Search the Community

Showing results for tags 'star citizen'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • News
  • Minecraft
    • Karaldur
    • Jet
    • Laboratories
    • Pixelmon
    • Mirias
    • Eseldur
  • Giochi
  • Eventi
  • Prova

Forums

  • Forgotten World
    • Annunci
    • Presentazioni
    • Piazza pubblica
    • GDR
    • Parla con lo staff
  • Server Minecraft Forgotten World
    • Forgotten Alinox
  • Gioco di ruolo
    • La Locanda
    • Organizzazione campagne e Gdr Off
  • Community videoludiche
    • Paradox
    • Star Citizen
    • Altri giochi
  • Archivio
    • Archivio generico
    • Archivio dei Server Minecraft
    • Archivio GDR

Found 49 results

  1. I Jump Point potranno avere una percorrenza ramificata, entro la chiusa di viaggio, che avranno sbocco in Sistemi completamente differenti, vicini, lontani, confinanti o dall'altra parte del 'Verse. La Tecnologia Procedurale già vista in azione con Lune, Pianeti, Stazioni, verrà implementata per comprendere la gestione modulare e di genesi dei corridoi fra i vari Jump Point. Ogni Ponte di Einstein-Rosen avrà al suo interno, lungo il percorso, ostacoli e impedimenti da superare. La Cloud Tech vista nella Demo del CitizenCon arriverà presto nel Public Universe, e sarà utilizzata per creare scenari per determinate località. La maggior parte, se non tutti, i Ponti fra Jump Point saranno abbastanza accessibili e navigabili. Tutte le Navi saranno infatti in grado di attraversarli con relativa facilità, nonostante i tentativi, bilanciati, di rendere l'evento itinerante un minimo impegnativo. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This "On The Fly Spectrum Dispatch" is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle
  2. Solaris™ - Registro Flotta In vista dell'imminente rinnovo strutturale e di forma della Corporazione, per adeguarla, con stile, alla ventura istallazione dei primi rudimenti di buona parte delle professioni (alcune delle quali previste per quest'anno, fra 3.7 e 3.8), il Direttivo origina la base dati ufficiale, di riferimento, per associati, azionisti ed affiliati, aggregante ogni proprietà di carattere mobile orbitante intorno la Società. Il Registro della Flotta (nome temporaneo) nasce con lo scorrevole intento, competente, di scovare e supervisionare efficienza, riparazione, revisione ed esercizio degli scafi legati alla Solaris in modo da garantire la massimale diversificazione e la migliore statura entro le prospettive di gestione e organizzazione per il 'Verse. Postero ogni adesione dei membri, obbligatoria, inscrive le singolari navi stellari, assegnando alle stesse una “classe” che ne attesta talento e gittata, codificando infine un'aggiornata densità degli strumenti principe, ad esercizio d'influenza, della Compagnia per lo Spazio Imperiale. Ogni associato, azionista o affiliato del Conglomerato è caldamente invitato ad immettere, in seguito, un elenco puntato con le Navi in suo possesso, aggiornandolo con i cambiamenti mano a mano. REGISTRO AGGIORNATO AL 21 SETTEMBRE 2949 - GENERICO, DI RACCOLTA 1 x Aegis Javelin 1 x Aegis Idris-P (in Buyback) 1 x RSI Polaris (in Buyback) 1 x Consolidated Outland Pioneer 1 x Origin 890 Jump 1 x MISC Hull E (in Buyback) 1 x Aegis Reclaimer 1 x Aegis Nautilus Solstice 1 x RSI Orion 1 x Anvil Carrack 1 x Origin 600i Touring (Upgrade ad Exploration disponibile) 2 x RSI Constellation Andromeda 1 x RSI Constellation Phoenix 1 x RSI Constellation Aquila 1 x Drake Corsair 1 x Drake Vulture 1 x Aegis Vulcan 1 x Banu Merchantman 4 x Drake Cutlass Black 1 x Drake Caterpillar 1 x MISC Hull B 2 x MISC Prospector 4 x MISC Freelancer MAX 1 x MISC Freelancer DUR 1 x Anvil Terrapin 1 x Anvil Hurricane 1 x Anvil F7C-M Super Hornet Hearthseeker 3 x Anvil Arrow 1 x Anvil Hawk 2 x Origin 100i 1 x Origin 135c 1 x Origin 125a 4 x Origin 300i 1 x Origin 315p 1 x Origin 325a 1 x Drake Herald 1 x MISC Reliant Mako 1 x RSI Aurora ES 22 x RSI Aurora MR 17 x Consolidated Outland Mustang Alpha 1 x RSI Aurora LN 1 x Tumbril Cyclone RN 1 x ARGO SRV 2 x ARGO MPUV Cargo 1 x ARGO MPUV Passeggeri 1 x Anvil Balista Dunestalker 1 x Origin X1 Baseline (in Buyback) 1 x RSI Ursa Rover (Upgrade a Fortuna disponibile) 4 x Aegis Avenger Titan 1 x Aegis Avenger Stalker 2 x P52 Merlin 1 x P72 Archimedes 3 x Drake Ranger Totale Navi e Veicoli - 111
  3. Con il Giorno del CitizenCon, Sabato 23 Novembre (si, proprio domani) letteralmente alle porte, la Cloud Imperium Games ha rilasciato sul sito ufficiale il manifesto di programmazione dei Panel Produttori che si avvicenderanno, fra 24 Novembre e 1 Dicembre, fra i locali del Bevic Convention Center di Area 18, su ArcCorp. Ogni giorno, oltre all'aprire alla possibilità di acquistare dal Pledge Store del Sito RSI qualsiasi Nave del dato Produttore, fino alla fine dell'evento, saranno messi a disposizioni dei giocatori e degli avventori tutti gli scafi della data Manifattura, da provare per ventiquattro ore, prima di eventualmente decidere di acquistarle. L'Anniversary Sale è infatti l'unica opportunità, ogni anno, per operare il Pledge su tutte le Navi annunciate, oltre 140, sia a livello di Standalone Ship sia a livello di Cross Chassis Upgrade, con un assicurazione proporzionale all'anno di sviluppo (per il 2019 ogni nave arriverà con 84 mesi di assicurazione). Fra le sorprese di questo annuncio spicca la presenza delle Crusader Industries durante il quarto giorno di esposizione. Per la prima volta, infatti, dopo l'assenza dell'anno scorso, la polivalente corporazione, di base sull'omonimo gigante gassoso del Sistema Stanton, apparirà in gioco, probabilmente, con un modello esterno e non accessibile del Mercury Star Runner o della Serie Hercules, un po' come accadde con la Aegis Idris-M presso Lorville, oltre trecentocinquanta giorni fa. Apparso inoltre il chiacchierato LTI Token, che da tradizione accompagna ogni Anniversary Sale, che quest'anno, come lo scorso, arriva proprio dalla Anvil Aerospace, sponsor generale della manifestazione e prossima a lanciare sul mercato la Carrack 2950, questo Natale. L'Anvil Pisces approderà nel 'Verse in due versioni, una come Snub Ship di supporto alle operazioni della versatile Multi-Ruolo di punta della Casa di Terra, e una seconda, dotata invece di QD, e tre posti, come vascello di piccole dimensioni per l'esplorazione locale. Nessuna speculazione sul prezzo, anche se visto lo scafo in oggetto, sarà con ogni probabilità fra i 70 e i 100 dollari, più IVA. Forgotten World seguirà, commenterà e vivrà l'occasione, apice di ogni anno di sviluppo di Star Citizen, da Domenica 24 a Venerdì 30 Novembre , ogni sera dalle ore 21.00, sui miei Canali Twitch o YouTube, con Giveaway di Navi, anche con LTI, Flair e Cross Chassis Upgrade dedicati sia a Membri e Affiliati della Solaris™, sia, in parte, ad esterni non inquadrati. Apri l'Articolo per vedere il Programma Completo Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This content is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle Visualizza tutto articolo
  4. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse!
