Sign in to follow this  
Followers 0
Vaxick

10 giorni di pazzia

Continuo o interrompo?   4 members have voted

  1. 1. Continuo o interrompo?

    • Continua!
    • Lascia stare non lo sai fare.
  2. 2. Errori?

    • Impara a scrivere e ne riparliamo poi
    • Si tanti quanti i capelli di Claudio Bisio

Please sign in or register to vote in this poll.

2 posts in this topic

  • Il primo incubo (1)

Di punto in bianco mi svegliai, sudavo freddo era notte fonda, stavo sognando: ero in mezzo all'oceano, nuotai fino allo sfinimento senza arrivare a riva,infine annegai dallo sfinimento.

Mi risvegliai su una spiaggia nel deserto era notte, gli scheletri,le mummie e i creeper non mi davano tregua, combattei fino allo sfinimento totale.

Iniziai a correre per seminare tutti i mostri, non molto dopo trovai una caverna entrai dento per rifugiarmici, ma non era una normale caverna...

Infondo ad essa c'era una scalinata che scendeva verso il basso, iniziai a scendere, dopo pochi scalini inciampai cadendo per quella scalinata che pareva infinita.

Arrivato alla base della scalinata vidi un corridoio con alla fine una luce, mi incamminai per vedere cosa c'era infondo a quel corridoio.

Passo dopo passo la luce si intensificava, e senza rendermene conto ero alla fine del corridoio, c'era una sala tutta bianca con 7 portoni.

Dopo pochi minuti nella mia testa delle voci che recitavano:"Espiare i tuoi peccati dovrai" "Se tutti superare potrai un gran dono riceverai"

"Se invece alla follia ti abbandonerai,contro morte certa andrai" "Ora andare dovrai, se presto non ti sveglierai negli inferi resterai"

  • La prima prova L'ira (2)

Passai la giornata nel terrore di quel che sarebbe potuto accadermi la notte successiva.

Anche se terrorizzato andai comunque a dormire.

Quando aprii gli occhi ero sempre in quella sala con quei 7 portoni, le voci tornarono stavolta recitanto:"La prima prova affrontare dovrai,se essa fallirai

rancore e ira eterna appresso ti porterai" "La prima porta attraversare dovrai,se all'ira resisterai un'indizio per la verità saprai"

Sudavo freddo, quelle voci erano spaventose, mettevano i brividi.

Nel mentre uno dei portoni si aprii, chiudendo gli occhi e senza pensarci due volte lo attraversai, quando gli riaprii ero incatenato a una parete,

davanti a me c'era un telo bianco e sopra la mia testa un proiettore , prima che iniziasse a proiettare le immagini stavolta una dolce voce mi disse "Non farti inghiottire dall'ira".
Iniziarono a scorrere delle immagini, le persone a me più care : gli amici e i famigliari schiavizzati,maltrattati e uccisi.

Dall'orrore cercai di chiudere gli occhi, ma c'era qualcosa che mi forzava a tenerli aperti, dopo queste immagini intrise di orrore scorsero le immagini di colui che maltratto i miei amici i famigliari,il mio istinto omicida salì alle selle, la voglia di andarmene da li e cercarlo era esagerata.

Quando il proiettore si spense si accesero delle luci, e si aprii una porta, sentii dei passi che pian piano si fecero piu vicini,da quella porta uscii il malefattore.

La mente mi si annebbio, i miei occhi erano ricolmi di rabbia, quando a fermarmi ci fu la stessa dolce voce che mi incoraggiò prima della prova, e mi disse "perdona e verrai perdonato".

Dopo quelle parole mi svegliai.

  • Gola la seconda prova. (3)

La seconda notte sembrava non arrivare, e fino a un certo punto non mi dispiaceva molto,pero quando iniziai con questi pensieri quelle voci tornarono a tormentarmi.

Alla fine la notte arrivò e senza nemmeno rendermene conto stavo già dormendo.

Ero ancora in quella stanza, le voci tornarono stavolta recitando: "La tua Gola affrontare dovrai" "Ai piaceri abbandonarti non potrai" "Ricordati se fallirai alla fine un indizio sulla verità otterrai"

Quando quelle voci smisero la seconda porta si aprii,senza pensarci due volte la oltrepassai.

Ero stanco,assonnato,affamato e mi ritrovai in un paese dove la ricchezza culinaria certo non mancava,un'altra voce mi raggiunse dicendo "Se la strada rossa seguirai,la prova supererai"

"Se ai piaceri del cibo e del riposo ti abbandonerai la prova fallirai".

La stanchezza e il mio stomaco parlarono da se,pero ignorai tutto e iniziai a incamminarmi sulla strada rossa,le tentazioni erano molte,le persone si offrivano di darmi del cibo e un posto 

dove riposare, le ignorai feci finta di nulla.

Quasi alla fine mi sentii svenire ero stanco... talmente stanco che non sembrava nemmeno di essere in un sogno.

Resisti fino alla fine anche se mancai l'uscita scontrandomi contro una parete, mi ero ferito un taglietto sul palmo della mano, sanguinava ma ignorai e attraversai la porta,

mi risvegliai, ero nel letto e mi guardai la mano della ferita.

La ferita era reale.

 

 

Edited by Vaxick
Continuo della storia
Geko likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Off

Interessante e ben formattato ma consiglio una rilettura ad alta voce per sistemare la punteggiatura ed errori minori. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.