tigierrei

[Missiva Gdr] Embargo ed ostilità verso Tytania da Eberia

6 posts in this topic

AraldoEberia.png

Al Re di Tytania di casa Jolly,

5° Kasbis di Vannus, anno 2977 d.F.

 

Come portavoce del Presidente Ratis Araton, rappresentante del Popopolo Eberiano, con l'approvazione della Camera dei Rappresentanti presieduta da Thaddeus Lumvaldenès e del Gabinetto di Stato, ho l'onere di recapitarvi l'emanazione di un embargo nei confronti del Regno di Tytania.

Codesto embargo scaturisce dalla scoperta dei furti effettuati da un alcuni traditori della patria rifugiatisi presso la vostra capitale. I nostri Servizi Segreti hanno svelato che i furti sono stati manovrati dal vostro governo per tanto, dopo aver esposto la realtà dei fatti, dichiarò aperte le ostilità fra i nostri paesi.

Non appena la tregua sancita in passato con tutte le nazioni del Piano terminerà, le nostre milizie faranno stragi fra i vostri contadini, riducendovi alla fame.

Come avrete notato dalla missiva inviata al Regno di Denrak, la nostra amata Repubblica non tollera oltraggi. Siamo pronti a difendere i nostri ideali e i nostri interessi con qualunque mezzo necessario.

Per concludere, spero che Uhle e i Superni puniscano la vostra sfrontatezza,

 

Tyrion Tigirevìs,

Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Tyrion Tigirevìs,

Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia

5° Simbis di Vannus, anno 2977 d.F.

A seguito della vostra missiva ho ordinato alla Guardia Civica di indagare su quanto sostenuto nei rapporti dei vostri servizi segreti. Con Nostro rammarico abbiamo scoperto la fondatezza delle vostre accuse ed assicurato alla giustizia i responsabili che sono stati internati nelle segrete del Castello e subiranno le dure coseguenze del grave crimine perpretrato secondo quanto previsto dalle leggi di Titanya.

In attesa del processo sono sottoposti ad interrogatori per riuscire ad individuare dove sia attualmente nascosto il bottino dei furti. Che se dovesse essere ritrovato verrà restituito ai leggittimi proprietari.

Nella convinzione che la Nostra ferma azione sia un passo utile per la evoluzione positiva nei rapporti  tra le nostre Nazioni, attendiamo una risposta a questa missiva diplomatica.

 

Mikhul Kentor

Re di Tytania

Share this post


Link to post
Share on other sites

AraldoEberia.png

Al Re di Tytania di casa Jolly,

4° Lesbis di Vannu, 2978 d.F.
 
Come portavoce del Presidente Ratis Araton, rappresentante del Popopolo Eberiano, con l'approvazione della Camera dei Rappresentanti presieduta da Thaddeus Lumvaldenès e del Gabinetto di Stato, dichiaro da considerarsi decaduto l'embargo verso il Regno dei Titani e le relative ostilità.
Codesta scelta scaturisce da diversi fattori, in primis la lettere di scuse da parte del governo di Titanya, principale scopo dell'embargo.
Possano le nostre nazioni intraprendere un nuovo sentiero di amicizia che favorisca entrambi.
 
In fede,

Tyrion Tigirevìs,

Segretario di Stato e degli Interni della Repubblica Federale di Eberia

Maròk likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.