromettermi nelle discussioni buhhuite in questo modo, che mi è successo? Pensò. Ma era così euforico per via del pasto... il pasto... La voce roca che aveva segnato la fine delle lezioni un’ora prima, rimbombò dai pesanti tubi di ferro posti nelle pareti. "Fine della pausa, iniziano le lezioni pomeridiane. Aula numero quindici, dialetto mirronyanista" I due buhhuiti si alzarono di scatto e si allontanarono in fretta dal professore. Mijènon, ancora turbato, si alzò e si diresse verso le aule. Erano circa le dieci di sera, il vecchio orologio del municipio di Spes era rimasto miracolosamente illeso alle esplosioni. Mijènon camminava con aria sospetta e preoccupata lungo i corridoi dell’edificio adibito a quartier generale buhhuita: lì si trovavano i magazzini e le cucine, le quali collegavano direttamente con la mensa scolastica, tramite un tunnel sotterraneo. Il professore spesiano era ancora perplesso per via dello strano discorso dei due soldati ed era deciso a mettere luce sul mistero della carne. Riuscì a entrare nel magazzino indisturbato: molti dei buhhuiti si erano abituati alla sua presenza. Enormi e interminabili file di casse e bottiglie occupavano quel luogo, ma di cibo neanche non c'era neanche l’ombra. MIjènon lesse i nomi sulle casse: legno avaloniano, ferro, una cassa conteneva addirittura decine di migliaia di zenar, per un valore inestimabile, eppure era accantonata insieme alle altre con noncuranza. Mijènon passò oltre, facendo spallucce: anche prendendone alcune, cos'avrebbe potuto farne? "Chi va là? C’è qualcuno?" A Mijènon si gelò il sangue nelle vene. Fece appena in tempo a nascondersi dietro un grande scaffale, quando una guardia, che indossava una armatura nera come l’ossidiana, gli passò accanto, per poi continuare. Il professore represse un sospiro di sollievo. Attese dietro lo scaffale per un tempo interminabile. Finalmente la guardia, sicura del fatto che nessuno si sarebbe furtivamente intrufolato nelle cucine, si addormentò. Mijènon sgattaiolò fuori dal rifugio e con passi felpati oltrepassò la guardia, fino ad entrare nel secondo deposito. Il posto era completamente bianco, delle strane e alte fornaci occupavano i due lati opposti dell’ambiente. Mijènon andò avanti. Un cartello scritto con una scrittura decisa recitava:Umàn, Carne. E sotto, una freccia indicava una porta che si trovava alla destra dello spesiano. Mijènon fece tre passi e arrivò davanti alla porta. Un brivido gli percorse la schiena, una goccia di sudore gli scese molto lentamente lungo la fronte, per andare a posarsi sulla sua guancia sinistra. Non sapeva perché era preoccupato, alla fine era solamente manzo etesbergano, ma qualcosa lo turbava da parecchio tempo ormai, la discussione dei due buhhuiti nella mensa era stata solo la goccia che aveva fatto traboccare il vaso. Fece un grande respiro e spinse in avanti la porta. Per poco non cadde. Si trovava in una grande stanza adibita a cella frigorifera, dove enormi cumuli di ghiaccio occupavano i quattro angoli. Corpi nudi erano appesi con un gancio al soffitto, in fila, a decine, a centinaia. Il suolo era coperto da uno spesso strato di sangue raggrumato, che gocciolava ritmicamente dagli essere umani appesi. Mijènon si portò una mano alla bocca, poi si chinò velocemente e vomitò per terra. Per circa due mesi aveva mangiato carne umana, carne umana, carne umana... Una voce fioca lo chiamò dal fondo della stanza: "Aiutami" Lentamente, Mijènon raggiunse la fila dalla quale proveniva la voce. Stesa per terra, a contatto con il sangue e con il ghiaccio, stava una donna. Questa allungò una mano, per cercare quella del professore: "Superni, proteggetemi" sussurrò Mijènon portandosi le mani alla testa. Il professore fece dei passi indietro, scivolò nel sangue e si rialzò immediatamente. "Aiutami" la donna stava inutilmente cercando di alzarsi. Probabilmente aveva entrambe le gambe rotte da tempo, vista la posizione innaturale in cui