Sign in to follow this  
Followers 0
Maròk

[GDR] La stancante giornata di Ellen

2 posts in this topic

Ellen aveva sempre amato il lusso. Ogni cosa a Villa Biranmun era stata prodotta dai migliori artigiani di Eseldur e la stessa casa, l’unica villa all’interno delle mura della città alta, era stata progettata e costruita usufruendo dei migliori materiali. Nei due piani sotterranei trovava posto anche una cappella privata. La casata Biranmun, celebre per aver ricoperto cariche di prestigio nel Regno di Helyon, nell’Oligarchia di Avalon  nell’Impero di Silvendar, godeva di un grande deposito in banca, che continuava a crescere grazie agli investimenti effettuati sin dalla fondazione della città. Nonostante la famiglia si occupasse da decenni della politica estera, parte dell’organizzazione urbanistica era merito di Selthis, così come la costruzione del cimitero monumentale della Nazione.
 

<<Signora, gradisce del succo di patata del 2840?>> Chiese gentilmente una cameriera.
<<No, oggi mi fermo a casa solo per poco tempo, devo andare a controllare la condizione dell’aeronave privata che ho richiesto due mesi fa.>> Rispose Ellen Biranmun, levandosi l’abito da sacerdotessa e indossando dei più comodi vestiti pregiati, lavorati secondo l’antica tradizione unionista.
<<Mentre era in riunione con il resto del Sinodo è arrivata una missiva da BopVille, non mi sono permessa di aprirla. Ho smistato tutta la posta, la può trovare nel suo studio.>>
La sacerdotessa sbuffò, dirigendosi verso le scale.

<<Ancora un mese!>> Esclamò Ellen <<Mi ha presentato le specifiche del velivolo un mese e mezzo fa, spero non pretendiate un pagamento completo, con tutto questo ritardo!>>
<<La guerra contro Dalagon ha colpito pesantemente la condizione della nostra aeroflotta, il suo ordine è di secondaria importanza.>>
<<Come osa! Sono la Venerabile Officiante!>> Ellen mostrò l’anello con il sigillo all’uomo che, impaurito, cercava fra decine di foglie e pratiche.
<<La Gran Sacerdotessa mi ha ordinato la riparazione di alcune aeronavi veloci per la prossima settimana. Non posso soddisfare anche la sua richiesta.>> Tirò fuori una lettera da un cassetto e la porse alla donna.
<<Sono sicura che questi potranno coprire le spese in eccesso.>> Porse al meccanico di fronte a lei una busta piena. Dopo qualche secondo di silenzio i due si strinsero la mano:<< Troverà la sua aeronave privata pronta fra tre giorni. Grazie della comprensione.>>
Ellen andò via senza salutare.

 

<<Che giornata stancante! Non avrò neanche il tempo di scrivere la lettera di embargo, la toga in pelliccia che ho commissionato a quell’artigiano di Thorvil non è stata ancora consegnata. Preparate la Gloria di Uhle! Voglio viaggiare comoda>>

Moradonx and Stardel like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.