William Gugliul-Nicoslav

anime
[Anime] Solo a me non piacciono?

23 risposte in questa discussione

Salve a tutti.

Ormai gli anime sono pane quotidiano nella vita di ogniuno, credo, di voi e per questo portate avanti forum e cerchie di amici con in comunque questa passione.

Molti di voi si definiscono Otaku(meglio non sapere la traduzione...) e combattono per affermare la supremazia nipponica sull'animazione.

Ecco, vorrei dire la mia.

Io sono una persona che adora i fumetti, ovunque vado compro fumetti di ogni autore sopratutto italiani. Faccio questa premessa per evitare di essere definito: ignorante sull'argomento da voi.

Quello che sto per dire forse scatenerà dei flame allucinanti, ma confido nella vostra civiltà per evitare queste reazioni.

Ecco:

Io odio gli anime e i manga

 

Fermi lì, maghi della tastiera!

Lasciatemi spiegare.

E' da quando ero bambino che sono affascinato dall'arte in generale(infatti l'anno prossimo frequenterò il liceo artistico). I pomeriggi li passavo attaccato alla Tv a vedere dragoonball e da ragazzo ho letto One piece e mi sono innamorato dei manga.

Ero quello che si poteva definire un otaku.

Ho visto i seguenti anime:

One piece
Full Metal Alchemist
Chrono Crusade
GTO
Attack on Titan
Sao(a mio rammarico...)
e altri che mi scordo il nome

Poi un giorno inizio a vedere Sao.

Non dico la trama e tutto, la maggiorparte di voi lo conoscono.

Mi piaceva, la trama era carina, i disegni pure e il genere era quello che cercavo.

La mia vita va avanti e un giorno su Youtube vedo il video di Marco Merrino: Gli anime sono una cosa bella

Mi è piaciuto come video anche se sfotteva una mia passione e mi sono subito iscritto al canale.

Il video mi ha in parte aperto gli occhi: Ho iniziato ad analizzare gli anime, sopratutto SAO.

Sao non mi piaceva( e non mi piace): trama banale, disegni ... meh animazioni ... meh e sopratutto quei CAVOLO DI CLICHE SUGLI ANIME!

Tipo: C'è Kirito e Asuna che passano da un mondo all'altro con un portale, fuori dal portale cadono e la mano di Kirito finisce sulle tette di Asuna.

Citando  Jamie Lee Curtis Taete di VICE nel Piagnone della settimana

La risposta appropriata: Dire<scusa...> e stare zitto per sminuire l'imbarazzo

La risposta effettiva:

Kirito si riprende e palpa le palle di carne di Asuna dicendo <che cos'è?> poi giustamente la ragazza lo scansa.

Ce...

Tu 14 anni, giapponese non hai mai visto un paio di tette nemmeno in un porno.

Se fossi uno di quei giocatori sullo sfondo della scena, gli avrei sacrificati al Califfato Islamico con un coltello entrambi...

Ecco da li ho inziato ad allontanarmi dagli anime che ho iniziato ad odiare, sopratutto quelli commerciali per i Cliche le trame banali ecc...

Odiare non è la parola giusta, non dico che non amo gli anime e i manga, anzi tuttora sto leggendo Billy Bat di Urasawa e rigardandomi GTO e gli trovo due prodotti fantastici; più che altro il mio è una sensazione simile all indifferenza ma con una puntina di disprezzo, del tipo:

Una volta ero su Skype con un mio amico patito degli anime che mi fa conoscere un anime chiamato Toradora.

Mentre lo vedevo avevo una strana sensazione, ero indifferente ma rimanevo comunque annoiato e senza nulla dentro... non ho continuato a vederlo.

 

Poi questa questione degli Otaku... BASTA

Continuando ad insinuare la bellezza del Giappone e dei suoi prodotti, sfottendo e minacciando chi come me li... disprezza e uccidendo la lingua giapponese con le loro affermazioni.

Poi ragazzi, mettiamoci una pietra sopra: Gli anime sono cartono come i manga sono fumetti. fine.

