• La nostra redazione!

    AleCorna

                                       4GqsF9F.png

    Fallot 4 è stato uno dei giochi più venduti del 2015, seppur sia uscito il 10 novembre 2015 per PC, Xbox One e PS4.
    Questo titolo offre più di 400 ore di gioco e conta una mole incredibile di contenuti
    Ecco qui le 10 cose che forse non sai su Fallot 4:
    1. Fallout 4 ha avuto un budget e un tempo di sviluppo maggiori della maggior parte dei giochi, e questo ha permesso a Bethesda di registrare tanti nomi veri con cui potrà chiamarti il tuo robot maggiordomo. Ci sono buone chance che Mr Handy ti chiami per nome, dal momento che sono stati registrati più di mille tra i nomi occidentali più diffusi. Ovviamente nomi come Tom, Alex, Matthew e Emma sono molto probabili, mentre un Adolf potrebbe anche rimanere deluso. Mr Handy sarà programmato anche con tutta una serie di nomi ridicoli, così che potrai farti chiamare dal tuo robot ‘Mr F**kface’, se lo desideri.
    2. Se vi recherete a Diamond City il 25 Dicembre, fate attenzione alla data sul vostro PitBoy, troverete la città addobbata per le feste. Eh si perché non importa che la città sia una cozzaglia di lamiere ed eternit in stile bidonville brasiliana, ma quando è Natale, è Natale e tutto sembra molto più bello.
    3. Un personaggio di nome Hawthorne dentro la taverna di Dugout ci metterà in guardia sui sintetici dell'istituto e di come egli abbia un brutto presentimento riguardo alla possibile esplorazione delle rovine pre-guerra di Salem che si trovano nella parte Nord Est della mappa di gioco, questo è un riferimento ad un giudice dell'inquisizione del Massachusetts realmente esistito Jon Hawthorne contro le streghe di Salem.
    4. Durante la seguenza di apertura di Fallout 4 dopo aver creato il proprio personaggio è possibile poter vedere un calendario della Vaul-Tec attaccato al frigorifero, su questo calendario c'è un numero di telefono che potrebbe sembrare troppo lungo persino per gli standard americani ma funziona davvero. Questo è il messaggio audio che si può ascoltare quando si digita il numero "Grazie per aver chiamato Vault-Tec, la vostra prima scelta per la sopravvivenza post-nucleare. Siamo spiacenti, ma a causa dell'elevato volume di chiamate, tutti i nostri assistenti sono occupati. La preghiamo di rimanere in linea e qualcuno sarà da lei il prima possibile. Ci sono 101 milioni in attesa prima di lei. Il tempo di attesa previsto è di 78.643 ore"
    5. In Fallout 4 è possibile trovare un UFO ma solo se sarete almeno al livello 20, quindi si troverà un astronave aliena schiantata al suolo, nei pressi dell'ufo sarà possibile trovare tracce di sangue verde che vi porteranno ad una caverna sotteranea qui dentro potrete avere la meglio dell'alieno, che qui una volta morto lascerà incustodito il suo Blaster alieno, davvero letale come arma.
    6. La scheda di avvio del PitBoy riporta 64 kbyte di ram e 38911 bytes free in riferimento al boot screen del commandore 64
    7. Il capitano cavaliere Cade a volte esclama, "Precisare la natura dell'emergenza medica" un riferimento al EMH, Emergency Medical Hologram, noto come il dottore di Star Trek Voyager
    8. Nell'edificio del BADTFL è possibile trovare e reperire dei dati relativi ad un certo Jake Redds, che per somiglianza del nome e degli effetti personali identici, viene riferito a Jake Blues dei The Blues Brother impersonato dall'attore James Belushi
    9. Nella cava a Dunwich Borers è possibile trovare una pozza di acqua radioattiva, se si nuota dentro di essa si può ottenere il dente di Kremvh, un pugnale unico che avvelena chi ne viene colpito e ne causa il sanguinamento, questo è un Easter Eggs doppio riferito sai ai racconti horror di Lovecraft, sia ad una quest di Point Lookout di Fallout 3
    10. Nel gioco è prevista una missione intitolata "20 mila leghe sotto i mari" che è un chiaro riferimento a Cappuccetto rosso, no ovviamente scherzavo, ma a cosa dovrebbe fare riferimento secondo voi?
    JackSpera

