• La nostra redazione

    Akonitàs

    Gerarchia%20FW.png

    Buongiorno a tutti Forgotten,
    sono lieto di annunciarvi delle piccole modifiche all'attuale gestione dei ruoli dello staff! 
    Il sistema attuale ben descritto da Mayurik in questa News aveva rivoluzionato il vecchio sistema gerarchico introducendo la figura del supervisore, capo reparto con il dovere di assistere e coordinare lo staff dei singoli gruppi di lavoro.
    Lo scopo della frammentazione dello staff in piccoli gruppi di lavoro era molto semplice: aumentare la produttività del singolo gruppo ed avere la chiarezza nell'assegnazione dei lavori.
    Tuttavia dopo alcuni mesi di rodaggio, sono insorti alcuni problemi, primo fra tutti la mancanza di collaborazione tra i vari gruppi e la conseguente perdita nella produttività generale del corpo staff!
    Per ovviare a questo problema, abbiamo deciso di introdurre un'ulteriore modifica all'organigramma, che, pur mantenendo la distinzione dei gruppi di lavoro, assegnando delle mansioni più o meno specifiche al singolo staffer, permetta di raggruppare e di conseguenza far cooperare, gruppi con simile campo di azione!
    Per questo, oltre ad adottare un nuovo sistema di comunicazione tra staffer che comprende i membri di questi macrogruppi, sono state inserite due figure di mega-supervisore (nome puramente illustrativo), con il compito di supervisionare e coordinare il lavoro tra più gruppi!
    I macrogruppi creati sono rispettivamente
    Community: che contiene tutti i settori pubblici di Forgotten World, come Forum, Wiki, GDR, D&D e Social Giochi di Community: che contiene i gruppi di gioco della community come Minecraft, EU4 e CS:GO Tecnico: che contiene i settori tecnici come la programmazione, la gestione del dedicato e del TS I primi macrogruppi due avranno assegnato un mega-supervisore, mentre il terzo sarà coordinato da entrambi i mega, data la sua utilità negli altri due macrogruppi.
    Come qualcuno ha già potuto constatare, questo sistema, attivo da una settimana, ha già iniziato a dare i primi frutti, sopratutto nel macrogruppo Community nell'animazione del nostro Forum, ma anche nel macrogruppo Giochi grazie ad una nuova collaborazione di cui presto avrete notizie più dettagliate!
    Terrò questo topic aggiornato per le modifiche al corpo staff!
    Grazie per l'attenzione!
    Aco
    AleCorna

