Toranaga78

[Gdr on] Lettera alla Gran Sacerdotessa

1 risposta in questa discussione

Anno 2883

III settimana di 12

giorno di Dakbis

 

Eccellentissima Gran Sacerdotessa Asenath Leotred,

come avrà già saputo sono rimasto vittima contemporaneamente di ben 2 importantissime perdite nella mia vita, l'assassinio della mia sposa, la sacerdotessa ordinata Aquilegia, e la morte, per il troppo dolore, di suo padre, nonché mio cognato, l'Alto Chierico Llyr dei Toranaga; con questa mia lettera sono a chiederle che sia concessa giustizia, per me e per mio figlio Erik, nei confronti di quelle persone che oltre ad esercitare un comportamento eretico verso il culto di Uhle, si sono anche macchiati dell'appellativo di assassini.

Chiedo pertanto che siano puniti con l'epurazione delle fiamme, affinché non possano commettere ulteriori nefandezze, che andranno a gravare la loro già precaria posizione quando saliranno alle Porte del Bianco Forte.

 

Inoltre, consapevole del fatto che l'età di mio figlio è inadeguata sia per la mancanza di esperienza, sia per la poca saggezza che risiede in un animo giovine, mi rendo perfettamente conto dell'impossibilità di potersi prendere il doveroso ed importante incarico, che ricopre un Sacerdote Nominato, nonostante gli spetterebbe di diritto (cosi come dicono le nostre leggi); essendo figlio acquisito della famiglia Toranaga e il padre di Erik, chiedo pertanto di potermi assumere personalmente l'incarico pro-tempore, fino a quando egli non sarà in grado di essere degno di tale titolo, con tutti i meriti.

 

La ringrazio infinitamente dell'attenzione che mi  ha concesso leggendo questo mio appello.

 

Possa Uhle proteggerla e guidarla nel suo lungo cammino.

 

con ossequi

il Maestro dei Templi Math, figlio acquisito dei Toranaga

Piace a Kolisch

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.