goldr31

Karl Evgeniovic Brodsko si confessa: "Statalismo è la più alta forma di governo"

5 risposte in questa discussione

8OeC2Jn.jpg

Il testo dell'intervista:


 

 
1) Buongiorno Karl Evgeniovic Brodsko.
Buongiorno.
2)la situazione della città di Thorvil, in questi mesi, sembra essere diventata incandescente, da un lato i nazionalmodernisti con Lega Thorvil, che non accettano la presenza di Bopville, dall'altra gli Statalisti, che propongono misure draconiane, lei cosa pensa di tutto ciò?
E' palese che da anni la capitale della Federazione abbia un flusso di capitali in uscita per mantenere la Repubblica Mineraria più settentrionale e capisco anche il risentimento di alcuni miei colleghi all'assemblea ma, permettetemi, essi non riescono a vedere oltre le loro tasche. La loro mancanza di visione politica a lungo termine gli preclude di comprendere che la redistribuzione della ricchezza a livello nazionale è una normalissima opera di economia politica finalizzata al rafforzamento stesso dell'URMM. I Compagni Statalisti stanno solo cercando di appianare il problema mentre l'ala nazmod sta solo cercando di  minare l'integrità del nostro amato paese. Mi chiedo solo il perché questi ruffiani non siano stati preclusi nelle liste OOCM dato il loro comportamento così marcatamente antimodernista.
3)Il modernismo, di fronte a queste proposte, non si trova ad essere ormai rimosso dalla sua ortodossia?
Da quando è nato il modernismo ha dovuto affrontare più volte la minaccia Nazmod, riuscendo sempre all'ultimo nel sedarla e farla ritornare tra i ranghi. Ortodossia? Io credo che il Modernismo debba sapersi adattare all'ambiente in cui si sviluppa, ecco quindi che l'Ortomodernismo del Piano di Jagd non può trovare posto oggi ma debba essere rimodellato. Cosa che hanno fatto i Statalisti riuscendo nella loro impresa ma vorrei riprendere questo argomento più tardi.
4)Cosa direbbe, secondo lei, il fondatore del modernismo di fronte a tutto ciò? 
Borgia resterebbe basito dall'organizzazione ed efficienza raggiunte dai nostri governi, applaudendo all'organizzazione dei suoi eredi. Non c'è dubbio, lo Statalismo Modernista è la più alta forma di governo visto fino ad ora in tutta la storia per partecipazione politica, libertà d'opinione e sicurezza dello Stato.
5)Passiamo alla politica estera: cosa dovrebbe fare l'URMM, in questa diplomazia così difficile? 
Ecco che mi ricollego con il discorso che avevo iniziato. L'Ortomodernismo, nella sua variante sia Leonidiana che Grantiana, si sviluppava come forza rivoluzionaria in un modo spaccato tra Oligarchia e Monarchia, dovendo cercar di sopravvivere e prosperare sotto l'assedio di entrambe le ideologie. Oggi tutto è diverso, siamo il paese più esteso del Piano che può vantare innumerevoli alleanze e cordialità tra gli altri paesi. Non c'è più la volontà di primeggiare ma quella "coprosperare" insieme le altre potenze del continente, una specie di vittoria dell'Eteromodernismo sul piano estero se la vogliamo proprio catalogare.
6)Abbiamo notato la fondazione di una città che si rifà agli ideali unionisti, lei cosa  ne pensa? E' una buona cosa? 
Ho provveduto già ad inviare i miei omaggi a tale paese data la sua voglia di perseguire il così detto "Unionismo Puro", da cui discende il nostro Modernismo. Non sono per nulla preoccupato dato che mi aspetto presto un evoluzione più "democratica" e dunque modernista della loro civiltà. Non si tratta dei reazionari di Zerdur ma di gente intelligente e bendisposta. 
7)Cosa pensa, invece, del nuovo segretario di Thorvil?E del Presidente invece? 
Frenkovic? Mi aspettavo vincesse le elezioni. Mi aspetto molto da lui data la sua ascendenza ma, dall'altra parte, sarò molto severo con lui. Non ammetterò che i lavori nella Capitale subiscano ulteriori ritardi. La Presidentessa? incisiva, appare più forte, ma si dovrebbe impegnare nel riallacciare e cementificare i rapporti iniziati dal mio povero padre. Oggi più che mai abbiamo bisogno di alleati di fronte alla vera minaccia del piano ovvero la mancanza di regolamentazioni internazionali che danno solo spunto a nuovi attriti, e quindi possibili guerre.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Stella Rossa dichiara di aver fatto un piccolo refuso e, per questo, dichiara che la domanda 7 è da correggere così:

7)Cosa pensa, invece, del nuovo Presidente di Thorvil?E del Presidente dell'URMM invece? 

 

L'errore è dovuto, ovviamente, a un'errore di stampa causato da una macchina difettosa, ci scusiamo con i lettori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Certo che questo giornale ha ormai peggiorato i suoi contenuti." Il vecchio Demetrovic leggeva, come al solito, il suo quotidiano sulla sua panchina preferita in Piazza Rossa
"Eh? Il seggio elettorale è pieno di pennuti?" Gli rispose il suo amico Leonovic, ormai diventato mezzo sordo.

"Vecchio stupido, il giornale!" disse Dimitrovic agitando le pagine dello Stella Rossa in faccia all'anziano
"Aaah lo Stella Rossa!"
"Con tutti questi titoli non ci capiscono più niente nemmeno loro"
"Pensa che alcuni chiamano il Segretario, Presidente e il Presidente, Segretario"

"Ai nostri tempi si stava meglio, bastava ammazzare qualche pirata per finire in prima pagina e farsi amare dalle donne"

Sospirò Dimitrovic continuando a sfogliare il giornale. 

Piace a Geko e Fr3nky94

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Zakarov, in quel momento, passeggiava tranquillo per la città di Thorvil, con il suo bastone a fargli da compagno fidato e un'allegra giornata che prospettava una gioiosa e ridente passeggiata, ma la fatica, provocata dal suo gracile e piccolo corpo, ormai in parte deforme per gli anni passati sulle scrivanie di lavoro, divenne subito evidente e, per questo, si diresse verso la panchina più vicina, dove si trovavano i suoi amici Demetrovic e Leonovic:

 

- alura!Cos'è questo baccano, che il nemico ci sente! -

Purtroppo la memoria di Zakarov non era proprio al massimo, anzi, pensava ancora di essere in guerra contro Volgard, figuriamoci! 

- La Stella Rossa non s'ha da mica da fidar, tutto falso là dentro, leggete la Stella Blu, quelli erano bei tempi! -

Anche qui, però, non si capiva di che cosa parlasse, visto che non si era mai parlato di Stella Blu e non era mai esistito, ma si sa, la memoria degli anziani non era proprio granché:

 

- E comunque Demetrovic, dove sono le carte di briscolav?Che dobbiamo ancora fare la partita del '53! -

 
 

Piace a NihondeBresa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Segretario Albert Stardoff rimase basito nel leggere l’ultimo articolo prodotto dal quotidiano Stella Rossa, gestito dal SUO governo, nato proprio con l’obbiettivo di ridurre sensibilmente lo statalismo nell’URMM.

“Lo statalismo miglior forma di governo? Ma che gli è preso a quelli dello SPAM per pubblicare queste robe? Da quando ci siamo messi a fare propaganda agli STATALISTI? È assurdo! Chiamatemi subito il Sottosegretario Sokolov!” 

 

Goldr il tuo pg SPAM è nei guai.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.