Sign in to follow this  
Followers 0
Maròk

[Discussione] Creazione del Consiglio Provinciale

11 posts in this topic

Ho gettato una bozza della prima parte del Regolamento ( da me rinominato "Carta dei Consiglieri"). Prego di rispondere solo i membri del senato e gli assistenti di Avalon. 

 

Potrebbero (sicuramente ci saranno) errori, ma, come già detto, è solo una bozza. 

 

Carta dei Consiglieri.

 

Sul regolamento:

 

1 Il seguente regolamento è valido esclusivamente per i membri del   Consiglio Provinciale e durante le sedute di quest’ultimo. Ogni violazione di quanto sancito in questo documento verrà punita secondo quanto espresso dalla Costituzione o dalla Carta dei Consiglieri stessa.

 

2 Ogni modifica di questo documento deve essere discussa durante una seduta. Il cambiamento, proposto da uno o più membri del Consiglio provinciale, viene discusso e, in seguito al momento di esposizione della proposta, si procede con la votazione. Per il metodo di votazione guardare l’articolo (da scrivere) della sezione (da scrivere).

 

3 Ogni modifica o contestazione nei confronti della Carta dei Consiglieri deve essere presentata, in forma scritta, al presidente, che provvederà alla sua esami nazione e alla sua eventuale discussione.

 

4 In caso di norme mancanti si procederà nel modo ritenuto opportuno dal Presidente del Consiglio provinciale.

 

La Carta dei Consiglieri è divisa in sezioni, divise per tipo di articoli contenuti.

 

Sui membri del Consiglio:

 

1 I membri del Consiglio Provinciale variano nel numero in base a quanto ritenuto opportuno dal Presidente e dai Consiglieri stessi.  Il numero dei membri non può scendere sotto i tre, per mantenere i rapporti di equilibrio all’interno della Provincia. Membri imprescindibili del Consiglio sono:
  -Il Governatore
  -I Vice-Governatori

 

2 La figura del Presidente, che coincide con quella del Governatore, ha il compito di:
-dichiarare le sedute
-scrivere il verbale di quanto discusso nelle sedute
-mantenere l’ordine durante le discussioni
-analizzare le proposte di modifica della Carta dei Consglieri  (Vedasi articolo 3 della sezione “Sul Regolamento”).

 

3 Il Presidente se, per comprovati motivi, non può essere presente ad una seduta, ha il compito di nominare un suo delegato, che ne assumerà tutti i diritti e doveri (per un tempo prestabilito e limitato a due anni)

 

4 In caso l’Imperatore in persona volesse assistere o partecipare ad una seduta è suo diritto assistervi. 

 

5 I Consiglieri possono essere allontanati dal Consiglio, per:
-decisione dell’Imperatore (come sancito dalla Costituzione)
-votazione del Consiglio (il membro, del quale è stato proposto l’allontanamento, non può partecipare)
-richiesta del popolo (due terzi della popolazione deve volere l’allontanamento)

 

6 La nomina di nuovi consiglieri avviene attenendosi al seguente percorso:

-Proposta di nomina durante una Seduta (la proposta può venire da un qualunque membro del Consiglio Provinciale.
-Discussione, analisi del candidato.
-Votazione
-Nomina da parte del Presidente del nuovo membro del Consiglio Provinciale

 

7 Sono ritenuti validi candidati tutti i cittadini di età superiore ai 20 anni che hanno terminato il ciclo di studi.

 

8 La dimissione dalla carica di Consigliere o di Presidente esclude il membro uscente da successive candidature. In caso siano il Governatore o il Vice-Governatore ad abbandonare il Consiglio Provinciale la carica che esercitano gli verrà revocata.

 

9 In caso di dimissioni spontanee il membro uscente ha diritto ad un risarcimento pari a 10.000 zenar. In caso di allontanamento (vedasi articolo 5 della sezione “Sui membri del Consiglio”) non si riceverà nessun risarcimento o compenso di alcun tipo.

 

10 I membri del Consiglio Provinciale hanno il dovere di partecipare al 75% delle sedute che vengono indette nel giro di quattro anni.

 

11 In caso di cause che impediscano la partecipazione ad una o più sedute è diritto del Consigliere nominare un suo delegato, che avrà gli stessi diritti e doveri del Consigliere stesso. La carica di delegato si può ricoprire per un massimo di due anni.

 

Sul modo di operare del Consiglio:

 

1 Una seduta, per essere ritenuta valida, deve contare almeno il 75% dei membri del Consiglio Provinciale come partecipanti.