    Recensione TheEscapist

    By JackSpera, in Giochi,

    A tutte le volanti! A tutte le volanti! Qui volante uno, servono rinforzi!
    C’è una macchina con quattro tipi sospetti, non la perdiamo d’occhio!
    Era cominciata così bene quella giornata, lo scippo a quell'anziana signora
    era stato abbastanza profiquo,nulla di eclatante ovvio ma almeno un buon pranzetto pensavi di fartelo,
    Ma si sa il crimine non paga,al massimo ti fa fare un bel pranzetto ma di sicuro non paga
    Questa potrebbe essere la trama immaginaria di The Escapist,un piccolo gioco indie in cui non sarete gli eroi di turno ma bensi i cattivi,
    cattivi che però sono stati imprigionati.
    Il vostro compito sarà quindi fggire da questa prigione nel modo che preferite,anche se questo significa spaccare a forchettate un muro o
    scavare il tunnel verso la libertà con i cucchiai di plastica rubati alla mensa.
    Dovremo però stare attenti alle guardie che si insospettiranno se voi non seguite la normale routine imposta dalla prigione.
    Durante la routine però avremo sia del tempo libero per girovagare per la prigione,sia del tempo per eseguire dei lavoretti assegnatoci dalle guardie,
    che potra anche aiutarvi nel procurarvi materie prime utili per fuggire oltre che per guadagnare qualche soldino per fare compere dai nostri compagni di prigione
    che potrebbero di tanto in tanto chiedervi qualche favore come "intrattenere" qualcuno con i vostri pugni forgiati nella palestra o procurargli qualche oggetto.
    Come gia detto nella prigione potremo trovare una palestra nella quale allenarci e anche una libreria dove potremo studiare metodi migliori per fuggire di prgione,
    infatti l'inteligenza serve per poter costruire qualche ogetto più complesso,il sistema di crafting di questo gioco è abbastanza semplice ristetto ad altri giochi,
    avrete solamente tre slot adibiti a questo compito,due saranno gli ogetti necessari per il crafting mentre il terzo è dove apparirà l'ogetto ottenuto,
    però non sapremo da subito tutte le recipe e qui vengono in nostro aiuto le crafting note,nei pezzi di carta che potremo trovare che ci diranno come si craftano
    determinati ogetti.
    anche l'inventario sarà restetto rispetto ad altri giochi e spesso noteremo questa mancanza di spazio,infatti gli slot che abbiamo sono solamente 6
    a cui però vanno aggiunti quelli della nostra scrivania dove potremo depositare i nostri ogetti,attenti però a quegli oggetti non troppo leciti che prima o
    poi vi serviranno per il vostro piano,le guardie non controlleranno ogni giorno la vostra cella ma ogni volta che c'è il roll call,cioè un controllo generale
    dove tutti devono essere presenti,verranno estratti dei prigionieri casuali a cui verranno ispezionate le celle,abbiamo però un altro posto,più sicuro,
    dove nascondere le cose illegali,cioè il bagno,un posto molto piccolo,avrete solo tre slot, ma saranno più sicuri rispetto alla vostra scrivania.
    Tirando le somme The Escapist è gioco molto valido che permetterà di passare qualche ora in divertimento grazie alle mappe ufficiali e
    alle mappe del workshop di Steam,il prezzo attualmente si aggira verso i 15€ prezzo a mio parere troppo alto ma durante qualche saldo ricordatevi
    di dargli un occhiata,la grafica è molto gradevole e tranquilla che,insieme alle musiche di gioco vi allieterranno diverse ore.
    Potete raggiungere la pagina steam tramite il widget qui sotto.
     