  5. "Tutta questa smania di rompere il ghiaccio, quando, invece, andrebbe fatto sciogliere. Con una Carrack che ti fa il filo, magari." Il CitizenCon di quest'anno è la dimostrazione palese e sfrontata che la Cloud Imperium Games sa esattamente cosa sta facendo. Dopo aver personalmente dissipato decine di migliaia di euro su questa boreale utopia che alimenta una sorta di puerile, e per questo purissimo, slancio dall'anno 2012 voi direte, a buona ragione, che la mia voce sia di parte. Forse si, forse no, forse, mentre frattali geometrie siderali sgorganti dall'atmosfera compromessa di un disastro di terraformazione sbattacchiavano sul visore del personaggio ho avuto un allucinazione. Forse ho intravisto le spettrali figure di un ambizione spropositata come tre pastorelli videro la Madonna, un secolo fa, a Fàtima. Forse ho semplicemente essicato i fatti, dietro la vivace, linda, presentazione che Chris Roberts ha imbastito per contentare noi, affamati, backer di vecchia data, e per meravigliare chi per la prima volta si affaccia al 'Verse. Forse. Ecco la chiave di volta del CitizenCon 2019. Il dubbio. La probabilità. L'approssimazione. L'attenuazione. Che sia, forse, il punto di svolta? Che dopo anni di ritardi, non ultimo lo smistamento delle navi previste per la 3.8, una al mese dopo l'uscita prevista della data Patch, in correttive 3.8.x, si passi ad avere così tante implementazioni da gestire, da inserire, che nemmeno loro, gli sviluppatori, sanno come fermare la macchina in moto, o perlomeno regolarla? Che dopo tre anni di nulla, un anno con tre lune, un anno con due pianeti, si passi, all'improvviso, dal 2020, ad avere un Sistema intero all'anno, con quel Pyro capofila, sipario finale della presentazione, origine della vetrina per il mondo, dedicata al primo, monumentale, viaggio interestellare di questa creatura da quasi trecento milioni di dollari? Che dopo anni in cui l'infrastruttura tecnica carente ha tarpato l'esperienza dei giocatori e l'ambizione di sviluppatori e artisti, si arrivi alla prima iterazione del Server Object Container Streaming questo Natale, con allegato il bocciolo di persistenza che spazzerà via i fastidiosi reset fra un'Alpha e l'altra, pietre angolari e genesi di una letterale fionda gravitazionale che ci trascinerà ai 1670 Km/h dell'equatore terrestre, finalmente, nel gioco definitivo? Forse. Ma quando Hex e Quantum, i due strumenti, software, su cui è edificata l'economia dinamica, vengono apertamente mostrati, nel loro funzionamento e nel loro imbastire complessità con poche semplici variabili. Quando tali utensili, nelle mani competenti, invidiabili, di personaggi che stanno incidendo col loro sudore la scala universale del progetto, ti dimostrano di come 1000 NPC possono muovere l'economia di un sistema, un po' come un excel fa i conti in qualche fatiscente ufficio pubblico della nostra penisola, con ogni variabile potenzialmente immaginabile, dalla purezza della vena estratta, alla necessità, in SCU, per una fabbrica, di materiale per costruire quel dato componente, fino al pirata che interdice, distrugge e uccide, rendendoti tangibile il concetto e il basamento solido praticamente pronto all'immissione. Quando, pur non laureato in chissà quale sorta di diavoleria, in chissà quale prestigioso Campus, ti rendi conto che l'unico ostacolo per rendere fattibile tale dinamica è l'assenza di una struttura ancora priva della corretta conduzione delle risorse e della perfetta rifinitura a cui CIG ci ha abituato, a partire dall'inizio, capisci che quell'assenza verrà colmata a partire dalla prossima Alpha, questo Natale. Quando la neve di Microtech non è finta, immobile, ma ti fa sentire freddo alle ossa mentre sbarra la vista a qualche centimetro da un volto pronto a morire di freddo, se non fosse per un'armatura capace di preservarti il tempo per raggiungere un posto al chiuso. Quando il primo Jump Point sfavilla, finale, delle sfume e dei colori caldi del caos e della distruzione di un crepato e desolato Sistema di reietti ai confini dell'Impero, allora, quel forse ha un accezione piena, positiva, di chi chiosa col potenziale di un'idea, di un aspirazione, di un progetto, piuttosto che con gli ostacoli contro cui perennemente va a sbattere per il semplice fatto di voler aprire la via. Non ho visto la smania, l'inverosimile, la truffa, a Manchester. Ho visto dell'obiettivo proposito. Ho visto della sana coscienza nei mezzi e nel talento che Chris Roberts ha imbrigliato in anni di fatiche. Ho visto una Anvil Carrack attraversare un Jump Point. Ho visto una tempesta di neve a -112° su Microtech, capace di ostacolare una missione di hackeraggio e sabotaggio. Ho visto scattare gli allarmi, e ho visto il nostro avatar girare il collo a un NPC per scappare, senza essere visto, rischiando di morire congelato. Ho visto il nostro avatar indossare abiti fisicalizzati. Ho visto Hitman, Assassin's Creed, Mass Effect, Elite Dangerous, Anno, tutti in un'ora di demo, in un unico gioco. Ove le ambientazioni non sono istanze, mappe, scenari, ma pianeti, e ora Sistemi. Picasso diceva: L'arte è una professione da cieco, uno non dipinge, non scolpisce, non compone ciò che vede, ma ciò che sente. Oggi, in questa meravigliosa Domenica di Novembre, sono fiero di essere uno dei tanti ciechi che trascinano un'industria fuori dal pantano. Di seguito la demo completa dell'evento, divisa in due parti. La prima principalmente su Microtech e le nuove ambientazioni, oltre ovviamente all'esordio della Carrack e del C8 Pisces. La seconda su una missione di infiltrazione, il tempo atmosferico, le nuove meccaniche legate alle temperature e naturalmente il Jump Point, Pyro e il primo viaggio interestellare su Star Citizen: This content is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! Visualizza tutto articolo
  6. Ciao a tutti , vorrei sottoporvi un problema che ormai ho da diverso tempo , è relativo alla visualizzazione in game . Dopo le schermate iniziali visualizzate correttamente quando entro in gioco il mio monitor non mi visualizza più tutta la scena , mi taglia i bordi laterali . Non riesco a capire per quale motivo , i settaggi grafici sono normali , la risoluzione è quella nativa del monitor 1680 x 1050 . C'è qualcuno che ha avuto lo stesso problema ? vorrei inserire alcuni screenshot esplicativi però non so come fare . grazie mille in ogni caso
