54 posts in this topic

YN1t3MQ.png

Un'azienda giovane e nuova, che guarda avanti e cerca di accelerare i tempi, un destino per molti già segnato: l'ennesimo fallimento dell'ennesima azienda che punta troppo in alto, questo è quello che si aspettavano tutti, questo è quello che era lecito pensare. Dopotutto i presupposti c'erano tutti, Space Shuttle, Buran, Delta Clipper, Rotary Rocket, la strada della riusabilità è da sempre lastricata, per i più svariati motivi, dal fallimento più completo e totale. Eppure in qualche modo la Space Exploration Technologies Corporation, conosciuta ai più come SpaceX, attira su di se l'attenzione. In un settore come quello spaziale, dove le perdite sono consistenti, i rischi altissimi e i margini di guadagno risicati e ridotti all'osso, in cui tutti i protagonisti puntano all'essenziale e al compiere il minimo indispensabile quest'azienda spara alto, altissimo. Non si basa su tecnologie precedenti, non si basa su progetti altrui, inizia da zero, disegna il proprio lanciatore, il proprio motore e la propria capsula. Irrompe nel mercato ottimizzando tutto e riprogettando tutto da capo, abbattendo notevolmente i costi di lancio e avanzando pure i fondi necessari a investire in ulteriore ricerca. In un settore in cui tutti i protagonisti si sono adagiati, rifiutandosi di innovare mettendoci del proprio (cosa possono guadagnarci grosse aziende con un grosso nome da difendere e una reputazione da mantenere immacolata a rischiare e mettersi in gioco?) la SpaceX arriva come una bomba, portando una ventata di aria fresca e di futuro da lungo aspettata. In 14 anni di ricerca, fallimenti, successi e dati finalmente i risultati iniziano a essere visibili e il legittimo scetticismo inizia ad essere spazzato via, ma iniziamo con ordine:

12957566_10157302161685131_8676627373100

Missione CRS-8, l'ottava missione del "Commercial Resupply Services Program". L'attesa è enorme, è il ritorno in volo della capsula Dragon dopo il fallimento della missione CRS-7, è il lancio che porterà il primo modulo gonfiabile sulla ISS, il BEAM (Bigelow Expandable Activity Module), ove rimarrà per due anni per testarne le capacità e le caratteristiche. Durante la conferenza stampa e prima della diretta la posizione ufficiale da parte di SpaceX è quella che la missione primaria è sempre e comunque il rifornimento alla ISS, ci mancherebbe, ma è chiaro a tutti che la trepidazione nell'aria, l'entusiasmo del pubblico e la sua dimensione (200'000 spettatori alla diretta) sono tutti per l'obbiettivo secondario. Dopotutto abbiamo già visto il Falcon9 recapitare con successo più di un carico, comportandosi quasi sempre correttamente e secondo le aspettative. I presupposti ci sono tutti, una giornata limpida con un sole splendente, le foto postate sui social della "of course i still love you" riparata e ridipinta che esce dal porto e va a posizionarsi, un lancio che avviene per la prima volta al primo tentativo, senza rinvii o ritardi (il che fa pensare che gli ultimi miglioramenti al supporto di terra e all'attrezzatura della rampa siano stati definitivi).

0RaqtSQ.jpg

Poi l'atterraggio, questa volta hanno avuto il buon senso di mandare la diretta dall'elicottero e non dalla chiatta, la diretta è chiara stabile e di buona qualità, il razzo arriva, si avvicina e, al contrario di quanto predetto dai due cronisti, si ferma. Atterraggio perfetto, nessuna fantastica e colorata palla di fuoco, nessun disassemblaggio rapido non pianificato, nessuna perdita di equilibrio. L'unica esplosione è quella dei festeggiamenti, cosi forte che i cronisti faticano a riprendere parola, difficoltà chiaramente incrementata dalla loro stessa emozione. La Dragon prosegue la sua via verso l'orbita e poi di lì alla ISS, il primo stadio invece è fermo, a bordo della "Of course i still love you". La più grande partita ad Pong della storia si è conclusa.