 

Ora vorrei sapere, sono da solo?

O c'è qualcuno come me?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che odiare gli anime e i manga dopo averne visto uno che non ti è piaciuto è un po' esagerato (e questo vale con qualsiasi cosa). Poi ovvio che se vai a vederti un anime come SAO (che per carità non ho mai visto, ma non m'ispira molto e molti non ne parlano bene) allora siamo a cavallo...

 

Per gli anime/manga, così come per i fumetti occidentali, cartoni etc. ci sono prodotti belli e godibili, capolavori, prodotti mediocri e ca**ate assurde.

Non disperare, io di anime ne avrà visti più di 50 (tu non ne hai visti molti) e posso perciò dirti questo per esperienza.

 

Se vuoi anime belli e di spessore ce ne sono abbastanza, in primis ti consiglierei Death Note, Neon Genesis Evangelion, Cowboy Bebop, Code Geass, Gurren Lagann, Attack on titan e Full metal alchemist (che però hai visto), ma ne esistono molti altri (ti consiglio di visitare la mia lista anime e vedere quelli con più stelle), se stessi qui ad elencarteli finirei domani.

 

Concludendo, ribadisco che magari certa gente troppo fissata e che pensa di sapere tutto degli anime quando in realtà ne ha visti 2-3 (solo perchè va di moda) ti potrebbe dire che ogni anime è bello per forza: NO! Ci sono anime belli e anime brutti, sta a te cercare e farti consigliare ciò per cui ne vale la pena ed evitare le ciofeche.

 

Spero di esserti stato utile.

 

P.s: il video di cui parli l'ho visto anche io, so di cosa parli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[...]

 

Il discorso è complesso.

 

I fan sfegatati da te dipinti, ai quali mi riferirò da qui in avanti col termine comunemente accettato di "Giappominchia" sono quel sottoprodotto di qualsiasi cosa che diventi improvvisamente una moda.

Dato che hai visto i video del Merrino probabilmente non ti sarà sfuggito quello dove commenta lo spopolare del videogioco come "Moda", situazione che porta anche chi ha a malapena messo le mani su farmville a dichiarare al mondo intero "Io sono un videogamerssz!". Negli anime, purtroppo, è successa la medesima cosa.

Quindi fai un favore a te stesso e al mondo: per quanto siano ingombranti e rumorosi, cerca di non guardare ai Giappominkia come a ciò che devi per forza diventare se sei appassionato di anime. Così come se giochi molto non devi per forza essere un rintronato come Favij.

 

Purtroppo l'abbassarsi delle pretese da parte del pubblico ha portato la produzione nipponica a sfornare sempre più ""opere"" dalla qualità complessiva molto dubbia da un lato, oppure lavori a malapena godibili, ma solo da chi è assuefatto ai clichè presenti negli anime. Ogni nuova stagione io stesso faccio fatica a scavare tra i chart delle nuove serie che andranno in onda di lì a poco anche solo 2 o 3 serie potabili, e spesso quasi tutte queste si riducono alla seconda categoria (apprezzabili ma conoscendo/essendo abituati ai clichè).

L'animazione giapponese è tutta *Kata ti vede* quindi? Assolutamente no. Ci sono miriadi di opere, spesso nascoste sotto la mole di capre che urlano in giro "Kirito-samaaaaaaa", che sono degne d essere viste e godibili anche da chi in genere si tiene alla larga dall'animazione.

Si, quelle opere che il buon Merrino nel video da te citato ha cestinato con una frase sul genere di "E' inutile che mi nominate le opere d nicchia". Che è simpy, in quel video ha centrato gli aspetti negativi presenti nell'industria dell'animazione moderna ma non ha cagato mai nella vita quelli positivi. 

 

In definitiva concordo con Soma, semplicemente sei diventato pessimista verso l'argomento dopo aver visto il cumulo di marcio e riciclato sotto l'animazione e la comunità di bestie che lo magnano urlando "Itadakimasu" con gaudio e letizia. Non fartene un cruccio, prenditi delle pause e guarda poi quello che ti ispira mandando a cagare eventuali giappominchia che ti dovessero dare il tormento. Alcuni anime sono cose belle sul serio.