    Il tuo browser non supporta i widget di steam,ecco il link alla pagina <a data-cke-saved-href="http://store.steampowered.com/app/298630/" href="http://store.steampowered.com/app/298630/" rel="external nofollow">Link</a>
    Giamma111
     

    fGk0EJM.jpg

    Finalmente Deus Ex: Mankind Divided potrà essere presente nelle nostre mensole o nelle nostre librerie di Steam, è stato rilasciato il 23 Agosto da parte di Eidos Montreal e Square Enix.
    Per chi non lo sapesse questo è il seguito del tanto acclamato Deus Ex: Human Revolution, il quale oltre ad avere un gameplay molto stratificato affrontava anche tematiche attuali.
    Deus Ex: Mankind Divided si svolge dopo gli eventi del prequel, i quali sono riassunti nei primi 12 minuti grazie ad un video. Il gioco si svolge in un contesto in cui l'umanità è divisa a metà tra persone normali e potenziati, cioè persone a cui sono stati impiantati innesti e arti tecnologici. Questi sono stati discriminati a causa di atti terroristici che hanno fatto molte vittime.
    Ovviamente tra i discriminati troviamo il nostro caro Adam che dovrò sopportare il peso di tutte le critiche ricevuti dagli "umani naturali", anche facendo parte della Task Force 29, formata esclusivamente da persone senza arti tecnologici.
    La nostra prima missione sarà a Dubai, con Adam che dovrà sventare uno scambio d'armi e salvare un'agente infiltrato tra i terroristi. Questa prima missione fungerà da tutorial e ci farà prendere dimestichezza con i comandi, i quali inizialmente potranno sembrare legnosi, inoltre impareremo ad usare i poteri adeguatamente e ad aggirare i nemici. Durante questa prima missione risulterà ben chiaro quanto sarà ampia la nostra libertà durante le varie sezione di gioco che verranno affrontate in futuro.
    Come detto in precedenza in Deus Ex avremo la totale libertà su come affrontare gli obbiettivi che ci verranno posti di fronte, potremo decidere se usare la violenza e la nostra forza bruta per farci strada fra i nemici o potremo decidere di usare l'astuzia e l'intelligenza combinata ai nostri potenziamenti per farci strada tra i nemici senza versare una singola goccia di sangue. Bisogna dire che il sistema di mira non è dei migliori perciò i giocatori si ritroveranno incentivati ad usare potenziamenti ed altri stratagemmi per farsi strada fra i nemici. Le nostre armi potranno essere modificate in tempo reale grazie a potenziamenti che potranno essere trovati od acquistati. Gli innesti sono divisi in stealth e violenti, usandoli consumeremo una barra posta in basso a sinistra, e per far si che si ricarichi dovremmo attendere un po' di tempo.
    La quantità di potenziamenti sbloccabili e molto alta perciò è meglio decidere fin da subito che approccio avere durante le missioni in modo da specializzarsi adeguatamente in uno stile di gioco.
    Il sistema di copertura è stato nettamente migliorato rispetto al capitolo precedente, andando più nel dettaglio, grazie ad una linea, che indicherà la nostra prossima posizione, potremo decidere in quale riparo dirigerci.
    Bisogna evidenziare non una grande intelligenza artificiale che molto spesso porta i nemici direttamente verso la nostra posizione e le rende facilmente aggirabili.
    Un altro aspetto positivo di Deus Ex: Mankind Divided è la possibilità di fare scelte durante i dialoghi con i personaggi che incontreremo durante il corso dell'avventura. Tuttavia bisogna sottolineare che grazie a queste scelte potremo evitare la maggior parte delle boss fight semplicemente indovinando i dialoghi giusti.
    La maggior parte del gioco si svolgerà nella città di Praga, nella quale si faranno numerose missioni primarie e secondarie, il motore grafico Dawn Egine svolge quasi appieno il suo compito, riuscendo a realizzare una città molto suggestiva divisa in zone futuristiche e zone storiche. Però sono da sottolineare alcuni bug grafici e cali di fps negli spazi aperti, anche se ciò non rovina minimamente l'esperienza di gioco.
    Oltre alla modalità principale la quale durerà 20 ore minimo, sarà presente la modalità Breach, nella quale impersoneremo un hacker catapultato in un mondo virtuale, il nostro scopo sarà quello di attraversare varie aree per recuperare dati sensibili, ovviamente stando attenti a nemici o torrette i quali avranno lo scopo di ostacolare il nostro compito. Procedendo nei livelli potremo sbloccare pacchetti che ci forniranno armi e potenziamenti, questi pacchetti potranno essere acquistati tramite la valuta di gioco o soldi reali.
    Per finire si può dire che Deus Ex: Mankind Divided è riuscito a migliorare e mantenere tutti gli aspetti positivi visti in Human Revolution, questo è un titolo che tutti dovrebbero giocare, considerando il fatto che si adatta sia ai giocatori che amano i giochi stealth che a quelli che amano gli fps.
     