12973248_10157307098840131_1287652179510

 

Ecco i video, primo il webcast completo, commentato come al solito dai cronisti di SpaceX e condito di molte sugose e ben spiegate curiosità:

 

Qui invece il video del solo atterraggio:

Aggiungerò informazioni sul BEAM e sulla Dragon appena ci saranno novità, quindi da domani a tutta la prossima settimana. Per domande o chiarimenti non esitate a chiedere.

Edited by master39
Solarlg, MayuriK, Geko and 3 others like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho seguito tutta la faccenda della SpaceX ma mi scalda il cuore sapere che ci sia gente che ancora crede nella corsa allo spazio (dall'eta di undici anni sulla mia scrivania un modellino di space shuttle è parcheggiato accanto al mappamondo :asd:), perché i programmi statali sembrano mal finanziati e presi in minima considerazione. A mio parere combattere per le ultime gocce di petrolio su questo pianeta o  per vecchie inimicizie è una follia autodistruttiva, il nostro futuro è nello spazio e progetti benvolenterosi e motivati come questo sono la nostra speranza.

I miei auguri alla SpaceX, l'unica direzione è avanti! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho seguito (non in diretta, ma mi sono informato prima e dopo) questo lancio, sono davvero felice che Space X sia riusciuita finalemente in quest'impresa, che non è assolutamente semplice e non è mai stat tentata da nessuno.

Space X rivoluzionerà i viaggi spaziali, bisogna solo dargli il tempo.

Comunque grande master per il topic ;)

Edited by MayuriK
FerdJur likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

UPDATE

Confermata ora la cattura della Dragon da parte del CanadArm della ISS, ho visto la diretta, ed è stato lentissimamente fantastico vedere l'avvicinamento e poi l'aggancio. Entro domani la Dragon sarà dockata alla porta 2 del modulo Harmony della ISS, portando così il numero di navette presenti a 6. 

FerdJur and MayuriK like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, master39 dice:

UPDATE

Confermata ora la cattura della Dragon da parte del CanadArm della ISS, ho visto la diretta, ed è stato lentissimamente fantastico vedere l'avvicinamento e poi l'aggancio. Entro domani la Dragon sarà dockata alla porta 2 del modulo Harmony della ISS, portando così il numero di navette presenti a 6. 

In tal proposito leggevo che sarà uno dei momenti nei quali nell'ISS ci saranno più navette attaccate in contemporanea (non ricordo se di sempre o da un certo anno).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi chiedo se vedremo "presto" (entro 10-15 anni NB :asd:) da SpaceX missioni anche più esplorative (magari per preparare sul serio il terreno ad una colonia su Marte, come sogna Elon Musk). Di sicuro la tecnologia che stanno sviluppando aiuterà tantissimo le varie agenzie spaziali nelle missioni scientifiche

Io spero davvero di poter vedere la prima colonia sul Pianeta Rosso prima di schiattare :asd:

Edited by Adegheiz
MayuriK, FerdJur, Leotred and 1 other like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, Adegheiz dice:

Mi chiedo se vedremo "presto" (entro 10-15 anni NB :asd:) da SpaceX missioni anche più esplorative (magari per preparare sul serio il terreno ad una colonia su Marte, come sogna Elon Musk). Di sicuro la tecnologia che stanno sviluppando aiuterà tantissimo le varie agenzie spaziali nelle missioni scientifiche

Io spero davvero di poter vedere la prima colonia sul Pianeta Rosso prima di schiattare :asd:

Ti auguro una vita tanto lunga allora :asd:

Forse però prima riusciremo a vedere un villaggio lunare (progetto ESA in via di sviluppo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Geko dice:

Ti auguro una vita tanto lunga allora :asd:

Forse però prima riusciremo a vedere un villaggio lunare (progetto ESA in via di sviluppo).

Com'è possibile terraformare più facilmente la luna rispetto a Marte?

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, FerdJur dice:

Com'è possibile terraformare più facilmente la luna rispetto a Marte?

La terraformazione è 100% fantascienza, non ci sono progetti in tal senso ne nel medio ne nel lungo periodo... Un conto è rendere una colonia autonoma, tutt'altro è terraformare un pianeta. 