  7. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This content is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle
  8. Ciao a tutti , mi presento sono silvano e sono interessato alla comunity di Star Citizen e di World of Tanks
  9. Proposta - episodio pilota N.B: Nomi di luoghi persone e mezzi sono casuali. Il terreno pietroso e polveroso di LUNA, reso rovente dai raggi di SOLE, correva veloce sotto le ruote possenti dell’URSA ROVER che, incurante del caldo e del vento, procedeva a gran velocità, sospinto dalla potente propulsione. Igor guardava l’orizzonte oltre il parabrezza e la polvere attraverso lo specchietto, mentre Claudia premeva sull’acceleratore. “Pensi sia una fregatura?” Lei rispose senza senza staccare lo sguardo dal terreno davanti a loro: “La chiamata è arrivata direttamente dal direttore dell’accademia delle scienze di HURSTON”. Igor sospirò: “Già! Ma ci hanno dato appuntamento in culo ai lupi”, ringhiò. Lei sorrise e svoltò a destra. “Tra poco lo sapremo”, concluse. Quando riconobbero in lontananza la sagoma di una COSTELLATION, erano da poco passate le 11,30 e l’aria tremolante a causa del caldo dava l’impressione che la nave stesse ondeggiando. Ai piedi del veicolo c’erano due individui, ma loro erano certi che nascosti all’interno del mezzo ce ne fossero degli altri. Era sempre così. “L’unica cosa certa nelle trattative clandestine”, diceva sempre il loro vecchio maestro Frank, “è che quasi tutto quello che vedi e senti non corrisponde alla realtà”. “Faccio parte dell’accademia delle scienze e devo consegnarvi questo”, disse l’uomo dalla carnagione e dagli occhi chiari, indicando il pacco adagiato a terra. La guardia del corpo era sicuramente un mercenario. Un’armatura massiccia e armato fino ai denti. Nonostante il casco si poteva vedere una vistosa cicatrice sotto l’occhio destro. “Da questo potrebbero dipendere le sorti di gran parte della galassia”, concluse l’uomo. Igor raccolse il pacco. Era leggero. E l’uomo armeggiò qualche istante con il suo mobiglass. Quando ebbe finito, Claudia aprì il proprio e l’uomo disse: “E’ metà della somma stabilita”, sospirò, “il resto a missione compiuta”. Claudia e Igor si voltarono e tornarono sul ROVER. Durante il viaggio di ritorno verso il vicino avamposto di VATTELAPESCA, nonostante tutto fosse filato liscio, Igor aveva la sensazione di essere pedinato da una forza opprimente. “Sai quanto guadagneremo con questa operazione?” Chiese la donna con un bel sorriso stampato in volto, “più UEC di quanti tu ne abbia mai visti in tutta la tua vita”, rise, “potremmo ampliare la flotta”, concluse. “Se sono disposti a pagare tanto, vuol dire che il contenuto del pacco potrebbe valere molto di più”, disse Igor, “farebbe gola a qualunque banda criminale della galassia”. Decollarono con la FREELANCER guidata da Igor, il quale tirò un sospiro di sollievo, solo dopo aver effettuato il salto nel quantum travel. Usciti dal qantum procedettero seguendo solo le coordinate, perché dovevano mantenere il silenzio radio, fino a che videro dinnanzi a loro la JUPITER 890 che attendeva, silenziosa, nascosta tra gli asteroidi. Igor sollevò la cloche facendo compiere alla nave un completo giro della morte, poi la ruotò di 360 gradi. Rimasero in attesa osservando attentamente la sagoma della grande ammiraglia. La torretta di prua compì due giri in senso antiorario. “Ok!” Disse Claudia. Iniziarono la procedura di approccio e, attraverso il portellone dell’hangar, in pochi minuti la FREELANCER era ben nascosta dentro la JUPITER 890. L’ufficio del capitano era illuminato dai raggi di SOLE che entravano dalla grande vetrata e lui, Alikos, seduto alla propria scrivania, consultava cataloghi e prendeva appunti. La porta si aprì e Claudia e Igor, che avevano finalmente tolto le tute, entrarono. “Come è andata?” Chiese il capitano. “Tutto liscio”. Alikos aprì il mobiglass: “Max? Rotta verso Lorville”. Spento il mobiglass si rivolse a Claudia e Igor: “Domani mattina riunione. Dobbiamo organizzare le spedizioni”. Nel Bar UN BICCHIERE TIRA L’ALTRO di Lorville, come sempre l’atmosfera era cupa e le luci sfarfallanti dei neon contribuivano a rendere il locale disordinato. “Secondo me le piaci”, disse Ozzy. “Ma figurati”, rispose Igor, mentre tracannavano l’ennesima birra seduti ad un tavolo piuttosto appartato. “Ti guarda sempre”. “Dici così ogni volta, e poi, immancabilmente, te le porti a letto tutte tu”. “Bhe… se non lo fai tu, qualcuno dovrà pur accollarsi quest’onere”, rise. “*Kata ti vede*!” Esclamò Igor. “Che c’è?” “Lo vedi quell’uomo in piedi vicino alla porta?” “Che mi venga un colpo! Ma quello è ANNIBALE L’AFRICANO!”, Sospirò, “se c’è lui in giro vuol dire che la sua ghenga ha in mente qualcosa di losco”. “Dobbiamo andare a parlare subito con il capitano”, concluse Igor trascinando via un recalcitrante Ozzy che non era affatto contento di lasciare lì metà della sua birra, ma Igor non voleva sentire ragioni: l’uomo con cui quel brutto ceffo stava parlando aveva una vistosa cicatrice sotto l’occhio destro. La lussuosa sala da pranzo della JUPITER 890 in orbita sopra Lorville, fungeva come sempre da sala riunioni e quella riunione, convocata nel cuore della notte in fretta e furia, poteva essere una delle più importanti che quelle vetrate avessero visto fino ad allora. “Potremmo essere stati venduti”, iniziò il capitano ottenendo l’immediato silenzio di tutta la vivace ciurma, “per cui dovremo agire d’astuzia se vogliamo uscirne vivi”. “Le tre AURORA senza scorta per le piccole consegne partiranno domani come previsto”, ordinò il capitano. “Non possiamo far partire la FREELANCER con i due caccia di scorta, perché lo capiranno subito che il pacco lo trasporteremo in quel modo”, propose Max. Ci fu un attimo di silenzio, poi il capitano disse: “Io direi di farli partire ugualmente, ma senza pacco. Così, per attirare l’attenzione”. Discussero a lungo su come portare a termine quella consegna che diventava via via più scottante, ma ogni proposta sembrava morire prima di essere definita. E il comandante ordinò una pausa di dieci minuti per riordinare le idee. “Tu cosa farai con la tua parte di guadagno?” Chiese Max a Golgota. L’uomo sorrise: “Donne, alcool, donne, cene… donne… insomma, quella roba lì”. “E tu?” Claudia sorrise: “Non lo so. Forse una crociera di quelle di