     
    AleCorna

    Recensione No Man's Sky

    By AleCorna, in Giochi,

    NMSConceptArtWallpap.png

    No Man’s Sky è un gioco sconfinato, senza precedenti e senza nome, Hello Games ha montato ad arte un capolavoro. Una Galassia immensa dove prima di esplorarla tutta ci vogliono vite intere, seguendo solo nella propria vita questo fantastico quadro del mondo videoludico.
     
    “Nella nostra galassia ci sono quattrocento miliardi di stelle, e nell’universo ci sono più di cento miliardi di galassie. Pensare di essere unici è molto improbabile.” così diceva Margherita Hack, e questa è la realtà in cui ci catapulta No Man’s Sky, un mondo vastissimo in cui non è raro incontrare altri PNG su navi o su stazioni spaziali.
    Inizialmente il gioco vi scaglia in un pianeta generato casualmente, dal pianeta ghiacciato ad un pianeta giungla (come nel mio caso). Il gioco potrebbe annoiarvi se non sapere prendere con filosofia quello che troverete e sfruttarlo a vostro vantaggio, come ad esempio incominciare a catalogare tutte le piante che troverete nei vari pianeti e poi venderle online guadagnando moneta, oppure esplorare i vari pianeti in cerca di reliquie le quali vi porteranno ad imparare tutte le tre lingue delle tre specie presenti nell’universo creato da Hello Games. Le specie presenti nella galassia sono i Korvax dei robot, Vy'keen e i Gek, veri e propri mercanti ma anche allo stesso tempo degli spietati combattenti, essi non esiteranno un istante se si sentiranno in pericolo e le vie di scampo saranno davvero poche; ma allo stesso tempo si profileranno dei veri e propri mercanti con qui scambiare i propri minerari o tecnologie trovate per la vostra strada, potrete perfino comprargli la loro nave, anche se questa opzione vi costerà davvero tanto. Potrete imparare la loro coltura, le loro abitudini ed i loro costumi tramite le reliquie sopracitate e tramite i dialoghi ed i quesiti di logica che vi porranno, ovviamente tutto ha un prezzo, sia in moneta che in intelletto.
    Ma se queste strada sopracitate vi annoia o non vi piace, non c’è da disperarsi, potrete sempre arrivare al centro della galassia di No Man’s Sky, ovviamente quest’ultima opzione e la meno pretenziosa. Però non ci si deve dimenticare che anche completando quest’ultimo il gioco non è finito, ma solo per un motivo, perchè il gioco è infinito. Mio obbligo è ricordarvi che voi non vestirete i panni di un eroe che deve salvare la galassia da un orribile catastrofe, voi sarete solo il personaggio che vestirà i panni di un viaggiatore che dovrà fare ciò che più vi aggrada.
     
    Fin dai primi passi posti sul vostro primo pianeta voi capirete quando è importante l’importanza dei materiali come il thamium9, il carbonio, il plutonio ed il ferro, indispensabili per la rigenerazione della vostra tuta, della vostra arma o per ricaricare i propulsori della vostra navicella.
    Ma ora parliamo dell’inventario, esso si divide in tre parti nella prima troveremo la exotuta, corrispettivo dello zaino, questo parte dell’inventario è indispensabile quando viaggerete in cerca di materiali nei vari pianeti, come seconda parte troveremo la stiva della vostra nave, indispensabile per portare materiali. Infine come terza parte dell’inventario troveremo il multi-tool dove sarà equipaggiata la vostra arma, un raggio laser con il quale potrete estrarre materiali o sconfiggere le altre specie, in questa parte dell’inventario potranno essere equipaggiati le mod per la vostra arma, quelle e solo quelle.
    Ma la domanda che ogni giocatore si dovrebbe porre è “conviene investire così tanto tempo per migliorare il proprio equipaggiamento o la propria navicella?”. La risposta è si, anche se inizialmente potremmo pensare che è solo una perdita di tempo, ma invece non lo è, tutti gli upgrade che effettueremo gioveranno a nostro piacere, quando la navicella sarà migliorata aumenterà potenza di attacco, di difesa e soprattutto potremmo bere un caffè mentre impostiamo il viaggio teleguidato ad alta velocità, una vera è propria favola per qualsiasi esploratore dell’universo creato da Hello Games.
     