giacevano. "Aiutami" continuò a ripetere, poi la sua mano ricadde a terra. La donna era svenuta, o morta. Il professore sbiancò. Corse via, dando continui colpi ai corpi appesi e perdendo spesso l'equilibrio, fino a raggiungere la porta della cella frigorifera, superò la guardia addormentata, e corse via, verso l'uscita di quell'inferno. Era in lacrime e la giacca di fine seta avaloniana grondava sangue. Cosa devo fare? Si chiese, mentre usciva all'aria aperta e cercando di orientarsi, cercava il proprio alloggio. Mentre camminava, pensò alle fosse comuni di Spes stracolme di cadaveri, che aveva visto giorni addietro. I buhhuiti ci lavoravano incessantemente, raccogliendo, trasportando... come aveva fatto a non capirlo prima? Cosa devo fare? Continuava a dirsi. S'immaginò il suo corpo lanciato in una delle fosse comuni, per poi essere recuperato, portato in una cella frigorifera, spogliato, sezionato... Devo vivere, vivere, vivere. Senza indugi, tornò a casa sua, salì le scale, entrò nella camera da letto e si mise a dormire. Il giorno successivo aveva delle lezioni molto difficili da affrontare.
  23. Piano di Letorian Protettorato di Spes Anno della Fondazione 2657 Ogni giorno che passava, Mijenon si sentiva sempre più fortunato. Di più, si sentiva toccato dai Superni. Stava sorseggiando un tè corretto con raka, in uno dei pochi bar ancora aperti di Spes. Guardava con beata accidia una squadra di lavoratori - forse era meglio dire schiavi, ma era più facile non considerarli tali - che stavano rimettendo a posto il selciato della Piazza Letoriana. Al suo fianco, Mashanah stava facendo lo stesso: beveva e guardava. "Di questo passo, ancora pochi giorni e avranno finito" disse Mijenon. L'uomo al suo fianco storse il naso "ne dubito, maestro. Questi letoriani sono di fibra debole, evidentemente inadatti ai lavori manuali" Mijenon ebbe un piccolo sussulto, ma non disse niente. D'altronde l'ufficiale buhhuita forse aveva ragione: lui di certo non era per niente abituato a faticare fisicamente. Inoltre, non erano affari suoi. Quando uno dei lavoratori cadde a terra, un soldato buhhuita gli andò incontro e gli sparò in testa. Mijenon quasi saltò sulla sedia, sentendo il forte rumore, lasciando che diverse gocce di tè cadessero sul suo vestito. "Attento, maestro" "Eh, cosa? Oh, mi dispiace, io..." "Il vestito. Ha rovinato il vestito. Questa bevanda è molto buona, ma per l'Unico Dio, macchia parecchio" Mijenon si guardò la tunica e ridacchiò nervosamente. Devo stare attento al vestito, pensò. Questi ammazzano la gente come se niente fosse ed io devo stare attento al vestito. Ma non ammazzano te, idiota. Stai zitto e bevi. La sua mente vagò ai ricordi di poche settimane addietro, quando venne portato a forza verso una fila di spesiani. Ai suoi fianchi c'erano dozzine e dozzine di file simili, tutte che finivano verso una scrivania, dove un addetto buhhuita era affiancato da due soldati armati di... non sapeva cosa fossero, all'epoca. Shasanni, i fucili buhhuiti. Letali, alieni. "Nome e professione" avevano ripetuto mille e ancora mille volte gli addetti, quando gli spesiani facevano capolino alle scrivanie. Mijenon aveva memoria solo del civile davanti a lui, lungo la sua fila. "Moson Saldomenis" disse l'uomo, sulla quarantina "sono un fabbro" L'addetto scrisse il nome, poi si fermò a guardarlo "Non abbiamo bisogno di fabbri. Sai fare altro?" "Io..." aveva boccheggiato Moson "no, io non so fare nient'altro. Ma cosa vuol dire che non avete bisogno di fabbri? Tutti hanno bisogno di fabbri, io..." "Per di là, fila a sinistra" Il povero fabbro era uscito dalla coda e si era incamminato. Mijenon si girò intorno, guardando gli occhi della gente. Possibile che nessuno si rendeva conto di quel che stava succedendo? Erano tutti così idioti da non capire che quella non era una coda alla mensa dei poveri, ma la divisione delle pecore vecchie da quelle in forze? "Nome e professione", disse