lusso”. “Ma noi viviamo su una nave da crociera”, obbiettò Max. “Sì ma, quando sei in crociera ti riposi, vedi posti esotici, e non pensi al lavoro”. “Questo è vero”. “Sei un genio!” Esclamò Fabio indicando Claudia. “Bhe… questo lo so… preferirei sentirti dire che sono una donna affascinante e irresistibile, ma come inizio può andar bene anche così”. Risero e rientrarono in sala riunioni. “Capitano?” Iniziò Fabio, “Perché non organizziamo una finta crociera di lusso e la usiamo per trasportare il pacco?”, Sospirò, “la nostra ammiraglia è perfetta e due caccia di scorta non desteranno alcun sospetto”. Era effettivamente l’idea migliore e tutti aderirono. I preparativi iniziarono subito e durarono tutta la notte, ma la cosa più importante era inserire il viaggio nei piani dello spazio porto di Lorville e avere tutti i permessi in modo da apparire in tutto e per tutto come una vera compagnia da crociera. Fu necessario registrare clienti fasulli, depositare orari e date, e accendere una speciale assicurazione per i facoltosi viaggiatori. Ma fu fatto tutto in una notte. Alle 9,30 del mattino seguente, il comandante era nella cabina di comando della JUPITER 890 che aveva appena lasciato lo spazio aereo del pianeta. “Controllo volo di Lorville? Qui è il capitano della JUPITER 890. Comunico che il viaggio della crociera INTERPLANETARY ODISSEY comincia in questo istante”. “Ricevuto”, gracchio l’interfono dal pannello di comando. “Signor Max. Rotta verso LUNAESOTICA, velocità quantum”. Il pilota armeggiò con i comandi e rispose: “Quantum drive pronto, signore”. “Attivare”. Al termine del lungo salto, quando la JUPITER 890 uscì dal quantum travel, LUNAESOTICA massiccia e ingombrante, occupava una buona fetta di campo visivo. “Comandante. Ci sono tre navi molto veloci che si avvicinano”, disse Max. Il comandante, dal proprio ufficio, ordinò: “Taylor, Corsaro. Scoprite chi diavolo sono”. I due caccia si scostarono dalla rotta dell’ammiraglia per intercettare i nuovi arrivati e la loro risposta, attraverso l’auricolare, arrivò in pochi istanti: “sono caccia di tipo BHOOOO”, grugnì Corsaro, “sono della banda di ANNIBALE L’AFRICANO”. Il comandante aprì la comunicazione con tutti gli uomini dell’equipaggio: “Allarme rosso! Armate le torrette! Trasferite il comando al ponte di guerra!” Detto questo indossò la tuta da combattimento, come prevedeva il protocollo, e uscì dalla stanza. Percorse il corridoio e scese fermandosi di fronte ad una porta anonima. La porta si aprì e lui entrò nel ponte di guerra situato proprio nel cuore della nave, dove il pilota e gli addetti alle torrette remote erano già operativi. La sua era una squadra efficiente. Su questo non vi erano dubbi. “Torretta di poppa, ok”. “Torretta inferiore, ok”. Gracchio l’auricolare. Il primo colpo si infranse contro gli scudi posteriori, mentre Corsaro e Talylor, sui loro velivoli, ingaggiavano un duello furibondo con i tre caccia ostili. “Ma cosa credono di poter fare contro di noi con tre caccia?” Esclamò Fabio, mentre sparava una selva di colpi dalla torretta remota. La battaglia proseguiva rabbiosa, ma non era facile liberarsi dei tre caccia, che certo non potevano distruggere una nave come la JUPITER 890, ma erano fastidiosi perché molto agili mentre la grande ammiraglia si muoveva con pesantezza. Uno dei tre caccia esplose a dritta colpito da una insistente raffica del caccia di Corsaro che lo aveva inseguito come un leone con la gazzella. “Bel colpo. Corsaro!” Esclamò Max mentre mentre cercava di manovrare il bestione a favore delle torrette. “Siamo la sicurezza”, rispose Corsaro, “non quelli del catering”. Ne rimanevano due. “Capitano!” Urlò Max, “Gli scudi posteriori sono andati!” “Ecco cosa vogliono fare quei farabutti”, disse Alikos, “vogliono bloccarci qui”. Strinse i pugni con rabbia: “Non devono colpire i motori!” Urlò. Ma proprio in quel momento, un forte boato scosse l’intera nave. “Colpo diretto ai motori”, disse Fabio gracchiando dall’interfono, confermando il sospetto. “Situazione motori?” “Il quantum travel è fuori uso”. “La propulsione normale?” Ci fu un attimo di pausa, poi Fabio rispose: “Uno dei collettori è instabile. Per ora la propulsione funziona, ma potrebbe interrompersi da un momento all’altro”. “Maledizione!” Un altro dei caccia nemici si disintegrò in quel momento mentre l’ultimo rimasto si allontanò inseguito dai due della sicurezza. “Ha saltato!” Esclamò Taylor. “Tentiamo un atterraggio di emergenza”, ordinò il capitano, “dobbiamo prepararci”, sospirò, “quelli torneranno con maggiori mezzi”. Non fu facile toccare il suolo senza esplodere con una nave in quelle condizioni e i motori così malconci, ma la leggendaria abilità di Max e un pizzico di fortuna, resero possibile l’operazione. “Fuori tutti i mezzi e tutti gli uomini!” Ordinò il capitano. “Ma se attaccheranno la JUPITER 890 sarà sguarnita”, protestò Max che, come ogni pilota del suo livello, viveva il rapporto con la propria nave, come se si trattasse di un legame emotivo, di affetto. “Non lo faranno. Rischierebbero di colpire il tesoro”. La FREELANCER decollò dall’hangar dell’ammiraglia e si unì ai due caccia di scorta che volteggiavano nel cielo. La squadra antiaerea uscì dalla stiva a bordo di due BALLISTA per guadagnare posizioni di vantaggio sul terreno. Tutti gli altri uomini, armati fino ai denti, sciamarono fuori dalla pancia della nave, sparpagliandosi tra le rocce. Non erano passati che pochi minuti quando Corsaro comunicò: “Arrivano! A ore tre”. Era una flotta possente, composta da XXXXXXXXXXXXX. Dal’alto, i caccia, in un gioco di picchiate e giri della morte, tentavano di colpire i mezzi di terra che non smettono di muoversi. Il cielo era cosparso di scie luminose di missili e raffiche di mitra che impazzavano da ogni direzione. Max, acquattato dietro ad un grosso masso, nel bel mezzo del fragore della battaglia, vedeva Jack, una cinquantina di metri più in là, appostato dietro ad un masso molto più piccolo e decisamente meno rassicurante. L’uomo, compagno di numerose imprese e ancor più numerosi disastri, saltò fuori dal nascondiglio per raggiungerlo e mettersi al sicuro. Proprio in quel momento il destino, raramente così infingardo, voltò le spalle al povero Jack. Una violenta raffica di mitra di uno dei caccia lo investì in pieno, scaraventandolo a terra, crivellato di colpi e con