    15 Cose che non sai su Skyrim

    By AleCorna, in News,

    81aPwrY.jpg

    Skyrim è riapprodato sui nostri PC con una versione ancora più ridefinita, Skyrim Special Edition, così vi vogliamo proporre le quindici cose che (forse) non sai su Skyrim.
    1. Nella Gola del Mondo sarebbe possibile trovare un arma detta Notched Pickaxe, letteralmente il piccone di Notch, un chiaro riferimento a Mark Notch, il fondatore di Minecraft; su tale piccone inoltre sarà presente un incantesimo random
    2. Nei pressi del laghetto di BlackWind si trova una pozzanghera da cui esce un braccio di scheletro che impugna una spada Nanica un chiaro omaggio a The Excalibur 
    3. Nel BlackReach troveremo una stanza con uno scheletro che si chiamerà Sinderion, l'alchimista che su Oblivion ci dava la missione della Nirnroot qui appunti che troveremo su di esso saranno importanti per la missione Ritorno alle Radici
    4. L'albero al centro di Witherun ha la stessa storia dell'albero di Minas Tirith la famosa città del racconto dei signori degli anelli. Witherun stessa è un famoso omaggio al romanzo di Tolkien poiché lo stile architettonico della città è molto simile a quello della città di Rohan
    5. A Riften in una casa troveremo un vaso di miele di Winnie Pooh
    6. Nella casa di Endon a Markart troveremo una forma di formaggio che mangia tre spicchi d'aglio con una polvere luminosa alla fine, chiarissimo omaggio a Pac Man
    7. A Dawnstar è possibile trovare un baule invisibile che si riempie ogni 48 ore di una grande quantità di oggetti a caso, soldi compresi, è possibile trovarla vicino alle rocce  presenti affianco alle case
    8. A sud del villaggio di Rorikstead c'è un tumolo chiamato la Valle perduta di redoubt, e fuori dal dungeon c'è un trampolino in legno se ci tuffiamo dal trampolino che è abbastanza alto cadremmo in acqua, questa dovrebbe essere una caduta mortale che invece, inspiegabilmente sopravviveremo e una volta usciti dall'acqua incontreremo un fantasma e si congratulerà con noi perché prima d'ora nessuno era riuscito a sopravvivere in quella caduta, il tutto citerà il famoso salto della fede, questo è un chiarissimo omaggio alla saga di Assassin's Creed
    9. In una grotta con una banda, all'interno c'è un tizio cieco seduto, una volta entrati lui ci incomincerà a parlare ed andando dietro di lui in modalità furtiva e rimanendo fermi la nostra furtività incomincerà ad aumentare fino a raggiungere il livello 100 
    10. A Nord di Skyrim c'è una grotta in cui troveremo i resti di Luke Skywalker quando viene rapito dal bestione bianco che lo porta nella grotta di ghiaccio nell'impero colpisce ancora  quindi questo è un chiarissimo riferimento alla saga di Star Wars  
    11. Questo Easter Egg è molto particolare, che rimanda ad un antica fiaba nordica, la quale è "Racconta una fiaba nordica che c'erano tre capre sorelle, che mangiavano l'erba al lato di un fiume, quando l'erba finì avrebbero dovuto attraversare il ponte ed andare oltre, ma c'era un problema, sotto al ponte c'era un Troll che mangiava tutto ciò che attraversava il fiume, andò avanti la pecorella più gracile, il troll uscì e la voleva mangiare, ma lei gli disse che sua sorella era più grassa di lei, così il troll aspettando la più grassa la fece passare, quando arrivò la seconda capra fece lo stesso e la terza che era molto più grassa e forte butto il troll giù dal ponte e lo uccise". Spostandoci verso sud, partendo da Markarth è presente un ponte, in cui oltrepassandolo per la prima volta, vedrete due capre correre e ricongiungersi con una terza. Scendendo sotto il ponte troverete niente di meno che un troll morto
    12. La famosissima frase "Anche io ero un avventuriero come te finche non mi sono beccato una freccia nel ginocchio" è una frase con un senso reale, e direi anche molto divertente, la freccia è attribuita al matrimonio con una donna quindi il senso della frase vero sarebbe "Anche io ero un avventuriero come te finche non mi sono sposato" quindi anche nell'antichità sposarsi era sinonimo di tragedia perché prima potevi fare quello che volevi ed una volta spostato non lo puoi fare più
    13. Camminando di notte per le strade di Skyrim è possibile incontrare un cavaliere senza testa, un chiaro riferimento all'opera di Washington Irving. Seguendo questo cavaliere che si presenterà a noi come un fantasma ci ritroveremo in un'antica rovina nordica e tra gli oggetti che potremmo incontrare al suo interno c'è anche un teschio di una testa che non può essere raccolto......che sia la sua testa mancante? 
    14. Se si sta troppo all'interno di una bufera, e non si appartiene alla razza Nord possiamo ammalarci di febbre spaccaossa, e di conseguenza dobbiamo andarci a far curare un altare di una qualsiasi divinità
    15. Su PC utilizzando il codice noclip per uscire dalla mappa troverete la città imperiale a Cyrodiil ed il vulcano a Morrowind, seppur in bassa risoluzione sono completamente esplorabili.
    Giamma111