    Adesso passiamo al comparto tecnico, prima di tutto dobbiamo precisare che il mondo creato dalla Hello Games è immenso, tantissimi mondi, comete, stazioni, fregate (si, ci sono anche quelle) e quant’altro. Ma tutto ha un prezzo, e se il vasto mondo ci intriga così tanto la varietà dei pianeti e delle stazioni non riesce a colpire nell’occhio, le stazioni sono identiche una dall’altra così come i pianeti, sui quali sono presenti gli stessi modelli posti i modo diverso ma si vede che dal punto di vista di varietà non è stato speso il tempo dovuto e fatto vedere nei vari trailer e gameplay.
    Ma non fare di tutta l’erba un fascio, perchè anche se sono presenti queste pecche molto evidenti, la varietà di specie vegetali rende sbalorditi, sia per la loro accuratezza che per la loro varietà.
    Un altra pecca molto evidente è la luce, nel senso che, da dove viene la luce se non dai pianeti celesti, i quali non sono per niente presenti, anzi si, c’è una luce ma è impossibile da raggiungere, a meno che essa non sia il famosissimo centro della galassia.
     
    Se inizialmente avete pensato che questo fosse un simulatore spaziale, vi stavate sbagliando alla grande, questo non è Elite Dangerous, i comandi di guida sono alquanto semplici e con un semplice controller è possibile fare dei combattimenti tra navicelle.
    Quanto allo shotting sia con il blaster della nave e sia con il vostro laser, la mira sarà molto semplice, l’unica cosa difficile che incontrerete sarà riuscire a evitare i colpi dei png quando sarete alla guida della vostra navicella, avrete due scelte, o affrontare con caparbietà i vari nemici o scappare, l’ultima opzione in molti casi si rivelerà la migliore.
    Ora visto che siamo arrivati alla fine, c’è solo una domanda da porre, dati gli innumerevoli compiti, la qualità che ci da il gioco è la stessa? Dipende, se si appartiene alla fascia di giocatori che non si annoiano davanti alla ripetizione, siete i giocatori giusti, passerete decine, centinai, migliaia di ore davanti allo schermo; se invece appartenete alla fascia di giocatori che si stanca presto davanti alla ripetività, allora questo gioco non fa per voi perchè esso è partito come gioco di nicchia, non perchè solo pochi eletti possano giocarci ma solo perchè è una tipologia di gioco che dalla massa viene classificata come noioso.
     
    Infine volevo precisare l’ultima cosa, il partito dei detrattori del game procedurale non vedranno di buon gusto questa fantastica galassia, ma quando ci giocheranno noteranno la superiorità di No Man’s Sky rispetto a tutti gli altri game procedurali.
    A volte, non importante dove andare, conta solo andare.
     