l’addome completamente spappolato. “Noooo! Jack!” Urlò Max. Si sporse per sparare a quel figlio di *Kata ti vede*, ma aveva la vista annebbiata dalle lacrime e non poté fare altro che tornare ad acquattarsi dietro a alla grossa pietra. “Squadra antiaerea! Siamo bloccati dal caccia che vola a rasoterra!” La voce del comandante era concitata. Pochi secondi dopo, due missili, in rapida successione, sibilarono sfiorando il terreno e con un’ultima deviazione centrarono l’obbiettivo che esplose in una palla di fuoco e si schiantò sul terreno. Alla fine non restò che il silenzio. Avevano vinto la battaglia e, ancora storditi, rientrarono sulla JUPITER 890 in attesa dei soccorsi. Il capitano, la pelle sudata e il fiato corto, aprì il mobiglass: “Ricky. A che punto sei?” L’uomo, alla guida della piccola AURORA, mentre il pad di decollo, insieme all’intera Area 18 rimpiccioliva lentamente alle sue spalle, rispose: “Missione compiuta. Pacco consegnato senza problemi”. ALIKOS chiuse il mobiglass: “Ce l’abbiamo fatta ragazzi”. Pochi giorni dopo, un caccia di tipo BHOOOOO entrava nell’atmosfera di LUNAESOTICA, scendendo fino a pochi metri dal suolo, immerso nella luce del più malinconico dei tramonti. Volava a bassa velocità, girando in tondo, avanti e indietro, sorvolando più volte le stesse rocce, fino a che atterrò dolcemente. L’uomo, nella sua armatura bianca decorata da inserti dorati, scese a terra. Max era il suo nome, pilota della JUPITER 890, il suo vanto. Prese a camminare lentamente perlustrando ogni anfratto, mentre il vento, sostenuto e irregolare, gli fischiava nelle orecchie. Vide un luccichio dietro ad un piccolo masso. Si avvicinò e si accovacciò per esaminare l’oggetto. Faticava a trattenere le lacrime e mentre camminava lentamente verso la BHOOOO con in mano il casco di Jack. Pochi istanti dopo la BHOOOOO decollava sollevando nuvole di polvere e si lanciava nel nero dello spazio profondo, verso nuove avventure. E in quel momento, nella sua mente risuonò una frase che Golgota ripeteva spesso: “… lo spazio è malattia e pericolo, nell'oscurità del silenzio ...” cit. (Dott. Leonard McCoy - StarTrek)
  10. Con l'Alpha 3.8 il potenziale Combattimento in Mischia, ad oggi limitato solo allo sfondamento con calcio, avanzerà ad includere Arti Marziali e Pugliato. Attacchi Leggeri e Pesanti andranno a creare un Sistema di Combo quando si usa la mischia. Sarà implementato un Misuratore di Stordimento, come sottogruppo del classico fattore Stamina, per rappresentare commozioni cerebrali, stordimenti e quanto puoi essere vicino a venire messo al tappeto. Già vedo arene di combattimento clandestino. Verrà introdotto il concetto di Schivata, da mischia, quando si usano armi da mischia come i coltelli. Sarà possibile Bloccare. Come nel classico pugilato. I K.O. dipenderanno da quello che hai in mano. Insistere con pugni e colpi a mani nude porterà allo stordimento, affondi di coltello, ovviamente, a sanguinamento e morte. In lavorazione le animazioni di Trascinamento del Corpo. Questo aiuterà i Giocatori Medici a portare i loro clienti ad una distanza di sicurezza dai combattimenti. Ricevere Danni si tradurrà in Animazioni Uniche sia in terza persona che in prima persona. Il cosiddetto Fuoco di Soppressione, sia Balistico che Melee, verrà implementato facendo in modo che la tua arma o la tua testa si allontaneranno dalla direzione da cui sei stato colpito per dirti da dove proviene il danno, invece che devastare la visuale con il classico sangue. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This "On The Fly Spectrum Dispatch" is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle
  11. Gli Interni delle Nuove Stazioni Spaziali sono in fase di ultimazione e rifinitura, ad ingombrare gli spazi immani della nuova iterazione meramente esterna introdotta con l'Alpha 3.6 a inizio Estate. Scala e varietà delle medesime sono un punto focale dello sviluppo, con le Aree Ristoro novità dirompente delle nuove disposizioni ambientali. Con Test dell'SSOCS non citati un sacco di Prop Extra saranno incluse e verranno gestiti dal Sistema Procedurale, presso le Nuove Stazioni. Casualità Diretta Zone Commerciali e Aree Ristoro stanno prendendo spunto dalla realtà attuale, per sedurre i consumatori del 'Verse. Allerte e Luci in Cabina di Guida sono state implementate per offrire avvisi più fulminei ed istantanei in situazioni concitate. I suddetti Pannelli di Avvertimento, in arrivo con la 3.8, saranno aggiunti per ogni Nave già dotata di spazio utile, a riguardo, sul cruscotto. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This "On The Fly Spectrum Dispatch" is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle
  12. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This "On The Fly Spectrum Dispatch" is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle
  13. Star Citizen

    Ha chiuso, virtualmente, l’estate, il rilascio in Live (3180042) dell’Alpha 3.7, un paio di settimane fa, fresca di recentissimo Bugfix con l'Alpha 3.7.1 rilasciata questo Martedì, densa di contenuti letteralmente dissestati dal nuovo concetto di sviluppo semestrale, raccontato nel Pillar Talk relativo allo Staggered Development, e decisamente meno corposa delle previsioni operate agli albori dell’anno. Terza Major Patch dell’anno, poggiante su una sequela di meccaniche ausiliarie alla giocabilità effettiva, fra le quali spiccano la Condivisione delle Missioni col party, l’Estrazione Mineraria in Prima Persona, con la prima iterazione funzionale della Modularità del Multi-Tool, la protasi letterale di una prima implementazione di Cave e Caverne su Lune e Pianeti, a devolvere un senso alla nozione, ancora artigianale, di esplorazione, la possibilità, attesissima, di Noleggiare in gioco ogni Nave del’ ‘Verse per uno, tre giorni o per un mese intero e l’asportazione dal codice di gestione fisica della controversa Hover-Mode, in favore di un leggero IFCS. Alla collezione di Navi Flight Ready, inoltre, si aggregano le varianti da Guerra Elettronica e da Bombardamento dell’Aegis Vanguard, rispettivamente Sentinel e Harbinger, e la tanto procastinata Banu Defender, caccia medio di punta del primo, storico, alleato dell’Impero, che recapita fra gli asset di gioco lo stile e il metodo di funzionalità di una quarta razza aliena in gioco, anticipando quello che sarà l’imponente