    5o6JSOL.png

    Da pochi giorni è uscito Skyrim Special Edition, una rimasterizzazione, per PS4, Xbox One e PC, di uno dei giochi più apprezzati della scorsa generazione di console. Bethesda ha ben pensato di lanciare una remastered per gli sfortunati giocatori che non ebbero modo di provare il titolo all'epoca, e quest'articolo fondamentalmente si rivolge proprio a tali videogiocatori, quindi andrò a spiegare da capo senza dare per scontato nulla cosa offre Skyrim e a chi è rivolto. 
    Skyrim è il quinto titolo della saga The Elder Scrolls, una serie di videogiochi di ruolo open world orientati all'azione, che hanno appassionato nel tempo varie generazioni di videogiocatori. 
    Ogni capitolo è a se stante ambientato in una regione differente di Tamriel, e può essere giocato indipendentemente dal precedente.  Quest'ultimo è ambientato, appunto, nella regione di Skyrim. L'ambientazione nordica, quasi vichinga, è uno dei punti di forza di questo titolo; i cinque capoluoghi sono particolarmente ispirati e le centinai di altre location minori sono tipicamente molto dettagliate e realizzate con estrema cura. 
    Il contesto storico in cui è ambientato Skyrim vede l'aspra guerra civile tra un gruppo di ribelli, chiamati Manto della Tempesta, e la fazione dell'esercito imperiale. Come se non bastasse, in questo periodo di rivolte, fanno la loro comparsa, dopo secoli, dei draghi. Presto, nel gioco, scopriremo che la comparsa dei draghi è strettamente legata al personaggio che controlleremo,  infatti può imparare alcune frasi nella lingua draconica, comunemente chiamati Urli,  che permettono di padroneggiare poteri particolari come la possibilità, per esempio, di congelare il tempo. La cosa particolare è che tali poteri sono indipendenti dalle nostre abilità magiche, poiché sono derivanti dal nostro legame con i draghi. 
    Parlando di abilità e caratteristiche, in Skyrim sono presenti i 3 classici attributi, cioè salute, vigore e magicka, e 18 abilità che spaziano dalla capacità di tirare con l'arco a quella di mischiare con successo ingredienti alchemici. Ad ogni abilità è associata una sorta di costellazione, ed ogni volta che il nostro personaggio sale di livello potremo sbloccare un talento particolare, contrassegnato proprio da una stella appartenente alla costellazione che ci interessa. La formula vincente di Skyrim è che per migliorare un abilità basta semplicemente utilizzarla, quindi più useremo le magie di illusione e più il nostro personaggio sarà abile nel lanciarle, più indosseremo un armatura pesante è più il personaggio si abituerà ad indossarla e così via. Bisogna dire che tutto funziona in maniera molto semplice ed intuitiva. 
    La formula di gioco, della serie The Elder Scrolls, si basa molto sulla libera interpretazione del videogiocatore e questo tipicamente ha sempre spiazzato i novellini alle prime armi, ed ecco che in questo quinto capitolo, in Skyrim, questo problema non c'è. La "lore" risulta essere sempre molto caratterizzata, le varie storie presenti nel mondo di gioco si intrecciano amabilmente, e il consiglio è quello di parlare sempre con i vari personaggi non giocanti per comprendere meglio il mondo di gioco e per scoprire tante piccole chicche che altrimenti non scopriremo mai. Ciò nonostante, in linea di massima, si riesce a fruire alla grande del titolo anche senza interessarsi minimamente di alcuni aspetti, ed è questa la motivazione per cui Skyrim riesce a rivolgersi ai giocatori più attenti, sia al contempo ai giocatori più superficiali, sia ancora meglio ai giocatori che non hanno mai provato un gioco di ruolo e che troveranno in Skyrim la scelta più adatta per iniziare. La compravendita, l'alchimia, la forgiatura, l'incantamento delle armi e così via, tutte queste azioni fanno assumere importanza ai borghi che incontreremo sul nostro cammino, ovviamente il giocatore può scegliere tranquillamente di non percorrere la mappa di gioco e di utilizzare il viaggio rapido, una feature molto comoda ma della quale, personalmente, vi consiglio vivamente di non abusare, in quanto toglierebbe tantissimo gusto nell'esplorazione delle splendide terre di Skyrim. 
    Parlando del sistema di combattimento, il gioco permette di gestire la mano destra e la mano sinistra indipendentemente l'una dall'altra. Il che significa che a seconda di cosa avremo equipaggiato i due grilletti dorsali del pad, o i due pulsanti del mouse, ci permetteranno di compiere azioni differenti, se avremo una spada equipaggiata colpiremo, se avrà un incantesimo lo lanceremo, se avremo uno scudo pareremo il colpo e così via. Tutto funziona in maniera molto semplice ed intuitiva e se è vero che a livello difficoltà medio il gioco risulta essere per certi versi molto semplice e anche vero che alzando il livello di difficoltà si riesce ad avere una sfida più che soddisfacente.
    Concludendo, Skyrim è un gioco dalla portata epica che fa dell'atmosfera e dell'esperienza di gioco i suoi punti di forza, un titolo che riesce a farci immergere in un mondo narrativo vivo, ispirato, vibrante. Un gioco che rientra, a parer mio, sia tra i migliori open world degli ultimi 10 anni, sia tra i migliori gdr degli ultimi 10 anni, e che rappresenta forse il titolo più adatto per una persona che vuole approcciarsi al genere dei giochi di ruolo. 
     