l'addetto. Non voglio andare a sinistra, pensò Mijenon. Mentire? E a cosa sarebbe servito, lui non sapeva fare altro se non insegnare... e anche fosse stato capace, cos'avrebbe dovuto dire? Qual'era la risposta giusta, per Lelem? L'addetto alzò lo sguardo verso di lui "abbiamo tra i sei e i settemila letoriani da verificare. Dimmi il tuo nome e la tua professione alla svelta o ti sfonderemo le ginocchia e i gomiti, lasciandoti sul selciato" Mijenon deglutì e disse il suo nome "sono un insegnante" "Cosa insegni?" "Storia, soprattutto. Ma anche geografia dei due Piani, il..." "Quali Piani?" chiese repentino il buhhuita. "Uh, questo, Letorian e Jagd" "Mmh, altro?" "Insegno anche helyano e unionista, signore. Sono due lingue, tra le più parlate al mondo" In verità, aveva solo dato qualche ripetizione e lui stesso non si poteva definire esattamente un poliglotta. Ma era pur sempre qualcosa. L'addetto continuò a scrivere, poi, senza distogliere lo sguardo dai fogli, prese un timbro e lo pose sopra il cartaceo. "Fila a destra, verso la casa di mattoni rossa" Con le gambe tremanti, Mijenon andò dove ordinato ed aspettò, in compagnia di poche decine di persone, per tutta la giornata. La stanza dov'erano ammassati era fetida e fredda, sebbene l'estate era ormai alle porte. Verso sera, un ufficiale buhhuita spalancò la porta, facendo tremare tutti dalla paura. "Mijenon Elivonùl" disse. L'uomo si avvicinò subito. "Mi chiamo Mashanah, sei tu il maestro?" "Io... sì, signore. Insegno storia, geografia sia di Letorian, sia di Jagd, hel..." "So cosa insegni. Vieni con me" Mashanah chiuse la porta dietro di loro e si diresse verso la Piazza Letoriana, senza preoccuparsi che Mijenon lo seguisse. Questi ovviamente gli stava attaccato alle costole, come un cagnolino. Girarono intorno a enormi cumuli di detriti, che i soldati buhhuiti stavano raccogliendo con enormi fatiche. "Da domani, molti letoriani cominceranno a lavorare per noi" disse Mashanah, forse più a se stesso che al maestro "questa città deve brillare, per quando arriverà l'Unico Dio" Meglio non fare domande, si disse Mijenon. Entrarono in un casermone tra i messi meglio, cui nonostante tutto mancava buona parte dell'ultimo piano. Fecero le scale e arrivarono al primo piano, Mashanah si fermò di fronte a una porta e la aprì, facendo cenno a Mijenon di entrare. Sorrise, a quel ricordo. Quanti erano? Tra una pausa e l'altra, li aveva contati, solo dopo molte ore. Seicentoventi buhhuiti, in gran parte ufficiali di alto rango, tutti seduti e rivolti verso la scrivania in legno, vicino alla porta. Dietro la scrivania, c'erano due lavagne enormi, immaccolate. "Può cominciare, maestro" disse Mashanah, mettendosi a sedere nella prima fila, nell'unico posto ancora libero. Interdetto, Mijenon rimase imbambolato per alcuni istanti. "Cosa... cosa volete che vi insegni?" "Cominciamo dalla geografia" disse un buhhuita sempre in prima fila, quello con la divisa più fitta di medaglie e mostrine "la geografia di Fommoh... quello che voi chiamate Letorian" "Bene" disse Mijenon, deglutendo. Prese un gessetto e cominciò a disegnare malamente Zampadùr su una delle lavagne. Fece diversi cerchi e stelline, li numerò e poi scrisse le loro definizioni nell'altra lavagna. "Queste sono le città maggiori" disse, cominciando. "Andiamo, maestro? E' tardi, ormai. Tra poco comincia la lezione di helyano" La voce di Mashanah lo fece ritornare alla realtà. I due si alzarono e andarono via dal bar, ovviamente senza pagare. Quella sera, Mijenon si sedette su una sedia di ottima fattura, guardando la sua nuova casa. Il letto che aveva... per Gaia, non ne aveva mai visto uno così soffice e colorato! Persino l'Alto Protettore non poteva averne uno simile. O meglio, il defunto Alto Protettore... Mangiò a sazietà quella sera, come tutte le sere da quando aveva cominciato a insegnare a dei veri allievi, persone che eccellevano nell'apprendere, che non dovevano farsi ripetere mai una singola frase. Mashanah ad esempio, lo stupiva: era stato capace di imparare l'aoristo helyano in meno di due ore, per tutti i verbi, regolari e non. Roba da accapponare la pelle, pensò. Per un attimo, tornò al ricordo del poveraccio giustiziato nella Piazza Letoriana. Gli sembrò di ricordare che lo conoscesse, ma poi scosse la testa: era inutile pensarci, vita nuova, persone nuove. Inoltre, non aveva mai mangiato così tanta buona carne in vita sua.