    VOTO FINALE= 7.5
    JackSpera

    Stardew Valley è un gioco publicato da Chucklefish Games su Windows a Febbraio 2016 ma che ,a detta degli sviluppatori,uscirà anche per PlayStation4 Xbox One e Wii U.
    Il gioco inizia con la lettera di nostro nonno che ci parla della sua vita e di come ad un certo punto abbais sentito il bisogno di "fuggire" dalla città ed andare a vivere immerso nella natura dove non ci sono tutti i problemi della città,ci narra di questo posto meraviglio e che dove,se avessimo avuto bisogno, avremmo potuto usare come rifugio dalla città.
    Poco dopo vediamo uno spezzone della tipica giornata lavorativa del giocatore nella fabbrica  
    capiamo quanto questo lavoro sia noioso e duro tanto da far svenire il giocatore che,risvegliatosi,deciderà di seguire le orme del nonno.
    Quindi prende il primo autobus e ,quando scende,viene accolto da due persone a
    Stardew Valley
    Queste due figure sono il sindaco Lewis e la carpentiera Robin che ci accoglieranno mostrandoci la nostra nuova casa e invitandoci ad esplorare il villaggio
    Noi saremo gli unici contadini del luogo e come tali avremo un grandissimo spazio per le nostre coltivazioni,inizialmente inutilizzabile per via delle erbaccie e dei vecchi alberi,quindi armati della la nostra zappa possiamo arare il terreno per creare le prime piantagioni,ovviamente all'inizio non avremo tante energia e quindi ci dovremo limitare ad un piccolo campo ma mano a mano che andremo avanti potremo sbloccare diversi tipi di fertilizzanti,migliorare gli nostri strumenti e tante altre cose,ovviamente le piante però non impiegheranno pochi secondi per crescere e quindi,dopo averle osservate nel tentativo di venderle spuntare per circa mezz'ora possiamo andare a visitare il vicino villaggio,a destra della nostra fattoria.
    In città potremmo far conoscenza di diversi NPC tutti ben caratterizzati e con i propi gusti,le propie routine e tantissime altre caratteristiche che lo renderanno unico,inizialmente le persone saranno restie dal parlarci troppo ma lentamente riusciremo a conoscerli meglio e chissa, magari anche sposarci con uno di loro.Ovviamente questi NPC hanno le lore abitazioni e anche i loro posti di lavoro,avremo per esempio il negozio di Pierre dove potremo comprare i semi per il nostro campo,anche le varie colture saranno varie,avremo piante che crescono in poco tempo,altre in più di dieci giorni,altre che produrrano più volte i loro semi e anche diversi tipi di alberi da frutta.
    Mentre aspettiamo che le nostre piante crescano potremo fare altre attività come l'esplorazione della miniera,pescare o completare piccole quest assegnatoci dai vari NPC.
    Inoltre potremo allevare animali facendoci costruire l'apposita struttura da Robin,gli animali producono i loro prodotti una volta al giorno,questi oggetti li potremo vendere o lavorare in modo da avere un incasso maggiore.
    Un vantaggio degli animali è che non soffrono le stagioni a differenza delle piante che invece cresceranno solamente nella loro stagione,
    fortunatamente le stagioni nono sono troppo lunghe, circa 30 giorni l'una.
    Come anticipato ptoremo esplorare la miniera dove però saremo ostacolati da diversi mob come gli slime ,
    ovviamente troveremo anche i minerali con cui potenziare gli strumenti e artefatti che potremo donare al museo locale.
    La miniera cambierà in base alla nostra profondità,quindi troveremo zone ghiacciate o ,alla profondità massima,lava.
    La miniera è generata proceduralmente ogni volta che la visitiamo quindi è  infinità per quanto ci sia un livello di profondità massimo.
    una volta arrivati infondo otterremo una chiave per un ulteriore miniera che però si trova nel deserto.
    Andando avanti nel gioco potremo potenziare le nostre skill che ci permetteranno di agevolarci il lavoro,per esempio pescando
    sbloccheremo uno strumento che buttato in mare con un esca catturera un pesce al giorno oppure potremo creare irrigatori sempre che ci permetteranno di non dover più innaffiare le piante.
    La grafica è abbastzan pixxellosa ma  molto dettagliata e gradevole sopratutto sui paesaggi ,
    anche la musica non è da meno, infatti riesce a caratterizzare bene le sensazioni della stagione con toni allegri di primavera e un pò più grigi d'inverno
     
    In Conclusione Stardew Valley è un gioco che merità di essere provato ma non di visto come let's play su youtube rovinandosi tutte le scoperte,
    vi consiglio di guardare solo gli episodi iniziali per farvi un idea della grafica e delle meccaniche base 
    ma non degli eventi e dello sviluppo
    Ci sono alcuni bug ovviamente e qualche piccola meccanica che cambierei
    come l'orario in cui svegliarsi la mattina, sarebbe comodo poterlo modificare in modo da non dever aspettare per poter fare una commissione in un negozio che apre in pomeriggio
    Requisiti Minimi
    Sistema operativo Windows Vista o superiore, le versioni per Linux e macOS sono gia state annunciate e speriamo arriveranno presto processore 2Ghz Scheda Video con 256 MB di memoria video e con il supporto agli shader model 3.0+ DirectX 10 2 GB di RAM Spazio su disco 500 MB Potete visitare la pagina Steam grazie al widget qui sotto
    Il tuo Browser non supporta il Widget ma puoi comunque raggiungere la pagina steam tramite il <a data-cke-saved-href="http://store.steampowered.com/app/413150/" href="http://store.steampowered.com/app/413150/" rel="external nofollow">Link</a>