     
    JackSpera

        

        Realm of the mad god o per gli amici ROTMG è un gioco sviluppato da Wild Shadow Studios and Spry Fox e aquisito aquistato da Kabam nel giugno 2012 e poi venduto a Deca Games nel giugno del 2016.
        Realm of the mad god è un fee to play RPG multiplayer hardcore sandbox con vista dall'alto dalla grafica 8-Bit(poi mi dite se la grafica di minecraft fa schifo) ma che punta molto sul gameplay,
        Avremo diverse classi tra cui potremo scegliere, inizialmente avremo a disposizione solo il mago ma sbloccare le altri classi sarà molto facile,
        le classi sono molto diverse tra di loro: abbiamo quelle da distanza che hanno poca difesa ma molto raggio e invece classi ravvicinate con molta vita e difesa ma un cortissimo raggio.
        L'inventario è formata dall'arma, l'abilità speciale, l'armatura e da un  insieme ad otto slot per i vari drop.
        Abbiamo inoltre una chest da ulteriori otto slot,l'inventario è uno dei punti dolenti di questo gioco infatti l'unico modo per poter avere altri slot è tramite le microtransazioni.
        Quando inizieremo una nuova partita il nostro personaggio sarà di livello 1 e dovremo portarlo al livello 20(il massimo) uccidendo i vari boss,
        una volta raggiunto il livello 20 la barra dell'esperienza sparirà in favore di quella della "fama" molto simile all' esperienza ma qando moriremo si andrà ad aggiungere al nostro "conto" e che potremo usare per vari scopi come migliorare il nostro pet.
        Uno dei nostri obbiettivi sarà quello di "maxarsi" tutte le statistiche tramite le apposite pozioni che verranno droppate dai boss dei dungeon e (più raramente) dagli Dei(i God)
        i mob più forti normalmente.
        Il livello massimo di ogni statistica dipende dalla classe,ovviamente le classi come il mago non avrà la stessa difesa di un cavalliere.
        Andando avanti nel gioco potrete sbloccare i pet,piccoli animali che vi terranno compagnia e vi aiuteranno con le loro abilità,
        potrete trovarli nella zona apposita dove potrete anche ibridarli e farli livellare con della fama,
        ci sono diverse abilità tra cui quelle per curarvi vita e mana ma tutte sono passive e verranno usate automaticamente dal vostro pet.
        Facendo una breve resoconto:
        Real of the mad god è una buona scelta per chi cercva un rpg multiplayer senza badare alla grafica,
        potete provarlo tramite browser sul sito ufficiale se avete Flash installato.
        Il tuo browser non supporta i widget di steam,ecco il <a data-cke-saved-href="http://store.steampowered.com/app/200210/" href="http://store.steampowered.com/app/200210/" rel="external nofollow">link</a> alla pagina Steam
    AleCorna