 

Ah, e i generi, ricordati che "Anime" non è un genere nè un target d'età. 

Modificato da zerostail

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me non piacciono i Manga, perché manga il colore :asd:

OK, arrivederci e grazie.

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

E' da quando ero bambino che sono affascinato dall'arte in generale(infatti l'anno prossimo frequenterò il liceo artistico). I pomeriggi li passavo attaccato alla Tv a vedere dragoonball e da ragazzo ho letto One piece e mi sono innamorato dei manga.

:patpat3:

 

Tu 14 anni, giapponese non hai mai visto un paio di tette nemmeno in un porno.

Se fossi uno di quei giocatori sullo sfondo della scena, gli avrei sacrificati al Califfato Islamico con un coltello entrambi...

Non capisco dove vuoi andare a parare con questa affermazione, puoi illuminarmi?

 

Ma sao è fatto per i depressi come molte altre """"""opere"""""" 

:boiate:

Modificato da Zòras

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:patpat3:

 

Non capisco dove vuoi andare a parare con questa affermazione, puoi illuminarmi?

 

:boiate:

1) Perchè ti turba il fatto che frequenterò un liceo artistico? e che ho letto one piece?

2) Per come ha agito toccandole il seno sembrava non sapesse nemmeno cos'è una tetta

3) mi sembra giusto ciò che ha detto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1) Perchè ti turba il fatto che frequenterò un liceo artistico? e che ho letto one piece?

2) Per come ha agito toccandole il seno sembrava non sapesse nemmeno cos'è una tetta

3) mi sembra giusto ciò che ha detto

Non ho alcun problema con il liceo artistico, ho editato, vedi se riesci a comprendere adesso

 

Per quanto riguarda la risposta numero due, in parecchi anime ci sono delle reazioni stupide da parte dei protagonisti, non giudicare un'intera serie per un singolo episodio

 

Non è affatto giusto definire un anime " da depressi " solo perché non è di tuo\suo gradimento, l'arte è soggettiva, quello che a te può non piacere per altri può essere un capolavoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è affatto giusto definire un anime " da depressi " solo perché non è di tuo\suo gradimento, l'arte è soggettiva, quello che a te può non piacere per altri può essere un capolavoro

 

 

Derp, forse la categorizzazione di Soma è stata un pelino esagerata, ma non cadiamo nella solita scusa del "tutto è soggettivo". Come qualsiasi Film/libro/favola/fumetto/storia/whatever vi sono dei punti negli anime sui quali si possono muovere critiche oggettive ed effettuare paragoni, e su quello si può stabilire la qualità generale dell'anime. Poi ovvio che ognuno può passare sopra alle carenze che vuole se non vuole vederle, ma questo non cancella la presenza delle carenze stesse, se presenti.

 

Dato che si parlava di quello, in SAO scorre potente tutto il pacchetto di clichè nati nelle commedie animate basate sull'Harem, dal protagonista Dense as Fuck al corredo di damigelle ben distribuite secondo tutti gli archetipi classici del genere. Ovviamente ciò porta dentro una componente "comica" in genere apprezzata dal pubblico medio degli anime al costo di un appiattimento del tutto (perchè stai usando tecniche trite e ritrite).

 

Io non riesco ne a leggere manga ne a guardare anime. Non li sopporto.

 

Cribbio, si argomenti! Qual è il tratto secondo te comune a tutti gli anime/manga che li rende totalmente inappetibili?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Derp, forse la categorizzazione di Soma è stata un pelino esagerata, ma non cadiamo nella solita scusa del "tutto è soggettivo". Come qualsiasi Film/libro/favola/fumetto/storia/whatever vi sono dei punti negli anime sui quali si possono muovere critiche oggettive ed effettuare paragoni, e su quello si può stabilire la qualità generale dell'anime. Poi ovvio che ognuno può passare sopra alle carenze che vuole se non vuole vederle, ma questo non cancella la presenza delle carenze stesse, se presenti.