  24. Piano di Letorian Protettorato di Spes Anno della Fondazione 2657 Le doppie, triple immagini del Padre Superno si susseguivano in quello scenario di morte e distruzione, muovendosi velocemente. Al suo fianco, la nebbia nera che ricopriva Mìju trapassava ogni tanto alcune figure umane, troppo spaventate per rendersi conto di essere state a contatto con il dolore. "Com'è strana l'umanità" disse, guardando di sbieco un ragazzino imberbe, trucidato dai proiettili. "Cosa ti stupisce?" chiese Kaskemàs, con gli occhi concentrati in avanti. "La capacità di sopportare il dolore, immagino. O l'incapacità di provarlo davvero. Prima che quest'emozione - la mia emozione - raggiunga l'apice, svengono, collassano oppure semplicemente muoiono" "E questo ti fa sentire..." "...imperfetto. Non riconosciuto per le mie doti, per i miei regali. Capisci quello che voglio dire?" Kaskemàs sorrise "sono il Tempo, come non capirti, figlio" Sorpassarono un gruppo di spesiani inginocchiati a terra, molti dei quali chiamavano a gran voce i nomi dei Superni. Alcuni invocavano proprio lui, il Padre Superno. "Li aiuterai?" chiese Mìju. Dal cielo, un luccichio metallico divenne sempre più grande, a folle velocità. Un mostro d'acciaio e ossidiana atterrò pesantemente a terra, provocando grandi crepe sul terreno. Un braccio irto di cartucce si girò velocemente ed enormi rivoli di scintille sfavillarono. "No, non loro" disse Kaskemàs, mentre il gruppetto di disperati veniva falcidiato dalla mitrata. "Chi allora? Cosa diamine siamo venuti a fare, qui? Vuoi rivedere il fratellino?" "Lui non è qui" rispose il Padre Superno "e tecnicamente, non è mio fratello. Vieni, siamo quasi arrivati" Diverse aeronavi stavano scendendo a terra, alcune di esse avevano da poco spento i motori dall'odore e dal rumore insopportabili, che già diversi soldati buhhuiti stavano scendendo correndo, con le armi in mano. I due Superni attraversarono i plotoni, invisibili ai mortali. Kaskemàs attese diciassette secondi immobile, fino a quando un lastrone di marmo cadde da un edificio della Piazza, uccidendo tre buhhuiti in un sol colpo. Poi sorrise, vedendola. "Eccola qui, la prima" disse contento. Dietro di lui, il resto del plotone buhhuita lo attraversò e puntò verso un altro gruppo di spesiani. Mìju serrò le braccia e guardò suo padre, incuriosito. Cinque, quattro, tre, due... Mentre i soldati uccidevano tutti i civili, Kaskemàs alzò un dito. Le teste dei soldati buhhuiti esplosero senza rumore, lasciando a terra un'unica superstite: una donna sui vent'anni, completamente ricoperta di sangue. Tremante di folle paura, la mortale arretrò carponi, poi si mise in ginocchio e infine si alzò, correndo. "No, non da quella parte" mormorò Kaskemàs, facendo cadere un lampione proprio di fronte alla donna. Questa fece un giro di novanta gradi, procedendo verso destra. "Così va meglio" disse il Padre Superno, poi si rivolse al figlio "se fosse andata avanti, sarebbe sopravvissuta solo due mesi, fino a quando sarebbe stata stuprata e uccisa da dei predoni, qui tra le macerie di Spes" "E adesso, invece?" chiese Mìju. "Beh, ora uscirà da Spes. Almeno, in questa dimensione. In quella dei Coralli Rosa avrei dovuto salvare un ragazzino di otto anni, che sarebbe diventato padre esattamente diciotto anni dopo, nello stesso giorno in cui sarebbe morto. Nella dimensione dell'Acqua che Non Scorre invece sarebbe stato un cavallo a..." "E smettila!" sbottò il Superno del Dolore "atteniamoci a