 

2 Il voto di ogni membro vale 1, affinché una votazione risulti valida deve essere verificato il seguente quorum:
-allontanamento di un Consigliere: 75%
-approvazione leggi locali e/o piani urbanistici: 50%+1
-nomina nuovi Consiglieri: 50%+1
-altri tipi di votazione: 50%+1

 

3 Al termine di ogni seduta viene pubblicato un verbale, che riassume gli argomenti discussi e le decisioni prese. La visione del verbale è un diritto di ogni cittadino.

 

4 I documenti prodotti dal Consiglio devono recare la firma di tutti i Consiglieri. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Risposta non seria, in tema con ieri:
https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=xEwVkSsO6Og#t=49

risposta seria:

 

 

1 Il seguente regolamento, valido esclusivamente per i membri del   Consiglio Provinciale e durante le sedute di quest’ultimo, deve essere rispettato

 

Ovvio che deve essere rispettato, sennò cosa lo scrivi a fare? togli il pezzo dove dici "rispettatelo bambini!"

 

 

Ogni modifica di questo documento, anche parziale o minima, deve essere discussa durante una seduta

 

 

Togli parziale o minima, se anche modifico una e, sto già modificando.

 

La Carta dei Consiglieri risulta sempre valida. In caso di errata interpretazione del regolamento si procederà nel modo ritenuto opportuno dal Presidente del Consiglio provinciale.

Non capisco che vuol dire "sempre valida", al massimo puoi scrivere esempi in cui non è valida.
Errata interpretazione? Non comprendo, sinceramente, al massimo quando manca una norma, allora il Presidente procede come ritiene opportuno, ma se vi è un'errore di interpretazione è meglio dire che il Presidente deve dare l'interpretazione autentica.
(se ciò non è possibile, vuol dire che la legge deve essere abrogata)

 

 

I membri del Consiglio Provinciale variano nel numero in base a quanto ritenuto opportuno dal Presidente e dai Consiglieri stessi.

 

E' un po'...troppo vago questo articolo.
Ovvio, è possibile fare ciò, ma è confusionario.

 

 

4 In caso l’Imperatore in persona volesse assistere o partecipare ad una seduta è suo diritto assumere la funzione di Presidente. Nessuna contestazione è ammessa.

E invece la contestazione c'è, basta modificare la legge, ma l'Imperatore, a questo punto, potrebbe intervenire ogni volta per togliere questo diritto, non so, non metterei l'imperatore a capo se per caso arriva e dice: comando io!asd.

 

 

5 I Consiglieri possono essere allontanati dal Consiglio, per:
-decisione dell’Imperatore
-votazione del Consiglio (il membro, del quale è stato proposto l’allontanamento, non può partecipare)
-richiesta del popolo (due terzi della popolazione deve volere l’allontanamento)

 

 

 

Il primo potere è già una sua prerogativa.
Il secondo ok.
Terzo può andar bene.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Metto in grasseto le modifiche che io farei:

 

 

Sui membri del Consiglio:

 

1 I membri del Consiglio Provinciale variano nel numero in base a quanto ritenuto opportuno dal Presidente e dai Consiglieri stessi.  Il numero dei membri non può scendere sotto i tre, per mantenere i rapporti di equilibrio all’interno della Provincia. Membri imprescindibili del Consiglio sono:
  -Il Governatore
  -I Vice-Governatori 

Io metterei Il governatore, il vice governatore, e Il gran maestro (magari troviamo un nome pià adatto, qualcosa adatto al sapere e alla conoscenza) come le tre figure minime. Quelli che poi si aggiungono vengono definiti consiglieri. (questo per una questione piu gdr che altro, visto che in realtà siamo abbastanza pochi)

 

 

 

Detto questo, l'idea mi piace molto se si tratta di riunioni tramite forum, se si tratta di riunioni serali su ts allora no :asdbad:  L'unica cosa che non ho capito è quando si riunisce il consiglio... qunado serve o con scadenza fissa? e se la seconda ogni quanto?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perfetto allora, approvo anch'io. Comunque, per differenziare le cariche intendevo proprio che il vice sindaco si presenta come responsabile della città in game,e quindi terrà particolarmente d'occhio queste tematiche, mentre il sapiente il responsabile gdr della città tiene sotto controllo il gdr. Ciò non significa che il sapiente non possa lavorare in game e il vice fare gdr, è solo per dividersi i lavori e cercare di essere più efficenti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.