Maròk

[Diplomazia] Aggressione a Lumvalos

14 posts in this topic

250px-BandieraLumvalos.png

 

"Oltre l'uomo impera la fede"

 

Primo Darbis di Bacal, 2898 d.F.

Al Re di Rumildan,

una monarchia dovrebbe essere basata sull’onore e sulla lealtà, non sulla menzogna. Oggi alcuni dei vostri cittadini, membri dello stesso governo, sono entrati all’interno dei nostri confini, violando le nostre mura e uccidendo come barbari! Con la seguente missiva chiudo i rapporti diplomatici con la vostra nazione, fino a quando non otterremo scuse ufficiali.
Il Sinodo si sente insultato dal vostro comportamento, con la precedente lettera avevamo dichiarato la neutralità e oggi questa viene rotta nel più ignobile dei modi.

Ricordate:
"I figli privati furono della loro fede e plasmati in una massa rocciosa e una massa fiammeggiante e posti sopra il piano.

I Figli rimasti si piegarono al cospetto del Sommo e fuorno perdonati. (Genesi)"

Sperando che Uhle vi doni la capacità i comprendere i vostri errori,
Kayden Marok Biranmun, Venerabile Officiante di Lumvalo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il re di Rumildan ricevette la lettera, vide lo stemma di Lumvalos stampato sul fronte, e senza neanche aprirla la gettò in cortile, in pasto alle mucche.

"Avresti potuto almeno aprirla" Disse Kindù, mentre saliva al piano superiore.

"Conteneva sicuramente qualche lamentela per l'attacco di tempo fa, poco mi interessa di quei monaci bigotti. Di al generale Paìron di inviare questa lettera, già l'avevo preparata, sapevo che sarebbe successo."

 

 

 

 

                                                                                                             

                                                                                                                                           O la Pace, O l'Onore

 

Mi piace il posto in cui è stata costruita la vostra cittadina, mi piacerebbe averla come legione dove passare l'estate.

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                 Firmato

                                                                                                                                                                                                                                                                       Felìs Sàhuzèr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ormai è partita la moda di usare le missive estere come mangime per le mucche, carta igienica, esca per il fuoco del camino, fazzoletti da naso...
L'Ufficio Amministrativo Burocratico Modernista consiglia di mantenere i propri documenti per almeno anni 10, effettuando fotocopia o digitalizzazione preventiva di scontrini e ricevute per salvaguardarli dalla cancellazione dell'inchiostro su carta termica.
Grazie.

EDIT: Kolisch mi ha anticipato.

NihondeBresa and Kolisch like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

a quanto pare va di moda gettare le lettere in pasto agli animali, usarle come carta igienica, masticarle, triturarle, macerarle, farci il polpettone... :asd:

Puoi rispondere alla mia domanda?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero! c'è questa moda ma alla fine anche voi! non potete mica mettervi a fare diplomazia con pirati e mercenari nati dalla pirateria

Share this post


Link to post
Share on other sites

a quanto pare va di moda gettare le lettere in pasto agli animali, usarle come carta igienica, masticarle, triturarle, macerarle, farci il polpettone... :asd:

Puoi rispondere alla mia domanda?

BobbeMalle

Pairox200 likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il re di Rumildan ricevette la lettera, vide lo stemma di Lumvalos stampato sul fronte, e senza neanche aprirla la gettò in cortile, in pasto alle mucche.

"Avresti potuto almeno aprirla" Disse Kindù, mentre saliva al piano superiore.

"Conteneva sicuramente qualche lamentela per l'attacco di tempo fa, poco mi interessa di quei monaci bigotti. Di al generale Paìron di inviare questa lettera, già l'avevo preparata, sapevo che sarebbe successo."

 

 

 

 

                                                                                                             

                                                                                                                                           O la Pace, O l'Onore

 

Mi piace il posto in cui è stata costruita la vostra cittadina, mi piacerebbe averla come legione dove passare l'estate.

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                 Firmato

                                                                                                                                                                                                                                                                       Felìs Sàhuzèr

GJ per il re con le mucche in cortile. 

E poi potresti trovare un modo più originale per sbarazzarti delle lettere senza leggere. Su, su.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.