e ambito Banu Merchantman. Infine, la Mantis, rivelata, in Concept Sale (a 164 dollari), con un evidente rigenerazione espressiva del consueto approccio della RSI alla costruzione navale, è pronta al volo, e porta con se, per la prima volta da Kickstarter, una nuova meccanica per il Sistema Stanton, quell’Interdizione Quantica che permetterà di evacuare e bloccare le Navi sulle rotte QT, per la gioia, o il terrore, del gioco pirata. Raccolta di flora, per la consumazione o la vendità, miglioramenti al Pirate Swarm dell’Arena Commander, una nuova mappa di Star Marine, una Good Doctor evocativa di ambienti e sfondi del Public Universe del futuro, nuovi Accessori per le Armi, fra i quali torce, puntatori laser, compensatori e silenziatori, l’Hebedy Salvo Frag Pistol, il Cannone Laser Kroneg FL-33, una prima iterazione di Inventario Fisico per le Risorse, la Versione 2 del Combattimento dell’IA in FPS e Dogfight, la Ruckstack Core, armatura dedicata ai minatori, e la Versione 2 del Personalizzatore dell’Avatar compiono quella che è a tutti gli effetti una Patch di Gameplay e implementazione QoL. Fra le aggiunte e correzioni in background, inoltre, è doveroso citare un ottimizzazione grafica importante, che ha fatto guadagnare una media di 10 FPS su ogni client di gioco, lavorando sui dettagli e la portata delle texture e delle mesh. Soliti ritocchi e rifiniture, infine, all’interfaccia grafica, al SFX e all’illuminazione, per avvicinare alla perfetta fedeltà visiva un gioco che ambisce a demolire tutti gli altri da ogni prospettiva. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! This "On The Fly Spectrum Dispatch" is sponsored by Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle Visualizza tutto articolo
  14. Solaris™ - Casual OPS - Organizzazione Noto il frangente di volatile stabilità, per quanto concerne la gestione e l'organizzazione di Eventi Strutturati, orbitante attorno al PTU e al Public Universe dell'Alpha 3.5, apro questo thread per dare l'opportunità ai Cittadini delle Stelle, affiliati o associati alla Solaris™ o semplicemente smaniosi di scovare ludico diletto per il Verse insieme a qualche compagno, basati qui sul Forum, di rendere nota la disponibilità a giocare di gruppo una qualsiasi operazione, molto alla mano, attorno a Stanton, così da accalappiare lo spirito e l'impresa di gioco agilmente, e senza dispersione, come potrebbe avvenire su Discord, su Teamspeak o su Telegram. Un thread gemello sarà anche sullo Spectrum, per chi preferisce i canali ufficiali. Per segnalare la disponibilità al gioco alla schiera di utenti basta un formato semplice, come il seguente:
  15. Con l'Alpha 3.7 finalmente in Public Universe per tutti, sebbene con la settimana e mezzo di ritardo più o meno prevista, l'attività della Compagnia decolla questa sera, con l'avezzo proposito d'infiammare trasporto ed esaltazione di associati ed affiliati, implicando con decisione il nuovo Loop di Gameplay dedicato all'Estrazione in Prima Persona e alle nuove ambientazioni delle Cave e Caverne. Di prologo, l'Operazione di stasera verterà su di una Missione di Estrazione su Larga Scala, pensata appositamente per esaudire il potenziale delle due branche d'attività principali dell'ORG in questo periodo, quella di Sicurezza ed Esplorativa, e quella Commerciale e Produttiva, con il coinvolgimento dell'ammiraglia di flotta, di veicoli di terra e di una scorta aerea armata. Ecco di seguito i punti cardine della sessione di gioco organizzata: Ambientazione - Miniera di Aberdeen Segnalata e dintorni. Squadra Produttiva - Minatori - La squadra produttiva partirà da Lorville, Hurston, a bordo della 890J Ammiraglia di Compagnia, con al seguito eventuali MPUV e/o veicoli di terra di servizio. Squadra Sicurezza - Membri della Sicurezza - La squadra di sicurezza partirà da Lorville, Hurston, con uno stormo di caccia e detterà eventuali forniture di veicoli terrestri militari a bordo della 890J. La Squadra Sicurezza ha il compito di sondare il terreno attorno alla Miniera di Aberdeen Segnalata, liberare la zona da eventuali esterni alla Compagnia e frondare la genesi di un presidio mettendo in sicurezza la zona di atterraggio della 890J e degli operatori produttivi. La Squadra Produttiva ha il compito di estrarre, nelle profondità della Miniera di Aberdeen Segnalata, minerali e flora per un valore minimo di 30.000 aUEC, gestendo il caricamento dei beni a bordo della 890J con una catena di trasporto. La Squadra Sicurezza ha Ingaggio Libero autorizzato dal Direttivo su qualsiasi esterno alla Compagnia presente sul luogo designato, prima e durante le operazioni estrattive e ha il mandato di proteggere le operazioni minerarie per il tempo necessario all'estrazione. Equipaggiamento da utilizzare a libera scelta, necessario il Greycat Multi-Tool con Modulo da Estrazione per la Squadra Produttiva. Ritrovo a Teasa Spaceport. Chi ha possibilità imposti la locazione di rigenerazione già su Stanton II. Briefing Pre-Missione alle ore 20.45 di oggi, Lunedì 14 Ottobre, sul Discord Ufficiale dell'ORG. Segnalare sul medesimo canale comunicativo o in calce la preferenza sulla squadra. Partecipanti previsti oltre al sottoscritto: / Questa Operazione verrà trasmessa su Twitch, così da darle il giusto eco. E, naturalmente, sarà occasione di svariate foto di gruppo.
  16. Con il 2950 entrante e l'esordio della Stagione 2 della Solaris™ è tempo di adottare un minimo carosello di assise da utilizzare durante le Operazioni di ORG e gli Eventi Multi-ORG, ad incidere identità e coincidenza fra membri, associati e affiliati. Come proposto in sedi istantanee al momento l'idea è di costruire solo due tenute, una Civile/Operativa e l'altra indossata dagli addetti alla Sicurezza. Chi ha idee o proposte può congegnare gli incastri dei pezzi (casco, braccia, torso e gambe) In-Game e postare uno screenshot qui, sul Discord o sul Telegram. Ultimato il periodo di genesi il direttivo aprirà una votazione per scegliere le due uniformi ufficiali della Compagnia per il prossimo anno. Per fattori meramente utilitari sono esclusi, dalla selezione, combinazioni che comprendono pezzi di armature o undersuits ottenuti come flair dai sottoscrittori, in quanto edizioni limitate acquistabili solo con soldi reali nello Store. Rimaniamo con la miriade di pezzi disponibili in gioco, accessibili a tutti.