 

Dato che si parlava di quello, in SAO scorre potente tutto il pacchetto di clichè nati nelle commedie animate basate sull'Harem, dal protagonista Dense as Fuck al corredo di damigelle ben distribuite secondo tutti gli archetipi classici del genere. Ovviamente ciò porta dentro una componente "comica" in genere apprezzata dal pubblico medio degli anime al costo di un appiattimento del tutto (perchè stai usando tecniche trite e ritrite).

 

 

Cribbio, si argomenti! Qual è il tratto secondo te comune a tutti gli anime/manga che li rende totalmente inappetibili?

Hai descritto quello che volevo dire quando mi riferivo a Sao, grazie.

Sul fatto dell'oggettività dico che ogni fumetto ha dei difetti come ogni cartone ha dei buchi di trama, anche nei fumetti che ho letto che mi ha appassionato troviamo un paio di difetti(storia complicata, certi capitoli sono troppo veloci, ecc...) ma effettivamente ha meno difetti di Sao o altri fumetti o cartoni che ho visto/letto.

 

Nessuna opera è senza difetti.

 

La qualità di un'opera è inversamente proporzionale ai suoi difetti

Modificato da William Gugliul-Nicoslav

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che odiare gli anime e i manga dopo averne visto uno che non ti è piaciuto è un po' esagerato (e questo vale con qualsiasi cosa). Poi ovvio che se vai a vederti un anime come SAO (che per carità non ho mai visto, ma non m'ispira molto e molti non ne parlano bene) allora siamo a cavallo...

 

Per gli anime/manga, così come per i fumetti occidentali, cartoni etc. ci sono prodotti belli e godibili, capolavori, prodotti mediocri e ca**ate assurde.

Non disperare, io di anime ne avrà visti più di 50 (tu non ne hai visti molti) e posso perciò dirti questo per esperienza.

 

Se vuoi anime belli e di spessore ce ne sono abbastanza, in primis ti consiglierei Death Note, Neon Genesis Evangelion, Cowboy Bebop, Code Geass, Gurren Lagann, Attack on titan e Full metal alchemist (che però hai visto), ma ne esistono molti altri (ti consiglio di visitare la mia lista anime e vedere quelli con più stelle), se stessi qui ad elencarteli finirei domani.

 

Concludendo, ribadisco che magari certa gente troppo fissata e che pensa di sapere tutto degli anime quando in realtà ne ha visti 2-3 (solo perchè va di moda) ti potrebbe dire che ogni anime è bello per forza: NO! Ci sono anime belli e anime brutti, sta a te cercare e farti consigliare ciò per cui ne vale la pena ed evitare le ciofeche.

 

Spero di esserti stato utile.

 

P.s: il video di cui parli l'ho visto anche io, so di cosa parli.

mavù volevo risponderti:

Io di anime e manga ne ho letti, ma alla lunga mi sono volontariamente allontanato dal genere pe via dei motivi citati prima.

Degli anime che hai citato ne ho visti un paio(death note, attack on titan, full metal alchemist) e vedrò se mi piaciono, se no continuo a vedermi The walking dead/Trono di spade/Vikings...

Concordo con ciò che hai detto sulla fine riguardo gli otaku

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gugli:

Passando a dei consigli pratici a bruciapelo, se non ti dispiacciono le ambientazioni Cyberpunk ti consiglierei i due film di Ghost in The shell, dovresti trovarli facilmente su Vvvvid doppiati in italiano.

Essendo film te la sbrighi prima che con delle serie complete, e a che mi ricordi sono (anche grazie al fatto di essere non recentissimi) liberi da quasi tutti i clichè odierni.

Modificato da zerostail

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mavù volevo risponderti:

Io di anime e manga ne ho letti, ma alla lunga mi sono volontariamente allontanato dal genere pe via dei motivi citati prima.