    Recensione Mafia III

    By AleCorna, in Giochi,

    5NJJTc7.jpg

    Ci troviamo nella New Orleans del 1968, dove qui prende il nome di New Bordeaux, ed il messaggio degli sviluppatori di Mafia III è già ben chiaro, la decisione di dipingere un periodo molto turbolento, dove le negazione dei diritti civili su base razziale era una realtà cruda ma reale.
    Quella di Lincoln Clay è lo spaccato di vita di un uomo di colore costretto a vivere secondo le regole della società repressiva di quel periodo.
    Il protagonista di Mafia III, Lincoln Clay, è un reduce della guerra del Vietnam, entrato a far parte dell'esercito a stelle e strisce per trovare una casa ed una famiglia che da piccolo non ha mai avuto, perché abbandonato in giovane età dalla madre e cresciuto in orfanotrofio per poi incrociare sulla sua strada Sammy, capo della Mafia Nera del Sud, e quando Lincoln torna dalla guerra lo ritrova in un grave problema con la Mafia Italiana.
    Dopo lo spiazzante prologo, che vede Lincoln sopravvivere per puro miracolo divino, esso è intenzionato a distruggere dalle fondamenta fino alla punta più alta dell'impero creato dal Boss della Mafia Italiana, Sal Marcano.
    Lincoln in questa terribile impresa non si trova solo, è affiancato da un ex agente dell'FBI e da altre tre figure, di cui una è una vecchia conoscenza dei giocatori, Vito Scaletta.
    Gran parte del gioco si basa sul rapporto con questi tre personaggi, i quali ci daranno la possibilità di fare missioni primarie e secondarie, e facendole otterremmo dei favori che saranno molto utili per aumentare le nostre potenzialità di fuoco e per tirarci dai guai in particolari situazioni critiche.
    La storia viene narrata con lo stile Docu-Film, presentando interrogatori dei vari personaggi che hanno visto l'escalation furiosa del protagonista, questa scelta è stata ottimale, si insinua nei momenti giusti delle scene di intermezzo con un ottima sceneggiatura, capace di catturare fin da subito.
    Sebbene sia interessante il modo in cui viene presentata la trama, tra le azioni criminali e l'aberrante strato sociale di quel periodo, la ripetitività delle missioni principali e secondarie si diluisce colpevolmente, già dopo poche ore di gioco noterete la ripetitività delle missioni a parte qualche situazione ben orchestrata il tutto potrebbe tendere alla noia. Per quasi tutte le missioni si dovrà penetrare in una zona circoscritta, eliminare i nemici e distruggere un paio di elementi nello scenario. Inoltre le ambientazioni non sono per nulla variegate, dando al giocatore la solita mansione che dopo un po' tende alla noia. Inoltre IA dei nemici risulta molto scarsa, non ci sono azioni orchestrate, i nemici ignorano i cadaveri dei loro compagni e talvolta non  danno neanche l'allarme. Inoltre a questo vantaggio si aggiunge la visione Inteligence, la quale permette di vedere i nemici attraverso i muri, di conseguenza l'unica difficolta sta nel numero di nemici e dall'elevato danno delle loro armi, dove con 4-5 colpi ben assestati e possibile essere fatto fuori.
    L'errore più grande che si possa fare è paragonare Mafia III a l'openworld di GTA, perché nonostante la mappa sia estesa e abbia al suo interno vari distretti, la città non è viva e pulsante, non si ha un vero motivo per andare in giro a zonzo a uccidere passanti e polizia, l'unico motivo che ci spinge a girare la città è per raggiungere le varie missioni, senza combinare danni ed essere beccati dalla polizia. Tra l'altro la polizia ha la stessa IA dei nemici a piedi, l'unica differenza è che arriverà più velocemente nei quartieri abitati da bianchi e più lentamente in quelli abitati da neri.
    Sul fronte animazione Mafia III non sta messa meglio, perché mancano le animazioni di raccordo e talvolta possono risultare ben poco realistiche soprattutto quando si aggrediscono i nemici da angolazioni stretti, invece la sollecitazione dei corpi a seconda del punto in cui vengono colpiti dall'arma da fuoco.
    Mafia III è afflitto da una caterva di problemi tecnici a causa dell'instabilità del codice e della qualità molto alternate, Mafia III appare più come un gioco in accesso anticipato in via di sviluppo, non un gioco pronto ad uscire sul mercato e questo lasciatevelo dire è proprio un gran peccato.
    La città è spoglia con edifici che si somigliano l'un l'altro, con rese poligonali alquanto modeste, con ambienti che si stagliano all'improvviso quando li si attraversa, seppur il frame-rate ancorato ai 30 fps sia stabile i fenomeni di pop-up sono frequenti e piuttosto evidenti.
    Mafia III ha anche i sui pregi, che risiedono nella trama coinvolgente e nello stile narrativo unico, nel proporre personaggi coinvolgenti e di un certo spessore. Però affossati dai numerosi problemi tecnici che mettono in luce, problemi grafici, bug e glitch. Inoltre la ripetitività delle missioni non muta mai, ed in un openworld di questo del genere è proprio un grande spreco di potenzialità.   

    http://forgottenworld.it/index.html/

  • Chi è Online   6 Utenti, 0 Anonimo, 23 Ospiti Visualizza tutti

  • Statistiche Utenti

    10.318
    Utenti totali
    349
    Record utenti online
    Shade350
    Nuovo iscritto
    Shade350
    Iscritto
  • Utenti

  • Prossimi eventi

    Non è stato trovato nessun evento
  • Minecraft Network

    Server Minecraft Banner

    Powered by:

    Multicraft Logo TeamSpeak Logo
  • Forgotten Tube