  17. Con l'Alpha 3.6.2 in Public Universe per tutti, lo stralcio di sviluppo, terminale, di questa 3.6, che ha portato in gioco la prima Nave Capitale del gioco, quella Origin 890J che ha assunto il ruolo di Ammiraglia di Flotta della Solaris™, decolla ufficialmente anche la nostra Stagione 2, con l'imbastire di un primo evento, domestico e disadorno, di inaugurazione dello scafo della Casa di Terra. L'operazione sarà di carattere meramente commerciale, con l'utilizzo del Super-Yacht come base per lo svolgimento di Missioni di recupero di componenti sensibili, consegne ed eventualmente dispiegamento truppe su locazioni sensibili occupate da fazioni criminali e smalta il proposito di muovere, per la prima volta con efficacia, questo mastodonte dei cieli come un equipaggio organizzato, con ruoli specifici (sebbene al momento frutto dell'inventiva più che delle meccaniche) e l'assegnazione ad ognuno degli associati e degli affiliati della Compagnia del suo spazio personale a bordo (Suite, cuccette e zone di competenza). Ecco di seguito i punti cardine della sessione di gioco organizzata: Ritrovo - Area 18 di Stanton II. Immagine - Richiesto l'acquisto di abiti civili per i festeggiamenti, etichetta casuale. Equipaggiamento da utilizzare a libera scelta. Partecipanti previsti oltre al sottoscritto: / Questa Missione verrà trasmessa su Twitch, così da darle il giusto eco. E, naturalmente, sarà occasione di svariate foto di gruppo.
  18. TOPIC DI DISCUSSIONE DI STAR CITIZEN QUI IL TOPIC UFFICIALE, CON TUTTE LE INFO E LA RUBRICA Apro questo topic per parlare di un gioco che sta facendo molto parlare di sè: Star Citizen. Star Citizen è partito come progetto su KickStarter e ha subito raggiunto una grande somma di donazioni, tra kickstarter e il sito fino ad ora ha superato i 40 milioni di dollari raccolti. Come mai questo gioco desta danto interesse? Star citizen sarà un gioco molto ampio ed articolato: non ne so moltissimo ma sarà un fps, dove si potranno guidare astronavi, entrare come membro dell'equipaggio, fare combattimenti sulle astronavi, con le astronavi etc. Tutto sarà dentro un grande contesto, infatti ci sarà una vera e propria economia: ci saranno centri di estrazione, basi su pianeti e quindi rotte commerciali. Gli utenti potranno intraprendere vari ruoli: potranno essere "banditi galattici" che assaltano le navi mercantile, mercenenari e polizia. Il gioco quindi deve ancora uscire, è quindi in fase di sviluppo, e per chi compra la alpha sarà disponibile un hangar dove potremo muoverci con il nostro omino e salire sulle astronavi (se ho ben capito). Molti si chiedono quanto peserà questo gioco, le specifiche non sono ancora state annunciate, ma penso servirà un pc della nasa! QUI la Guida all'acquisto! Vari screen di gioco: (Aggiornati all'Alpha 2.0)
  19. Star Citizen

    Fuori il sole martella feroce, le cicale ti stordiscono con il frinire incessante, i cespugli del giardino aspettano stremati il refrigerio della sera. In casa l’aria condizionata mitiga l’eccesso di calura ma non ce la fa a vincerla del tutto, si entra e si esce dalla doccia con il sollievo che si oblia repentino, evapora come qualsiasi potente intento, dedizione. No, non sto parlando delle cocenti e arroventate distese di Stanton I ma di una giornata tipo sotto quella cappa di melma che incorona la nostra amata, odiata, Pianura Padana, un quadro, una circostanza, che mi ha imposto della programmazione per quella che d'ora in poi chiamerò Stagione 2, relativamente a Star Citizen qui sul Portale di Forgotten World. La Stagione 1, conclusa, ovvero quel dispersivo seriale di scritti, traduzioni, sintesi ed elaborazioni che hanno accompagnato l'interesse, ancora di nicchia, riguardo la Visione di Chris Roberts nell'orbita di questo storico angolo di rete, ha sfogato una foggia, sin da subito, piuttosto svagata, sintomatica, in primis, della mia particolare situazione personale al crepuscolo dello scorso anno, scheggiata da un grave lutto, sulla quale non mi avvito. Con questo secondo ciclo ho deciso di impormi un impostazione e un palinsesto squisitamente aderenti alla mia, non più recente, inedita, routine, così da garantirvi, insieme con le dense, prosaiche, vicende d'opinione sulle meccaniche, sulla Lore, sullo sviluppo, sugli asset della bestiola della Cloud Imperium Games, una certa, agile, perseveranza nella genesi di contenuti perlomeno mensile. E' innegabile. Forgotten World non è un cenobio virtuale con la vocazione per il 'Verse e dunque non sgorgano come nulla fosse, fra queste decine di migliaia di pagine, le risorse dei grandi portali italiani e stranieri asserviti ad un informazione, alla formazione di un'idea, sulla ventura pietra miliare dell'Universo Videoludico, tuttavia intavolare l'intento di portare temi, sostanza, prospettiva, può già essere la scintilla per definire solide fondamenta, l'armatura in acciaio di un'impresa, magistrale, non dissimile da tanti altri avvincenti approcci del passato, in questo mondo dimenticato. In sostanza. Dal 1° Settembre 2019 partirà, sicuramente, una singola, condensata, rassegna settimanale di aggiornamento inclusiva dei progressi settimanali sullo sviluppo del gioco, sui temi, le meccaniche e gli asset trattati dall'Inside Star Citizen, dallo Star Citizen Live, che, tempo permettendo, proverò a traslare anche mediatica, con Video per il Canale Youtube di Forgotten World. Parliamo, naturalmente, di un approccio più sobrio e meno impegnato alla vicenda, per snellire il carico entro il mero diporto che la dedizione a un gioco vale e procaccia. Naturalmente non cesserò, come detto, gli occasionali, corposi, concorsi scritti sulle nuove meccaniche, sulla Lore, sulle Navi e sui Componenti, a cercare di diradare la nebbia sul progresso della CIG. Per quanto concerne celia e dissipazione attive, il gioco effettivo, invece, oltre alla rifinitura del Marchio dell’ORG, che festeggia i venti membri proprio sullo smontare di questa estiva arsura, onorando proposito e progetto di una buona rilevanza all’interno della risibile e frammentaria realtà italiana legata al ‘Verse, partiamo con l’istituzione di due Serate di Gioco settimanali fisse, il Lunedì e il Mercoledì dalle ore 21, infatti, gli operatori della Compagnia disponibili si riuniranno per baloccarsi e dilapidare un po’ di stress attorno al Sistema Stanton, anche su Twitch, in evenienze e attività il più possibile differenti, pensate con un breve anticipo e adattate alla mole d’adesione eventuale. Continueranno gli Eventi, ORG e Multi-ORG, organizzati, e, per compattare il gruppo e frondare conoscenza delle altre realtà, Hardcore e Casual, del microcosmo italiano su Star Citizen, parteciperemo