• Analisi di Tom Clancy's - The Division

       (0 reviews)

    MayuriK
    • Tom Clancy's - The Division

     

    The Division, il primo titolo MMO con elementi RPG di Ubisoft è entrato ieri ufficialmente in Beta.

    Il gioco è ambientato a New York, città in cui regna l'anarchia, dove la società è caduta e nella quale l'unico modo per sopravvivere è combattere. Il tutto accade dopo l'operazione Dark Winter, che colpisce la città con un attacco biologico, facendo cadere tutte le istituzioni in pochi giorni. Nel frattempo in città si organizzano gruppi anarchici paramilitari, che massacrano indistintamente infetti e civili inermi.

    Faremo così parte della Divisione, che sembra l'unica forza governativa in grado di riportare l'ordine in città.

    Questo articolo vuole essere un riassunto delle principali notizie sul gioco uscite in questi giorni.

    PVE

    L'HUB di gioco ci mostrerà tutta potenza del nostro personaggio, il quale proseguendo il gioco acquisirà abilità, skill e talenti passivi molto utili in battaglia, permettendone un'ampia personalizzazione, con un CAP del personaggio che per ora arriva al livello 30.

    Le abilità saranno divise in tre gruppi, per ognuno del quale potremo sceglierne una, senza limitazioni di combinazione, potendo così creare una classe che più vi aggrada.

    La storyline sarà giocabile come esperienza singleplayer, anche se in realtà è più pensata per essere giocata in cooperativa con degli amici; i dungeon inoltre dispongono di un sistema di auto leveling, in modo tale da poter combattere in maniera equilibrata.

    I nemici morendo, proprio come un GDR, avranno la possibilità di lasciare un drop, che consisterà in armi, armature, munizioni, potrenziamenti e perfino oggetti estetici per la personalizzazione del PG. Le armi poi, avranno una personalizzazione propria: sarà infatti possibile modificarne caricatore, mirino, aggiungere alcune caratteristiche e riverniciare l'arma. Molte di queste aggiunte influiranno molto sul gun play, per esempio sarà possibile mettere un'impugnatura che permetterà colpi più precisi, un silenziatore per attuare particolari strategie...

    Esistono anche abilità di cura e i cecchini, dando la possibilità a persone del team di specializzarsi e creare infinite strategie.

    Per terminare, va fatto assolutamente presente che la gestione dell'IA non sarà quella tipica dei videogiochi in terza persona, con nemici cauti e che si posso uccidere in pochi colpi. Qui i nemici assomigliano più ai classici Mob degli MMO Fantasy, che si lanciano all'assalto e necessitano di più colpi per essere fatti fuori.

    Grandezza mappa

    Sono emersi interessanti dettagli per quanto riguarda la grandezza della mappa del gioco: sembrerebbe che si giocherà su un terreno di notevoli dimensioni, con numerose zone sotterranee.

    Secondo i calcoli effettutati dall'utente Dancuk, che su Reddit ha rilasciato questi rumor, The Division conterà su una mappa di ben 9 Km quadrati, per un totale di 9,57 miglia di distanza percorribile dentro ad essa, dati che si avvicinano molto alle previsioni di diversi siti di notizie videoludiche.

    Immagini sotto spoiler:

     

     

    Spoiler

    the-division-map-1.jpg

    the-division-map-2.jpg

     

     

    PVP

    Lo scontro tra player non prevede capture point, deathmatch o le classiche modalità da FPS, bensì una visione unica e singolare degli scontri, con meccaniche molto interessanti.

    Nella città di New York, troveremo le Dark Zone: zone altamente contaminate nelle quali per accederci sarà necessario utilizzare maschere e respiratori. Al loro interno si troveranno NPC di alto livello, con respawn casuale, dai quali sarà possibile ottenere, al posto della classica esperienza, dei punti rank esclusivi, grazie ai quali potremo acquistare armi ed equipaggiamenti più potenti e avanzati rispetto alla media del nostro livello.

    Interessante il fatto che per poter recuperare i nostri oggetti sarà necessario richiamare un elicottero (che arriverà in due minuti) al quale dovremo agganciare la sacca con i nostri equip, così che la possa portare al nostro centro operativo. Fino a quel momento, morire significherà perdere tutto ciò che abbiamo conquistato, rendendo la modalità multigiocatore appassionante e frenetica.

    Organizzare in gruppi e stringere alleanze sarà necessario per poter competere nella Dark Zone, infatti la modalità è assolutamente insostenibile per chi gioca da solo.

    La modalità di combattimento di The Division è estremamente tattica: le granate infatti faranno il loro danno, ma potrebbe capitare di colpire giocatori innocenti, e il time to kill è alto, infatti per uccidere un player serviranno ben 5 colpi di cecchino e interi caricatori di mitragliatori, creando così tutti i requisiti per mettere su delle sparatorie e creare strategie, evitando il classico "Pro all Call of Duty" che ammazza le persone con un colpo.

    Il sistema delle coperture poi, funziona abbastanza bene, risultando fluido ma non rapidissimo. Saranno anche presenti elementi particolari, come proiettili incendiari o colpi elettici che stordiscono gli avversari, oltre ad un gran numero di granate di vario tipo; il tutto legato ad un sistema di sanguinamento che terrà gli avversari sempre sotto pressione.

    La zona, che potrebbe sembrare quindi una giungla di proiettili, è bilanciata da colonnine per ricaricarsi la vita e drop pod per munizioni e consumabili.

    E' stato anche pensato un sistema di taglie, che segnalerà i nemici più pericolosi nell'area e li penalizzerà alla morte con la perdita di crediti e dark rank, a meno che questi non restino nascosti così a lungo da far sparire lo stato di "rogue", che si ottiene uccidendo i giocatori neutrali.

    Per concludere, le armi sono abbastanza equilibrate, ed è stato scongiurato l'abuso dei cecchini, che presentano ottiche lente da mettere a fuoco.

    Bonus: Agent Origins

    La Ubisoft si aspetta molto da questo gioco, tant'è che ha iniziato con Amazon (che per chi non lo sapesse produce anche serie tv) la produzione di un live action, che si chiamerà Agent Origins.

    Questa serie vedrà protagonisti quattro agenti incaricati di scoprire cosa sta succedendo in questa New York sull'orlo del baratro; sarà composta da vari episodi di circa 10 minuti l'uno, in modo da accompagnare l'uscita del gioco e introdurre pian piano al trama.

    E' stato reso noto che prenderanno parte della produzione della serie tre Youtubers: Corridor Digital, RocketJump e Devin Supertramp, noti per aver creato molti filmati interessanti e apprezzati dagli internauti.

    Vi lascio quindi al trailer e alla prima puntata: buona visione!

     

     

    Spoiler

    Trailer

     

    Primo episodio

     

     

     





    User Feedback

    Create an account or sign in to leave a review

    You need to be a member in order to leave a review

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!


    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.


    Sign In Now

    There are no reviews to display.


  • Minecraft Network

    Server Minecraft Banner

    Powered by:

    Multicraft Logo TeamSpeak Logo