questa, di dimensione. Abbiamo finito? Hai finito di giocare?" No. Il secondo bersaglio fu un uomo, sempre sui vent'anni. Stava per essere schiacciato da una folla di Spesiani, aveva già ricevuto diversi calci e ne mancava solo uno alla testa, prima che soccombesse. "Ancora trentasette secondi" disse Kaskemàs. Poi si volse verso il figlio, mentre la sua testa si sdoppiava e ritornava normale "dai, chiedimelo" La nebbiolina nera tremò e sfarfarllò per alcuni istanti "Posso farlo io?" Kaskemàs gli indicò la scena, facendo un inchino. "Oh, finalmente" disse Mìju, avanzando. Quattro, tre, due... Questa volta il gruppo di persone implose, anzichè esplodere. L'uomo a terra, che stava urlando tenendo le mani sopra il suo corpo, si accorse solo dopo qualche secondo che era completamente solo, per un raggio di decine di metri. Si guardò intorno, vedendo solo diverse gocce di sangue a terra. "Ah, ma questa è arte" disse Kaskemàs, ridendo. "Devi vedere cosa riesco a fare con i liquidi" rispose il figlio, accennando un ringraziamento col capo. L'uomo scappò via come la donna di prima, senza chiedersi cosa ne fosse stato degli spesiani che lo circondavano. Mìju inarcò un sopracciglio, facendo una muta domanda al padre. "Ancora uno" rispose questi. Si diressero verso il palco, dove solo sangue e membra discorpate testimoniavano quella che fu una presenza umana. "Siamo arrivati tardi, qui" disse Mìju. "Il tempo è il tempo, tardi è una parola assurda" declamò Kaskemàs. Intorno ai due Superni, i movimenti, i rumori e gli odori sembrarono rallentare, il procedimento continuò fino a quando tutto si fermò, con le aeronavi immobili nel cielo e i fumi degli incendi bloccati, come dipinti su quadro. Poi tutto tornò a muoversi, all'inverso. Da terra miliardi di schegge cominciarono ad alzarsi in aria, unendosi tra di loro, fino a comporre delle assi di legno. Queste tornarono a concatenarsi tra di loro, fino a creare un palco, dove ossa, muscoli, sangue e organi si ricompattavano, formando persone. "Ecco, qui sotto" disse Kaskemàs, indicando poco sotto il palco. Un'enorme luce li avvolse, poi scappò via lontano, verso il centro della piazza e poi verso l'incrociatore buhhuita. Lì si bloccò. "Può bastare. Ti presento la salvezza di Letorian" Mìju si mise a ridere "questo ometto? E chi è mai, un grande guerriero dalmascano? Un imperatore helyano? O uno di quei pazzi pseudoscienziati modernisti?" "E' un professore" disse Kaskemàs "occhio, sta per ricominciare" Il fascio di luce scese velocemente dall'areonave, abbattendosi sulla piazza. Decine e decine di pietre e mattoni scardinati salirono in cielo, mentre la striscia luminosa puntava dritto verso il palco. Mentre tutto scompariva di nuovo alla presenza del fascio fotonico, Kaskemàs protesse con il suo stesso corpo il mortale. "Che bel calduccio" mormorò il Padre Superno. Finita l'esplosione di morte, Kaskemàs guardò il suo salvato, che già si stava mettendo in piedi. "Ah no, tu rimani qui" Diverse travi di legno piombarono sopra l'uomo occhialuto, sommergendolo. Kaskemàs si girò verso Mìju "ora possiamo andare" Poche ore e migliaia di morti più tardi, Mijenon venne liberato dalle assi di legno che lo tenevano incastrato. "Grazie, grazie!" gridò "oh, grazie! Voi..." Ammutolì, quando vide le uniformi nere e gli elmi dello stesso colore dei suoi soccorritori. "Superni, aiutatemi" sussurrò. Uno dei buhhuiti si avvicinò a lui, scrutandolo negli occhi. "Esiste un solo Dio, te lo dico una sola volta: non bestemmiare" Stanco, spaventato ma non per questo diventato improvvisamente idiota, Mijenon annuì tremando "E... esiste un solo Dio" Il buhhuita annuì "e il suo nome è Drarth" "E il suo nome è Drarth" "Forse" disse il soldato "potrai vivere ancora per qualche ora. Alzati in piedi, infedele"
  25. Se non vuoi piu' ricevere newsletter da parte di Forgotten World, per favore manda una mail allo staff {unsubscribe} This post has been promoted to an article