Degli anime che hai citato ne ho visti un paio(death note, attack on titan, full metal alchemist) e vedrò se mi piaciono, se no continuo a vedermi The walking dead/Trono di spade/Vikings...

Concordo con ciò che hai detto sulla fine riguardo gli otaku

Lieto di essersi stato utile. Comunque si possono benissimo vedere sia anime che serie tv, come faccio io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:boiate:

Hai ragione, ho messo troppe poche virgolette.

Dai, sul serio, come può piacere quella mosceria di sao? Kirito è un'ameba, non sì può negare.

Mi ricorda tanto quel disadattato di Shinji.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dato che si parlava di quello, in SAO scorre potente tutto il pacchetto di clichè nati nelle commedie animate basate sull'Harem, dal protagonista Dense as Fuck al corredo di damigelle ben distribuite secondo tutti gli archetipi classici del genere. Ovviamente ciò porta dentro una componente "comica" in genere apprezzata dal pubblico medio degli anime al costo di un appiattimento del tutto (perchè stai usando tecniche trite e ritrite).

Ho guardato la prima metà di SAO pensando:"Dai che magari dopo migliora". La fine del primo ciclo è arrivata troppo presto (potevano mettere qualche elemento di trama in più e fare una stagione solo di quello) e quando stavo iniziando la seconda metà stavo seriamente prendendo in considerazione l'idea di mollarla, idea che mi sono pentito di non aver messo in atto finita la stagione...

La seconda stagione non l'ho iniziata e non voglio nemmeno sapere quale altra pila di artifici e forzature hanno dovuto inventare per trovare un nuovo sviluppo narrativo, soprattutto dopo il finale della prima...

Il discorso clichè e minestre riscaldate comunque non si limita agli anime per quanto mi riguarda: se si pensa alle grandi produzioni cinematografiche degli ultimi anni è tutto un ripescare film e cultura degli anni '80 e '90 (sequel di film usciti 20-30 anni fa a palla negli ultimi tempi), i videogiochi se si tolgono gli indie ci si ritrova quasi solo con nuovi capitoli uguali ai precedenti e di musica meglio non parlare nemmeno...

insomma un po' in tutto il settore intrattenimento sta spopolando il ''fin quando vende perchè innovare?''

Ovviamente il discorso non è sempre valido ma l'andamento generale è quello di una qualità sempre peggiore per riuscire a far fronte ad un pubblico sempre più grande...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione, ho messo troppe poche virgolette.

Dai, sul serio, come può piacere quella mosceria di sao? Kirito è un'ameba, non sì può negare.

Mi ricorda tanto quel disadattato di Shinji.

O connor in assassin creed 3 ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione, ho messo troppe poche virgolette.

Dai, sul serio, come può piacere quella mosceria di sao? Kirito è un'ameba, non sì può negare.

Mi ricorda tanto quel disadattato di Shinji.

Non sono un grande fan di SAO, mi danno semplicemente fastidio i commenti del genere, dire che Kirito secondo te è  un ameba e affermare che SAO sia un anime per depressi sono due cose ben diverse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 

Hai ragione, ho messo troppe poche virgolette.

Dai, sul serio, come può piacere quella mosceria di sao? Kirito è un'ameba, non sì può negare.

Mi ricorda tanto quel disadattato di Shinji.

Mica tanto. A me un personaggio così fa solo venire la depressione.

 

 

Kirito è il nostro classico personaggio da pieno wish fullfillment, tanto Harem, poche preoccupazione e molto "gotta go fast" mentre mena con la spada. Quindi può far venire la depressione per la poca/banale caratterizzazione.

Shinji è l'Ameba con la A maiuscola, Kirito rispetto a lui è Flash come reattività e tempi decisionali. Il suo carattere/motivazioni sono sviscerati quasi troppo, ma almeno è caratterizzato. Quindi è deprimente, ma perchè vuole esserlo.

 

In sunto: possono causare depressione entrambi, ma la vedo come un tipo diverso di depressione. Il paragone diretto tra i due lo vedo barcollante.

Modificato da zerostail

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro del forum per poter commentare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.