Beckiovich

Il suicidio di una dodicenne

4 posts in this topic

http://www.ansa.it/liguria/notizie/2017/09/17/dodicenne-suicida-lascia-file-audio_a7de005c-4046-4946-ae29-a75d297b906e.html

Ho sempre pensato di non voler fare il giornalista.

Siamo continuamente bombardati di notizie terribili, pensa una persona che ci lavora.

 

 

Comunque sia.

Una bambina di quasi dodici anni ha deciso di suicidarsi buttandosi da un balcone, tralasciando il messaggio audio che per quanto mi riguarda non mi sembra di grande importanza, io non riesco a capacitarmi di questo evento.

 

Forse per il lettore ora sembro uno di quelli che leggono la notizia, si spaventano/indignano e poi via nel dimenticatoio, ma non è così.

Sarò sincero, forse questa vicenda ha quantomeno sfiorato alcuni dei miei passati ricordi, ma penso che chiunque possa comprendere un dramma simile.

Potremmo parlare del solito argomento:"Qui va sempre peggio." Ma ci distaccherebbe dalla realtà e sarebbero solo chiacchiere al vento.

Perché una ragazzina dovrebbe suicidarsi?

È forse il suicidio l'unica salvezza?

Il destino dell' uomo è quello di abbandonare le fatiche oramai esasperate?

 

Ho la presunzione, di chiedere all'utenza di spendere due parole per questo evento nefasto.

 

Molte grazie per la lettura.

livid, pierpy96 and Maròk like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me il suicidio dev'essere proprio l'ultima delle soluzioni in casi di depressione etc. Penso che suicidarsi sia un come ammettere la sconfitta di fronte ad una situazione, che per quanto brutta, spesso si può superare.

Suicidarsi a quell'età significa buttare al vento tutta la tua vita, che è appena iniziata. Io ho 21 anni, e se penso a quante esperienze e cose ho passato da quando ne avevo 12, sono felice di aver vissuto fin'ora, così come so di avere ancora molto davanti a me, cose che suicidandomi non potrò mai fare.

La vita è la cosa più preziosa che abbiamo, va vissuta come si preferisce, fortunatamente noi siamo in un paese democratico e civilizzato/ricco, non siamo in periodi storici dove le libertà personali erano oppresse o si moriva di fame/epidemie e via dicendo. Tutto ciò ti permette di vivere la vita che tu vuoi, magari dovrai impegnarti, ma se uno ha un obbiettivo e volontà penso possa arrivare quasi ovunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a costo di sembrar banale mi limito a sottolineare come la depressione sia una malattia alla pari del morbillo o della pertosse. Essa agisce sulla mente ed il non curarla porta solamente a queste terribili conseguenze.

Bendersnake and livid like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/9/2017 at 13:47, Brodsko dice:

Anche a costo di sembrar banale mi limito a sottolineare come la depressione sia una malattia alla pari del morbillo o della pertosse. Essa agisce sulla mente ed il non curarla porta solamente a queste terribili conseguenze.

Esattamente, molti ancora non capiscono che va trattata come una malattia.Più di una volta ho sentito persone che come me,per fortuna, non hanno mai sofferto in questo modo, esprimere giudizi semplici e banali, criticando le azioni di un malato (perché di questo si parla) ritenendolo al pieno della sua capacità di intendere. 

livid likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.