MayuriK, FerdJur and Solarlg like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stiamo andando un po' off topic :asd:

 

 

 

1 ora fa, FerdJur dice:

Com'è possibile terraformare più facilmente la luna rispetto a Marte?

Questo è il progetto di cui parlavo: 

 

 

 

Edited by Geko
FerdJur and MayuriK like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

@master39 bel video.

Intrigante la frase dove fa notare che Space X è riuscita a fare questo in meno di 4 anni e che poi aggiunge "cosa riuscirà a fare nei prossimi 4 anni?"

Bella domanda. Se ora è riuscita a perfezionare l'atterraggio e ha creato le nuove capsule Dragon ha già le due cose che gli permettono di fare gran parte delle missioni spaziali attuali.

Quali sono perciò i prossimi piani? C'è da finire il nuovo Falcon heavy giusto? Altri progetti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@master39 Questa cosa non c'entra niente con SpaceX ma penso sia una genialata: usando moduli gonfiabili sarà molto più semplice ampliare/creare stazioni spaziali.

Peccato che ne video non si veda quando la capsula viene aperta e gonfiata, se magari trovi il video linkalo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, MayuriK dice:

@master39 Questa cosa non c'entra niente con SpaceX ma penso sia una genialata: usando moduli gonfiabili sarà molto più semplice ampliare/creare stazioni spaziali.

Peccato che ne video non si veda quando la capsula viene aperta e gonfiata, se magari trovi il video linkalo.

C'entra eccome visto che portare in orbita il BEAM era uno degli obbiettivi primari di missione....  Comunque sto cercando per il gonfiaggio anche se non riesco a trovare info certe

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, master39 dice:

C'entra eccome visto che portare in orbita il BEAM era uno degli obbiettivi primari di missione....  Comunque sto cercando per il gonfiaggio anche se non riesco a trovare info certe

 

Sì lo so che c'entra, intendevo solo dire che non è prodotto da loro. Comunque grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

UPDATE

Ecco i due booster alla base, via terra e via mare, due atterraggi storici:

CgcvT0CUUAAee00.jpg:large

Secondo quanto risposto da Elon Musk un un commento il razzo dovrebbe essere riutilizzato in 4 o 5 mesi, se il test delle 10 accensioni passa.

 

Sul BEAM: Il modulo è stato installato correttamente dal controllo di terra tramite il CanadArm2, il gonfiaggio avverrà fra un paio di mesi, questo per un paio di motivi:

  • Con tre navette cargo contemporaneamente l'attività di scarico/carico per gli astronauti è già frenetica
  • Il gonfiaggio del BEAM è un esperimento come gli altri, è in scala più grande, certo, ma questo non lo rende più prioritario degli altri centinaia di esperimenti portati dalle 3 navette ed è stato quindi inserito in scaletta
  • Il gonfiaggio del BEAM verrà eseguito nel peggior momento possibile per quanto riguarda lo stress termico, per fare in modo che se avviene con successo si ha la certezza quasi completa che il gonfiaggio può avvenire in tutte le situazioni possibili.
Edited by master39
MayuriK likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmmmh pure il video a 360, goduria :zombie::P.

Una domanda: queste prove di lancio e atterraggio sono in vista di qualcosa di serio (portare altri moduli sull'ISS o un umano nello spazio) o solo test di prototipi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, FerdJur dice:

Mmmmh pure il video a 360, goduria :zombie::P.

Una domanda: queste prove di lancio e atterraggio sono in vista di qualcosa di serio (portare altri moduli sull'ISS o un umano nello spazio) o solo test di prototipi?

In realtà già con questo atterraggio il Falcon 9 aveva portato in orbita la capsula (sempre Space X) Dragon, che è servita a spedire all'ISS apparecchiature scientifiche e il modulo gonfiabile sperimentale.

Space X non sta mandando in orbita razzi a vuoto, anche perchè ovviamente questo ha un costo, perciò li manda per spedire materiale o mettere in orbita satelliti, e dopo cerca di farli atterrare; abbiamo visto che in alcuni casi non ci è riuscita, ma questa volta (e una volta prima) sì.

Edited by MayuriK
FerdJur likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.