Sign in to follow this  
Followers 0
William Gugliul-Nicoslav

[Gdr] Manifesto Avanguardista

15 posts in this topic

MANIFESTO AVANGUARDISTA


 


 


Gentili coincittadini, signori dell'alta borghesia e soldati di ogni rango


 


ASCOLTATE


 


Da tempo le nostre opere giaciono nel dimenticatoio, molte ingialliscono altre vengono vendute per racimolare il denaro, non curanti della passione che c'è dietro a queste opere; oramai l'odio e la sete di potere che questa guerra sta portando a fatto perdere ogni traccia del valore artistico della nostra città.


Ma c'è speranza per tutti noi pittori, poeti, scultori, compositori e filosofi di cambiare questa prospettiva e far rivivere la bellezza di questa città.


Con questo manifesto che ho personalmente affisso agli angoli di ogni via, viale e piazza della nostra cittadina, intendo ribadire che bisogna cambiare, bisogna spaccare il muro che disatoglie il nostro sguardo dalla vera bellezza, essa coincittadini è l'arte, la libera espressione che il nostro popolo ha da sempre, ma che negli ultimi tempi manca.


Ma come possiamo combiare una città che già è votata a questi ideali?


Tramite le nostre emozioni e i nostri pensieri possiamo cambiare questa città e farla diventare grandiosa, paradisiaca, magnifica.


Artisti di ogni sfera, da secoli avete seguito le richieste altrui e le loro passioni, ma quest'oggi il mondo cambierà, quest'oggi sarete voi a dettare legge sulle vostre opere.


Ascoltate il vostro cuore e capite come interpretarla tramite la musica, la pittura, la poesia la letteratura, capite come far diventare ciò che è vostro degli altri, ciò che amate fatelo amare a tutti.


Siate folli, osate avventurarvi nelle vostre teorie, osate aprire il vostro cuore e scaraventarlo sulla tavola, il marmo o lo spartito.


Quindi, chi di voi artisti, da oggi in poi, finchè non andrete a conoscere il Padre Superno in persona o chiunque sia il vostro dio, ad accettare di far ritornare Eduial agli anni d'oro della sua bellezza?


Accettate l'Avanguardismo Eduiano?


Share this post


Link to post
Share on other sites

Caleb stava rientrando nella sua abitazione dopo una giornata faticosa alla Fortezza, i preparativi sbrigativi per l'assedio incombente stavano mettendo a dura prova i suoi nervi, assieme ai raid continui che la città subiva. Senza che questo non fosse abbastanza da alcuni mesi era costretto a girare con una scorta armata che gli impediva di spostarsi liberamente per la città; ormai le zone esterne alle mura ed l'intera zona ovest della città erano sotto costante minaccia e camminare all'esterno da soli equivaleva alla morte certa. La monotonia stavo divenendo insopportabile: casa-Fortezza, Fortezza-casa, così da mesi senza una pausa, lavorando senza tregua.

 

Salì i pochi gradini che conducevano alla porta della sua domus, lasciando la scorta all'esterno

"Tutto a posto Deputato?" domandò uno dei soldati.

Caleb si girò con gli occhi stanchi "Si tutto a posto" mentiva, tutto andava storto "Tornate pure al Congresso, ci vediamo domattina."

"D'accordo, a domani!"

Dopo aver osservato per un istante i soldati incamminarsi verso la zona nord della città, si rigirò pronto per aprire l'uscio di casa.

"E questo cosa sarebbe?"

Sopra il legno elaborato della porta di casa c'era un volantino, attaccato in tutta fretta.

"Manifesto Avanguardista" disse perplesso prendendo in mano il foglio "....l'odio e la sete di potere che questa guerra.....capite come far diventare ciò che è vostro degli altri...Accettate l'Avanguardismo Eduiano?"

 Caleb si girò circospetto, ma non vedendo nessuno spostò la sua attenzione di nuovo sul foglio, girandolo per vedere anche il retro "Questo volantino dice il tutto e dice il niente, cosa sarebbe questo Avanguardismo Eduiano?" pensò. Passò qualche attimo prima di ricordarsi di tutta la stanchezza accumulata in giornata, per cui sviò ben presto la sua attenzione sul bagno caldo che lo attendeva olre la porta che si trovava davanti a se. Entrò, appallottolò il volantino e lo gettò nel caminetto "Sono troppo stanco per queste cose".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Off: ottima iniziativa! Sulla pittura io vi consiglierei di cercare qualcosa su internet (non coperto da copyright!) come avevo fatto io all'epoca del dinamismo avaloniano :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Off: ottima iniziativa! Sulla pittura io vi consiglierei di cercare qualcosa su internet (non coperto da copyright!) come avevo fatto io all'epoca del dinamismo avaloniano :-)

Off: Ok,grazie kata :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Operai sulla strada per Eduial

Wilhelm Ironfield

 

Era da tempo che non dipingevo, erano passati più di 3 mesi, ma alla fine l'ispirazione prese il sopravvento sulla mia inattività.

Ero sulla strada per Eduial, stavo passeggiando, quando scorgo quella che mi pare una scena di vita quotidiana, ma per me era più l'espressione della fatica e del duro lavoro di certa gente, c'erano due operai un uomo  e un ragazzo, probabilmente il suo aiutante, stavano completando la strada per Eduial, o almeno la stavano riparando.

<Signori, potrei ritrarvi?> dissi molto banalmente.

<Si può sapere chi è lei?> disse l'uomo

<Sono un pittore, mi chiamo Wilhelm Ironfield, lieto di conoscerla. Le ripeto la domanda potrei dipingere voi e il vostro aiutante?>

<Senti, stiamo lavorando, non ci assillare>

<Le offro 40 zenar> e tirai fuori dalla tasca delle monete

<Io preferirei 50 zenar> disse

<Le dò 70 zenar se vi fate dipingere mentre lavorate>

<70... e va bene, ci stò>

Iniziai così a lavorare, il dipinto veniva bene e tutto procedeva tranquillamente, a parte qualche imprecazione del operai quando si colpiva il piede.

Il quadro lo completai a casa, e oggi, gentili signori, posso mostrarvi il risultato. Operai sulla strada per Eduial.

 

PIC2037O.jpg

xTioZ and kataskematico like this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.