come Squadre e Squadroni a Eventi organizzati dalla rigida Compagnia Stellare Galileo e dalla massiva, e più occasionale Alleanza Astrale, contingenze le quali mi premurerò di segnalare sia qui che sui Canali Ufficiali della Compagnia (Discord, Telegram, Facebook). Nell'arco di undici mesi, la nostra organizzazione è cresciuta da una mia visione personale, in un gruppo composto da una ventina di membri provenienti da diversi percorsi di vita e luoghi intorno ai settemilacinquecento chilometri di coste del nostro Bel Paese, e anche oltre. Alcuni di noi sono affiliati, alcuni di noi stanno ancora testando il moto ondoso e l’altalena di giocabilità che è il gioco in se, ma molti di noi sono diventati buoni compagni d’armi nel corso dell'anno, aggiungendo un livello di soddisfazione di cui non potrei, davvero, essere più felice. Per il momento, il futuro è bello. Lo sviluppo di Star Citizen e Squadron 42, sebbene ritardato di ben tre mesi per questo ciclo solare, sta cercando di essere riempito con nuove ed entusiasmanti funzionalità ad ogni rilascio di Patch, durante tutto l'anno, e cercherò, cercheremo, di sfruttare e godere di tutte queste nuove funzionalità man mano che si mettono online. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle Visualizza tutto articolo
  20. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! Solaris™ Robert Space Industries My RSI Handle
  21. Nonostante l'incalzare torrido di questa estate 2019, l'Alpha 3.6 è arrivata, da qualche giorno ormai, in Public Universe, e con essa una buona stabilità dei sistemi e il soverchiante impatto di un Nuovo Sistema di Legge che sarà, senz'altro, motivo di uno dei prossimi eventi organizzati. Per riscaldare gli animi e l'entusiasmo di associati ed affiliati, tuttavia, la prima serata di gioco dedicata verterà su un PvP Abbordaggio e Soccorso, potenzialmente Multi-ORG, pensato appositamente per l'ingaggio in EVA e Close Quarters. Ecco di seguito i punti cardine della sessione di gioco organizzata: Ambientazione - Fascia di Asteroidi di Yela, Aegis Hammerhead disattivata, fluttuante nello spazio. Squadra UEE Advocacy - Attaccanti - La squadra d'assalto partirà in EVA a circa cento metri dalla Hammerhead. Squadra Nine Tails Militia - Difensori - La squadra di difesa partirà dentro la Hammerhead. VIP - Ostaggio - Il VIP è ostaggio disarmato della Nine Tails Militia a bordo della Hammerhead. La Squadra UEE Advocacy ha il compito di fare breccia nella Hammerhead, uccidere tutti i membri della Squadra Nine Tails Militia e soccorrere il VIP. La Squadra Nine Tails Militia ha il compito di difendere la Hammerhead e il VIP dall'assalto della Squadra UEE Advocacy, per garantire l'estrazione sicura dell'ostaggio. La Squadra UEE Advocacy può entrare nella Hammerhead da qualsiasi varco e utilizzare qualsiasi tattica per approcciarsi ai difensori. La Squadra Nine Tails Militia può lasciare la Hammerhead in caso di necessità ma non deve distanziarsi oltre i 500 metri in EVA dalla medesima. La Squadra UEE Advocacy vince se uccide tutta la Squadra Nine Tails Militia. La Squadra Nine Tails Militia vince se combatte con successo l'assalto della Squadra UEE Advocacy o se il VIP viene ucciso. Equipaggiamento da utilizzare a libera scelta, armi escluse, per il Close Quarter, Railgun e Shotguns, sbilanciati. Granate bandite perchè buggate. Unica eccezione il VIP, che dovrà vestirsi di un'armatura completamente arancione, per differenziarsi visivamente, e non dovrà portare alcuna arma. Una volta segnata la preferenza per la data, come al solito, scrivete in calce anche la preferenza per le squadre, se gradite, viceversa le scelte avverranno la sera medesima dell'evento. Partecipanti previsti oltre al sottoscritto: / Questa Missione verrà trasmessa su Twitch, così da darle il giusto eco. E, naturalmente, sarà occasione di svariate foto di gruppo.
  22. Star Citizen

    Nella piena nottata di oggi, 20 Luglio, è andata in Live (2247930) la seconda Major Patch di questo denso 2019, quell'agognata e difficoltosa Alpha 3.6 marcante la comparsa, di spessore, del Nuovo Sistema di Legge e Giurisdizione con il 'Verse che si appresta a risaltare decisamente più frenetico per quei giocatori che vivono in fuga, grazie ad un Sistema Legislativo riattrezzato (con ben ottanta tipi di Crimini differenti e tre Gradi di Gravità) che inchioda la genesi di una, finalmente, adeguata Risposta della Sicurezza e un'escalation eventuale basata su specifiche giurisdizioni, alle volte locali, alle volte globali, e sui loro regolamenti. Al Nuovo Sistema di Legge si accoda l'Economia del Mercato Nero, nella sua prima iterazione, che paga profumatamente il rischio elevato, con nuove Missioni di Consegna Illegali e opportunità più sfumate per la Gestione del Crimestat, attraverso un revisionato e ampliato Sistema di Hacking. Nuovo, accattivante, Stile per le Stazioni Spaziali, che passano alla Genesi Procedurale anche nella loro dimensione più sconfinata. Chioschi per l'Acquisto di Navi, finalmente oltre Novanta Navi Flight Ready sono disponibili per l'acquisto con aUEC presso i terminali speciali in tutto il 'Verse (Astro Armada, New Deal, Levski). Miglioramenti di FoIP e VoIP con il nuovo Freelook ulteriormente ampliato e la tecnologia Face e Voice Over IP aggiunta alle Comunicazioni Nave-Nave (qualcuno ha detto l'Hailing di Star Trek?) con prossimità globale abilitata di default, il tutto a favorire maniere più coinvolgenti per connetterti, comunicare, fare squadra a vantaggio dell'immersione, cardine e orizzonte di ogni peculiare dettaglio di gioco. Rework Aegis Vanguard Warden, variante Caccia Pesante, e Aegis Vanguard Hopilite, variante Dropship, Rework del Kruger Intergalactic P-52 Merlin e introduzione del Kruger Intergalactic P-72 Archimedes, e, come ciliegina sulla torta, un Concept Sale Straight-To-Flight-Ready, quell'Anvil Ballista piattaforma d'artiglieria personalizzata in grado di sparare oltre i duemila metri dotata di una minuscola firma elettromagnetica, capace di cancellare praticamente qualsiasi bersaglio terrestre o aereo prima di sapere cosa l'ha colpito. Nuovo Sistema di Scudi, Implementazioni ai Sistemi di Gioco relativi all'Estrazione Mineraria, due nuove armi e un primo rudimento di OCS Server-Side chiudono in bellezza la consistenza di questa Patch Estiva. Di seguito le Note di Patch complete per il Public Universe (esclusi Arena Commander e Star Marine), tradotte: See you in the Verse! Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. Robert Space Industries My RSI Handle Visualizza tutto articolo
  23. Da uno Wing Commander del Chairman Club, per oggi, è tutto. ...See you in the Verse! Robert Space Industries My RSI Handle